Eccellenza italiana in campo. Copriscarpe riscaldati per i giocatori in panchina

Ultimo aggiornamento: 11.12.19

 

La scelta di chi ha voluto portare sul terreno di gioco soluzioni mutuate da altri settori sportivi ha trovato successo e l’appoggio di strutture e calciatori.

 

Il mondo del calcio e delle scarpe a esso dedicate è un regno vasto che si arricchisce di anno in anno in complessità e tecnologia. Esempi di eccellenza nella creazione di supporti diversi arrivano da piccole realtà italiane capaci di trasformare idee in strumenti adatti e utili sia in campo sportivo ma non solo.

IRC Components è l’esempio lampante di come inventiva e capacità realizzativa possano convergere andando a influenzare anche campi spesso distanti tra loro, dimostrando come la ricerca si può trasferire e andare a migliorare situazioni grazie a innovazione e supporto.

 

Copriscarpe e teli riscaldati

IRC Components è un’azienda genovese nata dalla volontà e dalla capacità del suo fondatore, Giovanni Landro di sfruttare e portare a compimento idee e progetti, grazie anche al supporto del “Servizio Competitività” un’iniziativa in grado di finanziare progetti di imprenditoria e innovazione che ha visto collaborare la Fondazione Carige e la Camera di Commercio di Genova. Supportando la nascita di una piccola azienda a conduzione familiare, si è riusciti nel tempo a vedere crescere e ampliare l’offerta rispetto alla produzione iniziale.

 

 

Il punto di partenza da cui Landro ha iniziato, ha visto IRC Components lavorare alla produzione di supporti riscaldanti per le gomme  delle moto da corsa. Raccogliendo i primi frutti di questa iniziativa e l’apprezzamento dei diretti interessati, l’azienda ha visto crescere nel tempo la domanda, che si è anche diversificata passando anche ai teli per scaldare lo stadio Ferraris e l’aula magna dell’Università di Genova.

La questione legata al riscaldamento delle scarpe da calcio (ecco i migliori modelli) dei giocatori risponde in un certo senso al bisogno innato e alla considerazione di chi quei campi e quelle situazioni le vive in presa diretta. La scelta è ricaduta dunque su un materiale come la pelle, studiato per avvolgere al meglio la scarpa. Non solo la pelle ma anche altri materiali sono stati inseriti tra le opzioni ideali con cui riscaldare i piedi dei giocatori che attendono in panchina il loro turno.

L’utilizzo di resistenze elettriche e di piccole batterie mantiene così al caldo i piedi ei giocatori per un tempo massimo di due ore. Gli effetti positivi e la semplicità di utilizzo, unita poi a un’indubbia comodità della scarpa hanno reso possibile il successo e la diffusione prima su suolo Italico e poi sui campi stranieri di questo prodotto.

L’utilizzo della pelle ha trovato dunque un buon riscontro grazie alla questione della personalizzazione che alcuni club hanno richiesto. si è potuto così dare un tocco di unicità a ogni singolo copriscarpe, mantenendo tuttavia la dimensione e la funzione di riscaldamento offerta dal supporto.

L’azienda ha studiato poi anche le tempistiche necessarie per togliere i supporti, con un tempo massimo di 12 secondi. I giocatori possono dunque entrare in campo senza difficoltà, mantenendo i piedi caldi come i loro compagni che stanno già giocando da tempo.

 

 

Le eccellenze made in Italy

L’aspetto interessante del successo e della tipologia del supporto si può far risalire dunque alla capacità di un’azienda di riuscire a variare l’offerta rispetto agli inizi e al profilo con cui nacque. Anche in questo caso non è esagerato provare un certo moto di orgoglio e stima per chi pur mantenendo un discorso legato al riscaldamento, è riuscito a declinarlo secondo forme e modalità molto diverse le une dalle altre.

Si aggiunge dunque un supporto in più per gli amanti del calcio che sia a livello professionistico sia a livello amatoriale ci tengono a stare ben caldi, sfruttando così le opportunità offerte da un’azienda nata per soddisfare e risolvere i problemi di altri sportivi, questa volta su due ruote, ritrovandosi poi a fornire una soluzione anche per i calciatori in panchina.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...