Gli 8 Migliori Cappelli Invernali Uomo Del 2022

Ultimo aggiornamento: 07.07.22

 

Cappelli Invernali Uomo – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

I cappelli invernali sono tra gli accessori più amati da sportivi e atleti poiché mantengono la testa al caldo, aggiungendo al contempo un tocco di stile al proprio abbigliamento da training. In caso di condizioni atmosferiche avverse consigliamo di indossare un berretto in tessuto Dri-FIT traspirante come il Nike Beanie, un modello super leggero e facilmente ripiegabile, che può essere conservato in poco spazio e utilizzato nel momento del bisogno. Non siete amanti dei cappelli da running? C’è una soluzione anche per voi: l’iconico berretto con pompon lavorato a maglia Napapijri Semiury, stupendo sia sugli outfit per la montagna sia con i look mix and match da città.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori cappelli invernali uomo – Classifica 2022

 

Quando si pratica sport in inverno è fondamentale tenere la testa al caldo per evitare di ammalarsi e perdere preziose giornate di allenamento. Qui di seguito vi proponiamo una classifica degli otto migliori cappelli invernali uomo del 2022 che vi permetteranno di affrontare le rigide temperature della stagione fredda in maniera originale e stilosa. Confrontate i prezzi e le caratteristiche di ogni articolo qui proposto per individuare il modello più adatto al vostro stile e al tipo di attività praticata.

 

 

1. Nike Berretto Unisex Beanie

 

Dalla marca che è diventata un’icona dell’abbigliamento tecnico sportivo, ecco un cappellino ben fatto, molto morbido e confortevole da indossare sia in allenamento sia durante le successive fasi di riposo.

Il risvolto intorno al bordo offre una doppia protezione alle orecchie e alla fronte quando le temperature esterne calano drasticamente, mentre l’innovativo tessuto Dri-Fit brevettato dall’azienda statunitense mantiene la pelle perfettamente asciutta anche in caso di training a elevata intensità.

La particolare struttura in microfibra coadiuva la naturale capacità traspirante del corpo, disperdendo il sudore sulla superficie del capo, in modo da favorirne l’evaporazione e potersi allenare più intensamente e a lungo.

L’elevata qualità dei materiali lo rende particolarmente resistente alle sollecitazioni e ai lavaggi, senza mai perdere di elasticità e consistenza.

 

Pro

Tessuto tecnico: Il Nike Beanie è realizzato con uno speciale tessuto Dri-FIT che assicura la massima traspirabilità mantenendo la pelle sempre asciutta.

Design: Gli utenti hanno apprezzato anche il design accattivante e ben curato del modello, soprattutto nella zona frontale dove troviamo l’inconfondibile logo bianco dell’azienda che campeggia sullo sfondo nero del berretto.

Resistente: Le proprietà traspiranti del tessuto in poliestere rimangono inalterate per l’intera vita del capo, perciò continua pure a sudare!

 

Contro

Colore: Dalle foto sembra che il cappello sia nero, ma in realtà il colore vira più sull’antracite.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Napapijri Cappello Invernale Semiury

 

Se siete alla ricerca di un cappello incredibilmente caldo e confortevole vi consigliamo il modello Semiury proposto da Napapijri, un marchio italiano nato ai piedi del Monte Bianco, che da sempre si impegna nella produzione di capi invernali di elevata qualità.

Realizzato in misto lana e alpaca color blu marino, si caratterizza per la lavorazione a maglia intrecciata che termina con un soffice pompon sulla parte superiore, rendendone il design ancora più stiloso.

Decorato con l’iconica bandiera norvegese del marchio sul davanti, è un accessorio outerwear che offre la massima protezione dal freddo e dalla pioggia grazie alle proprietà isolanti e idrorepellenti della lana, permettendovi di sfidare qualunque condizione atmosferica senza rinunciare allo stile e all’originalità.

Il capo è reversibile, quindi si può indossare da entrambi i lati per sfoggiare un look nuovo e diverso in ogni occasione.

 

Pro

Caldo: Il cappello invernale Semiury presenta una lavorazione a treccia molto morbida e spessa che permette di affrontare l’inverno senza temere il freddo.

Water Resistent: La lana scelta da Napapijri per la realizzazione di questo accessorio ha un’elevata idrorepellenza per offrire perfezione anche in caso di scrosci di pioggia improvvisi.

Due in uno: Grazie al design reversibile si può indossare da entrambi i lati, così da avere due cappelli in uno.

 

Contro

Costoso: Come tutti i prodotti Napapijri, viene venduto a un prezzo esorbitante che non lo rende accessibile per chiunque.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Adidas Cappello Unisex Adulto AC Cuff Knit

 

Il Cuff Knit di Adidas è un berretto classico che arriva nel guardaroba maschile direttamente dallo street style.

Ispirato allo stile degli skater anni ’90, si caratterizza per il design semplice ed essenziale che lo rende molto versatile e facilmente abbinabile a qualsiasi tipo di outfit, da quelli più sportivi con tuta e felpa, ai look casual da sfoggiare in città nel tempo libero.

Disponibile in tinta unita nera e decorato con il logo del brand cucito sulla parte frontale del risvolto, è interamente realizzato in maglia a coste con finish resistente all’acqua per proteggere la testa dalle intemperie.

Inoltre, dal momento che il tessuto è molto sottile e aderente, si può anche indossare sotto il casco da ciclismo o triathlon per svolgere le proprie attività all’aperto senza preoccuparsi troppo delle condizioni meteo.

Ciò che invece non convince è la corrispondenza delle taglie, tendenzialmente più piccole rispetto a quelle di altri brand, ragion per cui consigliamo di valutare una misura in più per non rischiare di comprimere troppo la testa.

 

Pro

Versatile: Anche se l’Adidas Cuff Knit nasce principalmente come cappello sportivo, molti uomini lo hanno sdoganato con il mix and match e i look casual.

Confortevole: È realizzato in misto lana e poliestere per proteggere il capo dal freddo e dalle intemperie, lasciando però la pelle libera di respirare.

Durevole: Estremamente resistente all’usura e alle sollecitazioni, rimane elastico e comodo da indossare anche dopo svariati anni di utilizzo.

 

Contro

Taglie: Dal momento che il berretto ha una vestibilità molto aderente, è consigliabile scegliere una taglia in più rispetto a quella che si veste di solito.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Wmcaps Berretto Uomo Invernale in Maglia

 

Più economico rispetto ai modelli messi in comparazione finora, ma con un indice di gradimento che si attesta sugli stessi livelli, il cappello invernale da uomo proposto da Wmcaps è realizzato in morbido acrilico che presenta le stesse caratteristiche di gestione del calore della lana.

A differenza di quest’ultima, però, è di gran lunga più resistente allo stropicciamento e ai lavaggi ad alte temperature, riacquisendo rapidamente la sua forma originale e senza perdere elasticità nemmeno a seguito di svariati cicli di allungamento.

Disponibile in quindici colorazioni differenti per adattarsi ai gusti e allo stile di tutti gli sportivi, presenta un risvolto intorno al bordo che copre metà della fronte, le orecchie e la nuca per offrire una doppia protezione dal freddo e dal vento.

 

Pro

Acrilico: Caldo come la lana, ma più resistente all’usura e alle abrasioni, si mantiene perfetto nel tempo anche dopo numerosi lavaggi.

Aderenza: Grazie alla vestibilità aderente rimane al suo posto anche in caso di allenamenti ad alto impatto.

Colorazioni: È disponibile in un’ampia gamma di colori per esperire al meglio la personalità e lo stile di chi lo indossa.

 

Contro

Lunghezza: L’altezza della cupola rimane eccessiva anche raddoppiando il risvolto, risultando quindi poco indicato per chi ha la testa leggermente più piccola e tonda.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Amazon Brand Cappello Invernale per Uomo e Donna Eono Beanie

 

Ispirato alla lunga parrucca dei nobili spagnoli e francesi a partire dal XV secolo, il berretto toque tornò in voga verso la fine dell’Ottocento come accessorio femminile elegante e successivamente negli anni Novanta come cappello casual declinato anche in versione sportiva.

Ed è proprio a questo stile che si rifà il modello proposto da Eono, caratterizzato da una linea molto semplice ma di grande effetto che permette di giocare con diversi abbinamenti per creare il look perfetto in ogni occasione.

A differenza dei capi precedenti, presenta un design più lungo che scende oltre la metà delle orecchie e avvolge la parte posteriore della testa in un caldo abbraccio, ma volendo si può risvoltare il bordo inferiore verso l’esterno per trasformarlo in un classico berretto corto.

Esternamente presenta una gradevole trama intrecciata realizzata in acrilico elastico e resistente al tempo stesso, mentre l’interno è foderato in pile per offrire un ulteriore strato di morbidezza e calore.

 

Pro

Stile: La lavorazione intrecciata con finitura in maglia elastica rende questo toque molto elegante e stiloso, così da poterlo indossare in varie occasioni per completare un outfit formale o sportivo.

Rapporto qualità/prezzo: La qualità supera di gran lunga le aspettative nonostante il costo accessibile a tutte le tasche.

Doppio utilizzo: Il design double-face permette di indossarlo da entrambi i lati, mentre risvoltando il bordo inferiore si trasforma in un classico berretto corto.

 

Contro

Lavaggi: Si raccomanda di lavare il capo esclusivamente a mano e in acqua fredda per evitare la formazione di fastidiosi pelucchi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. The North Face Cappello Invernale Reversibile TNF Banner

 

Il berretto in maglia della linea TNF Banner di The North Face è un must have irrinunciabile in qualsiasi guardaroba maschile poiché aggiunge un tocco di stile e personalità a ogni outfit invernale, offrendo allo stesso tempo comfort e calore.

Grazie alla vestibilità aderente e alla maglia a costine elastica risulta facile da indossare anche per chi ha una lunga chioma fluente e rimane sempre al suo posto.

Inoltre è facilmente riconoscibile tra la folla grazie al maxi logo del brand ricamato sulla parte frontale che ricorda la mission di questo celebre marchio, ovvero produrre capi di qualità che non temono né le mode né l’usura.

Il prezzo, come facile intuire, è abbastanza alto rispetto alle media ma, considerato che si tratta di un modello reversibile, sarà come avere due cappelli comprandone uno.

 

Pro

Qualità e stile: È un capo firmato The North Face, quindi non c’è molto da dire né sotto il profilo qualitativo né dal punto di vista del design.

Confortevole: Declinato in tinta unita color cammello, ha una struttura a cupola morbida e comoda che lo rende perfetto da indossare quotidianamente.

Caldo: È realizzato in lana elastica di eccellente fattura per proteggere la testa dal freddo e offrire al contempo una buona libertà di movimento.

 

Contro

Costo: Come si evince dalla nostra recensione, il capo viene proposto a un prezzo abbastanza elevato, ma vale sicuramente ogni centesimo speso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Carhartt Cappello Beanie Unisex A18

 

Tra i cappelli invernali da uomo venduti online che si sono particolarmente distinti per il convincente rapporto qualità/prezzo, merita di essere prese in considerazione anche questo modello unisex a marchio Carhartt.

Proposto in taglia unica (la larghezza è di 20 cm mentre l’altezza è di 24 cm), è un berretto semplice ma ben curato in ogni singolo dettaglio, riportando ben in vista il logo del marchio.

Il suo caldo tessuto in maglia vi accompagnerà per tutta la stagione invernale, mantenendo la temperatura corporea costante e lasciando, al contempo, la pelle libera di respirare.

Inoltre, si può lavare comodamente in lavatrice con un programma delicato senza pericolo che il tessuto si restringa o perda di consistenza. È disponibile sia in tinta unita sia nell’originale versione a due colori per abbinarlo a sciarpe e guanti con le stesse nuance.

 

Pro

Design Rib-Knit: Realizzato in caldo tessuto acrilico a costine estensibile, si rivela estremamente comodo da indossare, adattandosi alle dimensioni della vostra testa.

Finiture: Le cuciture piatte permettono di indossare il berretto per lunghi periodi senza avvertire alcun fastidio né causare irritazioni a contatto con la pelle.

Unisex: È adatto sia per lui sia per lei e si può scegliere la tonalità preferita tra le dodici messe a disposizione dall’azienda.

 

Contro

Protezione appena sufficiente: Il capo si prospetta di isolare la testa dal freddo ma senza millantare la massima protezione; per cui, non lo riteniamo adatto per le giornate invernali dal clima particolarmente rigido.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Columbia Berretto Unisex Watch Cap

 

I nostri consigli d’acquisto si concludono con il cappello invernale da uomo Watch Cap targato Columbia, che si ispira ai copricapo in lana tradizionalmente indossati dai pescatori al lavoro sui moli.

Il tessuto in misto acrilico e poliammide usato per la sua realizzazione si rivela estremamente morbido a contatto con la pelle e tiene la testa al caldo favorendo la traspirazione corporea, così da risparmiarvi fastidiose sudate durante i vostri allenamenti all’aperto.

La sua leggerezza, inoltre, permette di portare il cappello a lungo senza avvertirne il peso, mentre la disponibilità di sette colorazioni tra cui scegliere lo rende facilmente abbinabile a cardigan, sciarpe, leggings o anche a un semplice jeans, adattandosi quindi a vari guardaroba.

 

Pro

Comfort: Il Watch Cap risulta ideale per gli escursionisti, i runner e gli appassionati di attività all’aria aperta grazie all’innovativa tecnologia Omni-Heat Infinity brevettata da Columbia, che riflette il calore corporeo e offre un caldo immediato senza compromettere la traspirabilità.

Ampia scelta: La forma è quella classica del berretto in maglia ed è disponibile in un’ampia varietà di colori per abbinarlo a tutti gli stili di abbigliamento.

Qualità/prezzo: Il costo molto popolare, combinato alla buona qualità di tessuti e finiture, lo colloca tra i prodotti più gettonati e venduti sul web, perfetto per chi vuole proteggersi dal freddo spendendo una cifra ragionevole.

 

Contro

Pulizia: Si consiglia di lavarlo esclusivamente a mano per mantenerlo in perfetta forma per diversi inverni.

Si allarga: L’elasticità del modello non è ottimale, con il risultato che calzandolo spesso tende ad allargarsi senza riprendere la sua forma originale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un cappello invernale uomo

 

Se siete alla ricerca di pareri e consigli su come scegliere un buon cappello invernale uomo, qui di seguito abbiamo realizzato una breve guida dove troverete tutte le informazioni necessarie riguardanti l’acquisto di questi popolari accessori up to date.

La forma del viso

Fondamentale per proteggersi dal freddo e dal sole, il cappello è uno di quegli accessori che non passano mai di moda e che rispecchiano la personalità di chi li indossa.

Per questo sceglierne uno che valorizzi ed esalti la propria figura non è sempre un’impresa facile, complici le numerose offerte messe in campo dalle migliori marche di abbigliamento.

Per fare in modo che il cappello calzi alla perfezione e ci faccia sentire a nostro agio, occorre innanzitutto valutare la proporzione tra l’altezza della cupola e la larghezza della falda, che devono risultare adeguate alla forma e alle dimensioni del viso.

Per esempio, un uomo con il volto rubicondo e paffuto o con la barba dovrebbe scegliere un cappello più ampio rispetto a una persona dai lineamenti leggeri e delicati poiché l’ombra creata da una falda larga snellisce i visi tondi e nasconde quelli più piccoli e affilati.

Anche la cupola deve essere proporzionata alla grandezza del volto, presentando dimensioni equivalenti alla distanza tra la punta del mento e le sopracciglia. In questo modo, quando il cappello verrà calato fino a coprire metà della fronte, vi sarà maggiore simmetria tra l’altezza del copricapo e la parte del viso che rimane scoperta.

Tuttavia c’è un’eccezione per chi è più basso della media: in questi casi è preferibile che la cupola sia leggermente più alta del viso, in modo da slanciare la figura.

Per quanto riguarda le misure, la larghezza del modello deve corrispondere alla circonferenza del capo, ma bisogna considerare anche il punto esatto dove lo si vuole calare e l’inclinazione della falda rispetto alla fronte.

Tenendo a mente quest’ultima indicazione, se si vuole acquistare un cappello morbido occorre tenere presente che con il tempo il tessuto tende a restringersi, quindi in questi casi sarebbe meglio sceglierlo leggermente più largo.

 

I tessuti giusti

Come per tutti i capi di abbigliamento, anche i cappelli sono realizzati per essere indossati in specifici periodi dell’anno, sia che si tratti di modelli in fibre naturali come la lana, il cotone o il lino, sia di copricapi in tessuti sintetici come quelli idrorepellenti che riparano dalla pioggia.

Ovviamente la scelta di un nuovo cappello dipende soprattutto dai gusti personali e dallo stile della persona, ma non bisogna trascurare la sicurezza e il comfort che si hanno indossando un accessorio del genere.

I modelli in misto lana indossati sulle ventitré, come i berretti e i baschi parigini, danno un mood più originale a qualsiasi outfit, soprattutto quelli sportivi e casual; mentre un berretto lungo realizzato in cotone protegge la testa, il collo e le orecchie dal freddo e dal sole.

Quelli cuciti in seta o realizzati in paglia conferiscono eleganza e raffinatezza agli abiti da cerimonia, mentre per chi punta alla massima praticità ci sono anche modelli pieghevoli in tessuto che entrano comodamente nella borsa o in valigia, come le versioni a pescatore.

Inutile dire che anche la qualità rappresenta un fattore fondamentale nella scelta di un cappello, soprattutto quando a indossarlo sono gli sportivi e le persone dinamiche.

I modelli in fibra naturale si possono indossare tutto l’anno perché proteggono sia dal gelo invernale sia dal caldo dell’estate, ma quando fa particolarmente freddo sarebbe opportuno indossare calotte, cloche, beanie e berretti in lana che, grazie alle sue proprietà termoisolanti e igroscopiche, trattiene il calore del corpo ma al tempo stesso lascia traspirare la pelle.

Infine, i berretti realizzati con fibre sintetiche o in acrilico risultano più resistenti alle abrasioni e alle grinze, assorbono meglio l’umidità corporea e il sudore, sono termoisolanti e hanno un costo più conveniente rispetto ai tessuti naturali.

Caratteristiche e conformazione

Quando si parla di cappelli invernali da uomo è facile imbattersi in termini tipicamente usati in modisteria, ma di cui non si conosce il significato.

Dal momento che i migliori punti vendita dove acquistare questi accessori a prezzi bassi sono gli store online, capire le caratteristiche di base e la conformazione dei copricapo può aiutarvi a fare la scelta giusta.

Con i termini “risvolto” e “tesa” ci si riferisce alla parte inferiore del berretto che viene spesso piegata o alzata per ottenere l’effetto desiderato. I risvolti più evidenti sono quelli dei modelli a pescatore mentre mancano totalmente sui cappelli in stile slouchy.

I berretti reversibili, invece, possono essere indossati su entrambi i lati, presentando in genere motivi e colori diversi; mentre i modelli con scalda orecchie sono dotati di lembi laterali che proteggono i padiglioni auricolari dal freddo, come nel caso del cappello Sherpa o del colbacco russo.

A seconda del processo di lavorazione del tessuto si distinguono i cappelli a coste verticali, a maglia grossa (come quelli fatti dalla nonna) e quelli a doppia maglia realizzati combinando due filati più spessi per offrire un calore extra durante le rigide giornate invernali.

Infine, i berretti foderati sono gli accessori sportivi preferiti da molti atleti poiché realizzati in misto lana e rivestiti internamente in jersey o altro tessuto traspirante per un tocco di comodità e calore in più.

 

 

 

Come indossare un cappello invernale da uomo

 

Se fino agli anni sessanta non mostrarsi a capo scoperto era indice di buona educazione, oggi nel XXI secolo portare il cappello è una scelta di stile. Trattandosi di un accessorio è chiaro che ogni outfit, principalmente cappotti e soprabiti, reclama un modello specifico che calzi a pennello. Ecco, quindi, qualche utile suggerimento su come indossare questi copricapo in base all’abbigliamento e alla proprio stile.

 

1. Cappello classico con risvolto

È sicuramente il più tradizionale dei berretti maschili invernali poiché caratterizzato da uno stile classico che si abbina facilmente a qualsiasi tipo di outfit.

Va indossato in modo che il risvolto copra le orecchie e circa metà della fronte e, quando le temperature calano drasticamente, lo si può allungare verso il basso per ottenere una protezione extra.

Sono disponibili in una vasta gamma di colori e fantasie, ma per andare sul sicuro è meglio scegliere una tinta unita o una tonalità neutra per abbinarlo al resto del guardaroba invernale.

 

2. Cappello da pescatore

Ispirato ai cappelli invernali indossati dai pescatori, rientra tra i berretti da uomo più venduti e popolari perché si adatta a qualsiasi forma della testa, ma senza coprire le orecchie.

Anche se non vi manterrà al caldo, almeno potrete sfoggiare un look à la page mentre vi state congelando.

 

3. Cappello Toque

Rispetto ai modelli precedenti, il berretto toque è un modello più lungo che copre oltre la metà delle orecchie, proteggendo la nuca dal vento e dal freddo.

Essendo privo di risvolto, risulta indicato per chi preferisce uno stile più “rilassato”, magari in abbinamento a una giacca in denim o un trench.

 

4. Cappello con pompon

Rientra tra i berretti invernali più iconici in assoluto ed è possibile vederli un po’ ovunque, dalle scuole dell’infanzia alle piste da sci.

Si tratta di un modello molto simile alle classiche versioni con risvolto, con la sola differenza che presenta un soffice pompon sulla parte superiore. Anche questo cappello nasce casual, ma col tempo si è adattato ai vari guardaroba, compresi quelli più eleganti o vintage.

 

5. Cappello High Top

È l’ultima tendenza in fatto di berretti a maglia e vengono indossati il più in alto possibile sulla testa per valorizzare la forma del viso.

Sono molto in voga tra i più giovani e si abbinano bene con gli outfit quotidiani o dall’impronta street style.

 

Un occhio anche ai capelli

Nella scelta del miglior cappello invernale uomo giocano un ruolo chiave anche la lunghezza e la conformazione della capigliatura.

Gli uomini con capelli lunghi dovrebbero optare per un berretto senza risvolti – come i modelli high top e slouchy – e indossarlo alto sulla fronte, mentre chi ha una chioma riccia e di media lunghezza dovrebbe evitare i capelli troppo sottili e stretti, che diventerebbero eccessivamente gonfi e ingombranti.

Anche in questo caso la soluzione migliore sono slouchy e high top perché non schiacciano i riccioli e mantengono intatta l’acconciatura.

Infine, per gli uomini con i capelli corti o rasati, il modo migliore per indossare un berretto è quello di scegliere un modello abbastanza aderente, altrimenti il cappello sembrerebbe sproporzionato rispetto ai lineamenti del viso. Le versioni a pescatore e quelle classiche con risvolto andranno benissimo.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come indossare un cappello invernale uomo per correre?

Quando si pratica sport il cappello andrebbe indossato il più in basso possibile sul capo per evitare che cada durante gli allenamenti. Per lo stesso motivo, si raccomanda di scegliere un modello della giusta misura che aderisca bene alla testa e impedisca, al contempo, il passaggio di fastidiosi spifferi.

Quali modelli di cappello invernale uomo esistono?

In vendita si trovano oramai modelli di forme, dimensioni e materiali diversi, tanto che per molti maschietti è diventato davvero difficile capire quale cappello invernale uomo comprare tra le numerose offerte disponibili sul mercato.

Ogni brand propone berretti originali e rivisitati che seguono i trend del momento, ma i must have a cui tutti i modisti si ispirano sono fondamentalmente quattro: l’High Top, il Toque, il cappello da pescatore e i berretti classici con risvolto.

 

Indossare il cappello può causare la caduta dei capelli?

Anche se non siamo scienziati, possiamo affermare con assoluta certezza che non c’è alcuna relazione fra l’uso dei cappelli e la calvizie. Esiste tuttavia un fenomeno chiamato alopecia da attrito causato dallo sfregamento continuo dei follicoli piliferi, cosa che può verificarsi anche quando si indossa un cappello molto stretto e aderente per lunghi periodi.

 

Posso indossare il cappello con gli occhiali?

Se la scelta è tra vedere e non vedere naturalmente la risposta è sì, e lo stesso vale per gli occhiali da sole. Per evitare che le stanghette diano fastidio è opportuno scegliere un modello leggermente più largo rispetto alle dimensioni della testa, soprattutto se dotato di risvolto.

 

Si può stringere un cappello per farlo aderire meglio alla testa?

Se il berretto è troppo largo è consigliabile restituirlo o regalarlo a qualcuno perché stringerlo è un lavoro molto delicato e complesso che andrebbe delegato a un sarto o una persona competente. Per farlo restringere di qualche centimetro, potete eventualmente provare a lavarlo a mano con acqua calda.

 

Come allargare un cappello troppo stretto?

Se il berretto è troppo stretto potete provare ad allungarlo diverse volte in modo che il tessuto ceda e diventi più confortevole. Se questo espediente non funziona, vi consigliamo di lavarlo e poi allungarlo quando le fibre sono ancora bagnate.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI