Tapis roulant e manutenzione

Ultimo aggiornamento: 01.04.20

 

Consigli e suggerimenti per tenere nel migliore dei modi il tapis roulant anche dopo un certo periodo di tempo.

 

Uno strumento come il tapis roulant è composto da diversi componenti, con una meccanica e una resistenza nel tempo variabili secondo la qualità costruttiva complessiva e il corretto utilizzo che se ne fa. Di seguito abbiamo raccolto consigli e pratiche adatte a chi cerca di prolungare al massimo la vita dell’oggetto, con una consapevolezza e una conoscenza maggiori di tutte le specifiche e le parti che lo vanno a comporre.

 

La gestione dello strumento

La struttura di cui si compone un tapis roulant è costituita da un corpo principale al cui interno è presente un motore che aziona la pedana superiore e una scheda interna con tutti i componenti elettronici deputati al funzionamento della macchina. Un primo aspetto di cui prendere nota è il manuale del supporto. Deve essere scritto in maniera chiara e comprensibile, con note e informazioni in italiano che possono guidare passo dopo passo l’utente nel montaggio delle parti. Le immagini e le informazioni nella sezione dei danni e guasti hanno il merito di offrire un primo sguardo quando si presenta un disguido.

Per far sì che la durata e le parti dello strumento non si usurino anzitempo, ecco alcuni consigli di massima che scendono man mano nello specifico.

 

 

Norme generali

Non collocate il tapis roulant all’esterno. Anche se posizionato in una zona coperta da una tettoia, nel tempo umidità e cambi di temperatura possono rovinare la scheda interna o facilitare l’accumulo di polvere e sporcizia nei piccoli interstizi.

Monitorate sempre la tenuta massima del tapis roulant, rispettando il valore riportato sulle istruzioni. In caso contrario è possibile che il motore vada sotto sforzo, accorciando così la sua aspettativa di vita.

La pulizia e la lubrificazione del rullo sono fondamentali. Segnatevi periodicamente l’ultima volta in cui avete utilizzato il lubrificante indicato nelle istruzioni. Su ogni manuale dovrebbero essere presenti le norme e le informazioni sul miglior prodotto da utilizzare, con una linea di montaggio e apertura del tapis roulant pratica e rapida. Nel remoto caso in cui questi consigli non fossero disponibili, vi invitiamo a contattare il produttore per risolvere la questione. Meglio non prendere iniziativa e rischiare in questo modo di compromettere la garanzia, rompendo o agendo in modo errato e poco efficace.

La pulizia del tapis roulant dovrebbe passare poi da una gestione ordinaria di tutta la struttura. Una volta terminati gli esercizi è bene prima di richiudere il mezzo munirsi di un panno con cui spazzolare il rullo, controllando che non ci sia sporco o sudore vicino alla zona della spina. I bulloni che serrano lo strumento dovrebbero essere ben saldi, fatta eccezione per quelli collocati in prossimità delle ruote che devono avere un certo gioco così da permettere una scorrevolezza senza problemi.

Infine è bene procedere a un’apertura due volte l’anno della parte superiore. Una volta sollevata la copertura dopo aver staccato preventivamente la spina, si può lasciare per una ventina di minuti in questo stato. Trascorso questo periodo di tempo si può passare un getto d’aria a potenza moderata all’interno, così da liberare il vano motore da polvere e sporcizia con una buona aspirata.

 

Lavori extra sul tapis roulant

Un controllo e una verifica diretta della zona della cinghia possono rilevare un’usura prematura della stessa. Qualora fosse così è bene procedere alla rimozione e alla sostituzione con una nuova. Per operazioni del genere, se si ha un po’ di manualità non dovrebbero sorgere problemi e si può intervenire senza la presenza di un tecnico specializzato. La lubrificazione del nastro o la sostituzione della tavola sono questioni gestibili con pazienza e tranquillità.

Nel caso invece si percepissero rallentamenti al motore la questione inizia a farsi più seria e potrebbe coinvolgere anche la scheda interna. Una prima ispezione aiuta a verificare se ci sono parti rotte sulla stessa o se lo stesso motore presenta delle complicanze visibili anche a una prima occhiata. Si consiglia di fotografare la scheda e gli altri componenti e contattare un centro specializzato o lo stesso produttore.

Stesso discorso anche per quel che riguarda i rulli. In presenza di rumori eccessivi è bene procedere alla sostituzione oppure puntare al supporto di un’officina specializzata.

Tra le parti a minor rischio di danneggiamento troviamo infine la console di controllo.

Verificate che non ci siano rotture sul display e che tutto si veda chiaramente, qualora si dovesse essere spaccato lo schermo a seguito di una caduta o per altri motivi, c’è poco da fare: chiamate l’assistenza e verificate se hanno il pezzo di ricambio.

 

 

Cavi e fili di collegamento non vanno mai tirati con troppa forza e se sfilacciati, arrestate immediatamente il mezzo, e dopo qualche minuti staccate la spina. L’oggetto non deve essere ricollegato prima di aver cambiato i cavi e essersi sincerati che tutto sia al suo posto.

Nei modelli casalinghi sia fissi sia pieghevoli è opportuno non avere troppi oggetti intorno e procedere a una collocazione stabile una volta conclusa la sessione di allenamento.

Se un tapis roulant non contempla un posizionamento verticale, seguite questa indicazione, preferendo un posizionamento sotto il letto, piuttosto che in una zona instabile dietro la porta o in uno sgabuzzino. Seguendo tutte queste indicazioni siamo certi che la vita media di questo attrezzo da fitness si allungherà e voi potrete continuare a macinare chilometri, tonificando gambe e glutei.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di