Gli 8 Migliori Hoverboard del 2021

Ultimo aggiornamento: 19.09.21

 

Hoverboard – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

L’hoverboard è un nuovo mezzo di locomozione elettrico molto in voga tra i più giovani. Richiede un minimo di abilità, soprattutto equilibrio, ma consente spostamenti rapidi a impatto zero sull’ambiente. Sul mercato esistono diversi modelli: negli ultimi tempi gli hoverboard si stanno evolvendo proponendo novità fino a qualche anno fa inaspettate. Un classico è il modello Nilox Doc UL 2272, che arriva a una velocità massima di 10 km/h e sostiene una persona con un peso massimo di 100 kg. Chi è avventuroso e ama seguire percorsi più ostici con l’hoverboard, può invece dare un’occhiata anche a Ninebot by Segway MiniPro 320: un modello innovativo, progettato per resistere all’acqua, al vento e al fango, oltre che dotato di una batteria al litio con cui potrete raggiungere fino a 18 km/h.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Hoverboard – Classifica 2021

 

Ecco qui alcuni dei modelli che ci hanno conquistato tra quelli presenti sul web. Date un’occhiata alle loro caratteristiche per individuare quello più adatto a voi.

 

 

Hoverboard Nilox

 

1. Nilox Doc UL 2272, Self Balance Scooter Unisex Adulto

 

Da uno dei marchi più conosciuti in questo mercato, arriva il modello Doc, un classico hoverboard che può essere utilizzato da tutti, grandi e piccini, visto che sorregge un peso massimo di 100 kg. 

La potenza che sprigionano i due motori da 240W gli consente di arrivare a una velocità massima di 10 km/h, ideale per spostarsi abbastanza velocemente in città, utilizzandolo come mezzo alternativo per la propria mobilità. 

La distanza massima percorribile con una sola carica è di 20 km/h, idonea per non avere problemi di batteria esausta durante una normale giornata. I tempi di ricarica si attestano tra le 2 e 3 ore. 

Nella confezione, insieme all’hoverboard vengono proposte una comoda sacca per riporlo quando non lo si utilizza, degli adesivi e anche delle protezioni in gomma. Le ruote da 6,5 pollici permettono una buona stabilità e consentono di muoversi in sicurezza anche se il manto stradale non è propriamente liscio.

 

Pro

Carica: In sole 3 ore al massimo si ha l’hoverboard Nilox pronto per essere utilizzato, a patto di aver atteso che la batteria interna si sia completamente scaricata.

Ruote: Con le due ruote che offrono una dimensione di ben 6,5 pollici si può stare certi che si potranno affrontare anche manti stradali un po’ sconnessi.

Velocità massima: L’hoverboard proposto da Nilox arriva a una velocità massima di 10 km/h, grazie alla presenza di due motori elettrici da 240W ciascuno.

 

Contro

LED: Bisogna fare molta attenzione al LED che segnala lo stato di carica della batteria: può capitare che da lampeggiante verde a rosso (che significa l’imminente spegnimento) passi troppo poco tempo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Hoverboard con manubrio

 

2. Ninebot by Segway MiniPro 320

 

Per utilizzare l’hoverboard con manubrio anche fuori città, quindi su strade sterrate e superfici più ostiche, è importante che il dispositivo sia progettato per resistere alle intemperie e anche all’azione corrosiva del fango.

Questo modello targato Segway è uno dei migliori che si trovano in commercio per quanto riguarda la versatilità, perché vanta diverse caratteristiche che interessano proprio chi è alla ricerca di una soluzione simile.

Grazie al potente motore da 800W e alle gomme che si adattano agli ostacoli, come i ciottoli, che facilmente si trovano sui percorsi di campagna, potrete percorrere anche 30 km utilizzando solo una carica di batteria al litio.

Inoltre, è un dispositivo piuttosto leggero, quindi semplice da trasportare, e in virtù dei fari a LED posizionati sotto la pedana, può essere utilizzato anche di sera. L’unico punto debole si nota soprattutto quando non si effettua la manutenzione, poiché può capitare che alcune funzionalità e spie diventino poco efficienti. 

 

Pro

Portatile: Questo hoverboard Segway è caratterizzato da una struttura piuttosto leggera poiché realizzata in una plastica resistente. In più, l’asta centrale può essere smontata per rendere più semplice il trasporto in macchina o a piedi.

Potenza: Trattandosi di un dispositivo elettronico, il funzionamento avviene grazie a un motore potente e a delle batterie al litio. Entrambi questi elementi garantiscono delle alte performance.

Versatile: Grazie alle speciali gomme montate sulle ruote di questo modello, potrete utilizzarlo sia in città e sia su strade non asfaltate, perché si adattano a qualsiasi ostacolo.

 

Contro

Prestazioni: Senza una manutenzione adeguata, con cui si possono individuare componenti difettosi, le prestazioni potrebbero calare drasticamente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Hoverboard elettrico

 

3. GeekMe Scooter Elettrico Fuoristrada per Adulti e Bambini

 

Se si è soliti utilizzare l’hoverboard elettrico anche in vacanza, potrebbe essere interessante utilizzarlo per muoversi nell’area di campeggio o in spiaggia. Per fare questo è necessario un modello come quello offerto da GeekMe, che si contraddistingue dalla massa per la presenza di ruote da ben 8,5 pollici.

Il suo battistrada è molto scolpito e presenta tasselli evidenti, che consentono un grip migliore su qualsiasi tipo di manto stradale e non. La scocca è inoltre realizzata in alluminio utilizzato in aeronautica, caratteristica che lo rende leggero ma al tempo stesso molto resistente. Raggiunge una velocità massima di 15 km/h grazie alla presenza di motori da 350 Watt ciascuno. Supporta un peso di 120 kg, ma per poterlo azionare serve almeno pesare 20 kg, per fare in modo che i sensori rilevino la presenza di una persona sull’hoverboard. 

Tramite un’app apposita, che comunica via Bluetooth con l’hoverboard, è possibile settare la velocità massima e controllare lo stato della batteria.

 

Pro

Ruote: Le ruote da 8,5 pollici con battistrada scolpito consentono di affrontare qualsiasi tipo di terreno, sempre che non siano presenti troppe buche.

App: Tramite un’app proprietaria, da scaricare sul proprio smartphone, si può gestire la velocità massima, controllare la batteria e vedere quanti km si è percorso.

Veloce: Con 15 km/h di velocità massima, che è in grado di raggiungere, è uno degli hoverboard più veloci proposti sul mercato.

 

Contro

Costo: Il prezzo non è certo adatto a chi compra il suo primo hoverboard, ma indicato per chi vuole un prodotto di livello superiore, con caratteristiche al top di gamma.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Hoverboard Lamborghini

 

4. Twodots Hoverboard Glyboard Veloce Lamborghini Corse

 

Il prodotto per gli amanti delle auto di lusso, visto che si può fregiare di avere alcune caratteristiche distintive, che richiamano senza mezzi termini il marchio qui presente. Il design aggressivo dell’hoverboard Lamborghini si rivela nelle parti anteriori a punta e nelle due luci LED, inserite nella parte bassa del dispositivo. 

Il toro d’oro, simbolo del marchio automobilistico italiano è proposto al centro delle due ruote da ben 8,5 pollici, protette da parafanghi in alluminio. È dotato di connessione Bluetooth che serve per dialogare con un’apposita app, da scaricare sul proprio smartphone. 

Questa monitora le performance ma riesce anche ad attivare il rombo inconfondibile di un motore Lamborghini. La durata della batteria è di circa 2 ore e l’hoverboard ospita persone con un peso massimo fino a 120 kg. 

Di contro ha un peso un po’ alto, 15 kg, che rendono meno agevole il trasporto se lo si usa, ad esempio, per andare a scuola o al lavoro.

 

Pro

Stile Lamborghini: Questo hoverboard non passa di certo inosservato visto il suo design aggressivo e dotato di colori che richiamano il marchio italiano.

App: Grazie alla connessione Bluetooth di cui dispone è possibile farlo dialogare con un’app da installare sul proprio smartphone, per tenere sotto controllo le proprie performance con l’hoverboard.

Ruote da 8.5”: Le grandi ruote, coperte da parafanghi in alluminio, consentono di percorrere qualsiasi manto stradale, anche quelli più impervi, senza molta fatica.

 

Contro

Peso: Secondo i pareri degli utenti, il peso di ben 15 kg non lo rende certo agevole da trasportare ed avere sempre con sé.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Hoverboard 10 pollici

 

5. Colorway Hover Board con Kart Scooter 6.5″

 

Un hoverboard che si distingue, tra le varie offerte presenti sul mercato, per la sua scocca molto colorata, adatta ai ragazzi o alle ragazze che si vogliono far notare quando percorrono le strade con questo dispositivo. 

Ha una potenza molto elevata, fornita da due motori che insieme sprigionano ben 700W. L’autonomia si attesta a 2 ore per un massimo di 10 km per singola ricarica. Per farlo tornare attivo bisogna attendere altrettante ore, in modo da completare la carica della batteria LI-ION da 36V. 

Dati questi che sono congrui con il modello, e che sono offerti più o meno dai tutti gli hoverboard sul mercato. Ma quello che spicca è il prezzo che lo rende il più economico tra tanti, a parità di caratteristiche tecniche. 

Da segnalare inoltre la presenza di ruote da 8 pollici, ideali per non avere problemi di movimento quando l’asfalto è un po’ dissestato. Può essere utilizzato senza problemi anche dai bambini, a patto che abbiano un peso di almeno 20 kg, il minimo che l’hoverboard riesce a rilevare.

 

Pro

Colorato: La scocca di questo hoverboard è molto colorata e si fa notare quando si viaggia per le vie della città. Per questo è forse più adatto ai bambini e alle bambine che agli adulti.

Potenza: Con due motori da 350W l’uno è in grado di arrivare a sprigionare ben 700W di potenza, che gli consentono di arrivare a una velocità massima di 10 km/h

Ruote: Le ruote fatte di gomma piena (e quindi non gonfiabili) sono da 8 pollici, ideali per muoversi senza difficoltà su qualsiasi terreno e in grado di offrire un’ottima stabilità.

 

Contro

Peso minimo: Se si vuole regalare questo hoverboard a un bambino bisogna tenere presente che il peso minimo, che in grado di rilevare, è pari a 20 kg.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Hoverboard per bambini

 

6. RCB Scooter Elettrico Auto Bilanciamento Intelligente per Adulti Bambini

 

L’hoverboard proposto da RCB è la versione senza manubrio in dotazione, descritta in precedenza, che viene quindi venduta a un prezzo minore. Questo modello spicca per il colore rosa della scocca, che lo rende quindi un hoverboard per bambini, o meglio per bambine. 

Esistono comunque molte altre versioni, dal blu al nero, per consentirne l’uso anche  chi predilige altre tonalità. Le altre caratteristiche tecniche sono le stesse già evidenziate nel modello proposto con manubrio allungabile. 

Quindi non manca la presenza di uno speaker Bluetooth per poter ascoltare la musica preferita e tutta una serie di luci LED incastonate nella zona anteriore. Molto suggestive quelle presenti all’esterno delle ruote, in cinque accattivanti colori, ovvero, rosso, verde, giallo, blu e viola. 

L’hoverboard garantisce un’autonomia pari a 12 km circa, mentre il tempo di ricarica può variare tra le 3 e 5 ore. Il prodotto è stato approvato secondo gli standard di sicurezza UL 2272, che riguardano nello specifico tutti quei prodotti elettrici che consentono di muoversi.

 

Pro

Colore: Questo modello di hoverboard viene proposto in molti colori diversi, per renderlo appetibile a bambini e bambine che ne vogliono uno personalizzato.

UL 2272: L’hoverboard è conforme alle specifiche UL 2272, che ne garantiscono la produzione a regola d’arte e l’utilizzo in totale sicurezza.

Luci LED: Ogni bambino rimarrà stupefatto dalle tante luci LED presenti che si illuminano quando ci si muove con l’hoverboard.

 

Contro

Autobilanciamento: Secondo alcuni utenti il prodotto non è autobilanciato, per cui potreste avere dei problemi a guidarlo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Hoverboard Tekk

 

7. Itekk Tekk 8, Hoverboard Unisex Adulto

 

La caratteristica principale di questo hoverboard Tekk 8 è la presenza di ruote da 8 pollici, che lo rendono uno dei modelli più stabili e facili da guidare. Questa parte del prodotto, realizzata in gomma piena, inoltre consente di muoversi anche su strade che non siano perfettamente lisce. 

Spicca anche la presenza di una batteria da 36V e 4.4Ah prodotta da Samsung, che offre un’autonomia di ben 20 km e si ricarica in sole 3 ore al massimo. I due motori da 300 watt contano sulla tecnologia “double system control” che garantisce il miglior controllo dell’hoverboard e una migliore reattività. 

La velocità massima che è in grado di raggiungere si attesa a 12 km/h. Altro dato rilevante riguarda il peso massimo che è in grado di supportare, ovvero 150 kg, che lo rende adatto anche a chi non è in buona forma fisica. Infine, come non menzionare la presenza di uno speaker Bluetooth per ascoltare la musica in arrivo dal proprio smartphone.

 

Pro

8 pollici: Chi cerca un hoverboard particolarmente stabile può optare per questo modello che offre ruote da ben 8 pollici, molto più grandi rispetto alla stragrande maggioranza dei modelli simili, che si limitano a quelle da 6.5”.

Peso consentito: Questo hoverboard è indicato per gli adulti, anche per coloro che sono un po’ pesanti visto che regge un carico di ben 150 kg.

Stickers: Nella confezione sono offerti alcuni adesivi per poter personalizzare a piacimento l’aspetto esteriore dell’hoverboard.

 

Contro

Autonomia: Non tutti gli utenti sono soddisfatti dell’autonomia della batteria, che reputano fin troppo bassa e che quindi limita il divertimento.

Clicca qui per vedere il prezzo  

 

 

 

Hoverboard 8 pollici

 

8. Magic Vida Skateboard Elettrico 6.5 Pollici Bluetooth Power 700W

 

Un nuovo hoverboard di fascia alta, che accomuna molte delle caratteristiche migliori che si possono trovare attualmente per questi dispositivi. Questo però non lo rende un prodotto per chi cerca soprattutto prezzi bassi, visto che il suo costo è sopra la media. 

La sua caratteristica distintiva è il grado di affrontare strade con una pendenza massima di 25°, mentre la maggior parte degli altri hoverboard più venduti si limita a 15°. Questo lo rende ideale per chi vive in paesi di montagna e spesso si trova ad affrontare salite, ma anche in città se per raggiungere la destinazione desiderata ci sono ponti da attraversare. 

Inoltre le ruote da 8 pollici consentono il massimo della stabilità in qualsiasi condizione. Piace la presenza di due luci LED nella parte anteriore che consentono di illuminare la strada quando si usa l’hoverboard nelle ore notturne. I due motori elettrici da 350W gli permettono inoltre di raggiungere una velocità massima di 15 km/h.

 

Pro

Pendenza massima: La caratteristica migliore di questo hoverboard riguarda la pendenza che in grado di affrontare, ovvero fino a 25°.

Ruote stabili: Con ruote in gomma piena della dimensione di 8”, l’hoverboard Magica Vida è tra i più stabili sul mercato, secondo solo ai pochi modelli con ruote da 10 pollici.

Fari: Per poter utilizzare il prodotto, che è tra i più venduti sul mercato, anche di notte, l’azienda lo ha dotato di due fari con luci LED nella parte anteriore.

 

Contro

Prezzo: Non è certo l’hoverboard più economico, ma il suo costo è dovuto ad alcune caratteristiche che non si trovano su altri modelli alla portata di tutti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un buon hoverboard

 

L’hoverboard è un dispositivo diventato molto famoso negli ultimi tempi, soprattutto tra i più giovani. Consente di muoversi senza creare impatto sull’ambiente, essendo un mezzo di locomozione totalmente elettrico e anche molto silenzioso quando in uso.

Le differenze

Gli hoverboard sul mercato sono molto simili tra di loro a livello di design: i vari modelli si differenziano per alcune caratteristiche, tra cui la velocità massima che possono raggiungere, la dimensione delle ruote e la presenza di alcuni optional, come speaker Bluetooth o connessione wireless, per farlo “dialogare” con uno smartphone tramite la classica applicazione da scaricare sul device. 

Questi optional ne vanno a determinare anche il prezzo: i modelli più costosi sono quelli che li offrono nella totalità, mentre se si vuole spendere di meno, bisogna scendere a compromessi con alcune di essi. 

Nella nostra guida all’acquisto vogliamo dare un’infarinatura su questi prodotti, per aiutarvi a capire come scegliere un buon hoverboard in base alle proprie esigenze e al proprio portafogli.

 

La velocità e il peso

Per prima cosa, quando si decide di acquistare un hoverboard, bisogna tenere presente alcune caratteristiche: in primis il peso massimo che può sostenere e quello minimo per potersi attivare. Infatti l’hoverboard rileva il peso della persona che sale sulla piattaforma e, se questo è troppo basso o troppo alto, non si attiva. 

Generalmente la maggior parte degli hoverboard in commercio consente di ospitare persone con un peso che parte da minimo 20 kg fino a un massimo di 100 kg, in pratica da un bambino fino ad un adulto. Esistono anche modelli che arrivano a sostenere fino a 150 kg di peso, e sono quindi indicati per coloro che sono un po’ fuori forma. 

Questo dato è normalmente evidenziato nelle caratteristiche tecniche di ogni modello. Altro dato importante è la velocità massima che sono in grado di raggiungere. In media un hoverboard arriva a massimo 10 km/h, ma ci sono versioni che possono raggiungere anche i 15 km/h. Queste differenze di velocità sono determinate dalla potenza dei due motori elettrici integrati nel prodotto. 

Se si è alle prime armi, il consiglio è di acquistare un modello che arrivi a un massimo di 10 km/h, comunque più che sufficienti per muoversi abbastanza velocemente per raggiungere la destinazione desiderata. Dopo aver preso dimestichezza con il mezzo si potrà optare per i modelli più veloci.

 

Autonomia e tempi di ricarica

Essendo un mezzo elettrico, i motori sono alimentati da una batteria: come risaputo questo componente dopo un determinato tempo si esaurisce e deve essere ricaricato. Ciò accade dunque anche con l’hoverboard, per cui ogni modello ha una sua autonomia. 

In media quelli meno costosi arrivano a percorrere fino a 20 km, mentre quelli più cari possono arrivare fino a 30 km. A determinare l’autonomia è anche la velocità: più si va veloci, più batteria si consuma, e di conseguenza si riducono il numero di chilometri percorribili.

I tempi di ricarica della batteria sono molto variabili, ma in media si impiegano dalle 2 alle 3 ore.

 

Certificazioni

Come ogni dispositivo anche gli hoverboard, per essere venduti sul territorio italiano, devono essere certificati. La certificazione attualmente più importante da valutare è quella denominata UL 2272. 

Viene fornita da un’azienda, la UL appunto, che da moltissimi anni si occupa di valutare, ispezionare e quindi certificare che i prodotti siano conformi a quanto predisposto dalle leggi di ogni nazione in cui verranno commercializzati. 

Nello specifico la certificazione UL 2722 rende idonei gli hoverboard per il commercio negli Stati Uniti e in Canada, che al momento sono le nazioni che hanno sottoposto questi dispositivi a rigidi standard qualitativi. 

Anche se non è obbligatoria per i modelli venduti in Italia, è molto importante per capire se l’hoverboard, su cui si sono messi gli occhi, sia di buona qualità e sicuro da utilizzare. Per quanto riguarda il nostro Paese, l’unico marchio che deve essere presente è il classico CE, che contraddistingue un prodotto che può essere venduto nelle nazioni della Comunità Europea. 

Per questo motivo, se si cerca un sito dove acquistare il migliore hoverboard, è sempre meglio restare entro i confini europei, meglio ancora se italiani, dove il marchio CE (e magari anche l’UL 2722) dovrebbe essere presente.

Accessori

Negli ultimi tempi sono comparsi sul mercato diversi accessori da utilizzare in abbinamento a un hoverboard. Sicuramente i più interessanti, che potrebbe far scomparire i dubbi e le remore sul suo utilizzo, sono i manubri estendibili. Questi in pratica trasformano l’hoverboard in un “segway”, che senza dubbio è molto più semplice da guidare.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona l’hoverboard

Gli hoverboard sono costruiti in modo tale che ciascuna delle ruote sia dotata di un proprio giroscopio, di un sensore di inclinazione e di uno di velocità. Tali elementi misurano il movimento delle ruote e inviano i dati al giroscopio e alla scheda logica. Sono generalmente posizionati sotto il telaio dove il vengono posizionate i piedi. 

Una volta che si sale sulla tavola, il giroscopio fornisce i dati alla scheda, ogni volta che ci si inclina in avanti o all’indietro. Quando non ci si inclina, il sensore IR, posizionato sotto la posizione del piede, invia dati alla scheda logica, ovvero comanda di non far funzionare il motore elettrico, che si trova in prossimità di ogni ruota. 

Quando ci si inclina in una direzione particolare (avanti o indietro) o verso una direzione definita, i dati del giroscopio vengono trasmessi alla scheda logica per far funzionare il motore, che consente alle ruote di mettersi in moto e quindi di avanzare. La scheda logica è l’unità di elaborazione centrale e ha un microprocessore come componente principale. 

Invia e riceve dati da tutti i sensori, invia i dati elaborati ai motori per il movimento richiesto e fornisce regolazioni continue, per garantire un hoverboard equilibrato e centrato. Gestisce anche l’alimentazione delle batterie.

 

Quanto costa un hoverboard

Un hoverboard di buona qualità costa all’incirca 150 euro. Ci sono poi diversi fattori a determinare il prezzo, come la presenza di optional che non tutti i modelli, soprattutto quelli del prezzo sopra indicato offrono, come ad esempio la connessione Bluetooth o un manubrio nella dotazione.

Anche la dimensione delle ruote è un fattore che fa lievitare il prezzo: più sono grandi, più il costo salirà, arrivando, per i modelli di ultima generazione, a superare abbondantemente i 200 euro. Come detto, tra le varie offerte, è bene prendere in considerazione, a prescindere dal prezzo, solo i modelli che siano dotati di certificazione CE e UL 2722.

 

Come calibrare e resettare l’hoverboard

Ci sono molti problemi che affliggono gli hoverboard ma che possono essere risolti con una ricalibrazione. Il nostro consiglio è proprio quello di effettuarla, prima di pensare alla riparazione o sostituzione di qualche componente come la scheda madre o i due giroscopi. 

La calibrazione (che poi funge anche da reset) è molto semplice. Per prima cosa è necessario assicurarsi che l’hoverboard sia posizionato su una superficie piana. A questo punto bisogna premere il pulsante di alimentazione e tenerlo schiacciato fino a quando le luci LED anteriori dell’hoverboard lampeggeranno velocemente per cinque volte, prima che inizino a lampeggiare con un intervallo più lungo. 

Una volta che le luci LED si spengono si può rilasciare il pulsante di accensione. Dopo aver atteso qualche secondo è ora di accendere l’hoverboard per capire se è tornato come il primo giorno in cui lo si è tolto dalla custodia.

 

 

 

 

Come utilizzare un hoverboard

 

Sicuramente molti pensano che utilizzare un hoverboard non sia affatto semplice, ma in generale non è così. Basta vedere quanti ragazzi, anche molto giovani, lo utilizzano per farsi un’idea che poi non ci vuole molto per governarlo e quindi muoversi tramite esso in tutta sicurezza.

Diciamo però, che come molti mezzi di locomozione, anche l’hoverboard necessita di un minimo di tempo di apprendimento, in modo da acquisire le giuste nozioni per poterlo utilizzare. Per sapere come andare sull’hoverboard potete seguire questi pochi ma utili consigli, indispensabili per iniziare.

 

Che cos’è

L’hoverboard è composto da una pedana, da due ruote laterali e da alcuni sensori. Bisogna salire in posizione eretta su questa pedana, anche se non sarà impossibile perdere l’equilibrio le prime volte. 

 

 

Per questo motivo, quando si inizia a usare questo mezzo di locomozione elettrico, è forse meglio farlo dove ci siano degli appigli che possono diventare utili nel caso ci si sbilanci talmente tanto da incorrere nel rischio di cadere a terra. 

Magari le prime volte è meglio iniziare a bilanciare il peso sulla pedana con l’hoverboard spento. Una volta che si troverà il giusto equilibrio sulla pedana, si è pronti per muoversi. Il consiglio è quello di salire sulla pedana (soprattutto quando l’hoverboard è acceso) sempre da dietro e di scendere nella stessa direzione. 

Infatti l’hoverboard, anche se potrebbe sembrare identico in ogni sua parte, ha una zona anteriore e una posteriore. Quella anteriore si nota per la presenza di luci LED che si illuminano appena si sale sulla pedana. Questo significa che i sensori hanno rilevato il peso e quindi la presenza di un “pilota” e che l’hoverboard è quindi pronto a recepire i comandi necessari per muoversi.

 

Come funziona

L’hoverboard, grazie ai dei sensori, si muove nella direzione in cui viene eseguita la pressione dei piedi sulla pedana. Per essere più chiari, se si preme la pedana con le punte dei piedi, spostando quindi leggermente il baricentro in avanti, l’hoverboard si muoverà in avanti. 

Più il peso si sposterà in questa direzione, più si andrà veloci. Se si preme con il piede sinistro, l’hoverboard farà una rotazione verso destra, mentre la farà a sinistra se si fa pressione col piede destro.

 

 

Quindi per poter svoltare bisogna ragionare al contrario: per girare a destra si sposta il peso sul piede sinistro e viceversa. Per questa operazione, che poi è la più difficile da eseguire, è necessario che il piede che non fa da “perno” venga spostato leggermente all’indietro. 

I cambi di direzione come detto non sono facili da effettuare, ma anche in questo caso, con un po’ di pratica, si potranno eseguire in tutta fluidità. Da non dimenticare che, per andare in retromarcia, basta spostare il peso sui talloni, quindi premendo la pedana con questa parte dei piedi. Spostando il baricentro in posizione verticale si rallenta, fino a fermarsi.

Se si vuole diminuire la difficoltà di guida di un hoverboard si può optare per l’acquisto di un manubrio. Questo consente di avere molto più equilibrio, quindi di spostare il peso per far muovere l’hoverboard in tutta tranquillità, senza il rischio di cadere in avanti o all’indietro. Il consiglio, in ogni caso, è di indossare un caschetto e protezioni per gomiti e ginocchia per non rischiare di farsi male a causa di rovinose cadute.

 

 

Come andare sull’hoverboard

 

Manovrare un mezzo di questo tipo è un gioco da ragazzi, anzi, da bambini, tuttavia bisogna conoscere alcuni movimenti da compiere, che spieghiamo nel nostro articolo.

 

Tutti pazzi per l’’hoverboard. Non è una mania soltanto dei ragazzini ma anche tanti adulti ne sono attratti. Li vediamo un po’ ovunque in giro, tanto è vero che in alcuni luoghi, visto il proliferare di questi mezzi di trasporto, ne è stato fatto divieto, pensiamo ad alcuni centri commerciali dove sono stati affissi cartelli per spiegare ai visitatori che nella struttura non si usano pattini, monopattini e naturalmente hoverboard. 

Poco male, si troverà un altro luogo dove divertirsi, tanto basta una superficie liscia. Guidare questi “cosi” è difficile? Se ci riescono anche i bambini, evidentemente no. Bene, visto che vi abbiamo tranquillizzato sulla semplicità di conduzione, correte a comprare uno dei tanti hoverboard venduti online poi tornate qui e vi spieghiamo come si manovra.

 

Il primo passo

La prima raccomandazione indirizzata a chi usa l’hoverboard per la prima volta è di attivare la modalità principiante se presente; questa rende più facile mantenere l’equilibrio così da fare la pratica necessaria liberi dalla paura di cadere. È importante che il mezzo sia posizionato frontalmente all’utilizzatore. A questo punto siete pronti per salire. Si poggia un piede alla volta, è preferibile che il primo sia quello che risulta più comodo, dunque destro per i destrorsi, sinistro per i mancini. 

La distanza tra i piedi e lo hoverboard deve essere minima, un errore molto comune è salire facendo un passo lungo, tale movimento sposta il baricentro e quindi si complica la salita. Ricordate, siete principianti, evitate le pendenze, una superficie piana rende più semplice posizionare il secondo piede sull’hoverboard. Questa operazione è simile a salire su un gradino, perciò siate naturali e rilassati, non preoccupatevi dell’equilibrio e guardate di fronte a voi. Ci siete, avete i due piedi sulla pedana ma non abbiate fretta di partire, prendetevi il tempo di sentirvi stabili e rilassati, bastano pochi secondi

 

Come muoversi

Una volta saliti e finalmente stabili sulle due ruote, è il momento di muoversi. Il principio del movimento è molto semplice: la tecnologia dello hoverboard è tale che spostando il peso del corpo si imprime la direzione al mezzo. Di conseguenza per andare avanti si spinge leggermente il corpo in avanti. Ricordate, è la prima volta su un mezzo del genere, non esagerate, cominciate con movimenti piccoli al fine di non perdere l’equilibrio. Sporgetevi in avanti lentamente e non inclinatevi oltre, appena il mezzo comincia a muoversi. 

Mica penserete di andare sempre dritto? Prima o poi bisognerà svoltare. Qui le cose sono leggermente più complicate ma siamo fiduciosi di potervi fornire una spiegazione chiara. Per girare bisogna ruotare in avanti il piede, ma abbiamo promesso chiarezza e chiarezza sia! Per svoltare a sinistra va spinta in avanti la punta del piede destro, al contrario per svoltare a destra si spinge in avanti la punta del piede sinistro. 

Per vere e proprie virate, bisogna aumentare l’angolo di svolta, la rotazione del piede deve essere più marcata e con il tallone si deve dare una spinta verso il basso. Un movimento del genere consente addirittura di girare su se stessi.

 

È il momento di scendere

Tutte le cose belle e divertenti purtroppo finiscono e quindi arriva il momento di scendere dall’hoverboard, possibilmente senza cadere. Tranquilli, non allarmatevi, non è difficile e vi spieghiamo subito come fare. Spostate il peso sul piede preferito, in altre parole quello che avete messo per primo sul mezzo, poi appoggiate a terra l’altro piede. Tutto qui.

Consigli pratici

È bene fare un po’ di pratica in un luogo con le giuste caratteristiche, a cominciare dalla superficie che deve essere piana e un’area tranquilla senza ostacoli e persone. Cominciate con piccoli movimenti, esercitatevi nella svolta. Acquisita più confidenza con il mezzo potete fare un percorso più impegnativo, le difficoltà devono essere crescenti. 

Per quanto riguarda l’abbigliamento, la tuta è l’ideale ma non tassativa, l’importante è indossare abiti comodi e un paio di scarpe da ginnastica. Evitate luoghi con buche e terreno. Proteggete la testa con un casco ma anche gomiti e ginocchia vanno preservate con apposite protezioni. I piccoli devono essere controllati a vista dai genitori così che possano prontamente intervenire in caso di un incidente.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI