Gli 8 Migliori Scarponi da Snowboard del 2022

Ultimo aggiornamento: 26.11.22

 

Scarponi da Snowboard – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Lo snowboard è uno sport che richiede molto impegno, ma anche il giusto abbigliamento per ottenere buone performance. Gli scarponi fanno parte proprio dell’outfit in questione, per cui è necessario seguire alcuni criteri per investire bene il proprio denaro. Si deve, per esempio, dare importanza al flex, al materiale e alla chiusura. 

Per noi il top sono i Thirty Two Shifty, un modello pensato per il pubblico femminile, che ha un valido rapporto qualità/prezzo e può anche contare sul sistema Boa per la chiusura. Ci hanno convinto anche i Nitro Vagabond, dalla buona tenuta e dall’isolamento termico assicurato dalla fodera Cloud Liner di Interlock che mantiene i piedi al caldo anche con le temperature più gelide.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori scarponi da snowboard – Classifica 2022

 

Abbiamo riassunto qui le caratteristiche di alcuni dei prodotti più validi venduti online. Se non avete idea di come scegliere un buon paio di scarponi da snowboard, potrete fare una comparazione tra le offerte che ci sono sembrate le più appetibili.

 

 

Scarponi da snowboard donna

 

1. Thirty Two Shifty BOA Donna Stivali da Snowboard

 

Cominciamo subito a rompere il ghiaccio con i Thirty Two Shifty, considerati i migliori scarponi da snowboard per donna sia dalle rider più esperte sia dalle principianti, ponendosi come soluzione comoda, resistente e altamente performante che permette di stare in pista anche a lungo senza fermarsi.

Il principale punto di forza del modello è sicuramente il nuovo sistema di allacciatura Boa con rotella H4 che permette di regolare il fit con grande precisione per ottenere una calzata migliore e quindi maggiore comfort, che si riflette positivamente sulle prestazioni in pista.

Il prezzo può apparire proibitivo ma, in rapporto alla qualità, si tratta di un prodotto che possiamo far rientrare tra i migliori scarponi da snowboard del 2022 sia in termini di prestazioni sia sul fronte del grip, grazie alla presenza dell’innovativa suola Evolution Foam in schiuma che garantisce una trazione ottimale anche sulla neve fresca e sulle superfici irregolari per restituire la stabilità necessaria durante i trick e le evoluzioni sulla tavola.

 

Pro

Boa Fit System: Questo sistema di allacciatura è il top per chi vuole sfruttare al meglio tutto il tempo a disposizione per andare sullo snowboard. Consiste, infatti, in una rotella che consente di regolare la tensione dei lacci velocemente e con grande precisione.

Qualità e prestazioni: Anche se non è il modello più economico che si può trovare in circolazione, la qualità è molto valida e le prestazioni al top della categoria.

Varianti: L’azienda mette a disposizione un’ampia gamma di colori tra cui scegliere per accontentare i gusti di tutte le atlete.

 

Contro

Costosi: Trattandosi di uno scarpone da snowboard professionale realizzato con materiali di elevata qualità e tecnologie all’avanguardia, non si colloca tra i modelli venduti online a prezzi bassi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarponi da snowboard uomo

 

2. Nitro Vagabond 300 Boa ´22, Stivali da Snowboard Uomo

 

I Nitro Vagabond 300 sono scarponi da snowboard per uomo che assicurano il massimo comfort e una grande tenuta, grazie soprattutto al sistema Boa per la chiusura dei lacci.

Come nel modello precedente, anche in questo caso sulla parte alta della linguetta troviamo una rotella micrometrica che riavvolge i lacci velocemente e con un solo gesto, permettendo di personalizzare la calzata in base alla conformazione del proprio arco plantare, così da ottenere il massimo del comfort e della reattività in pista.

Oltre a garantire la stabilità di cui si ha bisogno durante i movimenti veloci e multidirezionali, offre un ottimo isolamento termico grazie alla presenza della nuova fodera Cloud Liner di Interlock che impedisce al freddo e all’umidità di penetrare nella calzatura, mantenendo i piedi al caldo anche nelle giornate più fredde dell’anno.

Sebbene in termini di materiali e design presentino praticamente lo stesso set-up già visto negli altri modelli della gamma Vagabond di Nitro, vantano l’esclusiva suola in gomma TLS Lite che migliora la trazione e l’aderenza sia sulla tavola da snowboard sia sulle superfici innevate.

 

Pro

Comfort: Il design avvolgente della tomaia e l’innovativo sistema di allacciatura Boa Fit offrono grande comfort e stabilità, senza compromettere la libertà di movimento necessaria per poter “surfare” sullo snowboard tutto il giorno.

Aderenza: Il modello non delude nemmeno dal punto di vista del grip e della trazione grazie alla presenza della suola in gomma TLS Lite che migliora la stabilità e l’aderenza su qualsiasi tipo di superficie.

Isolamento: La fodera interna Cloud Liner di Interlock fornisce impermeabilità, resistenza al vento e protezione, impedendo all’umidità e al freddo di penetrare per mantenere il comfort termico ideale anche quando fa particolarmente freddo.

 

Contro

Taglie: L’unico problema sono le taglie, in quanto il modello calza un po’ stretto rispetto alla media; molti acquirenti, infatti, consigliano di optare per una misura in più.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarponi da snowboard Burton

 

3. Burton Ruler Boa, Scarponi da Snowboard

 

Progettati per garantire leggerezza, ammortizzazione e flessibilità, gli scarponi da snowboard Burton Ruler Boa rappresentano il meglio dello stile e dell’innovazione che i rider si aspettano da questa azienda leader del settore.

La loro formula collaudata integra alcune delle tecnologie più all’avanguardia del brand americano, come la nuova suola DynoGRIP con gel B3 che fornisce un’eccellente ammortizzazione e un assorbimento ottimale degli impatti del piede con il suolo, recuperando velocemente la sua forma originale, senza deformarsi nemmeno dopo parecchi anni di utilizzo.

L’imbottitura 3M Thinsulate e la linguetta PowerUP, oltre a mantenere l’interno caldo e ben protetto, garantiscono la massima libertà di movimento e un isolamento termico che arriva fino a -40°C, adattandosi come un guanto alla naturale fisionomia del piede per fornire maggiore stabilità e comfort durante i trick sulla tavola.

Disponibili in quattro diverse combinazioni di colori per adattarsi ai gusti e allo stile di ogni atleta, si avvalgono dell’innovativa intersuola EST con lamina riflettente Sleeping Bag per offrire una reattività superiore e un ritorno di energia senza precedenti, rendendo i movimenti più fluidi e dinamici.

 

Pro

Chiusura: Il doppio sistema di allacciatura Boa e il gambale Lock-Up con cinturino in velcro mantengono il piede stabile e assicurano performance di tutto rispetto sulla neve.

Cushioning: L’intersuola EST con lamina riflettente Sleeping Bag e gel B3 all’altezza del tallone migliora sia l’elasticità torsionale nella zona dell’arco plantare sia la capacità di assorbimento degli urti dello scarpone.

Tenuta: Oltre a garantire un’adeguata protezione dal freddo grazie all’imbottitura 3M Thinsulate, sopportano bene l’usura e le sollecitazioni dinamiche dello snowboarding anche quando messi a dura prova.

 

Contro

Misure: Secondo i pareri degli utenti il modello calza piuttosto stretto, per cui dovrete scegliere mezza o una taglia in più se volete prediligere la comodità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarponi da snowboard Decathlon

 

4. Dreamscape Scarponi Snowboard Foraker 300 Fast Lock 2Z

 

Ai neofiti che vogliono iniziare a cimentarsi nello snowboarding e si stanno chiedendo dove acquistare i migliori scarponi per rapporto qualità/prezzo, consigliamo di rivolgere la loro attenzione ai Dreamscape Foraker 300, progettati per offrire un buon compromesso tra comfort, sostegno e facilità di allacciatura.

La suola in Eva, oltre a risultare molto leggera e flessibile, protegge i piedi dal freddo che sale dal terreno, creando una perfetta sinergia tra ammortizzazione e ritorno di energia, mentre il sistema di chiusura Fast Lock a due zone consente un’allacciatura rapida e stabile sul tutto il collo del piede, riducendo al minimo il gioco tra tibia e linguetta.

Il flex morbido, invece, assicura il massimo comfort durante l’utilizzo e aiuta i principianti a trovare la posizione corretta sia in discesa sia nelle curve, lasciando le caviglie libere di muoversi per evitare che le gambe si irrigidiscano.

All’interno di questi performanti scarponi da snowboard Decathlon è stata, inoltre, inserita una membrana malleolare in schiuma dallo spessore di 10 millimetri, chiamata Comfort Heel Pad, che riempie i vuoti anatomici sotto e dietro il malleolo per mantenere fermo il tallone e garantire il giusto sostegno anche quando la neve non è nelle migliori condizioni.

 

Pro

Leggeri e confortevoli: Il flex morbido e la suola in Eva offrono un supporto dinamico, alti livelli di stabilità e una grande comodità durante lo snowboarding.

Comfort Heel Pad: La soletta malleolare in schiuma da 10 mm di spessore mantiene stabile l’arco plantare adattandosi alla forma naturale del piede.

Design classico: Il mood tradizionale e la maniacale cura per i dettagli ne fanno un’ottima soluzione anche dal punto di vista estetico.

 

Contro

Performance: Nonostante le buone caratteristiche tecniche, non si possono pretendere le stesse prestazioni degli scarponi da snowboard più costosi, e lo stesso vale per la qualità dei materiali.

 

 

 

 

 

Scarponi da snowboard DC

 

5. DC Control BOA Uomo Scarponi da snowboard

 

I DC Control Boa rappresentano la scelta ideale per chi non sa quali scarponi da snowboard comprare per il freestyle e le surfate in fuoripista.

Il flex intermedio di 6/10 li rende perfetti per chi ha già maturato una certa esperienza con lo snowboard e dispongono di una soletta ri-purpose che fornisce la stabilità di cui l’atleta ha bisogno per ottimizzare l’equilibrio nelle situazioni più impegnative.

Altro punto di forza di questi scarponi da snowboard DC è la suola Contact UniLite in gomma antiscivolo che assorbe gli urti e offre un’ottima ammortizzazione anche sulle superfici irregolari e sconnesse, restituendo un grip ottimale anche in condizioni estreme.

Il costo è in linea con le loro caratteristiche, non basso, ma valido se si pensa che è uno degli ultimi modelli lanciati sul mercato dal brand statunitense, implementando anche il nuovissimo sistema di chiusura Boa H4 con tecnologia Coiler che permette, con un solo giro di un quadrante, di stringere tutto lo scarpone.

 

Pro

Suola Contact UniLite: Garantisce una trazione ottimale su diversi tipi di terreno, migliorando il supporto e la stabilità durante il freestyle, per non doverlo interrompere quando si è stanchi.

Ammortizzazione: Il plantare brevettato ri-purpose e la fodera interna Comfort Fit si adattano alla naturale fisionomia del piede, assicurano il massimo comfort e una buona ammortizzazione dell’arco plantare anche nelle condizioni più impegnative.

Rapporto qualità/prezzo: Non solo vengono proposti a un buon prezzo, ma offrono anche tutto ciò che serve per sentirsi a proprio agio in pista grazie alla realizzazione con materiali leggeri e altamente performanti.

 

Contro

Flex: L’indice di flessibilità di questi scarponi è di 6/10, per cui si tratta di un modello indicato per chi ha già maturato una certa esperienza sulla tavola da snowboard.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarponi da snowboard Vans 

 

6. Vans Scarponi da Snowboard Aura OG

 

Vans è un marchio che crea scarpe alla moda, molto in voga tra i giovani a partire dai 16 anni in su. L’azienda ha creato anche degli scarponi da snowboard leggeri e reattivi, con un sistema di chiusura Boa a quadrante singolo.

Questa scelta ha come conseguenze positive una maggiore semplicità nelle regolazioni nonché la possibilità di giovarsi di una zona Flex in corrispondenza del collo del piede, che favorisce una flessione naturale della caviglia.

La fodera V1 UltraCush sfrutta materiali come il neoprene e il pile spazzolato così da garantire elevata comodità e una vestibilità superiore alla media. Il plantare V1 PopCush si occupa di ammortizzare gli impatti, mentre una leggera imbracatura V1 assicura un supporto adeguato.

 

Pro

flex: L’indice di flessibilità di questi scarponi è tale da favorire una più naturale flessione delle caviglie.

Plantare: Questa parte è studiata per ammortizzare gli impatti con il terreno e garantire un adeguato supporto.

 

Contro

Taglie: Un prodotto che non ha un costo basso e del quale non sempre tutte le taglie sono disponibili.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarponi da snowboard per bambini

 

7. Burton 13191104001 Scarponi Unisex Bambini

 

Burton propone un paio di scarponi da snowboard per bambini dai materiali molto resistenti, che piacciono agli utenti per svariati motivi oltre a questo. Prima di tutto sono unisex, quindi possono andare bene per qualsiasi bambino o bambina.

Inoltre il sistema di chiusura è caratterizzato dalla rotella: parliamo del Boa, quello che assicura di allacciare le scarpe senza perdere tempo. Questo metodo aiuta anche i bimbi o i ragazzi che cercano un modo veloce per rimettersi subito in pista. 

Se gli acquirenti non hanno nulla da dire sulla qualità di questi scarponi, qualche problema creano invece le taglie, che sono indicate non con la misurazione italiana, per cui è necessario visitare il sito dell’azienda, per capire bene la corrispondenza.

Inoltre, molti consigliano di optare per una misura in più, in quanto vestono stretti: nonostante questo, il costo è molto valido e tra quelli più convenienti del web.

 

Pro

Unisex: Questo paio di scarponi è indicato tanto per bambini quanto per bambine, visto che ha un colore scuro che non conosce preferenze in merito.

Chiusura: Si tratta di uno dei modelli preferiti dai genitori per la chiusura con sistema Boa, che si basa su una semplice rotella in grado di avvolgere i lacci allentati, facendo risparmiare tempo e aiutando i bimbi meno esperti.

 

Contro

Taglie: Sono indicate con altri tipi di misurazione, per cui è necessario recarsi sul sito dell’azienda per verificare la corrispondenza con quella italiana. Tuttavia, è preferibile optare per una in più, visto che calzano stretti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarponi da snowboard Northwave

 

8. Northwave Freedom SL Brown – Scarponcini da snowboard

 

Con gli scarponi da snowboard Northwave Freedom SL, che chiudono i nostri consigli d’acquisto, entriamo nella categoria top di gamma e, quindi, nella fascia medio-alta del mercato.

Con una suola più leggera del 35% rispetto alle versioni precedenti, sono in grado di isolare i piedi dagli agenti atmosferici e dal freddo grazie all’esclusiva fodera in schiuma Thermo-Fit a zone che assorbe il calore corporeo e lo rilascia gradualmente quando la temperatura esterna scende drasticamente.

All’interno dello scarpone sono, inoltre, presenti dei rinforzi in memory foam a iniezione che offrono comfort e protezione al piede riducendo al minimo i punti di pressione, mentre l’innovativo sistema di allacciatura Super Lace Speed Lacing permette di regolare la tensione dei lacci con estrema precisione, avvolgendo con uniformità sia il collo del piede sia il polpaccio.

Tutti elementi che, nel complesso, fanno dei Northwave Freedom SL degli scarponi estremamente sicuri, funzionali e confortevoli per migliorare le prestazioni dello snowboarder durante le gare o gli allenamenti.

 

Pro

Funzionali: I rider alla ricerca di leggerezza e prestazioni di altissimo livello le troveranno nei Northwave Freedom SL, caratterizzati da un mix di materiali ultraresistenti e tecnologie all’avanguardia per migliorare il supporto e la stabilità sia durante gli allenamenti sia in pista.

Chiusura: Al posto del tradizionale sistema Boa troviamo l’allaccio Super Lace Speed Lacing che consente di regolare con precisione la tensione dei lacci in modo che risulti uguale in tutto lo scarpone, così da favorire la flessione delle caviglie ed evitare eccessive compressioni durante i movimenti.

Rinforzi: Gli inserti in memory foam ben distribuiti tra punta, malleolo e tallone stabilizzano il piede e ammortizzano gli impatti con il suolo, fornendo maggiore supporto all’arco plantare.

 

Contro

Costosi: Purtroppo, il rovescio della medaglia è un prezzo in assoluto tra i più alti della gamma, che rimane abbastanza proibitivo anche riuscendo a trovare questi scarponi da snowboard in offerta sul web.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare dei buoni scarponi da snowboard

 

Come scegliere il giusto modello di scarponi da snowboard? Quali criteri seguire per non sbagliare e ritrovarsi con il paio sbagliato? Vi veniamo incontro con qualche suggerimento da seguire, in modo da investire bene il proprio denaro.

Il flex in base al livello di esperienza

Il primo aspetto da considerare è naturalmente il livello di esperienza di colui che deve praticare lo snowboarding: parliamo di un principiante, un intermedio o un avanzato? In base a questo è infatti possibile optare per il giusto flex tra morbido, intermedio e rigido.

Il primo ha un indice numerico tra 2 e 5, il secondo tra 5 e 7, l’ultimo tra 7 e 10. Chi si sta avvicinando per la prima volta a questo sport dovrà quindi optare per il flex più basso ma anche che corrisponda a quello di attacchi e tavola, così da non creare discrepanze che renderebbero anche pericoloso lo snowboarding.

La soluzione più azzeccata è una via di mezzo tra il morbido e l’intermedio, in quanto si adatta meglio come risposta a chi non ha ancora grande esperienza, fornendo però un buon risultato e aiutando a migliorare chi si allena.

Va da sé che chi è di livello intermedio deve optare per un flex tra 5 e 6 e così via, ma è il caso di dare importanza anche al tipo di snowboarding che si vuole praticare. Per intenderci, gli scarponi per il freestyle o park richiedono un flex morbido, in quanto ci vuole maggiore sensibilità per uno stile così fluido.

Gli all mountain prediligono un flex intermedio, i backcountry e i freeride uno tra intermedio e rigido e quelli da carving e race, invece, il massimo, quello rigido.

 

Il sistema di chiusura

Un altro aspetto tutt’altro che secondario è proprio il tipo di chiusura degli scarponi, che non solo assicura la calzata perfetta ma è anche in grado di creare la giusta aderenza tra scarpone e piede.

Ce ne sono tre: il primo è il più tradizionale, ovvero i classici lacci da annodare, che permettono di regolare la chiusura in base alle proprie esigenze, ma che hanno il contro di non avere un sistema che impedisca di doversi fermare per aggiustare i lacci che hanno perso consistenza.

Uno molto gradito è il Boa, in cui il laccio è sostituito da un piccolo cavo in acciaio, posto vicino alla linguetta dello scarpone, che può essere stretto o allargato tramite una rotella. Naturalmente si risparmia molto tempo, oltre a non doversi togliere i guanti per allacciare quando necessario.

Il terzo e ultimo è il cosiddetto Speed Lacing, un sistema con doppio tirante, uno superiore e uno inferiore, che assicurano una buona tenuta dei lacci legati in precedenza. 

 

Scarpetta e suola

La scarpetta è una parte altrettanto importante, in quanto può avere una rigidità che influisce sulle performance ma garantisce anche il giusto isolamento termico. La migliore scelta da fare è quella di optare per uno scarpone con scarpetta termoformabile, ovvero che si adatta al piede attraverso il calore. 

Per quanto concerne l’ammortizzazione, è preferibile optare per una parte esterna in EVA o poliuretano, ma anche quelle in gel o dotate di cuscinetti imbottiti garantiscono una buona protezione per le articolazioni, durante lo snowboarding.

La suola è solitamente realizzata in gomma ma, grazie all’evoluzione tecnologica, è proprio quella parte dello scarpone che deve assicurare il giusto grip a contatto con la neve.

I materiali

Naturalmente anche la durata degli scarponi è un fattore importante e non può che essere determinata dalla scelta dei materiali più validi. Fate quindi caso alla presenza di rinforzi, di rivestimenti che proteggano dall’umidità e con inserti antibatterici che eliminino gli odori.

A questo proposito è bene fare un discorso relativo alla spesa: se volete risparmiare, cercate di non optare per un paio di scarponi dal costo troppo basso, che può voler dire che dovrete presto trovare una sostituzione o, addirittura, che potreste correre dei rischi.

Diciamo quindi che non dovremmo mai scendere al di sotto dei 100 euro, se vogliamo un minimo di sicurezza, ma consultare anche ciò che dicono gli altri utenti o verificare la presenza di una garanzia non potranno che essere azioni in grado di validare la bontà del modello scelto.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come lavare gli scarponi da snowboard?

Gli scarponi devono essere lavati quando non vengono usati per un po’ di tempo, per evitare che i batteri si accumulino all’interno, causando cattivo odore. Non solo, perché anche lo scafo esterno ha bisogno di una buona cura, per cui è opportuno prendere qualche precauzione quando si decide di pulirli.

La prima cosa da fare sarà tirare fuori la scarpetta interna e verificare le indicazioni del produttore: in base infatti al materiale si potrà stabilire se metterla in lavatrice oppure lavarla a mano, in modo da non rovinarne la forma e da preservarne la tenuta.

Se si tratta di un elemento delicato, meglio metterlo a mollo in acqua tiepida e non calda e passarlo con una spazzola, per rimuovere bene lo sporco. Sarà necessario poi non strizzarlo ma metterlo ad asciugare non alla luce diretta del sole,bensì in un luogo ventilato.

La parte esterna invece può essere passata con un panno umido e non abrasivo.

 

Come allacciare gli scarponi da snowboard?

Se i vostri scarponi hanno i classici lacci, la soluzione è quella di non stringerli troppo in punta, ma anzi di tenerli abbastanza lenti qui e di allacciarli dopo aver posto maggiore forza nella zona più alta.

Se, invece, soffrite di tendiniti e quindi volete tenere la caviglia e il tallone più liberi, dovrete stringere di più sulle dita e meno nelle zone di cui sopra. Per risolvere il problema, potete optare per una soluzione come il sistema Boa, che risolve il problema con una semplice rotella, da girare per avvolgere i lacci e quindi chiudere bene le scarpe.

 

Come devono calzare gli scarponi da snowboard?

Per scegliere il paio giusto, è importante prendere la misura del proprio piede in centimetri, mettendo il tallone contro una superficie rigida. In questo modo sarà anche possibile trovare il modello ideale, pur se ha una misurazione in US.

Bisogna anche premettere che, le prime volte, gli scarponi potrebbero sembrare stretti, visto che le scarpette interne devono avere il tempo di modellarsi in base ai piedi di chi indossa le scarpe.

 

Quale flex devono avere gli scarponi da snowboard?

Se siete principianti, è opportuno optare per scarponi con un flex morbido, più comodi e indicati anche nella pratica del freestyling. Infatti, questa tipologia permette al piede di piegarsi di più, dando maggiore libertà di movimento.

Quelli con flex medio, da 4 a 7, sono i più gettonati perché garantiscono buone prestazioni a chi è di livello intermedio, perché forniscono un supporto in più e permettono di avere maggiore versatilità su terreni più impervi.

Chi è esperto e vuole fare ogni tipo di acrobazia, dovrà invece optare per il flex rigido, da 7 a 10, che assicura un controllo alto della velocità.

 

 

 

Come scegliere la misura degli scarponi da snowboard

 

Dopo aver esaminato tutti i tipi di scarponi da snowboard più validi presenti sul web, dobbiamo porre attenzione su un aspetto di fondamentale importanza: la scelta della misura giusta. Avendo a disposizione questo elemento, potrete essere sicuri di non spendere invano il vostro denaro.

Una piccola premessa

Non si tratta di un comune paio di scarpe, quindi i primi tempi potranno essere un po’ più complicati che se indossaste delle normali sneakers. La scarpetta infatti dovrà prendere la forma del vostro piede, per cui ci vorrà qualche utilizzo prima di poter sentire finalmente lo scarpone come si deve.

Ciò non vuol dire che la prima impressione non debba essere quella della comodità: quando indossate il paio che avete acquistato, dovete sentire il piede ben protetto, quindi all’interno di uno scarpone che conferisca sicurezza, ma anche non avvertire alcun dolore.

In questo caso potreste aver sbagliato taglia oppure il modello non è quello pensato per voi.

 

La misurazione

Il primo passo da fare naturalmente è quello di misurare il piede per la sua lunghezza, ponendo attenzione anche all’arco plantare traverso e agli eventuali difetti di postura o i disturbi quando lo si appoggia per terra.

Se siete andati in negozio, questa manovra sarà inutile: basterà indossare il numero scelto e verificare come calza. Invece, se state acquistando online, questa premessa è importante: ma come capire se la scarpa è quella giusta, una volta arrivata a casa?

Indossate lo scarpone e stringete i lacci: se il numero è giusto, l’alluce dovrà sfiorare la scarpetta interna quando siete in piedi e non quando vi piegate. Provate a questo punto a camminare un po’, per vedere se la sensazione di comfort è quella preponderante.

Infine, indossateli con un paio di calzini tecnici, elemento da tenere in considerazione anche prima dell’acquisto: potrebbero richiedere anche mezza misura in più.

 

La compatibilità con la tavola

Un altro aspetto da considerare è certamente la compatibilità del flex degli scarponi con quello della tavola e degli attacchi. Se non ne possedete già una, compratela insieme alle scarpe, in modo da non sbagliare.

Inoltre, anche la misura dovrà corrispondere a quella dell’attacco, in modo che il tallone e la punta non sporgano dalla parte della tavola ma restino in linea con le lamine. Se seguirete questi suggerimenti, non avrete problemi a verificare che il paio di scarponi scelti vi aiuti ad avere migliori performance nello sport.

Le tabelle

La nostra misurazione in cm non è sempre quella presente nei prodotti presenti sul web: potreste infatti trovare quella inglese o americana. Fortunatamente esistono le tabelle, che permettono di verificare le corrispondenze, così da non fare un acquisto sbagliato.

Se avete ancora dei dubbi, leggete le recensioni degli utenti, che potranno assicurarvi di optare per la misura giusta e quindi di non dover rendere il prodotto.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI