Come perdere peso? I nostri consigli

Ultimo aggiornamento: 21.01.20

 

Lo sappiamo bene che dimagrire non è un’impresa facile. Proprio per questo abbiamo pensato di fornirvi alcuni suggerimenti che possono risultare piuttosto utili nel tentativo di perdere qualche chilo

 

Una delle cose più frustranti del perdere peso è data dalle false aspettative che molte informazioni sulla rete alimentano. Se pensate quindi che per buttare giù i chili in eccesso basti utilizzare uno strano attrezzo ginnico o mangiare unicamente barrette energetiche, siete sicuramente fuori strada. Perdere peso e restare in forma è un obiettivo che richiede sacrificio, forza di volontà e tanta pazienza dal momento che non si realizza da un momento all’altro ma bisogna vedere i risultati nel lungo periodo.

Spesso, molte persone, dopo la prima settimana, non riescono a vedere risultati importanti e abbandonano completamente i loro propositi, soprattutto se questi richiedono uno sforzo continuo come per esempio andare in palestra almeno tre volte a settimana.

Per quanto si possa dimagrire in realtà anche solo con una dieta equilibrata, il corpo ha bisogno anche di una struttura muscolare ben definita e sviluppata. Uno degli errori più comuni è infatti quello di privarsi del cibo in modo quasi ossessivo, imponendo all’organismo un regime deleterio. In questo modo si finisce sì col dimagrire, ma si perde anche molta massa muscolare, portando poi a problemi di altro tipo.

 

Dimagrire in modo intelligente

La dieta, che non dovrebbe assolutamente essere fatta in modo amatoriale ma da uno specialista del settore, è solo il primo passo. Interrogando anche il proprio medico di fiducia si può costruire un regime alimentare che abbia un apporto calorico adatto al proprio organismo e che fornisca anche la giusta quantità di energia per poter effettuare attività fisica di diverso tipo.

Non c’è bisogno di recarsi in palestra e sottoporsi a un regime troppo severo, molti esercizi possono anche essere eseguiti in casa con un po’ di buona volontà e informandosi previamente. Sottolineiamo, comunque, che non tutti gli utenti possono effettuare esercizi in completa autonomia e chi ha problemi fisici di natura patologica dovrebbe consultare comunque un personal trainer che possa indirizzarlo verso esercizi che non siano dannosi.

Se la palestra o i classici esercizi vi annoiano, esistono molte altre attività in grado di stimolare i muscoli del corpo e risultare anche divertenti come i corsi di acquagym o zumba. Il segreto per continuare a svolgere tale attività anche quando ci si sente un po’ giù o privi di forze ed evitare quindi di abbandonare tutto, è quello di scegliere qualcosa che vi appassiona e che non risulti quindi un obbligo.

 

 

Il mito dell’elettrostimolatore

Tra i metodi dimagranti più gettonati vi è sicuramente l’elettrostimolatore. Ma quanto è efficace questo strumento per dimagrire? In realtà, gli elettrostimolatori sono solo dei dispositivi che stimolano i muscoli su cui vengono applicati, trasmettendo una piccola scossa elettrica sufficiente a farli contrarre.

Questo metodo è ottimo per attivare i muscoli che difficilmente possono essere utilizzati nei classici esercizi, rivelandosi un prodotto essenziale per gli sportivi. Tutti gli altri difficilmente possono trarne qualche beneficio, a meno che, appunto, non si dedichino in modo serio e consapevole all’esercizio fisico. È quindi bocciato come strumento dimagrante se non usato in accoppiata con una dieta equilibrata e attività fisica.

 

La pedana vibrante

Ultimamente è divenuta molto popolare anche la pedana vibrante, un attrezzo ginnico che, al pari dell’elettrostimolatore, è stato considerato a lungo il santo graal del dimagrimento a sforzo zero. A differenza dell’elettrostimolatore, la pedana vibrante può essere usata con successo da diversi utenti, tuttavia, anche in questo caso, è necessario sfruttarla mentre si fanno altri esercizi, non basta quindi salirci su e aspettare che compia qualche sorta di miracolo.

Viene spesso associata a un tipo di allenamento molto particolare, chiamato “functional training” o ginnastica funzionale. Se non ne avete mai sentito parlare vi spieghiamo in breve di cosa si tratta: è un regime di allenamento che punta a ripetere movimenti che compiamo ogni giorno in modo naturale, bypassando completamente macchine isotoniche che si trovano in palestra e che sono preposte allo sviluppo della massa muscolare.

Il vantaggio della ginnastica funzionale è che può essere svolta anche tra le mura casalinghe con mezzi di fortuna, come una corda, bottiglie d’acqua o, qualora vogliate esercitarvi in modo più intensivo, con l’acquisto di una pedana vibrante. Incorporando questa nello schema di allenamento potrete quindi sviluppare i muscoli più velocemente ma lo sforzo alla base deve sempre essere presente.

Se vi state chiedendo come scegliere un’ottima pedana vibrante potete trovarne di diverse in vendita sul mercato, in base al vostro budget e alle vostre esigenze. Difficilmente riuscirete a spendere meno di un centinaio di euro, considerate quindi questo prezzo come il minimo da investire per poter avere un prodotto funzionale.

 

 

Il movimento del piatto

Quando ci si avvicina alle pedane vibranti sul mercato si scopre che ne esistono con piatto basculante e sussultorio. Le pedane vibranti sussultorie compiono movimenti unicamente verticali, sfruttando una frequenza tra i 30 e i 35 Hz, quelle basculanti si muovono a destra e sinistra con vibrazioni che oscillano tra 0 e 25 Hz e infine esistono anche quelle che incorporano tutti e due questi movimenti per offrire una vibrazione più efficace e che stimoli maggiormente i muscoli del corpo.

Sulla pedana potete effettuare diversi esercizi, salendo con entrambe le gambe potete eseguire serie di squat, movimento del corpo verso il basso per allenare glutei e gambe, oppure mentre siete stesi sul pavimento, appoggiando i piedi sulla pedana, potete sollevare la parte inferiore del corpo verso l’alto, allenando in questo modo addominali e gambe. Dopo soli 10 minuti di allenamento intensivo sulla pedana avrete consumato molte più calorie rispetto a un classico allenamento, si tratta quindi di un attrezzo estremamente utile qualora sfruttato nel modo corretto.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...