Le 8 migliori torce subacquee del 2022

Ultimo aggiornamento: 07.07.22

 

Torce Subacquee – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Come gli appassionati di immersione ben sanno, visitare i fondali marini, anche se non a grandi profondità, richiede l’attrezzatura adeguata. Bombole, muta, boccaglio, pinne, maschera, sono l’ABC del perfetto sub ma non è tutto. A una certa profondità la luce del sole fatica a entrare, per non parlare delle meravigliose grotte sommerse. In questi casi avere una torcia è importante ma non crediate che serva solo ad illuminare il vostro cammino poiché potrebbe persino salvarvi la vita, quindi è sempre importante averne una quando ci si immerge a diversi metri di profondità. Voi che siete consapevoli di ciò, giustamente siete capitati sulla nostra pagina in cerca di una torcia interessante. Beh, in vero ne abbiamo trovate diverse ve ne anticipiamo subito due: Siuyiu Super Luminosa 1000 Lumens XPL è una torcia molto resistente e dal prezzo interessante. Più costosa è la Wurkkos ma emette una luce parecchio potente e la consigliamo per immersioni anche notturne e fino a 100 m di profondità.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori torce subacquee – Classifica 2022

 

Appassionati di immersioni questo è il momento della nostra classifica e della recensione per le torce che abbiamo selezionato. Sappiamo che oltre a voler conoscere pregi e difetti volete sapere anche dove acquistare a prezzi bassi le torce più vendute online e confrontare i prezzi; potevamo deludervi? Naturalmente no, ecco perché a vostra disposizione c’è un link, cliccandoci sopra potreste fare qualche buon affare e portare a casa una nuova torcia.

 

 

1. Siuyiu Super Luminosa 1000 Lumens XPL

 

La Siuyiu è una torcia adatta per chi fa immersioni a 10/15 metri massimo. Non consigliamo di spingersi oltre poiché, chi lo ha fatto, ha rilevato come la torcia si sia riempita di acqua e, in secondo luogo, avendo una potenza da 1.000 lumen, la luce potrebbe essere insufficiente a profondità maggiori. Il corpo è solido, realizzato in lega di alluminio e assicura un buon grip.

L’interruttore e selettore magnetico necessita di entrambe le mani per accendere la torcia o selezionare il fascio di luce e questa è una soluzione che non è piaciuta a tutti. Impostando la massima potenza di luminosità, la batteria (non è al litio) dura circa 2 ore. Poco affidabile il laccetto, infatti non è mancato chi ha preso la torcia sul fondo del mare.

Tenendo conto del prezzo siamo soddisfatti del prodotto, secondo noi è perfetto per chi vuol sempre portarsi dietro una torcia di scorta senza spendere troppi soldi oppure, come detto in apertura, per quei sub che non si spingono troppo in profondità.

 

Pro

Struttura: È una torcia molto solida, il corpo è realizzato in lega di alluminio, per noi i materiali sono di buona qualità.

Potenza: La torcia ha una buona potenza luminosa, visto che 1.000 lumen sono più del minimo sindacale per le immersioni a 10/15 metri di profondità.

 

Contro

Interruttore: Il sistema di accensione nonché di selezione del fascio luminoso non è il massimo per comodità, è necessario usare entrambe le mani.

Laccetto: Assolutamente inadeguato il laccetto, con siffatto sistema ci sono buone probabilità di perdere la torcia in mare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Wurkkos torcia subacquea 5000 lumen batteria e caricabatterie

 

La Volador è consigliata a chi ama scendere in profondità per parecchi metri. Il produttore dichiara che può arrivare fino a 100 metri, non possiamo dirvi se sia effettivamente così ma di certo chi si è spinto fino ai 50 non ha avuto alcun problema.

Il fascio luminoso è molto potente, sono dichiarati 5.000 lumen ma qualche utente ha messo in dubbio tale valore. Chi ha ragione? Noi ci limitiamo a rilevare come di luce ne faccia tanta e su questo non ci sono dubbi. Realizzata in lega di alluminio, ha un profilo snello ed è comoda da tenere in mano.

Il rivestimento, però, è una grossa delusione, c’è chi dopo neanche cinque immersioni ha visto venir via la vernice e considerando che la Volador non costa poco, riteniamo la cosa inammissibile. Le modalità di accensione sono tre, selezionabili con l’interruttore rotante, scelta scomoda secondo noi. La confezione comprende anche un caricabatterie e le batterie.

 

Pro

Luminosità: La torcia emette un fascio di luce molto potente, sulla carta sono 5.000 Lumen, ed è perfetta anche per le immersioni notturne.

Profondità: Non abbiate paura di spingevi sotto di parecchi metri, la torcia è testata per resistere sott’acqua anche con pressioni forti.

 

Contro

Non il massimo della comodità: Il sistema di accensione e selezioni della modalità d’illuminazione si basa su un interruttore rotante che quindi richiede l’uso di due mani, cosa scomoda secondo noi.

Verniciatura: Non è una torcia che costa poco pertanto ci aspettiamo che la vernice non venga via neanche dopo centinaia di immersioni, figuriamoci dopo cinque come accaduto a qualche sub evidentemente scontento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Odepro WD12 Torcia subacquea per immersione subacquea

 

La Odepro può scendere fino a una profondità di 100 metri, ha una potenza di 1.050 lumen, probabilmente non tantissimi quando si scende oltre i 20 metri e infatti diversi utenti hanno criticato proprio la potenza, anche tenendo conto del prezzo che è stato giudicato alto. Comodissimo è l’interruttore a pressione che è di facile accesso e in lega di titanio, molto resistente.

Ottima anche la resistenza del corpo della torcia che è fatta in lega di alluminio. Le dimensioni sono contenute, è un oggetto comodo da tenere in mano. Buona l’autonomia delle batterie che può arrivare fino a 5 ore operando a massima potenza, ad ogni modo c’è una spia luminosa che tiene informati sullo stato della carica. In definitiva si tratta di una buona torcia che però avrebbe potuto costare di meno non fosse altro per avere soltanto 1.050 lumen di potenza.

 

Pro

Robusta: La torcia è il frutto dell’impiego di materiali che ci hanno convinto e infatti è molto resistente sia agli urti sia all’acqua salata del mare.

Interruttore: Abbiamo trovato l’interruttore a pressione di grande comodità, questo permette di gestire tutto con una sola mano.

 

Contro

Luminosità: Il fascio di luce emesso non è molto potente, a certe profondità 1.050 lumen, magari di notte, possono essere insufficienti.

Prezzo: Forse la torcia costa qualcosa di troppo, a queste cifre si possono trovare modelli con un fascio di luce più potente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Bluefire torcia subacquea 1200 Lumen XM-L2 LED

 

Non tutti possono spendere diverse decine di euro per una torcia, anche perché magari non si è soliti fare immersioni impegnative. In casi come questi un modello come la Bluefire può sicuramente tornare utile poiché costa poco. È vero, bisogna comprare la batteria a parte quindi il prezzo va aggiunto alla spesa finale ma, anche così, il budget necessario resta piccolo.

La potenza è di 1.200 Lumen, l’illuminazione sufficiente, anche se non eccezionale. Ad ogni modo ci sono tre modalità di illuminazione: forte, fioca e flash. Il corpo è ibrido nel senso che la testa è in lega di alluminio mentre il resto è in più economico ABS, le dimensioni sono compatte. Ad ogni modo la torcia è sufficientemente resistente e presenta una buona impermeabilità.

La cosa che davvero non è piaciuta a noi ma soprattutto non è andata giù agli utenti è il sistema di accensione, c’è chi lo definisce scomodo e chi addirittura imbarazzante: bisogna girare la ghiera che si trova sul retro, cosa scomodissima, ancor di più se la torcia è fissata sull’avambraccio con la fascia in dotazione.

 

Pro

Prezzo: È la torcia ideale per quanti non sono intenzionati a spendere diverse decine di euro, il prezzo è uno dei più bassi per questo genere di articolo.

Compatta: Se cercate qualcosa di piccolo che che assicuri comunque una buona illuminazione, la Bluefire risponde a suddette esigenze.

 

Contro

Accensione: A dir poco discutibile l’interruttore, tutti sono concordi nel definirlo molto scomodo se non addirittura imbarazzante.

Materiali: La materia prima è di quelle parecchio economiche, tanto è vero che solo la testa è in lega di alluminio mentre il resto della torcia è fatta con il più modesto ABS.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Wurkkos torcia subacquea ricaricabile 2000 Lumen

 

La Wurkkos è proprio una bella torcia ma come prima cosa vogliamo chiarire un punto sui 2.000 Lumen di potenza che la caratterizzano. È vero che può spingersi fino a tanto ma è altrettanto vero che la potenza massima può essere sfruttata per circa due minuti poiché poi la torcia comincia a surriscaldarsi e va in protezione abbassando automaticamente la potenza del fascio luminoso.

Ad ogni modo fa una bella luce (regolabile su quattro differenti livelli) che si spinge fino a 300 m e, visto che stiamo parlando di misure, aggiungiamo anche che la torca resiste fino a 150 m di profondità.

Il corpo è interamente in lega di alluminio aereonautico, il rivestimento è antiabrasivo, insomma, è un oggetto molto solido che non teme condizioni estreme. In dotazione ci sono la batteria e il caricabatterie. Comodo l’interruttore a pressione.

 

Pro

Resistente: È un oggetto ben costruito, solido, la qualità di materiali ci ha completamente soddisfatti, crediamo possa durare molto tempo.

Luminosità: La torcia è dotata di quattro livelli di luminosità, il fascio di luce ha una ottima potenza e si può illuminare fino a 300 m di distanza.

Interruttore: L’accensione e la modalità di selezione del fascio luminoso è molto comodo, l’interruttore a pressione è funzionale ed affidabile.

 

Contro

Surriscaldamento: L’unico problema della torcia è che esiste davvero poco quando si seleziona la potenza massima che resta tale per massimo due minuti prima di entrare in protezione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Cressi Lumia Ultra LED torcia subacquea alta potenza

 

Sappiamo che molti sub sono fedeli clienti del marchio Cressi. In effetti è un brand che difficilmente delude che è cosa ben diversa dal non deludere mai. A questo punto il sospetto che questa non sia una torcia perfetta vi sarà venuto. Vogliamo cominciare dalle caratteristiche positive: è solida, non troviamo il classico corpo in lega di alluminio nautico nudo ma un rivestimento di gomma termoplastica che conferisce un grip grandioso.

La torcia resiste fino a 75 m di profondità ma, vista la pochezza del fascio luminoso, non sappiamo quanto riuscirete a vedere lì sotto. Non ne facciamo neanche un discorso di potenza quanto di ampiezza, la luce arriva una buona distanza ma il raggio del fascio luminoso è scarso.

Per funzionare richiede quattro pile, avremmo preferito batterie al litio ricaricabili, anzi, a questo prezzo è una cosa che pretendiamo. Questa avrebbe potuto essere una ottima torcia con una migliore capacità di illuminare, il suo costo non fa altro che abbassare il nostro voto.

 

Pro

Materiali: La torcia fa affidamento su una qualità costruttiva molto solida, degna di un marchio stimato dai sub di mezzo mondo come Cressi.

Grip: Il rivestimento in gomma ha un buono spessore ma soprattutto garantisce un grip eccellente, state tranquilli che non vi scivolerà di mano.

 

Contro

Luminosità: Non diciamo che la luce non sia potente, il problema è l’ampiezza del fascio luminoso che secondo noi è scarsa, vedere un cerchietto luminoso con un diametro di pochi centimetri non sappiamo a quanto possa essere utile.

Prezzo: Lo diciamo senza mezzi termini, anche facendo nostra una opinione ricorrente nelle recensioni degli utenti, il costo è alto per un articolo del genere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Kriogor Torcia Subacquea Impermeabile XM-L2 LED

 

Torcia non professionale ma dal costo basso. Emette un fascio di luce potente 1.200 Lumen, i sub che l’hanno comprata dicono di trovarsi bene ma al contempo dobbiamo segnalare che difficilmente la userete a lungo in quanto non mancano le segnalazioni di guasti dopo poche immersioni, i problemi di funzionamento interessano l’interruttore.

Ciò nonostante pensiamo che il rapporto qualità/prezzo sia buono. Il corpo è in lega di alluminio e con questa torcia potete immergervi fino a 100 m. Il grip è buono e con l’aiuto del laccetto non correrete il rischio di perderla.

Peccato per l’assenza della batteria, da comprare a parte così come il caricabatterie. Chiaramente la necessità di acquistare questi accessori va a incidere sul costo finale ma restiamo comunque nell’ambito di un budget basso.

 

Pro

Costo: Per fare vostra la torcia Kriogor spenderete una piccola somma, è perfetta per chi cerca qualcosa di economico.

Materiali: Anche alla luce del succitato prezzo basso riteniamo che la qualità dei materiali sia buona, in particolare ci riferiamo al corpo realizzato in lega di alluminio.

 

Contro

Accessori: La torcia non è accompagnata da accessori, in particolare è necessario acquistare batteria e anche il caricabatterie.

Interruttore: Punto debole pare essere l’interruttore, a diversi utenti è capitato che si rompesse addirittura dopo poche immersioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Mares EOS 20RZ torcia subacquea

 

Chi cerca una torcia Mares come questa è perché sicuramente fa più di qualche saltuaria immersione; piuttosto il cliente medio è un sub professionista che ha bisogno di attrezzatura top gamma, sempre affidabile e con le migliori caratteristiche possibili.

A questo punto ci sarete arrivati, la EOS 20RZ costa tanto ma in cambio avete una torcia con potenza di 2.300 Lumen, impostandola a questo livello potete illuminare i fondali per 100 minuti. Il fascio luminoso è ampio. Ha la batteria ricaricabile integrata.

L’interruttore magnetico è multifunzione, la torcia si gestisce con una sola mano, troverete molto comoda l’impugnatura tubolare, il grip è ottimo e quando non sete in acqua potete custodire la torcia nella custodia imbottita. Aggiungiamo qualcosa sul peso: secondo alcuni clienti è leggera, secondo altri è pesante, probabilmente la verità, come spesso accade, sta nel mezzo.

 

Pro

Potenza: La Mares può emettere un fascio luminoso di 2.300 Lumen, con questa impostazione la batteria dura fino a 100 minuti.

Comoda: La torcia è gestibile con una sola mano, offre una presa salda (ottimo il grip secondo noi) e affidabile.

Custodia: Quando non siete in mare potete sistemare la torcia nella sua custodia, questa è ben imbottita così da proteggere adeguatamente il contenuto.

 

Contro

Costo: Per usare un termine più che mai appropriato, il prezzo rappresenta un brutto scoglio da superare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere le migliori torce subacquee

 

Soprattutto quando si avvicinano i periodi più caldi la gente appassionata è invogliata a riprendere il suo hobby e comincia a organizzare qualche immersione. Proprio in questo periodo sul mercato affiorano offerte interessanti, ma non nascondiamo che affianco a queste possono capitare delle autentiche fregature, chi vuole andare sul sicuro meglio lasci perdere la torcia più economica e ne prenda una delle migliore marca.

Certo, a comprare così sono bravi tutti, tanto vale che chiudiamo e ce ne andiamo anche noi al mare… o magari in montagna. Chi invece non ama le cose scontate, semplici, allora farebbe bene a continuare con la lettura perché abbiamo fatto un certosino lavoro di comparazione tra le migliori torce del 2022, abbiamo letto i pareri dei consumatori facendo tesoro della loro esperienza diretta che vale più di ogni altra cosa per noi. Volete sapere quale torcia subacquea comprare? Faremo di più, molto di più, vi spiegheremo come scegliere una buona torcia subacquea.

Lumen

Tra le prime caratteristiche da considerare quando si sceglie la migliore torcia subacquea c’è la potenza espressa in Lumen. Il fatto che della torcia se ne faccia un utilizzo occasionale non è una ragione per “risparmiare” sui lumen. Il sub esperto sa che bisogna immergersi con le migliori condizioni e ciò riguarda anche l’attrezzatura.

È nostra opinione che 800 lumen siano il minimo se entrate in grotte oppure se cercate prede che magari si nascondono tra le rocce (ricordate che in alcuni paesi è vietata la pesca subacquea con l’ausilio di torce). Senza una luce sufficiente non potrete mai catturarle. Ma una scarsa luce preclude anche la possibilità di ammirare le bellezze dei fondali marini.

 

I materiali

Per quanto riguarda i materiali c’è una duplice scelta: abbiamo l’ABS con il quale sono fatte le torce di qualità medio bassa ma che hanno il vantaggio di essere leggere e di offrire una buona presa, poi ci sono le torce in lega di alluminio, più costose, ottimamente resistenti anche se non sempre offrono una buona presa in quanto un po’ scivolose anche con la zigrinatura.

 

Sistema di accensione

Molto sottovalutato quando si vagliano le caratteristiche di una torcia è il sistema di accensione, più comunemente detto interruttore. Una delle cose principali è che la torcia possa essere facilmente attivabile anche indossando dei guanti spessi. Secondo noi gli interruttori a slitta, a patto che siano molto sporgenti, sono i migliori. Ci piacciono meno quelli a pressione ma se l’escursione e la dimensione dell’interruttore sono ampie, possono anche andare bene. Sconsigliamo le torce che si attivano girando la ghiera poiché richiede l’uso delle due mani.

Batteria

Da valutare anche l’alimentazione della torcia, oramai quelle top gamma hanno le batterie a litio, sono ricaricabili mentre tra quelle di fascia economica più bassa si possono ancora trovare modelli con batteria a stilo. A proposito delle batterie a litio, controllate il valore mAh, più questo è elevato e migliore è l’autonomia.

 

 

 

Come utilizzare la torcia subacquea

 

Per le immersioni notturne è indispensabile essere muniti di una torcia non solo per osservare la vita marina ma anche per controllare la strumentazione e naturalmente navigare, tuttavia è sbagliato pensare che l’uso della torcia sia superfluo durante le immersioni diurne poiché è grazie a questa che potete dare un’occhiata dentro un relitto, illuminare l’interno di una tana oppure di una grotta senza contare il fatto che sia di giorno sia di notte la torcia potrebbe perfino salvarvi la vita.

Controllate la torcia

Prima di mettervi in auto, in modo o comunque prima di recarvi a mare dovete controllare il perfetto funzionamento della torcia, ovviamente non dimenticate di verificare lo stato delle batterie.

 

Una torcia di riserva

È buona norma avere con sé una torcia primaria, magari con fascio di luce potente e di migliore qualità costruttiva e una torcia secondaria da usare in caso di emergenza, questa può avere dimensioni più piccole così da non rappresentare un ingombro eccessivo.

 

Gestite la carica

Anche se la vostra torcia dovesse essere di 3.000 Lumen, non significa che bisogni necessariamente sfruttare tutta la potenza. Innanzitutto ricordate che in acqua siete ospiti quindi meno disturbate, giustamente la luce potrebbe infastidire qualche abitante marino. Ma la questione riguarda soprattutto la gestione delle batterie: sfruttare la potenza massima quando non strettamente necessario significa ridurre significativamente l’autonomia.

 

Attenti a non perderla

Ci sono torce che costano anche qualche centinaio di euro, perdere un oggetto del genere sarebbe un vero peccato ma anche se la torcia costa poco è bene fare attenzione, innanzitutto perché mentre siete in acqua non potete più usarla ma anche perché inquinate il fondale. Assicurate bene la roccia al vostro arto, potete legare al polso con il laccetto che solitamente è in dotazione.

 

Permesso per l’uso della torcia

Dovete sapere che ci sono luoghi dove non è consentito ai sub di pescare con l’ausilio della torcia, informatevi in merito prima della partenza.

Manutenzione

Dopo ogni immersione prendetevi cura della vostra torcia così come siete abituati a fare con il resto dell’attrezzatura. Appena potete risciacquate la torcia in acqua dolce, controllate i contatti della batteria, se sporchi potete pulirli con una gomma per cancellare, periodicamente controllate le guarnizioni e in caso di necessità, sostituitele. Sistemate la torcia in un posto fresco e al contempo asciutto, se non avete in programma immersioni per i prossimi mesi, rimuovete la batteria.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanti Lumen deve avere una buona torcia subacquea?

Diciamo che una torcia per le immersioni non dovrebbe mai avere meno di 800 Lumen, chiaramente maggiore è la potenza, meglio è ma ricordate di considerare anche l’ampiezza del fascio luminoso e fino a che distanza illumina.

Quali tipi di lampadine sono disponibili per le torce subacquee?

Le lampadine allo xenon e quelle alogene assicurano una luce intensa ma consumano parecchio. Ci sono, poi, quelle a LED che durano tanto consumano poco. Infinite abbiamo le High Intensity Discharge che illuminano molto ma con consumi di batteria contenuti.

 

A quanti metri di profondità posso scendere con una torcia subacquea?

Dipende, non c’è una risposta precisa in quanto dipende dal modello che si possiede. Tali informazioni possono essere reperite sul libretto delle istruzioni che accompagna la vostra torcia.

 

Dopo l’immersione devo pulire la torcia?

Come per tutte le attrezzature da sub anche la torcia va pulita. È sufficiente lavarla con acqua corrente così da rimuovere la salsedine e scongiurare il suo effetto corrosivo.

 

Quanto costa una torcia subacquea?

Il prezzo delle torce di questo tipo varia parecchio, si va da una quindicina di euro fino a diverse centinaia per i modelli professionali e dalle alte performance.

 

La mia torcia ha la modalità strobo, a cosa serve?

Questa modalità fondamentalmente serve a segnalare, può essere considerata come un segnale di emergenza per chiedere aiuto, pertanto va selezionata solo in caso di reale necessità onde non generare falsi allarmi.

 

Dove posso comprare una torcia per sub?

Ci si può rivolgere a negozi di articoli sportivi, in particolare presso i grandi store ma anche a negozi di Caccia e Pesca. Online, poi, la scelta è molto ampia.

 

L’idea di usare il laccetto per non perdere la torcia non mi piace, c’è un’alternativa?

La torcia può essere tenuta fissa sull’avambraccio per mezzo di un’apposita fascia che può anche essere compresa come accessorio. Si tratta di un sistema molto comodo e sicuro.

È vero che se mi trovo faccia a faccia con uno squalo posso mandarlo via con la luce della torcia?

È assolutamente falso, anzi è molto più probabile che il fascio luminoso attiri lo squalo, certo è che non ne ha paura. Piuttosto cercate di restare immobili (mica penserete di nuotare più veloce di lui) e, nel caso di un attacco, colpitelo sul muso magari proprio con la vostra torcia.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI