Atala Sunrise mountain bike da donna – Recensione

Ultimo aggiornamento: 10.04.20

 

Principale Vantaggio

Una bici progettata e impostata con una linea tipica delle mountain bike di fascia media, con un design e una linea pensati per un pubblico femminile, con la barra centrale leggermente più abbassata in modo tale da semplificare movimenti e garantire un’uscita divertente e sicura, supportati da un cambio Shimano a diciotto velocità.

 

Principale Svantaggio

Il sistema di montaggio ha creato qualche difficoltà a chi non ha troppa dimestichezza con il mezzo, motivo per cui è stato necessario procedere con attenzione e una cura maggiore rispetto ad altre bici dall’assemblaggio più immediato.

 

Verdetto: 9.4/10

Linea e design interessanti, con in più un buon sistema di rapporti grazie al quale gestire e monitorare il passaggio su punti con una pendenza consistente. Il telaio da 26”, insieme a un disegno e a una robustezza (anche delle ruote), ne fanno una buona mountain bike, dal prezzo di vendita interessante e capace di richiamare l’attenzione degli utenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Materiali

Il telaio è in robusto acciaio, un aspetto che va a incidere sul peso della bici ma che rende la bici sicura e resistente agli urti e allo scorrere del tempo. Oltre a questo aspetto poi gioca un ruolo di primo piano il look che, in questa occasione, strizza l’occhio al mondo femminile, con un design tipico della mountain bike (ecco i migliori modelli) ma a suo modo addolcito e reso più fluido in alcuni punti del telaio. 

La misura di quest’ultimo raggiunge i 26”, con un dei freni in alluminio V-brake capaci di rispondere bene alle sollecitazioni e alla presenza di eventuali ostacoli lungo il cammino.

Comodità

Dai pareri raccolti emerge l’immagine di una bici non solo piacevole da vedere ma anche comoda da guidare. L’avere a disposizione un cambio Shimano Tourney RD-TZ50 a 18 velocità, ha una sua incidenza sul modo di affrontare e gestire salite, discese e tratti in pianura da attraversare con più facilità. 

I pedali sono in resina, mentre la sella è sempre targata Atala MTB. Tutto l’insieme pare dunque funzionare in maniera adeguata, con una bicicletta che oltra e viaggiare spedita lo fa anche con il giusto comfort per l’utente. 

 

Rapporto qualità/prezzo

Nella categoria delle mtb da donna, la proposta Atala emerge e merita una segnalazione, in funzione della sua stessa linea e di una resa costruttiva adeguata e soddisfacente. I materiali utilizzati, se rapportati poi alla spesa richiesta per un modello del genere, rientrano a pieno nel quadro di un mezzo fatto per durare. 

Il cambio porta la sigla Shimano, mentre l’acciaio che ricopre tutta la struttura dona robustezza e trasmette un senso di reale stabilità a tutta la bici. A conti fatti dunque, per un prezzo contenuto si porta a casa un mezzo a due ruote con cui godersi un giro all’aria aperta e con la giusta potenza nei cambi quando la situazione si fa più complicata.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di