Europei di ciclismo e grandi classiche: il calendario 2022 delle gare

Ultimo aggiornamento: 04.12.21

 

Il ciclismo tornerà anche nel 2022 con una serie di entusiasmanti gare in tutto il mondo. Scopriamo quando si terranno.

 

Il Covid-19 ha fermato il mondo per quasi due anni. Il virus, oltre a causare morti in tutto il mondo, ha bloccato l’economia e causato diversi disagi sociali che sono presenti ancora oggi dopo l’arrivo dei vaccini. Lo spettacolo è stato uno dei settori che più ha sofferto, specialmente in Italia dove è stato praticamente abbandonato a sé stesso, forse perché ritenuto poco importante ai fini dell’economia. Un paradosso, visto che spesso si vuol far passare l’Italia come un paese d’arte e cultura. 

Anche il mondo dello sport si è trovato nei guai ma, grazie a un’organizzazione meticolosa degli eventi, molte competizioni si sono comunque tenute, anche durante la pandemia. 

In particolare per il ciclismo nel 2020 e nel 2021 si sono corse diverse gare come ad esempio il Giro d’Italia. L’edizione del 2020 si è tenuta senza pubblico, neanche al traguardo, quindi gli appassionati sono stati costretti a vederlo da casa. 

 

Il Giro d’Italia

Il Giro d’Italia è una gara che incuriosisce anche da chi non segue il ciclismo: vedere gli atleti sfrecciare sulle loro biciclette nella propria città è sempre emozionante, inoltre l’atmosfera e il calore della folla rendono tutto piacevole. Il Covid-19 ha ovviamente tolto anche questo, ma nel 2022 il Giro d’Italia tornerà e questa volta ci si augura senza limitazioni. 

Il Giro d’Italia partirà venerdì 6 maggio 2022 e si concluderà il 29 maggio dello stesso anno. Prima della competizione, si potrà assistere a Strade Bianche e Strade Bianche Women Elite il 5 marzo. Sulle tappe del Giro d’Italia non si sa ancora nulla con precisione, le indiscrezioni parlano di una partenza dall’Ungheria, per poi trasferire la gara in Sicilia. Dalla Sicilia poi si risale la penisola dalla Calabria, passando poi per la Puglia, la Campania, il Molise e l’Abruzzo. Su molte tappe però ci sono diversi dubbi, ad esempio si dice che il Giro non passerà per la Toscana, preferendo invece l’Emilia Romagna. La conclusione invece si vedrà probabilmente a Verona. 

 

Le altre classiche

Dal 7 al 13 marzo invece si terrà la Corsa dei Due Mari, mentre la Milano-Sanremo e la Milano-Torino si correranno rispettivamente il 19 marzo e il 16 marzo. Dal 12 al 15 aprile invece ci sarà il Giro di Sicilia. La stagione si chiude con il Gran Piemonte e Il Lombardia che si terranno dal 6 all’8 ottobre. 

Passando al Tour de France, la famosa gara europea si terrà in estate, più precisamente dal 1 al 24 luglio. La partenza è prevista Copenaghen in Danimarca, posto più che azzeccato in quanto spesso viene considerato il paradiso delle bici, vista la sua ottima viabilità. Dalla Danimarca si arriva poi in Francia con tappe a Dunkerque e Arenberg. Il Belgio presenta la tappa più lunga del giro, mentre in Svizzera i ciclisti dovranno affrontare percorsi decisamente impegnativi. Si torna poi in Francia dopo una giornata di riposo. Il 2 luglio si parte da Carcassonne per concludere il giro il 24 luglio a Parigi. 

Il Tour de France non sarà l’unica gara che vedrà i ciclisti impegnati in europa, infatti nel 2022 si terranno anche gli attesissimi Europei di Ciclismo 2022. Dal 11 al 21 agosto ci saranno gare che coinvolgeranno non solo le gare in linea, infatti nel programma degli europei sono presenti anche competizioni di Mountain Bike e BMX. Ricordiamo che le date degli europei 2021 sono state leggermente diverse, infatti la competizione si è tenuta dal 8 al 12 settembre. 

Quando iniziano i campionati europei?

A differenza degli campionati europei 2021 che si sono svolti a Trento, le gare di ciclismo in linea dei campionati europei 2022 si terranno in Germania, su un percorso di 207,9 chilometri che andrà da Murnau Am Staffelsee e si concluderà a Monaco. Proprio nella città bavarese, gli ultimi 65 chilometri si correranno in un circuito cittadino per quindici giri totali. Anche  le gare di ciclismo per le donne  si concluderanno a Monaco, ma partiranno da Landsberg e avranno una lunghezza di 128,3 chilometri. Potrete controllare il calendario dei campionati europei sui vari siti di ciclismo specializzati, così come se volete scoprire quali sono le gare di ciclismo oggi in TV.

 

Come tenersi in forma con il ciclismo

Dopo aver letto e scoperto i vari eventi del 2022, potreste volervi cimentare in un po’ di sano ciclismo per rimettervi in forma. Come cominciare? Prima di tutto vi serve una bicicletta da corsa per la quale vi toccherà spendere una cifra abbastanza alta. Puntando su un modello per principianti e magari di una marca non conosciuta, potrete risparmiare. Insomma, non vi servirà certo un veicolo per gareggiare al campionato europeo di ciclismo, per cominciare è sufficiente una bicicletta per principianti. La bicicletta va comunque controllata prima di ogni sortita, dando un’occhiata ai freni, alle ruote e al manubrio per assicurarvi che tutto funzioni bene. Oltre alla bicicletta vi servirà abbigliamento da ciclismo e ovviamente del casco. 

Il casco è assolutamente fondamentale, in quanto protegge la testa dagli urti in caso di cadute. Andare in bicicletta su strade trafficate comporta sempre qualche rischio, da prevenire usando un casco resistente e affidabile. Quindi, se sull’abbigliamento e sulla bicicletta potete risparmiare, sul casco vi consigliamo di non badare a spese in quanto ne va della vostra incolumità. 

Dato che il ciclismo è un’attività sportiva molto faticosa, vi consigliamo di portare sempre con voi una bottiglia o una borraccia piena d’acqua, soprattutto se correte in estate quando le temperature sono molto alte. Dovrete tenervi idratati e fare le dovute soste, anche se avete una buona preparazione atletica alle spalle. Per i principianti è consigliato andare per gradi, cominciando con percorsi brevi di mezz’ora o massimo di un’ora. 

Tra gli oggetti utili, ma non indispensabili, troviamo i navigatori per bici. Dato che si tratta di strumenti abbastanza costosi, vi consigliamo di comprarli solo dopo che avrete sviluppato la resistenza adatta per affrontare percorsi più lunghi. I ciclocomputer vi permettono di consultare un navigatore GPS, organizzare percorsi e tenere traccia dei vostri progressi grazie ad un cronometro da gara

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI