Misurare via app la frequenza cardiaca

Ultimo aggiornamento: 10.04.20

 

Analisi e guida delle migliori applicazioni disponibili sul mercato per monitorare il battito cardiaco.

 

Tenere sotto osservazione il numero dei battiti è per molti una necessità. Diverse aziende hanno cercato soluzioni smart affidabili e con cui poter gestire al meglio frequenza cardiaca, sia a riposo sia nel corso di un allenamento. Scopriamo insieme alcune delle proposte più interessanti.

Le app elencate, come spesso accade oggi, si presentano in una versione Free scaricabile gratuitamente a cui si aggiunge poi quella Pro, con alcuni funzionalità a pagamento che migliorano e arricchiscono i dati a disposizione dell’utente. Nei paragrafi che seguono le abbiamo accoppiate per comodità, così da offrire all’utente uno sguardo d’insieme sul tema.

 

Frequenza Cardiaca Plus – Cardiofrequenzimetro

La prima app proposta è tra le più interessanti tra quelle presenti sullo store di Google.

La gestione e il controllo dei dati sfruttano il sensore presente sulla camera per la raccolta di dati. La modalità di lettura passa attraverso il dito indice che va collocato, senza premere in modo eccessivo, sulla lente dello smartphone. Una volta trascorsi uno o due secondi dovrebbe apparire il grafico delle pulsazioni. Premendo per un tempo complessivo di dieci secondi si da l’opportunità al sistema di calcolare la frequenza cardiaca complessiva, così da poter gestire al meglio le informazioni, formandosi un quadro preciso di ciò che passa su schermo.

 

 

Tra le aggiunte interessanti, la compatibilità con Wear OS, ovvero il sistema operativo Android presente sugli smartwatch. Facendo così, si può lasciare a casa il telefono e una volta rientrati sincronizzare in modo semplice i dati raccolti, così da avere un quadro chiaro e pratico dei dati raccolti. Una volta raccolte le informazioni la app le salva in automatico, creando un archivio di tutte le misurazioni.

Frequenza Cardiaca Plus – Cardiofrequenzimetro è gratuita con il passaggio di proposte d’acquisto e pubblicità una volta installata e messa in funzione. Diversi utenti hanno gradito la precisione e un’interfaccia semplice e ben studiata, altri invece hanno avuto qualche perplessità sui tempi di raccolta informazioni, aspettandosi qualcosa di più rapido.

La seconda proposta invece si chiama semplicemente Cardiofrequenzimetro e ha dalla sua alcune caratteristiche interessanti. Anche in questo caso la misurazione avviene sfruttando il sensore della camera, posizionando il polpastrello così da consentire all’app la misurazione e la variazione della pressione sanguigna monitorabile anche da un punto come l’estremità di un dito. Tra le funzionalità disponibili non manca quella dedicata agli sportivi, con un set che si muove tra la modalità “Riposo”, passando a quella “Esercizio” o “Post Esercizio, per concludere con l’impostazione “Generale”.

La versatilità dell’app trova dunque applicazione su soggetti che vogliono mantenere alto il livello di guardia in ogni momento, senza trascurare quegli sportivi che desiderano invece tenere sotto osservazione le pulsazioni sotto sforzo, come nel caso di sessione Cardio o durante una prova di High Interval Training.

 

Runtastic Heart Rate e Cardiografo

Non ci suona strano vedere come una delle app più utilizzate per monitorare allenamento e performance sportive, proponga la sua versione cardio. Sfruttando la fotocamera dello smartphone è possibile gestire e osservare pulsazioni e pressione, che sia nel corso o al termine di un’attività fisica oppure per semplice curiosità. Una volta collocato il polpastrello l’app registra i dati, creando così un grafico con numeri e immagini. Molti utenti hanno gradito la praticità semplice di questa interfaccia, ideale per chi non ama dati e rappresentazioni eccessivamente complicate.

Per quel che riguarda poi le opzioni e la gestione del battito si nota come diverse modalità sono state inserite, venendo incontro a quanti desiderano controllare il battito a riposo, oppure prima o dopo l’allenamento. Andando poi sul sito Runtastic,com è possibile inserire i dati e le informazioni sensibili raccolte durante una passeggiata o una corsa. Per gli amanti delle condivisioni è inclusa anche l’opzione di sharing su Twitter, Facebook o via mail.

Cardiografo ci ha incuriositi invece per la creazione di profili differenti, ideali per più utenti che vogliono sfruttare al meglio un unico supporto confrontando così risultati e dati in tempo reale.

Minimal l’interfaccia, con un sistema di salvataggio delle informazioni e dei dati, utile per la gestione di un archivio e per tenere sotto controllo valori che rientrano nella norma e anomalie. La premessa da fare è che l’app non può e non vuole in alcun modo sostituire un dispositivo medico, ma contribuire alla gestione e alla verifica in tempo reale di informazioni importanti, con cui l’utente può rendersi conto di pressione e numero di pulsazioni.

 

 

Immediata Frequenza Cardiaca

L’ultima app a chiudere il quintetto delle proposte è stata studiata confrontando dati e pareri provenienti dalla comunità di utenti, inclusi preparatori sportivi. Anche in questo caso le modalità di funzionamento si appoggiano al sensore della fotocamera, meglio se dotato di flash così da semplificare la raccolta di tutti i dati necessari.

Anche in questo caso parliamo di un’app gratuita, comoda da utilizzare e con l’unico appunto mosso da una versione e interfaccia completamente in inglese, un elemento che potrebbe essere uno scoglio per chi non mastica al meglio la lingua.

Fatte queste premesse vediamo dunque come le proposte sul mercato per dispositivi Android trovino un’utenza sensibile e curiosa riguardo questa tematica, con risultati spesso in linea con le informazioni raccolte da altri dispositivi anche professionali.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di