Le 8 migliori maschere subacquee del 2022

Ultimo aggiornamento: 14.08.22

 

Maschere subacquee – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Amate immergervi sott’acqua e godere della vista della flora e della fauna sottomarina? Allora dovrete procurarvi l’attrezzatura tecnica migliore, a partire dalla maschera subacquea. In questa pagina abbiamo raccolto ed esaminato le soluzioni più interessanti vendute sul web, tra cui compare Cressi Perla Mare Premium Scuba Maschera Snorkel Set Unisex, dotata di flangia interna d’appoggio morbida che si adatta a tutti i contorni del volto. Buona anche la proposta Cressi Combo Set Junior Maschera, pensata soprattutto per i ragazzi e realizzata con un comodo boccaglio che conferisce anche un maggiore comfort: l’ideale per chi è alle prime armi.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori maschere subacquee – Classifica 2022

 

Di seguito troverete le migliori maschere subacquee del 2022: ognuna è esaminata da cima a fondo, per offrirvi la possibilità di avere uno sguardo più ampio rispetto alle soluzioni più interessanti proposte sul web.

Inoltre, grazie ai pro e ai contro, potrete farvi un’idea più chiara circa il modello che soddisfa le vostre esigenze.

 

 

1. Cressi Perla Mare Premium Scuba Maschera Snorkel Set Unisex

 

Tra le prime offerte di maschere subacquee degne di interesse si trova questa proposta Cressi: un set adatto per uomini e donne, che amano praticare snorkeling oppure altre discipline particolari come l’apnea.

La sua struttura è caratterizzata da alcuni elementi importanti, a partire dal doppio vetro che evita fenomeni come l’appannamento, alla flangia realizzata in gomma, che si adatta facilmente alla forma del volto.

Questo significa che non dovrete fare una comparazione tra i diversi modelli per paura che, una volta indossata, la maschera non sia efficiente: il materiale costituente scelto dall’azienda rende migliori il comfort e l’utilizzo.

Il prezzo è un altro dei punti di forza, così come la qualità complessiva, nonostante i laccetti siano un po’ fragili, perciò bisogna prestare maggiore attenzione sia quando la indossate, sia quando vi immergete.

Questi potrebbero spezzarsi o rompersi, con la conseguenza che l’acqua potrebbe penetrare nella maschera, rendendo difficile respirare.

 

Pro

Doppio vetro: Uno degli elementi caratterizzanti questa maschera subacquea è il doppio vetro resistente, che permette di godere sia di un’ampia visuale, sia di stare al sicuro quando ci si immerge sott’acqua.

Comfort: I materiali costituenti la flangia sono morbidi e resistenti, perciò il comfort di questo modello è uno tra i migliori che si trovano in commercio.

Prezzo: Se desiderate comprare una maschera subacquea ma non sapete dove acquistare un articolo conveniente, date una chance a questo prodotto.

 

Contro

Laccetti: Per chiudere e mantenere ferma la maschera sul volto, bisogna fare attenzione ai laccetti, perché sono fragili e potrebbero spezzarsi con facilità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Cressi Combo Set Junior Maschera

 

Siete alla ricerca di una buona maschera subacquea ma non sapete dove acquistare un modello ideale? Allora vi suggeriamo di dare una chance a questo targato Cressi: un combo perfetto per godere della visione dei fondali marini.

L’azienda produttrice ha optato per utilizzare un materiale come il silicone, che vanta diverse caratteristiche interessanti, poiché conferisce un’elasticità degna di nota e, al tempo stesso, anche una buona resistenza.

Ciò significa che la maschera subacquea Cressi da un lato durerà a lungo, dall’altro aderirà facilmente al volto del ragazzo, allontanando il rischio che entrino acqua o granelli di sabbia. Un modello che vanta anche diversi pareri positivi di quanti cercano una soluzione a prezzi contenuti.

Tuttavia, bisogna considerare di stringere sempre correttamente i laccetti, perché sono poco resistenti e tendono ad allentarsi, soprattutto in caso di mare mosso: in casi estremi, la maschera si potrebbe sfilare perdendosi in acqua.

 

Pro

Materiali: Cressi ha scelto di utilizzare il silicone come materiale principale per questa maschera subacquea. Questo aspetto la rende resistente ed elastica, perciò adatta per tutti.

Resistente: Un nuovo modello pratico e versatile per uomini e donne che amano immergersi in acqua e godere della flora e della fauna sottomarina, senza il pericolo che la maschera si rompa facilmente.

Adattabilità: Grazie alla qualità complessiva di questo modello, la flangia si adatta alla forma di quasi ogni tipologia di volto.

 

Contro

Chiusura: Bisogna prestare attenzione quando si indossa la maschera, perché se non si allaccia bene potrebbe sfilarsi e perdersi, soprattutto quando il mare è mosso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Cressi Duke, Maschera Integrale Grande Visione Snorkeling con Tubo

 

Quanti sono alla ricerca di una maschera subacquea integrale possono dare subito un’occhiata a questo prodotto cliccando sul link in basso. Si tratta di una soluzione progettata soprattutto per chi ama praticare snorkeling, perché la sua struttura compatta, che include anche l’aggancio per il boccaglio, conferisce più sicurezza durante l’immersione.

Questo perché il nuovo prodotto Cressi è pensato per garantire una visuale più ampia: i doppi vetri, che allontanano il rischio dell’appannamento, consentono di aumentare l’ingresso dei raggi solari, con il risultato che riuscirete a vedere meglio i pesci.

A proposito di boccaglio, questo è installato in modo da permettere di respirare anche con il naso, ma se siete degli uomini con la barba lunga, sarà meglio optare per un’altra soluzione, perché se indossate questa maschera potrebbe crearsi uno spessore troppo elevato.

Ciò comporterebbe il passaggio di acqua all’interno e di aria all’esterno, compromettendo la vostra sessione di snorkeling.

 

Pro

Compatta: Si tratta di una soluzione particolarmente resistente e soprattutto compatta, che evita di dover tenere occupate le mani per mantenere il boccaglio in verticale per continuare a respirare.

Visuale ampia: Grazie alle dimensioni del doppio vetro, di questa maschera subacquea integrale, avrete una visuale più ampia anche ai lati, perciò potrete godervi più facilmente il panorama sottomarino.

Boccaglio: In questo nuovo modello, il boccaglio è aggiunto direttamente sulla maschera ed è progettato per evitare l’ingresso di acqua in caso di apnea.

 

Contro

Accortezze: Se siete uomini e avete la barba un po’ lunga è bene tagliarla, altrimenti lo spessore potrebbe far entrare acqua o granelli di sabbia.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Fenvella Maschera Subacquea Maschera Snorkeling Integrale 180° Vista Panoramica

 

Ecco uno degli articoli venduti online più interessanti per quanti amano registrare tutto ciò che avviene sott’acqua, perché sulla parte frontale della maschera è incluso anche l’alloggiamento per agganciare la videocamera.

L’azienda produttrice, oltre a offrire diverse colorazioni che rendono più personale il modello che scegliete, garantisce anche alcune peculiarità fondamentali: in primo luogo un buon sistema di antiappannamento, grazie alla tecnologia di respirazione a doppio flusso.

In secondo luogo, la tecnologia antitrabocco, ovvero la chiusura e l’apertura calcolata del boccaglio, che permette di immergersi in acqua mantenendo, durante i primi secondi, un po’ di aria nella maschera.

Buoni prezzi bassi e la scelta dei materiali costituenti, perché sono anallergici e perciò rendono questo articolo ideale per tutti. Tuttavia, la tenuta non è completamente stagna, perciò può risultare difficile gestire il flusso di aria durante movimenti più bruschi in acqua, come nel caso di nuotate a largo.

 

Pro

Aggancio videocamera: Quanti amano avere un ricordo delle proprie immersioni subacquee, troveranno una buona soluzione in questo modello, perché dotato di un aggancio solido per mantenere la videocamera.

Sistema di respirazione: Fanvella ha progettato questa maschera implementando anche un sistema di respirazione a doppio flusso, che consente di immagazzinare anche un po’ di aria all’interno, in modo da garantire sempre la giusta quantità di ossigeno.

Prezzo: Tra tutti gli articoli più venduti, questo fa parte della classifica dei vantaggiosi in termini di rapporto qualità/prezzo.

 

Contro

Gestione flusso d’aria: Quando andate al largo per immergervi più in profondità, dovrete prestare attenzione perché la tenuta non è completamente stagna.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Seac Magica Maschera Snorkeling Full Face Integrale Anti Appannamento

 

La migliore maschera subacquea per chi è alle prime armi e vuole avvicinarsi al mondo dell’immersione è questa proposta, perché vanta peculiarità da non trascurare in fase di acquisto.

La scelta dei materiali è fondamentale, e questo l’azienda produttrice lo sa, infatti ha optato per un policarbonato di buona qualità come elemento costituente dell’ampia visiera. Questo, da un lato evita il classico problema dell’appannamento, che può rendere difficile spostarsi sott’acqua, dall’altro garantisce una più semplice pulizia della maschera.

In più, è uno dei modelli più venduti e apprezzati anche perché dotato di un sistema di respirazione brevettato da Seac, che rende più facile e naturale il passaggio dell’aria e blocca invece i rumori esterni.

Il rapporto qualità/prezzo è anche dei più convenienti che si trovano sul mercato, nonostante sia importante farla aderire bene prima di immergersi, perché anche un piccolo spiffero potrebbe darvi fastidio, facendo entrare l’acqua all’interno.

 

Pro

Per principianti: Se siete alle prime armi, ma non volete rinunciare all’immersione sottomarina, vi suggeriamo di dare un’occhiata a questo prodotto, pensato soprattutto per i principianti.

Materiali: L’azienda produttrice ha optato per il policarbonato, lavorato industrialmente per garantire in primis una più semplice e veloce pulizia e manutenzione della maschera.

Antiappannamento: Grazie ai materiali scelti per la realizzazione di questo modello, il sistema di antiappannamento risulterà piuttosto importante, soprattutto se respirare affannosamente e volete evitare qualsiasi tipo di problema.

 

Contro

Aderenza: Prima di immergersi è bene assicurarsi che la maschera aderisca bene al volto, perché potrebbero entrare un po’ di acqua in caso contrario.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Cressi Maschera Superocchio

 

Il prodotto più vantaggioso, se non il più economico della nostra classifica, è questo targato Cressi, progettato solamente per chi ama praticare l’apnea profonda. Infatti, nella confezione non è presente un boccaglio, ma solo la maschera subacquea progettata con un volume interno minimo e dalle dimensioni complessive ridotte, perciò è ideale anche per i ragazzi da dieci anni in poi.

La flangia è piuttosto resistente e si adatta con facilità alla maggior parte delle forme del viso.

In più, l’azienda ha pensato di posizionare le visiere separate a una distanza tale che consente di raggiungere un’ampia visuale, nonostante la parte centrale che accoglie il naso ingombrante.

Tuttavia, la gomma scelta come materiale costituente non è delle migliori, perciò si potrebbe rovinare facilmente dopo diversi utilizzi: per evitare questo inconveniente, dovrete effettuare pulizia e manutenzione di frequente, e questo potrebbe portare via un po’ di tempo.

 

Pro

Economico: Un altro prodotto vantaggioso tra i nostri consigli d’acquisto, ma questa volta in particolar modo per il prezzo piuttosto basso rispetto la media di mercato, che lo rende ideale per chi non dispone di un budget elevato.

Visiere: A differenza di altri modelli, questa maschera subacquea ha due visiere, separate dalla gomma che accoglie il naso. Sono però ben distanziate per garantire un’ampia visione sott’acqua.

Per tutti: La maschera è pensata dall’azienda per essere indossata sia da uomini sia da donne, ma soprattutto da bambini.

 

Contro

Materiale: Un neo evidente è la qualità della gomma utilizzata nella realizzazione, perché si può rovinare facilmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Flyboo Maschera da Snorkeling Maschera Subacquea con Visuale Panoramica

 

Un sistema antiappannamento, una visiera resistente e progettata per essere difficile da rompere e dei cinturini robusti, sono tre caratteristiche che contraddistinguono questa maschera subacquea per bambini.

Grazie all’implementazione di un boccaglio, agganciato direttamente su quest’ultima, avrete anche le mani libere: non per tutti i modelli che si trovano in commercio è così, infatti questo è un punto di forza da non trascurare.

Se desiderate registrare la vostra escursione sottomarina, potrete anche agganciare la videocamera sportiva sulla fronte, grazie al pratico alloggiamento posto sulla maschera. Ciò nonostante, c’è un neo da sottolineare, ovvero il sistema di respirazione tramite il boccaglio può essere difficile da gestire per quanti sono alle prime armi.

La chiusura dell’ingresso dell’aria, per scendere in profondità, può obbligarvi a risalire in superficie in caso di problemi, poiché non si sblocca facilmente. In ogni caso è un articolo da non lasciarsi scappare se si è alla ricerca di un prodotto vantaggioso.

 

Pro

Resistente: Una qualità imprescindibile per una maschera subacquea è la tenuta della visiera. Questo modello ha proprio questa caratteristica, che lo rende particolarmente resistente e adatto per tutti.

Boccaglio: Sulla maschera subacqua è incluso anche il boccaglio, che può essere rimosso o abbassato senza difficoltà. Questo vi permette di avere le mani libere in qualsiasi situazione.

Supporto videocamera: La parte frontale di questo articolo presenta un comodo aggancio per installare la videocamera per le riprese dei vostri spostamenti sott’acqua.

 

Contro

Non per tutti: La chiusura dell’ingresso dell’aria tende a chiudersi con facilità in caso di apnea, perciò avrete bisogno di risalire in superficie velocemente. Per questo non è adatta per i principianti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Rocontrip Maschera Subacquea Maschera Snorkeling 180° Vista Panoramico Anti-Appannamento

 

Ultimo prodotto, ma non per importanza, è la maschera subacquea Rocontrip, progettata per garantire sia una visuale più ampia dei canonici 120°, sia un utilizzo più semplice, grazie alla praticità della sua struttura.

In più, la tecnologia pensata dall’azienda e chiamata “Dry Snorkel” consente di poter respirare senza alcun problema, perché, immergendovi, la porta del boccaglio si chiuderà evitando l’entrata dell’acqua.

Questo si unisce anche al sistema antiperdite e, soprattutto, al volume complessivo dello spazio interno della maschera, che permette di immagazzinare il 20/50% in più di aria. In soldoni, potrete godervi il mondo sottomarino in tranquillità, senza il rischio di finire immediatamente le riserve di ossigeno.

Anzi, avrete anche la possibilità di registrare i vostri spostamenti grazie all’apposito supporto della videocamera. Nella confezione sono infatti inclusi numerosi accessori, tra cui anche una pratica borsa per il trasporto.

Dovrete però stringere accuratamente le fascette, perché potrebbe entrare l’acqua da eventuali piccole fessure rimaste aperte.

 

Pro

Visuale ampia: A differenza di altri prodotti più venduti, questa maschera subacquea è dotata di una visiera molto ampia, che aumenta la visione del panorama dai canonici 120° a 180°, consentendovi di godere della flora e della fauna sottomarina in tranquillità.

Volume: La parte interna di questo modello è progettata per riuscire a immagazzinare almeno il 20% in più di ossigeno, così non avrete difficoltà nel respirare. In più, è dotato anche di sistemi antiperdite e antiappannamento eccellenti.

Accessori: Nella confezione è inclusa anche una borsa per il trasporto su terra e altri strumenti utili.

 

Contro

Fascette: Bisogna stringere bene le fascette per evitare che entri l’acqua dalle piccole fessure rimaste.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere la migliore maschera subacquea

 

Le numerose proposte vendute sul web possono disorientare: se non sapete quale maschera subacquea comprare, seguiteci con la lettura dei paragrafi seguenti. Troverete tutti i consigli utili per effettuare un acquisto consapevole e alla portata delle vostre esigenze.

I vetri

Il primo fattore decisivo da considerare, da quanti cercano di capire come scegliere una buona maschera subacquea, è la tipologia di lenti scelte dall’azienda produttrice del modello che avete individuato.

Queste si possono distinguere in diverse tipologie, infatti in commercio esistono articoli monovetro, multivetro o bivetro. Per esempio, le prime risultano particolarmente grandi rispetto alle altre ed è anche la qualità più diffusa tra tutte le soluzioni vendute online e in negozi specializzati, dal momento che conferiscono una visuale molto più ampia.

Tuttavia, se desiderate avere una buona visibilità del mondo sommerso, vi suggeriamo di optare per le maschere subacquee bivetro, perché garantiscono un volume interno ridotto ed efficace per questa esigenza.

I modelli multivetro sono invece indicati per chi vuole guardare anche in modo periferico, perché sono dotati di lenti laterali che aumentano anche la luminosità.

 

L’importanza del rivestimento

Come per qualsiasi prodotto che si sceglie di acquistare, anche nel caso delle maschere subacquee è importante optare per un modello che vanti in primis una buona qualità dei materiali costituenti.

Il rivestimento è infatti un elemento fondamentale, perché può fare la differenza tra articoli di fascia bassa, ma comunque performanti, e soluzioni di fascia alta, però di scarsa funzionalità.

Prodotti realizzati con materiali di alta qualità assicurano in primo luogo una maggiore resistenza, soprattutto alla pressione dell’acqua, perciò anche una migliore sicurezza. A questo proposito, vi suggeriamo di prediligere maschere subacquee in silicone, perché riescono ad adattarsi facilmente alla forma del viso.

Anche quelle in gomma hanno lo stesso vantaggio, ma tendono a rovinarsi con più facilità con l’azione dell’acqua e di eventuali prodotti pulenti, utili per la manutenzione. Esistono anche prodotti realizzati in neoprene, indicati in particolar modo per i più esperti.

 

Diversi modelli

Chi indossa gli occhiali può trovare sempre un po’ di difficoltà a immergersi con la maschera subacquea classica, perché quest’ultima è progettata con alcuni elementi, come la parte che accoglie il naso, che possono creare fastidio.

Ma non c’è da preoccuparsi, perché in commercio si trovano anche modelli molto particolari e adatti per tutti, come il granfacciale, caratterizzata da un design particolare, perché riveste interamente il volto, garantendo anche una migliore visuale.

Altre sono le maschere singole e a doppia parete, che se da un lato garantiscono un maggiore comfort anche per chi è alle prime armi, dall’altro possono dare parecchio fastidio, a causa del famoso ugello che copre il naso.

Una buona via di mezzo è la cosiddetta frameless, ovvero senza cornice, realizzata in maniera da offrire una migliore dinamicità e con un volume interno più basso.

 

I colori

I più esperti diranno che è sempre bene utilizzare il colore nero e lo stesso affermano gli apneisti professionisti, che suggeriscono di evitare i modelli trasparenti perché riflettono troppo la luce del sole.

Questo può valere soprattutto se avete in mente di praticare pesca subacquea, perché quelli troppo colorati potrebbero infastidire i banchi di pesci o le creature marine che nuotano sott’acqua.

Per questa ragione preferite il silicone di colore scuro se volete scendere più in profondità, ma tenendo sempre in considerazione il fatto che non riflettendo i raggi, sarà sempre più scuro.

D’altro canto, avere più luce significa anche potersi godere le meraviglie che il mare ci offre, e in questo caso sarà meglio optare per soluzioni trasparenti o tinte di giallo, bianco o arancione.

Certamente questo fattore dipende principalmente dal proprio gusto personale e dall’obiettivo che si ha in mente.

Convenienza

Per quanto riguarda la scelta della migliore maschera subacquea, oltre i parametri precedenti, c’è da tenere in considerazione anche un aspetto più complessivo: quanto è vantaggioso il modello che avete individuato?

La convenienza di un prodotto è la somma di diversi fattori, che possiamo distinguere in termini di praticità, funzionalità e anche di costo. Come abbiamo anticipato più su, non sempre un articolo che vanta prezzi bassi è di scarsa qualità, così come, al contrario, se particolarmente costoso, non è detto che sia anche il migliore.

Non c’è niente di male nel cercare la maschera subacquea più economica, purché in fase di acquisto si scelga quella che risponde realmente alle proprie esigenze. In genere, in commercio si possono trovare soluzioni il cui costo varia da un minimo di 20€ a un massimo di 80€, quindi scegliete quella che davvero fa per voi.

 

 

 

Come utilizzare la maschera subacquea

 

È la prima volta che vi immergete in acqua per godervi il panorama sottomarino e non sapete come fare per non fare appannare la maschera subacquea? Per questa problematica e per altre eventuali, vi daremo dei suggerimenti nei paragrafi seguenti.

Miti da sfatare

Quando ci si avvicina per la prima volta al mondo dell’immersione subacquea, è naturale avere alcuni pregiudizi circa questo sport, come per esempio la pericolosità di scendere sott’acqua oppure la credenza che esistano dappertutto animali pericolosi.

In queste righe vogliamo sfatare solo qualche mito, affinché possiate godervi il vostro giro panoramico del mondo sommerso in tutta tranquillità. Per esempio, il respiro subacqueo avviene grazie a un pratico strumento chiamato boccaglio o erogatore, che rilascia aria e consente di rimanere più tempo possibile sott’acqua, pur non avendo le branchie!

Certo, la pressione atmosferica può far male alle orecchie, ma ormai esistono numerosi metodi che servono a compensare questo problema: il più conosciuto è chiudersi il naso prima di tuffarsi e buttar fuori l’aria dallo stesso.

 

Evitare l’appannamento

Immaginate di immergervi in acqua e di non riuscire a vedere nulla perché la maschera subacquea si appanna. In questi casi la prima cosa da fare è tornare in superficie e recarsi a riva, perché per evitare l’insorgenza di questo fenomeno dovete seguire alcuni passaggi essenziali.

Innanzitutto, la pulizia della maschera da sub di prodotti chimici o di goccioline di spray pulenti è un fattore fondamentale, ma anche essere certi che non ci sia polvere sui vetri è altrettanto importante.

Per questo motivo, vi suggeriamo di preparare una soluzione di acqua e detergente per piatti e lasciare ammollo il dispositivo per almeno 12 ore. Dopodiché, risciacquate con acqua calda e asciugatela accuratamente: questi passaggi sono da svolgere dopo ogni utilizzo e garantiscono immersioni senza il rischio che i vetri si appannino.

Se entra l’acqua…

Chi ha inventato la maschera subacquea per la prima volta ha pensato anche a un’eventuale situazione in cui entri l’acqua all’interno e quindi è necessario svuotarla immediatamente per non annegare.

Che sia per un movimento errato o per la mancanza di una perfetta aderenza al volto, ciò che bisogna sempre tenere a mente è che non bisogna per forza risalire per svuotarla. Un’operazione semplice, che richiede anche poca esperienza, è quella di schiacciare la maschera sulla fronte e, contemporaneamente, alzare il viso espirando dal naso.

In questo modo l’aria porterà in alto l’acqua poiché più leggera di quest’ultima, così potrete avere nuovamente una visione pulita dei fondali marini e dei banchi di pesci che albergano tra le alghe. Vi suggeriamo di provare questa tecnica prima a casa, così da poterla padroneggiare nel migliore dei modi.

 

 

 

Domande frequenti

 

Perché la maschera subacquea si appanna?

La maschera subacquea, come tutti gli oggetti e i dispositivi utilizzati dall’essere umano, entra anche a contatto con polvere, detergenti, prodotti specifici utilizzati per la pulizia e tanto altro.

Questi elementi tendono a depositarsi sulla superficie dei vetri, e una volta che ci si immerge sott’acqua, causano il fenomeno dell’appannamento. Poi, c’è anche un altro fattore sempre legato a questo, ovvero la differenza di temperatura: l’aria contenuta all’interno della maschera viene riscaldata dal nostro respiro.

Se trova superfici più fredde e sporche tende a condensare, creando le famose goccioline.

Come fare per non fare appannare la maschera subacquea?

Tra i sub professionisti girano molti metodi per non far appannare la maschera, come quello classico dell’accendino, che prevede di passare a distanza tutti i vetri sulla fiamma, così da bruciare uniformemente i residui di silicone o di polvere.

Ma esistono anche altre soluzioni a questo genere di fenomeni, molto più semplici e adatte per chi è alle prime armi, ovvero unire acqua del rubinetto con detersivo per i piatti, lasciando ammollo la maschera subacquea per diverso tempo.

Dopo almeno 12 ore potrete prenderla, risciacquarla con acqua calda e asciugarla con un panno in microfibra.

 

Quanti tipi di maschere subacquee esistono?

In commercio si possono trovare diversi tipi di maschere subacquee, alcune più indicate per l’apnea, altre progettate principalmente per sport come lo snorkeling. In genere possiamo dire che esistono tre tipologie differenti: quelle di dimensioni ridotte, generalmente realizzate in silicone e caratterizzate da un volume basso, così da facilitare lo svuotamento, una volta arrivati in superficie.

Si trovano anche le maschere subacquee per ARA, ovvero progettate per quanti desiderano immergersi con un autorespiratore, e le cui peculiarità principali sono anche la presenza di lenti laterali che ampliano la visuale.

Infine, c’è il gran facciale, che avvolge completamente il volto.

 

Quanto costa la maschera subacquea?

È sempre un po’ azzardato dare una media ponderata del costo di una maschera subacquea, perché entrano in gioco numerosi parametri che possono condizionare in positivo o in negativo il prezzo.

Facendo una breve ricerca su Internet ci si può rendere conto che esistono soluzioni di fascia bassa che costano anche 15/20€, altre intermedie più convenienti e, infine, anche quelle più costose ma in genere anche performanti.

Se siete alle prime armi vi suggeriamo di iniziare con modelli che appartengono alla prima tipologia, in modo da poter valutare e conoscere meglio anche le vostre esigenze.

 

Quali sono i componenti della maschera subacquea?

La maschera subacquea è progettata per adempiere a diverse funzioni. Oltre a coprire il naso e gli occhi e a permette di immergersi senza difficoltà sott’acqua, deve anche essere comoda e pratica e permettere una buona visuale.

Per questa ragione, è costituita da un corpo realizzato generalmente in silicone o in gomma, che si adatta alla forma del viso e che deve necessariamente consentire le classiche manovre di compensazione.

Ci sono poi i lacci o le cinghia con cui si può regolare la maschera, la montatura rigida che assicura che quest’ultima aderisca bene al corpo e le lenti in vetro antigraffio e spesso infrangibile.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI