Le migliori bici pieghevoli

Ultimo aggiornamento: 22.10.19

 

Bici pieghevole – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti del 2019

 

La comodità offerta da una bici pieghevole unisce la praticità di un oggetto con cui muoversi in città con la portabilità a cui tanti aspirano di questi tempi, sia per brevi spostamenti sia in caso di poco spazio a disposizione in casa. Se le offerte non mancano è bene però guardare anche alla qualità del mezzo. Facendo una comparazione si possono trovare infatti le classiche bici ma anche modelli richiudibili elettrici capaci di scalare le classifiche dei più venduti. Di seguito abbiamo inserito due modelli che possono offrire un primo sguardo su quale bicicletta pieghevole comprare. La proposta di Moma bikes – e-bike 20” sfrutta un paio di pneumatici dalle dimensioni ridotte per migliorare la tenuta della bici in strada senza rinunciare alla portabilità. Cicli Cinzia – Firenze 6/V è stata apprezzata per le linee che ricordano le bici da passeggio di un tempo, con l’aggiunta di un sistema con cui piegare il tutto in maniera comoda e funzionale.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinione sulle migliori bici pieghevoli

 

Uno dei rischi più concreti è quello di vedere “sparire” la bicicletta, nonostante l’abbiate incatenata con lucchetti di ogni tipo. Perché allora non puntare su un modello pieghevole, che potrete evitare di lasciare in strada e portare con voi in ufficio o in casa, una volta arrivati? Qui di seguito vi proponiamo le recensioni dei cinque modelli di bicicletta pieghevole più interessanti, anche sulla base delle opinioni di coloro che li hanno già acquistati.

 

Prodotti raccomandati

 

Bici pieghevole elettrica

 

Moma bikes –  e-Bike 20″

 

Tra le migliori biciclette pieghevoli del 2019 non poteva mancare un modello elettrico. Moma bikes è presente nel settore da più di quindici anni, con una capacità di adattarsi ai contesti urbani ed extraurbani mantenendo da un lato qualità e un buon prezzo di vendita.

In questo caso la struttura pieghevole si adatta a una mobilità agile, puntando su un motore brushless silenzioso e con una potenza di 250 Watt. La pedalata assistita si poggia poi su un cambio Shimano TY-18 a sette velocità.

I pareri degli utenti sono concordi nel considerare l’oggetto un mezzo affidabile e pratico da utilizzare.

Attraverso un display LED il ciclista tiene sotto controllo lo stato della batteria e i tre livelli della pedalata. Entrambi i fanali montano luci LED, mentre il peso non supera 18 chili. L’assenza di istruzioni però ha fatto storcere il naso a più di un utente.

 

Pro

Cambio: Grazie a un cambio a sette velocità di casa Shimano, la bici riesce ad affrontare al meglio salite e percorsi in cui è necessario aumentare la spinta sulle ruote.

Struttura: I materiali di cui è composta la bicicletta permettono da un lato di avere un oggetto piacevole da vedere con una verniciatura professionale in nero e un telaio in alluminio 6061 che mantiene la bici leggera, considerata anche la batteria.

Rapidità carica: Una volta messa in carica, la batteria al litio impiega un tempo massimo di quattro ore prima di essere pronta per offrire un supporto alla pedalata, tempistiche e funzionamento non presentano particolari difficoltà, così che il ciclista si muove senza difficoltà.

 

Contro

Istruzioni: In molti lamentano la mancanza di un manuale adatto a segnalare e indicare nel salute i diversi componenti della bici, un’assenza che pesa in modo negativo sulla valutazione complessiva del mezzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

i-Bike I- Fold 20

 

Con ruote da 20″ e un telaio in acciaio, la bici i-Bike dice la sua in quanto a robustezza.

Tra i prodotti venduti on line si distingue per essere una delle biciclette pieghevoli elettriche più economiche. Il cambio è singolo e la batteria da 8Ah sfrutta sei magneti, con una velocità di ricarica di sei ore totali.

A un costo così conveniente, trattandosi di una bici elettrica fa da contraltare un peso di 24 chili, un aspetto questo che alcuni utenti ritengono eccessivo per una bici pieghevole e dalla pedalata assistita.

C’è da dire che le misure una volta richiusa la avvicinano a un bagaglio a mano, per cui può essere trasportata in treno o venir collocata nel portabagagli di un auto. Il diametro di 20 pollici delle ruote si dimostra una soluzione interessante per chi vuole mantenere un buon indice di manovra nei tratti urbani.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: A fronte di un investimento contenuto, l’utente si porta a casa un oggetto comodo per affrontare tratti urbani con una pendenza massima del 10%.

Chiusura: Il sistema con cui la bicicletta si richiude è comodo al punto giusto per offrire una collocazione adeguata sia dentro una macchina, sia in una zona dedicata nello scompartimento di un treno.

Resistenza: L’acciaio con cui è realizzata conferisce all’oggetto una tenuta e una robustezza che non temono urti e piccole buche sul manto stradale.

 

Contro

Montaggio ruote: il sistema di allineamento del disco ha dato qualche problema nel corso dell’assemblaggio dei vari componenti, un aspetto che ha creato difficoltà alle persone meno avvezze a queste cose.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Bici pieghevole leggera

 

Cicli Cinzia – Firenze 6/V

 

Grazie al telaio in acciaio e a una forma che guarda al passato, traghettando una linea di design vincente fino ai giorni nostri, il modello Firenze raccoglie pareri positivi e apprezzamenti da più parti.

L’alluminio è l’altro materiale che caratterizza questo modello, con una leggerezza che però nulla toglie a una buona resistenza di tutta la struttura.

Il telaio è composto in high tension folding con una cromatura nella zona del manubrio e un set di manopole in pvc nero che permettono di guidare senza difficoltà e con una buon indice di controllo sulla bici.

Nella parte centrale è presente poi un sistema di blocco e sblocco, grazie a cui si può richiudere l’oggetto, mentre un cambio Shimano a sei velocità si occupa di ridurre lo sforzo in caso di salite e altre situazioni scomode. Il portapacchi integrato nel telaio  permette anche di sistemare una rivista o un giornale e avere così le mani libere.

 

Pro

Stile: La tipologia di bici ricorda molto il modello privi di canna orizzontale del passato. La cromatura del manubrio, insieme al colore rosso fiammante hanno saputo conquistare più di un utente, soddisfatto anche del buon rapporto tra spesa e risultati.

Cambio: Per chi si trova a dover affrontare salite di media entità o vuole aumentare un poco l’andatura in strada, la scelta del cambio Shimano a sei marce si dimostra la giusta risposta a queste necessità.

Pratica: Il peso di 14,80 chili la rende una bici non troppo ingombrante e scomoda per chi ha necessità di sollevarla di tanto in tanto.

 

Contro

Trasporto: Alcune persone consigliano di controllare bene che tutto non sia al suo posto e non ci siano ammaccature sul telaio o la zona dei freni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cicli Cinzia – 20″ Carbike

 

Se vi state chiedendo come scegliere una buona biciclette pieghevole, uno sguardo alla proposta Cicli Cinzia potrebbe chiarirvi le idee. Il prezzo è il punto forte su cui ha scommesso il marchio.

Il telaio è composto in alluminio folding con un cambio Shimano che segue e supporta il ciclista nel corso di tutta la pedalata. Grazie a sei differenti velocità si può modificare l’assetto di marcia, adattando la guida a seconda che si voglia procedere spediti o affrontando particolari dislivelli che si presentano durante il tragitto.

I freni sono di tipo V-brak, affidabili quanto basta per fornire il giusto blocco delle ruote evitando qualsiasi rischio per la sicurezza del ciclista. La sella è di marca Bassano, realizzata in poliuretano e con una morbidezza e piacevolezza adatte anche a tragitti di una certa durata. Nel link seguente è possibile visualizzare l’oggetto e capire meglio dove acquistare il tutto.

 

Pro

Affidabilità: La bici si comporta bene, aiutando e supportando l’utente sia in situazione di tratti pianeggianti sia quando la situazione comincia a farsi più faticosa.

Leggerezza: A detta di molte persone la bici si trasporta facilmente e si rivela un prodotto comodo da tenere in macchina, in una zona dedicata della casa o da portare al lavoro.

Materiali: Rispetto al costo di vendita, la bici si dimostra un prodotto pratico e costruito con coscienza, con un’attenzione che cerca di trovare il giusto mezzo tra qualità del trasporto, prezzo interessante e buona gestione del cambio.

 

Contro 

Freni: Alcuni utenti si sono ritrovati con in freni posteriori da regolare manualmente, una mancanza che non è piaciuta a chi non si aspettava di dover mettere le mani sul prodotto.

Acquista su Amazon.it (€174,81)

 

 

 

Bici pieghevole Dahon

 

Dahon – MU D10 Bicicletta pieghevole

 

Il marchio Dahon si caratterizza per una linea adatta a percorsi urbani, grazie a un comodo sistema di apertura e chiusura che riduce al massimo le misure del prodotto, così da trasformarlo in un set portatile e dal peso contenuto. Il tutto non supera i 12 chili, con un paio di ruote da 20” e un cambio Tiagra a dieci velocità collocato nella parte posteriore.

Si uniscono così in un solo mezzo due elementi di fondamentale importanza, da un lato la compattezza e lo spazio ridotto necessario per chi si sposta in città e dall’altro la buona resa su strada, supportata da un sistema efficace di cambio marce e con tutto il necessario per arrivare senza problemi alla meta. Dai pareri degli utenti risulta un mezzo affidabile, con un telaio in cui un mix funzionale di alluminio e altre leghe assicurano durata nel tempo e robustezza, lasciando al ciclista il piacere e il gusto di esplorare al meglio la città.

 

Pro

Materiali: Il marchio Dahon si distingue tra quelli presenti sul mercato in virtù di una cura e un’attenzione per i dettagli che non passano inosservati. A partire dal cambio Tiagra, passando per il sistema frenante e la chiusura della bici.

Linea: Colori accattivanti e un design che non lascia nulla al caso, gestendo in questo modo  la dimensione e lo stile di un prodotto che nasce per semplificare la vita dell’utente.

Cambio: Con un sistema a marchio Tiagra con cui poter modificare la marcia e dare un passo differente alla pedalata, il ciclista può gestire e regolare come meglio crede tutti gli spostamenti e i passaggi da una zona all’altra della città.

 

Contro

Costo: Non tutti hanno trovato adeguato il prezzo della bici, ritenendolo eccessivo e superiore alle aspettative legate all’acquisto di un modello pieghevole.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Bici pieghevole economica

 

Bikesport – Folding

 

Il nuovo modello Bikesport si adatta alle esigenze degli utenti che cercano mobilità ma senza dover spendere una cifra esagerata.

Il diametro da 20 pollici consente di tenere una buona mobilità in strada, con un sistema di chiusura pratico, capace di dare la giusta mobilità per chi si sposta spesso e vuole tenere con sé un due ruote comodo e pratico con cui spostarsi tra una location e l’altra.

La bicicletta monta un cambio Shimano a sei velocità, ideali per gestire tracciati e salite anche con una certa pendenza. I freni V-brake assicurano una tenuta adeguata, con una manutenzione che non richiede conoscenze a attitudini specifiche.

Alcuni utenti sono rimasti sorpresi dalla compattezza dell’oggetto ma anche da un peso che è risultato per alcuni eccessivo e poco pratico nel quotidiano.

 

Pro

Economica: Il prezzo di vendita è il punto forte su cui ha scommesso il marchio Bikesport.

Tenuta: Il corpo interamente in acciaio si dimostra una caratteristica adatta a chi guarda a robustezza e affidabilità. A partire dai freni, passando per il manubrio e i pedali, la sensazione è che i componenti siano fatti per durare.

Linea: La forma della bici è studiata per offrire il meglio a quanti desiderano un oggetto pratico e semplice da utilizzare. A tal proposito la verniciatura in bianco conferisce un senso di leggerezza alla bici, con il sistema di chiusura che migliora ancora di più la trasportabilità.

A detta di alcuni utenti, la tipologia di bici e la capacità di trasporto compensano in maniera equilibrata riguardo l’investimento.

 

Contro

Peso: Una volta piegata la bici anche se non occupa troppo spazio, ha stupito quanti si aspettavano un oggetto meno pesante di quello che poi si è rivelato.

Acquista su Amazon.it (€189,99)

 

 

 

Bici pieghevole da 24″

 

Cicli Cinzia – Ciclo 24″ Bicicletta Pieghevole CTB 6/V

 

Interamente realizzata con un telaio in acciaio, La proposta Cicli Cinzia ha dalla sua un prezzo accattivante, a cui si collega una tenuta e un’ampiezza della ruota che raggiunge i 24 pollici di diametro. Si tratta di dimensioni non così comuni, specialmente quando si parla di bici pieghevoli.

Monta un cambio Shimano Revo RS-35 a sei velocità, permettendo all’utente di modificare il tipo di cambio e il modo in cui desidera affrontare il percorso, gestendo in totale libertà lo stile e la tenuta su percorsi stradali differenziati.

La bicicletta ha un peso massimo di 16 chili, con un sistema pieghevole grazie a cui ridurre di molto l’ingombro e poter trasportare anche su un mezzo pubblico la bici. Molto apprezzata anche la linea scura e le colorazioni proposte. Tra i prodotti venduti online è per alcuni tra le migliori bici pieghevoli del 2019, all’interno di quella fascia di prezzo.

 

Pro

Robustezza: La bici ha un telaio composto per lo più di acciaio, un materiale che dona al tutto una sua solidità, senza per questo sminuire l’anima portatile della bicicletta.

Cambio: Sfruttando un buon cambio Shimano, è possibile variare l’approccio alla strada, così da gestire al meglio il percorso.

Linea: Molti utenti hanno gradito la forma scelta per questa bici, con il mozzo curvato e un design accattivante che si lascia apprezzare anche da quanti guardano alla forma.

 

Contro

Peso: Alcune persone avrebbero gradito un modello più leggero, o la scelta di un materiale come l’alluminio o il carbonio per il telaio.

Acquista su Amazon.it (€280)

 

 

 

Mini bici pieghevole

 

Savadeck – 14″ Bicicletta Pieghevole Telaio in Fibra di Carbonio a Scatto Fisso

 

Savadeck conquista il podio della bici pieghevole più compatta, con un modello dal peso di 6,7 chili e una struttura in carbonio tra le più esaltanti in quanto a resistenza e qualità costruttiva.

La bici appartiene alla tipologia a scatto fisso, con la possibilità di posizionare, qualora si volesse, il sistema di frenata anteriore e posteriore. La bici arriva preassemblata, così da semplificare la vita agli utenti e capire al meglio come poter gestire apertura e chiusura del telaio.

Le ruote hanno un diametro di 14” e, nonostante il tipo e le misure ridotte, il mezzo si dimostra adatto a persone di altezze differenti, grazie a un sellino regolabile, che può passare da 140 mm fino a 170 mm. Sia la forcella sia il telaio sono composti di Carbonio Toray T700. All’interno della confezione trovano posto un manuale di istruzioni, strumenti per l’assemblaggio delle parti e le luci frontali.

 

Pro

Qualità: La scelta del carbonio ha una sua incidenza sul costo finale del mezzo ma crediamo costituisca un elemento fondamentale grazie a cui poter girare in tutta sicurezza, affidandosi a un telaio robusto e leggero.

Scatto fisso: Gli amanti di questo tipo di pedalata possono stare tranquilli, in questo modello a velocità singola, tutto funziona a dovere, compresa la possibilità di aggiungere i freni nella parte anteriore e posteriore.

Portabilità: Con un peso che non supera i sei chili, la bici Savadeck diventa un supporto ideale con cui poter muoversi in città, gestendo al meglio gli spostamenti e l’ingombro.

 

Contro

Cambio: L’assenza di un sistema di marce ha lasciato l’amaro in bocca a più di un utente.

Acquista su Amazon.it (€799)

 

 

 

Guida per comprare una bici pieghevole

 

Nella scelta della migliore bici pieghevole è necessario avere ben chiari alcuni punti. In questo modo si riesce a districarsi tra le diverse proposte scegliendo ciò che veramente può fare al caso vostro.

 

 

Misure e praticità

Il piacere di guidare una bici va anche di pari passo con la semplicità nella gestione del mezzo. Lo sanno bene i pendolari che si muovono spesso sui mezzi pubblici e vogliono unire a questo sistema di trasporto anche un supporto a due ruote. Verificate dunque con attenzione la grandezza della bici, sia da aperta sia una volta richiusa. In questo modo sarete in grado di farvi una precisa idea di quanto e come la bici andrà a occupare. Di solito i modelli pieghevoli sono ben studiati, consentendo di avvicinare e posizionare la ruota anteriore a quella posteriore.

Una chiusura che potrebbe ricordare quella della vecchia Graziella degli anni passati ma migliorata di molto per quel che riguarda trasporto e design generale. Nei modelli attuali infatti si può sollevare poi la bici se non è troppo pesante o realizzata in carbonio e alluminio, oppure sfruttare la ruota per farsi accompagnare lungo il tragitto tra un mezzo e l’altro. Altro elemento su cui prima o poi cadrà l’occhio è quello dei pneumatici. Esistono diverse misure e in molti casi influenzano peso e stabilità del mezzo.

Non temete però, la scelta di un pneumatico da 20 pollici o meno incide in modo limitato sul piacere e l’efficacia della guida.

 

Cambio e altri accessori

Non è così scontato che tutte le bici pieghevoli possiedano in dotazione anche un sistema di marce. Se quindi state acquistando un mezzo che vi supporti anche in percorsi e situazioni con una media pendenza, oppure non siete dell’idea di faticare troppo quando non è necessario, l’acquisto di una bici con un bel cambio è essenziale per voi.

Altri preferiscono i modelli a velocità singola o a scatto fisso. Nel secondo caso si tratta di una tipologia particolare di bici, in cui il movimento in avanti dei pedali è la sola forza a mettere in movimento il mezzo, con il risultato che per frenare è possibile esercitare un movimento inverso sugli stessi. È una filosofia del pedalare con cui bisogna prendere la mano ed essenzialmente non per tutti gli utenti.

Tra gli elementi che è bene selezionare con cura vi suggeriamo poi un telaio robusto ma al tempo stesso leggero. Il carbonio unisce ed esalta questa due qualità, con un prezzo che però non sempre è alla portata di tutta. Meglio guardare al più economico alluminio o a un mix di leghe differenti, in cui materiali come l’acciaio vengono uniti ad altri così da creare un mezzo affidabile e comodo da trasportare.

In molti casi, come si vede, non esiste un modello unico di bici pieghevole, quanto piuttosto differenti declinazioni di un’idea di bici comoda e adattabile.

 

 

Design e sicurezza

Le linee dei modelli di bici pieghevole hanno visto una sostanziale spinta verso forme più ondulate, con un’estetica minimal che guarda all’uso di ruote non troppo grandi e di un sellino e manubrio regolabili al meglio. La misura e le considerazioni relative all’altezza del ciclista non possono mettere in secondo piano aspetti come la comodità e l’affidabilità del mezzo. Per questo il nostro consiglio è di guardare a marchi con una certa storia e tradizione alle spalle.

La ricerca del prezzo basso a tutti i costi può essere una buona via per scegliere un modello di bici pieghevole ma non deve essere il solo. Meglio a volte guardare in un’ottica di medio/lungo periodo così da poter approfittare e sfruttare al meglio l’oggetto acquistato. Verificare che la chiusura e l’apertura della bici siano comode e pratiche avvicina e semplifica l’utilizzo di questo pratico supporto a due ruote. Se poi al tutto si aggiungono anche fanalini di posizione e luci nella parte anteriore, meglio ancora.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come legare la bici pieghevole?

Un primo aspetto da prendere in considerazione è la possibilità di rimuovere o meno il sellino della bici. Già facendo così si rende meno appetibile il tutto. Non tutti poi si convincono che spendere una buona cifra in un sistema di protezione possa risultare migliore e più efficace della scelta di mettere diversi lucchetti e sistemi a buon mercato.

Una volta richiusa la bici verificate se è possibile far passare un block o una catena attraverso i raggi e nella parte del telaio da fissare poi a un palo o a una struttura stabile. In caso contrario sarà necessario legarla e bloccarla da aperta, seguendo i consigli per le bici tradizionali.

 

Dove comprare una bici pieghevole?

In tanti si affidano a negozi on line puntando a un buon prezzo e alle offerte speciali.

Non ci sentiamo di sconsigliare questa strada anche perché in molti casi si possono confrontare pareri di chi ha provato con mano la bici che tanto vi interessa. In alternativa l’ideale sarebbe trovare un rivenditore specializzato o un buon professionista che, insieme alla categoria classica di bici ha deciso di investire e proporre anche modelli pieghevoli. Avere un confronto con un buon venditore e esperto in maniera può chiarire diversi dubbi a riguardo.

 

Bici pieghevole, quanto pesa?

Altra domanda a cui non si può rispondere in maniera univoca. Dipende molto dal tipo di telaio e dalla grandezza delle gomme. Materiali come l’alluminio e il carbonio hanno di positivo il fatto di non pesare troppo sulla struttura complessiva del mezzo, mantenendo comunque una robustezza molto soddisfacente.

L’opzione dell’acciaio tende ad appesantire il tutto andando a raggiungere anche 14/15 chili complessivi. L’ideale sarebbe non superare 8 chili di peso, di modo che la bici non vada a gravare eccessivamente in caso di trasporto o per chi ha necessità di sollevarla.

 

Come si piega una bici pieghevole?

Il sistema è studiato per offrire agire sulla parte centrale del mozzo. Di solito si tratta di una cerniera o di un sistema che sblocca e permette così di dividere in due parti la bici.

Nei modelli più sofisticati il movimento procede affiancando la ruota all’altra, così da ottimizzare al meglio lo spazio, senza rinunciare al movimento di una delle due ruote, un’opzione che si rivela di fondamentale importanza per chi vuole trasportare la bici sfruttando questa modalità.

 

 

 

Come utilizzare al meglio una bici pieghevole

 

Conoscenza del mezzo

Una volta acquistata una bici del genere è necessario scegliere con cura quegli aspetti che permettono di sfruttarla al meglio. Per prima cosa è bene prendere confidenza con il sistema di blocco e sblocco, per poi dedicarsi alle altre componenti, come al cambio delle marce e al buon funzionamento del freno.

 

 

Regolazioni

Tra i principali elementi da gestire, l’altezza e il corretto posizionamento del sellino possono fare molto la differenza quando si tratta di una bici pieghevole.

Per questo vi suggeriamo di capire al meglio il posizionamento e del corpo rispetto al manubrio, scegliendo una posizione che vi consenta una pedalata armoniosa e una postura della schiena non eccessivamente piegata in avanti.

 

Precauzioni e chiusura

Una bici pieghevole resta pur sempre una bici. In vista di ciò è bene considerare come possa dunque essere oggetto di attenzioni di parte di malintenzionati.

Una volta acquistato il mezzo è d’obbligo procedere anche al recupero di un buon sistema di protezione, possibilmente anche più d’uno, così da poter far passare la voglia anche al più paziente dei ladri. Se possibile rimuovete il sellino o trovate un modo per evitare che possa essere rimosso lasciandovi così con una brutta sorpresa una volta tornati a riprendere la bici.

 

Controllate il cambio e la bontà dei freni

Il sistema frenante riveste un ruolo vitale nelle bici. Controllate che le ruote siano gonfie abbastanza, così come che il cambio proceda da una marcia all’altra senza problemi, così da affrontare percorsi differenti in modo pratico e con il giusto supporto ai pedali.

Una volta verificati questi aspetti potete procedere con maggior sicurezza, sentendo così il piacere di una guida di un mezzo affidabile e comodo da riporre, per chi ha problemi di spazio e ama ottimizzare sulla gestione della bici.

 

 

Rapporto qualità/prezzo

Se siete dei grandi fan delle bici ultraleggere potete puntare a modelli in carbonio, senza badare a spese e trovando così il bici pieghevole di gamma alta che fa al caso vostro. Esistono però configurazioni e modelli adatti a un’utenza meno esigente, che però apprezza la bontà di un buon prodotto realizzato in maniera accurata e che offre delle buone prestazioni e una chiusura efficace.

La ricerca e il confronto sono le due chiavi di volta che aprono a queste possibilità, così da avere a portata di mano un modello quanto più rispondente ai propri desideri.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...