Vantaggi e svantaggi nell’uso della pedana vibrante

Ultimo aggiornamento: 11.12.19

 

C’è chi sostiene che questo dispositivo sia indispensabile nella ricerca della migliore forma fisica e chi, invece, non ne è entusiasta. Scopriamone di più. 

 

Avete acquistato una nuova pedana vibrante ma non sapete come usarla? Vi state chiedendo se avete effettuato un buon acquisto o se si tratta dell’ennesimo attrezzo fitness inutile? Non abbiate timore alcuno, nella nostra guida vi illustreremo tutti i vantaggi e gli svantaggi di questo prodotto che, se usato a dovere, può davvero essere un valido aiuto nella perdita di peso e nella tonificazione dei muscoli.

La pedana vibrante è un dispositivo ginnico che ha una lunga storia, gli studi sugli effetti delle vibrazioni sul corpo umano resero possibile l’impiego di questi strumenti nello spazio negli anni ’90, permettendo agli astronauti russi di resistere sulla stazione MIR, in orbita attorno al pianeta, per ben 450 giorni, superando il record degli americani che dopo soli 120 giorni presentavano problemi al tono muscolare e alle ossa per la mancanza di gravità.

Date le notevoli scoperte sui benefici delle vibrazioni, la pedana vibrante, basata su quei principi, è stata poi adottata anche nello sport e nella vita quotidiana.

 

Un metodo per dimagrire?

Chi sta pensando che basti l’uso della pedana vibrante per iniziare a dimagrire facilmente e tonificare il proprio corpo, è sicuramente fuori strada. Come per qualsiasi cura miracolosa proposta, come gli elettrostimolatori o altre apparecchiature del genere, anche la pedana vibrante, se usata da sola, non ha alcun tipo di effetto in questo senso.

Per dimagrire è sempre necessario associare all’uso della macchina una dieta sana ed equilibrata e l’esercizio fisico, da eseguire spesso proprio mentre si è sulla pedana. Mettete da parte dunque le false speranze e vediamo insieme come si usa in modo efficace una pedana vibrante per ottenerne tutti i vantaggi sperati.

 

 

Usare la pedana vibrante

Per utilizzare al meglio la pedana, è importante stabilire un programma d’allenamento che la includa in esercizi che fareste normalmente a corpo libero, come per esempio flessioni, torsioni, addominali, squat e così via. Se vi state chiedendo quale sia la differenza tra il farli da soli e sulla pedana, la risposta è naturalmente la vibrazione.

Questa fa lavorare tutti i muscoli del corpo, anche quelli che normalmente, durante l’esercizio, non lavorano. Allo stesso tempo stimola la produzione di ormoni come la serotonina e la dopamina, la prima regola l’umore mentre la seconda è conosciuta come l’ormone del piacere, la sensazione che avvertite quando ottenete una ricompensa. Sono stati riscontrati, in seguito a studi in merito, anche benefici sull’apparato scheletrico e la sintesi di tessuto osseo.

Lavorando sulla pedana vibrante è possibile quindi prevenire l’osteoporosi o comunque limitarne gli effetti prima che sia troppo tardi.

 

Niente più palestra?

Tra i vantaggi della pedana vi è anche la possibilità di fare esercizio fisico senza dover ricorrere necessariamente alla palestra. Spesso non si ha voglia di uscire di casa e utilizzare l’auto solo per recarsi in palestra (che spesso è anche molto lontana) o si è semplicemente troppo stanchi dopo una lunga giornata di lavoro spossante. Avere una comoda postazione tra le mura casalinghe, dove poter eseguire esercizi anche solo per un quarto d’ora al giorno, è un dettaglio da non sottovalutare e che potenzialmente permette di non interrompere l’allenamento per giorni.

Va però sottolineato che la pedana vibrante non può essere considerata un sostituto del jogging, del sollevamento pesi e di qualsiasi altra attività più complessa possiate eseguire in palestra. Se siete dei puristi dell’allenamento, probabilmente continuerete a preferire una sala ricca di attrezzi e di possibilità piuttosto che il singolo dispositivo. Si rivela comoda solo per chi fa davvero fatica a seguire un regime di allenamento in modo continuo e senza interruzioni.

 

Gli immancabili svantaggi

Non trattandosi di un prodotto miracoloso, ha i suoi svantaggi ed è inutile nasconderli o negarlo. Primo tra tutti è la possibilità di essere più dannosa che benefica qualora non assumiate una posizione corretta, soprattutto per quanto riguarda le pedane con vibrazione basculante, ovvero con il piatto che si muove in senso orizzontale. Queste sono pensate per utenti dal corpo già tonico e con articolazioni e giunture ben allenate che possono reggere lo stress delle vibrazioni. Non dovrebbero quindi essere acquistate da chi sta iniziando l’allenamento.

A dover rinunciare alla pedana vibrante in toto, anche quelle con vibrazioni sussultorie, sono le donne incinta, le persone che soffrono di emicranie o che hanno gravi problemi alle articolazioni e cardiopatici. Le sollecitazioni in questi casi sarebbero estremamente dannose e vanno evitate a tutti i costi.

In alcuni casi estremi, l’uso della pedana vibrante può provocare anche la protrusione o ernia del disco e osteoartrite. Non si tratta dunque di un prodotto da usare alla leggera e sarebbe meglio consultarsi sempre con il proprio medico curante o uno specialista del settore prima di iniziare a utilizzarle da soli.

 

 

Pedana sì o pedana no?

In definitiva, la pedana vibrante (lista dei migliori prodotti) è un comodo mezzo di allenamento che può avere effetti benefici se usata in modo attento e con cognizione di causa. Esagerare con le sedute e spingersi oltre i propri limiti potrebbe portare al risultato opposto ed essere quindi causa di disturbi gravi.

Se siete dei principianti potrebbe essere importante scegliere una pedana non troppo intensiva, magari con movimento sussultorio (ovvero sull’asse verticale) che si rivela quella più professionale e certificata da numerosi studi.

Non va assolutamente intesa come mezzo per dimagrire perché non è stata concepita per quello scopo. Stimolando i muscoli comporta naturalmente una perdita di calorie ma non è paragonabile all’effetto che si potrebbe avere con jogging, nuoto o altri sport che mettono davvero il corpo di fronte a un’alta richiesta di calorie. Tenendo a mente questi particolari riuscirete a tenere le vostre aspettative basse e godervi un allenamento diverso che può aiutarvi a farvi sentire meglio con voi stessi.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...