Apple Watch series 4 e il controllo del battito cardiaco

Ultimo aggiornamento: 22.07.19

 

La nuova proposta della casa di Cupertino guarda ai runner e agli utenti che amano tenere sotto osservazione questo parametro.

 

La possibilità attualmente offerta di controllare e monitorare con una certa costanza il battito cardiaco è una conquista interessante e su cui vale la pena soffermarsi: fitbit e smartwatch, grazie ad app dedicate consentono di tenere sotto osservazione questo parametro, ritenuto fondamentale sia per gli sportivi sia per chi desidera monitorare frequenza e numero dei battiti. Apple non è rimasta a guardare e da qualche tempo è disponibile anche in Italia sfruttare l’app ECG tramite Apple Watch. Andiamo a capire meglio funzionalità e tipologia di questo nuovo arrivato.

 

Aspetti fondamentali

Tra le diverse applicazioni presenti sull’apple Watch quella legata al battito cardiaco presenta aspetti e tecnologie capaci di catturare l’attenzione di chi desidera osservare questi dati sensibili, sia durante una corsa che nel corso di una camminata. La series 4 infatti consente di monitorare questi aspetti sia correndo sia durante una fase di riposo. È sufficiente posizionare l’app aggiungendola sul quadrante o sul dock.

Tra le opzioni è inclusa anche la segnalazione delle notifiche relative a questo aspetto, una feature comoda e sempre a portata di mano. La comodità è dunque uno dei punti forti su cui la casa di Cupertino ha scelto di investire, insieme anche a un supporto hardware che unisce controlli precisi a un sistema adeguato di luci a LED.

 

 

Una volta attivata la funzione Allenamento, l’orologio attiva questa modalità di lettura, durante la sessione e per i tre minuti successivi. Facendo così si ha l’opportunità di capire la frequenza sotto sforzo e i tempi di recupero al termine della corsa.  

La tecnologia alla base dei quattro LED posizionati nella parte inferiore dell’Apple Watch si affida a una lettura detta fotopletismografia. Altro non è che uno studio del microcircolo sanguigno attraverso l’utilizzo di questa fonte luminosa. I fotodiodi presenti sull’Apple Watch leggono e misurano la quantità di sangue che scorre nel polso. Il colore del sangue è tale perché riflette la luce rossa e assorbe invece quella verde.

Durante uno sforzo, all’aumentare del flusso sanguigno aumenta anche l’assorbimento di luce verde. Gestendo attraverso intervalli infinitesimali l’irradiazione di luce dei LED il sistema è in grado di fornire una lettura molto precisa delle informazioni legate al battito e alla frequenza cardiaca.

 

ECG e gestione in tempo reale

Grazie alla disponibilità sul mercato italiano dell’App ECG è ora possibile migliorare ancora di più il risultato e il grado di lettura, avendo a disposizione un vero e proprio elettrocardiogramma.

Per ottenere questa lettura si utilizza il Digital Crown posizionato a lato dell’orologio in combo con i sensori collocati nella parte inferiore dell’Apple Watch. Ponendo il dito per 30 secondi sul Digital Crown si sfrutta l’elettrodo per comunicare i dati che vengono così processati internamente dal dispositivo. Si va a creare un vero e proprio circuito chiuso tra cuore e braccia con una rilevazione degli impulsi elettrici generati dal cuore.

L’app a questo punto è in grado di rappresentare con un grafico la situazione misurata, evidenziando particolari anomalie, inclusa la fibrillazione atriale. Per fare un po’ di chiarezza su questo aspetto, si tratta di un disturbo per cui il battito cardiaco diventa irregolare. Si tratta in sostanza di un’aritmia cardiaca che può manifestarsi in alcuni casi è che è bene tenere sotto osservazione.

È bene precisare che, pur nella sua utilità, il dispositivo non può competere con un buon cardiofrequenzimetro professionale ma nello stesso tempo è uno strumento in più che non guasta avere addosso, specie se si vuole tenere sotto osservazione questi valori. La questione della complementarietà del supporto diventa dunque un punto a favore dell’Apple Watch, specie se si considera il valore di continuità che può fornire nell’arco di tutta una giornata.

 

 

La stessa casa produttrice ha tenuto più volte a sottolineare come questa funzione non equivalga a uno strumento medico da polso, limitando giustamente l’impatto e le possibilità che si possono raggiungere con l’app ECG attivata.

Si vede dunque come tecnologia smart e controllo sulla salute possano andare a braccetto, mantenendo una sfera e un valore limitato all’uso. È lecito sperare nei miglioramenti continui della tecnica, capaci di miniaturizzare e rendere nel tempo sempre più portatile strumenti medici che possono fare la differenza in situazioni di rischio reale. Vi invitiamo dunque a prendere sempre le giuste precauzioni, specie quando si parla di salute, consultando un medico prima di iniziare qualsiasi tipo di attività sportiva.

La prevenzione, in tal senso, vi consentirà di godere appieno dello sport scelto, con un occhio all’orologio e ai dati raccolti, ma senza prendere per oro colato tutte le informazioni raccolte. Ci fa piacere che Apple continui nella ricerca e nel miglioramento di queste app, rendendo man mano disponibile agli utenti gli ultimi ritrovati in fatto di benessere e salute.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...