Le 5 Migliori Canne da Pesca del 2022

Ultimo aggiornamento: 26.11.22

 

Canna da Pesca – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Il piacere di pescare, insieme agli amici o in solitaria, in mare aperto o su un pontile a bordo costa. Queste solo alcune delle motivazioni che spingono di frequente gli utenti a scegliere la migliore canna da pesca, o quella che fa al caso loro.

Abu Garcia – Devil si compone di due parti, con un manico in sughero che conferisce un buon grip nel corso della pesca, conservando però la giusta flessibilità grazie al carbonio composito che lo caratterizza. Shimano – Vengeance BX Seabass 240 SB ha una lunghezza che tocca 2,40 metri, con un’azione di lancio rapida il giusto, grazie a cui pescare dalla barca senza eccessive difficoltà.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 5 Migliori Canne da Pesca – Classifica 2022

 

Senza perdere ulteriore tempo, lasciamo spazio alle recensioni di quelle che, secondo le opinioni degli acquirenti, sono le migliori canne da pesca attualmente presenti nella fascia di mercato economica. Potrete così valutare se ce n’è una che si adatti alle vostre esigenze, anche in termini di capacità di spesa.

 

 

Canna da pesca spinning

 

1. Abu Garcia Devil Spin

 

Particolarmente apprezzata da quanti praticano la pesca da spinning, la canna si conserva leggera, grazie alla buona tenuta della grafite di cui è composta, con una suddivisione in due parti per semplificare ancora di più il montaggio.

Se ne consiglia l’utilizzo a quanti vogliono pescare con esche leggere da 2 fino a 10 grammi. Gli anelli presenti sul corpo sono di buona qualità, consentendo una gestione adatta dei fili trecciati.

Nella confezione è presente anche una tela adatta per il trasporto, in questo modo anche in quanto a portabilità l’oggetto non fa mancare tutto l’occorrente al pescatore provetto, così come al professionista.

Alcune persone la considerano eccessivamente morbida, sconsigliandone l’uso a chi punta a una pesca maggiormente competitiva.

 

Pro

Versatilità: La composizione della canna si adatta bene a quel tipo di pesca come lo spinning, con un presa comoda grazie al manico in sughero e a una flessibilità assicurata dalla fibra di carbonio.

Rapporto qualità/prezzo: Giudicata tra le migliori canne da pesca del 2022 in quanto a comodità d’uso e bontà dei materiali, la proposta Abu Garcia, merita un posto in questa guida anche in virtù dei prezzi bassi che la caratterizzano.

Tenuta: Sfruttando un mix di fibra di carbonio, sughero e passanti per fili trecciati, la canna è il perfetto oggetto per chi desidera avvicinarsi al mondo dello spinning.

 

Contro

Entry level: La tipologia della canna non sembra essere l’essenziale per chi desidera un tipo di pesca con una tenuta e un supporto più forte, anche in presenza di pesci più combattivi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Canna da pesca mare

 

2. Shimano Vengeance BX Seabass

 

Grazie alla buona lunghezza che la caratterizza, la canna Shimano si adatta a pescatori che amano dedicarsi a una cattura in alto mare, direttamente dalla barca.

Strutturata in due sezioni, con una parte smontabile e una struttura di carbonio leggera e robusta quanto basta. Ben nove anelli sono posizionati lungo tutta la lunghezza dell’oggetto, facilitando così il passaggio e uno scorrimento adeguato del filo.

Il manico risulta comodo e i pareri degli utenti confermano come si riesca a lanciare anche molto distante senza particolari sforzi.

L’unico appunto è la scarsa flessibilità in punta, un aspetto da non trascurare al momento di ferrare un pesce come la spigola. Anche esteticamente nulla da dire, con finiture curate e una leggerezza che può far comodo ai principianti.

 

Pro

Struttura: La composizione in due parti permette di gestire trasporto e chiusura della canna in modo semplice, con un ingombro minimo che non pregiudica la tenuta della canna.

Composizione: La fibra di carbonio che determina la struttura dell’oggetto è l’ideale come mix di resistenza e flessibilità complessiva della canna.

Versatile: Buona gestione della pescata, anche con esche di media pesantezza con esiti interessante a chi si avvicina alla pesca in mare.

 

Contro

Punta: La parte finale della canna non è così flessibile come il resto, costringendo a una gestione più accorta specie al momento in cui si richiama l’esca.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Canna da pesca economica

 

3. Shakespeare Canna da Spinning, Modello Ugly Stik GX2, Leggera

 

Tra le più economiche canne da spinning, il modello Ugly Stik gioca su un design rinnovato, adatto a fornire una maggiore durabilità alla canna da pesca con una buona soddisfazione di chi pesca.

La struttura monopezzo assicura una tenuta e un grado di flessibilità ideale per chi pratica lo spinning, con un porta mulinello in grafite e un corpo centrale dello stesso materiale, a cui si aggiunge anche la fibra di vetro.

La lunghezza complessiva arriva a 1,8 metri, con sei occhielli adatti sia a un filo di nylon che a un trecciato. Per diverse persone è la canna giusta con cui divertirsi, sfruttando esche leggere dai 2 ai 10 grammi.

Altri invece la considerano eccessivamente morbida e flessibile, due caratteristiche che però giocano tutte a favore dell’adattabilità e di una tenuta nel tempo capace di non deludere.

 

Pro

Materiali: Grazie alla grafite e alla fibra di vetro la canna conserva bene la sua forma, piegandosi quanto basta a seconda della preda, senza rischio alcuno di spezzarsi.

Comodità: La struttura a corpo unico mantiene il tutto compatto, senza creare differenze tra una parte e l’altra delle sezioni della canna. Il manico poi restituisce una presa ben stretta e precisa.

Flessibilità: La struttura della canna si adatta a momenti in cui è necessaria una buona versatilità del corpo principale, motivo per cui la fibra di vetro e la grafite sono stati scelti per dare il meglio in diverse situazioni.

 

Contro

Lancio: Alcune persone avrebbero gradito una maggiore gittata e una lunghezza, così da gestire al meglio particolari pescate.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Canna da pesca bolognese

 

4. Mitchell Tanager T 600 Canna da Pesca alla Bolognese

 

La lunghezza è la nota forte di questa canna, con un’estensione massima di sei metri per pescare in contesti diversi, dai laghi ai fiumi, come anche in acque salate. La tipologia qui presente è perfetta per quei pescatori che amano posizionarsi su un molo e tentare la sorte con lanci lunghi e un supporto adatto all’occasione.

La composizione in carbonio dona robustezza al tutto, un aspetto che però paga lo scotto di una certa pesantezza che ha deluso qualche utente.

Per quanto offre si dimostra una canna dal costo conveniente, pensata per dare il giusto supporto anche in condizioni avverse, senza brutte sorprese nel corso della pescata. I sei anelli che la costituiscono permettono un buon passaggio del filo, adattandosi bene sia al nylon che al trecciato.

 

Pro

Lunghezza: Grazie a sei metri di estensione, la canna è una buona compagna per la pesca in mare, specie se ben posizionati su un molo adatto allo scopo.

Composizione: Il carbonio da un lato e una serie di sei anelli per il filo, conferiscono stabilità alla canna e un passaggio agile del filo.

Praticità: L’ingombro complessivo messo in campo dalla canna non crea eccessiva difficoltà, con la parte superiore che si allunga all’occorrenza in modo regolare. Nelle righe di seguito, è presente poi il link su dove acquistare.

 

Contro

Tenuta: Alcuni utenti avrebbero gradito una canna più adatta a certe tipologie di pesci più combattive.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Canna da pesca Decathlon

 

5. Caperlan Ilicium-500 270

 

Questa proposta si trova in vendita sul sito di Decathlon e si caratterizza per un ottimo rapporto tra qualità complessiva della canna e prezzo di vendita.

La Ilicium-500 si caratterizza per una lunghezza di 270 centimetri e soprattutto per una forma extra-conica che le permette di abbinare potenza e sensibilità.

In questo modo avrete un aiuto  concreto nella vostra battaglia contro i pesci, anche quelli più grossi.

Entrando nello specifico, la base conica è quella che garantisce una potenza superiore, mentre la leggerezza sul cimino è garanzia di maggiore sensibilità.

Il portamulinello è un Seaguide XVS, per questo è consigliabile abbinare alla canna un mulinello di taglia 3000 o 4000.

Tenete presente che si tratta di una canna piuttosto flessibile, a cui ci si deve quindi adattare qualora siate abituati a canne più rigide, in modo particolare nella fase di lancio.

 

Pro

Convenienza: Rientra tra i più venduti on line, in virtù di un prezzo capace di catturare l’attenzione e una qualità più che soddisfacente.

Potenza: La base conica assicura tutta la forza necessaria per catturare pesci anche di grandi dimensioni.

Sensibilità: Si rivela una canna estremamente gestibile, che ha soddisfatto parecchi pescatori che hanno avuto modo di provarla.

 

Contro

Flessibile: Necessita di un po’ di pratica, soprattutto nelle fasi di lancio, in modo particolare se siete abituati a modelli più rigidi.

 

 

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI