Le Migliori Palle da Basket

Ultimo aggiornamento: 16.08.19

 

Palla da Basket – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti del 2019

 

La pallacanestro è uno degli sport più divertenti e tecnici mai inventati. Con i suoi ritmi elevati, l’atletismo e gli intricati schemi riesce ad appassionare tantissime persone che lo seguono a livello internazionale. La National Basket Association, la lega americana altresì conosciuta come NBA, sa sempre dare grande spettacolo con partite entusiasmanti. Se volete iniziare a praticare questo sport o semplicemente andare a fare due tiri al campetto vicino casa, non potete fare a meno di una buona palla da basket. In questa guida vi proponiamo una serie di modelli dall’ottimo rapporto qualità-prezzo insieme a pratici consigli d’acquisto. Se non avete tempo di leggerla tutta potete dare subito dare un’occhiata alla palla da basket NBA Spalding Silver Outdoor, ideale per giocare sul cemento e dotata di un rivestimento in gomma durevole. I fan del mitico Michael Jordan potranno gradire il Nike Jordan Pallone Ufficiale dal design accattivante.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sulle migliori palle da basket

 

Prodotti raccomandati

 

Palla da basket NBA

 

NBA Spalding Silver Outdoor

 

Spalding è una marca molto famosa nel campo sportivo, in quello cestistico è particolarmente apprezzata per i suoi palloni di ottima fattura che spesso si trovano a un prezzo molto conveniente. È il caso di questo modello che abbiamo inserito tra le migliori palle da basket del 2019 proprio per la sua elevata qualità di materiali e il costo ridotto. 

Prodotto con una gomma molto durevole, il pallone da basket NBA è ideale per accese partite outdoor o per andare al campetto a fare qualche tiro. Il design con il logo della federazione americana potrà fare la felicità di tutti gli amanti della lega di pallacanestro più spettacolare al mondo. 

La superficie ergonomica conferisce al pallone una buona aderenza e un controllo ottimale sia nel tiro sia nel palleggio. La taglia del pallone è una 7, quindi è adatta per ragazzi dai 12 anni in su e agli adulti. Se non sapete dove acquistare questo prodotto nuovo e a prezzi bassi, cliccate pure sul link del negozio riportato qui di seguito.

 

Pro

Materiali: La gomma durevole consente di usare il pallone al campetto senza preoccuparsi di rompere la valvola o il rivestimento.

Ergonomico: La superficie zigrinata permette di prendere la palla con sicurezza e di avere un buon controllo nel palleggio, passaggio e tiro.

Design: Il logo dell’NBA fa sempre un certo effetto, specialmente se si è appassionati della lega cestistica americana. 

 

Contro

Valvola: Secondo i pareri di alcuni utenti, Spalding poteva fare qualcosa di più per la valvola non proprio di alta qualità che obbliga a rigonfiare il pallone con una certa frequenza. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Palla da basket Jordan

 

Nike Jordan Pallone Ufficiale 

 

Forse persino i nostri nonni hanno sentito nominare almeno una volta nella vita Michael Jordan. Una delle icone dello sport a livello mondiale e per molti il più grande giocatore di basket della storia, MJ ha praticamente rivoluzionato lo sport e portato più volte l’incredibile quintetto dei Chicago Bulls alla vittoria. 

Per tutti i suoi fan, ecco un bellissimo pallone con il suo iconico logo e con un design accattivante che lo distingue dagli altri modelli. Magari per giocare non è la migliore palla da basket in circolazione, ma la sua composizione in gomma e pelle sintetica va comunque bene per fare due tiri al campetto. 

Se si possiedono già altri palloni, questo si può semplicemente tenere in casa come oggetto di arredamento. È ideale per fare un bel regalo a un amico o parente appassionato di basket, che rimarrà sicuramente colpito.

 

Pro

Design: Nessun fan di MJ potrà resistere ad un pallone con il suo logo e il nome, inoltre l’abbinamento di colori è estremamente accattivante.

Idea regalo: Se conoscete qualcuno che ama il basket degli anni ‘80 e ‘90, allora non potete davvero sbagliare regalandogli il pallone del giocatore che ha segnato quel periodo e la storia dello sport.

Bello da vedere: Questo pallone è così piacevole esteticamente che si può anche tenere in casa o nella propria camera come oggetto di arredamento.

 

Contro

Materiali: Non aspettatevi dei materiali altamente resistenti. Il pallone può andare bene per fare due tiri al campetto, ma non regge intere partite. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Canestro e palla da basket

 

PELLOR Canestro da basket regolabile

 

Per tutti i piccoli cestisti ecco un ottimo canestro regolabile venduto a un prezzo molto conveniente che potrà regalare loro ore e ore di divertimento in casa. Si può regolare in altezza dai 63 ai 120 centimetri per bambini dai tre ai nove anni di età e dai 50 cm ai 110 cm. È ideale quindi anche per seguire la loro crescita, aumentando il livello di sfida nei tiri. 

Uno dei suoi vantaggi più apprezzati è l’estrema facilità di montaggio che permette di sistemarlo ovunque senza fare troppa fatica e di rimuoverlo all’occorrenza. Nella confezione sono inclusi due palloni e una pompa, sebbene questi non siano proprio di altissima qualità.

Bisogna sempre considerare che non si tratta di veri e propri canestre e palla da basket, quanto più di un giocattolo per bambini, quindi è meglio non schiacciare a due mani in stile Shaquille O’Neal. 

 

Pro

Regolabile: Si può regolare in base all’età dei bambini e alla loro altezza, ideale per seguirli durante il loro sviluppo e rendere la sfida sempre avvincente.

Montaggio: Molto facile da assemblare e allo stesso tempo da smontare ogni qual volta che lo si vuole rimuovere. È ideale per essere messo comodamente in macchina, magari per portarlo alla casa per le vacanze.

Dotazione: Oltre al canestro si potranno trovare due palloni da basket e una pompa, così non avrete bisogno di niente altro e potrete cominciare subito a giocare. 

 

Contro

Materiali: Si tratta di un giocattolo, quindi è bene non aspettarsi materiali estremamente resistenti. Meglio che adulti e ragazzi non provino a eseguire devastanti schiacciate! 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Palla da basket Molten

 

Molten X-Series

 

Molten è una marca davvero ottima per quanto riguarda la produzione di palloni da basket, non a caso sono spesso approvati dalla FIBA, proprio come nel caso del modello in questione. Si tratta di un pallone estremamente versatile che si può utilizzare sia per partite indoor sia outdoor, così potrete giocare al campetto ed allenarvi in palestra senza il rischio di rovinarlo. 

Le dimensioni della palla da basket Molten sono quelle standard, ovvero quelle utilizzate per il campionato italiano professionistico. Per quanto riguarda i materiali, si rivelano molto resistenti, con il rivestimento ergonomico in pelle sintetica che permette di avere un buon controllo. 

Il grip infatti consente di palleggiare, tirare e passare il pallone mettendo in risalto le abilità individuali di ogni singolo giocatore. Visto il prezzo molto conveniente, diversi allenatori ne hanno ordinato più di uno per poter rifornire le proprie squadre. 

 

Pro

Versatile: Sebbene non sia proprio un pallone da outdoor, diversi utenti sono rimasti comunque soddisfatti delle prestazioni sul campetto. Indoor si comporta benissimo, infatti è consigliato alle squadre di basket.

Grip: Il rivestimento ergonomico del pallone consente ai cestisti di giocare al massimo delle proprie abilità senza preoccuparsi di perdere il controllo sulla palla.

Materiali: Si rivela molto resistente, ideale per partite accese e per allenamenti.

 

Contro

Pieghe: Dopo un po’ di utilizzi si formano delle pieghe sul pallone che non ne inficiano l’utilizzo, ma pesano un po’ sull’estetica. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Palla da basket colorata

 

WILSON FIBA Wtb0533ld 

 

Se non sapete quale palla da basket colorata scegliere, allora potete puntare su questo Wilson dal design alquanto sgargiante. Il connubio tra il blu e il giallo scuro ricordano un po’ i palloni utilizzati negli anni ‘70, cosa che potrà essere gradita da tutti i fan della vecchia scuola. 

Non solo, ma questo è il modello di pallone utilizzato negli entusiasmanti tornei 3 vs 3 della FIBA, quindi particolarmente adatto per il gioco outdoor. A livello di materiali ci troviamo di fronte a uno strumento particolare che utilizza la tecnologia brevettata Wave Triple Threat che garantisce una presa su più punti.

Questa è ideale proprio per le partite veloci 3 vs 3, dove l’azione è molto più frenetica. Gli utenti hanno apprezzato anche il basso costo, ideale per tutte le tasche.

 

Pro

3 x 3: Questo pallone da street basket viene usato nei tornei FIBA ed è quindi il migliore che si possa desiderare per giocare al campetto. 

Grip: La tecnologia Wave Triple Threat consente ai giocatori di avere un ottimo grip sulla palla grazie alle diverse linee di presa. 

Materiali: Davvero molto resistente, questo pallone è ottimo per giocare accese partite 3 vs 3 all’aperto senza che si usuri o si rovini.

 

Contro 

Non per l’indoor: Per il basket a cinque ci sono altri palloni più adatti di questo. Le dimensioni infatti non sono quelle regolari per la pallacanestro ‘classica’.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Palla da basket Warriors

 

Ballon Spalding Stephen Curry

 

Paradenti appeso e tiro da tre al limite dell’immaginazione: ecco Stephen Curry in tutto il suo splendore. Il figlio di Dell Curry è indubbiamente il giocatore che insieme ai Golden State Warriors ha segnato quest’era cestistica con le sue assurde triple che spesso i telecronisti definiscono ‘da videogioco’. 

Se siete fan di Curry allora apprezzerete questa palla da basket Warriors, più economica rispetto ad altri modelli, ma non per questo scadente. I materiali infatti sono abbastanza resistenti, ideali per fare due tiri al campetto e qualche partita.

Molti utenti lo hanno acquistato per fare un bel regalo a un bambino o ragazzo patito di basket e di Steph Curry. D’altra parte non è un pallone che ci si aspetta di trovare a delle partite ufficiali o tra quelli di una squadra da basket. 

 

Pro

Golden State Warriors: I fan di questa franchigia NBA e del suo asso Stephen Curry potranno davvero apprezzare questo pallone.

Materiali: Nonostante il prezzo basso, questo pallone si difende bene a livello di materiali dimostrandosi molto resistente.

Prezzo: Davvero molto conveniente e ideale per fare un bel regalo a un bambino o a un ragazzo con la passione per lo sport o per la squadra di San Francisco. 

 

Contro

Design: La fantasia un po’ troppo esagerata con la sagoma di Steph Curry in bella mostra e non è proprio adatta a squadre da basket in cerca di un pallone più ‘professionale’.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Palla da basket bianca e nera

 

Adidas 3S Rubber X 

 

Magari Adidas non è proprio la marca più abile nel produrre palloni da basket, ma visto il prezzo davvero basso di questo modello ci si può fare un pensierino. Si tratta comunque di un buon pallone ‘da battaglia’ da portare al campetto per non rischiare di rovinare quelli di qualità più alta in proprio possesso. 

Uno dei suoi vantaggi è la camera d’aria in butile che conferisce al pallone una buona ritenzione dell’aria e grazie alla quale non sarà necessario gonfiarlo troppo spesso. Il rivestimento ergonomico in gomma permette un buon controllo, sebbene molti utenti lo abbiano ritenuto davvero troppo leggero. Sembra infatti che il rimbalzo sia eccessivo e difficile da controllare, specialmente quando si colpisce il ferro. 

In conclusione, se avete fatto una comparazione tra le offerte e volete risparmiare, questa palla da basket bianca e nera è il modello giusto. 

 

Pro

Camera d’aria: Realizzata in butile permette di tenere il pallone in forma anche dopo molte ore di gioco, senza doverlo rigonfiare troppo spesso.

Da battaglia: Il prezzo davvero economico permette di acquistare questo pallone per andare a giocare al campetto e tenere in casa quelli di qualità più alta.

Ergonomico: Il rivestimento in gomma permette di avere un buon controllo durante il palleggio, il tiro e i passaggi.

 

Contro

Rimbalzo: Considerato un po’ troppo eccessivo, soprattutto quando si colpisce il ferro la palla tende a schizzare via, rendendo la vita dura a chi va a rimbalzo… come se già non lo fosse!

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Palla da basket GR7

 

Molten GR7 

 

Molten produce palloni da basket di qualità, venduti a prezzi diversi in base alla loro resistenza e ai materiali. Il modello in questione non eccelle particolarmente in resistenza, ma il costo basso permette di acquistarne più di uno per usarlo negli allenamenti, o semplicemente per portarlo al campetto come pallone di riserva. 

Il rivestimento in gomma presenta la sigla della FIBA, infatti le caratteristiche del pallone sono praticamente le stesse di quelli ufficiali. Gli utenti che lo hanno acquistato si sono trovati abbastanza bene, anche per un utilizzo interno. Non c’è comunque da aspettarsi una camera d’aria resistente, infatti tenete pronta la pompa per gonfiarlo se andate al campetto. 

Se ancora non siete sicuri che ne valga la pena, potete dare un’occhiata al confronto tra i pro e contro di questa palla da basket GR7, che riportiamo nella nostra tabella come di consueto. 

 

Pro

FIBA: Il pallone è una replica di quelli ufficiali utilizzati nelle partite della FIBA, infatti ne riprende le caratteristiche.

Prezzo: Davvero basso, ideale per comprarne più di uno oppure per avere in casa un pallone di riserva da portare al campetto per fare due tiri o delle partite con amici e altri cestisti. 

Indoor: Gli utenti che lo hanno provato si sono trovati molto bene anche sul parquet. 

 

Contro

Materiali: La qualità del pallone non è paragonabile a quella di altri modelli anche della stessa marca. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una palla da basket

 

Dopo aver dato un’occhiata alle nostre opinioni non sapete ancora quale palla da basket scegliere? Nessun problema, in questa sezione della guida troverete qualche pratico consiglio che vi aiuterà a schiarirvi le idee sul modello giusto per le vostre esigenze. Come sempre, vi suggeriamo di soppesare il rapporto qualità-prezzo dei prodotti, così potrete risparmiare e fare un buon investimento in un colpo solo. 

Prima di acquistare una palla da basket bisogna valutare prima di tutto l’utilizzo che se ne vuole fare, perché ci sono diverse tipologie adatte al gioco outdoor e indoor. Per outdoor si intende il classico campetto da basket in asfalto o cemento che si può trovare nella maggior parte delle città, specialmente in quelle dove il basket è molto seguito come per esempio Bologna. I palloni indoor invece sono quelli usati per le palestre o nei palazzetti. 

Campetto o palestra?

La differenza tra palloni outdoor e indoor sta nei materiali. Come si può immaginare, i campetti in asfalto e cemento richiedono palle molto resistenti che non si sgonfiano dopo qualche palleggio, mantenendo la forma anche dopo qualche partita 3 vs 3 a metà campo. In generale l’outdoor non è proprio il massimo per la ‘salute’ di qualsiasi pallone da basket, per questo se volete fare due tiri al campetto con gli amici o altri appassionati, vi conviene comprare un prodotto non troppo costoso. 

Tra i prodotti venduti online potete trovare anche dei palloni ufficiali dei tornei FIBA 3 vs 3 che sono quelli migliori per giocare su terreni particolarmente duri. Se invece giocate in una squadra o siete soliti affittare una palestra per giocare con gli amici, allora potete procurarvi un pallone indoor di buona qualità che abbia una camera d’aria resistente. Chi gestisce o allena una squadra potrà trovare molti modelli venduti a un buon prezzo e comprarne più di uno per rifornire lo spogliatoio.

 

Grip e camera d’aria

In generale la maggior parte delle palle da basket più vendute dispongono di un rivestimento zigrinato che serve a migliorare la presa per permettere al giocatore di palleggiare, passare e tirare con precisione. I palloni ufficiali NBA o FIBA di marche come Molten, Wilson e Spalding sono quelli con il grip migliore, mentre i modelli con design particolari o quelli con i loghi delle squadre di basket solitamente lasciano un po’ a desiderare.

Questi infatti sono considerati spesso come ‘palloni di riserva’ da portare al campetto o semplicemente da tenere in casa. Per quanto riguarda la camera d’aria, quelle più resistenti sono in butile, un materiale protettivo che permette al pallone di mantenere la sua forma originale anche dopo molti utilizzi. 

Misura

Le misure dei palloni da basket si dividono in tre taglie che vanno dalla 5 alla 7. La taglia 7 è quella regolamentare usata nella lega NBA e nel campionato studentesco americano, l’NCAA. Anche la FIBA e l’Eurolega prediligono l’utilizzo di questa taglia che viene solitamente usata dai 15 anni di età in su.

La taglia 6 invece è quella usata nei campionati femminili e dai 12 ai 15 anni di età, mentre i palloni di taglia 5 sono raccomandati per i bambini fino agli 11 anni di età.

La differenza tra le varie taglie sta nel peso e nella circonferenza che si adattano alla grandezza delle mani e alla forza fisica dei giocatori. 

 

 

 

Domande frequenti

 

È possibile giocare a basket anche se si è di bassa statura?

Assolutamente sì. Sebbene a livello professionale moderno il giocatore più ‘basso’ arriva al metro e ottantasei, in realtà ci sono ancora molti giocatori di statura media o bassa che fanno faville in campo. L’importante è conoscere il proprio ruolo. Se non siete imponenti, allora potrete giocare da playmaker, praticamente il ruolo di regista in una squadra.

Il vostro scopo sarà passare la palla e attuare schemi di gioco per fare punti. Non sottovalutate anche il fatto che più piccoli siete e più i giocatori alti avranno difficoltà a fermarvi senza commettere fallo. Allo stesso modo potrete più facilmente rubare loro il pallone durante il palleggio. 

 

Perché tutti amano l’NBA e non i campionati europei?

In Italia il basket è considerato uno sport secondario, come tutti gli altri sport che non siano il calcio. A parte in alcune città come Bologna la pallacanestro non viene molto seguita, inoltre il campionato italiano è peggiorato negli ultimi anni. Per questo molti talenti come Gallinari e Belinelli sono andati in NBA a giocare, attirati dal loro sogno d’infanzia e anche da stipendi stellari.

Chi non conosce il basket, conosce l’NBA per la sua elevata spettacolarità e per le leggendarie franchigie dei Chicago Bulls, Los Angeles Lakers e ultimamente i Golden State Warriors. Il basket europeo è comunque più che valido, anzi per certi versi anche più interessante da vedere a livello tecnico. 

 

È più facile giocare indoor o outdoor?

Sicuramente giocare in una palestra al chiuso è più ‘rilassante’ perché si starà in un ambiente fresco e prenotandola con degli amici si potrà giocare senza interruzioni o ‘invasioni’. I campetti outdoor però hanno il vantaggio di essere gratuiti, basta andare lì con un pallone e iniziare a tirare a canestro, sempre però nel rispetto del prossimo.

Il campetto inoltre è un ottimo luogo dove stringere amicizie con altri appassionati e magari imparare da chi è ad un livello più alto. L’importante quando si gioca al campetto è non mettere troppa carica agonistica, non fare male a nessuno e soprattutto rispettare le regole. 

 

Come si può entrare in una squadra di basket?

Se siete nella fascia di età dai 14 ai 25 anni non dovreste avere problemi a trovare una squadra di basket locale dove allenarvi e partecipare anche alle partite. Se invece vi avvicinate o avete superato i trenta e non hai mai giocato, allora potreste avere qualche problemino.

A meno che non ci siano corsi per adulti organizzati dalle squadre o dalle associazioni sportive, allora la vostra unica speranza è andare al campetto per imparare o farvi insegnare i fondamentali da qualche amico o conoscente più esperto. 

 

Ogni quanto bisogna gonfiare la palla?

Dopo aver giocato per ore e ore al campetto in asfalto o cemento, una bella gonfiatina va sempre fatta. L’importante è non esagerare, perché altrimenti rischierete di rompere la camera d’aria o di rendere il pallone troppo rimbalzante. Quando andate al campetto o in palestra assicuratevi di avere una pompa per gonfiarlo, in alternativa potete chiedere ad un benzinaio aperto se può farvi il favore. 

 

 

 

Come giocare a basket

 

Il basket è uno degli sport più tecnici al mondo dato che prevede una serie di movimenti codificati nei vari manuali di tecnica senza i quali è praticamente impossibile giocare. Se andate a vedere una partita in un campetto vi renderete subito conto della differenza tra chi ha giocato in una squadra ed è stato allenato con dei fondamentali e chi invece è un autodidatta. Ovviamente con il giusto atletismo tutti possono arrivare a canestro, il problema è come ci si arriva. Il tiro in sospensione, il terzo tempo e il palleggio sono solo la punta dell’iceberg di questo sport dall’altissimo ritmo, elevato atletismo e schemi da rompicapo. 

Come la maggior parte degli sport di squadra, anche il basket viene insegnato nelle squadre alle quali si può accedere solo entro una certa età. Una volta superato il periodo ‘universitario’ e arrivati ai trent’anni è davvero difficile trovare dei corsi di basket per adulti, quindi l’unica speranza è allenarsi da soli al campetto o farsi insegnare i fondamentali da un amico con esperienza nello sport. 

Tenete conto che il basket è uno sport molto duro per le articolazioni e per i muscoli, quindi prima di intraprendere qualsiasi tipo di allenamento assicuratevi di fare stretching e di tenervi in forma. 

 

 

Come palleggiare

Il palleggio nel basket è fondamentale, infatti a meno che non si vada a canestro con il terzo tempo nell’aria avversaria, ogni passo in qualsiasi direzione dovrà essere accompagnato da un palleggio, altrimenti verranno chiamati i ‘passi’ o come si dice in inglese: ‘traveling’. Se avete visto delle partite NBA potreste aver notato che gli arbitri sono molto permissivi sui ‘passi’, ma semplicemente per non spezzare l’elevatissimo ritmo di gioco delle partite e per permettere le giocate spettacolari che caratterizzano la lega. 

In Europa invece i passi sono presi molto più sul serio, quindi se volete imparare a giocare bene a basket dovrete lavorare molto sui fondamentali. Il palleggio si esegue accompagnando la palla con il braccio verso terra e dev’essere eseguito al lato del giocatore per proteggere il pallone dai difensori. Allenatevi a cambiare mano e a palleggiare prima camminando, poi in corsa. L’ideale sarebbe non guardare mai la palla, ma a questo ci potrete arrivare solo dopo vari allenamenti e partite.

 

Come lanciare la palla da basket

Il tiro nel basket è una delle tecniche più complesse, non a caso i buoni tiratori sono pochi anche tra le superstar americane. In Europa si lavora molto di più sui tiri dal perimetro e nell’area del canestro, infatti ultimamente in NBA vengono reclutati sempre più giocatori dal vecchio continente per sopperire alcune evidenti mancanze tecniche di alcune squadre. 

Per tirare un pallone da basket dovete prendere la palla con due mani e portarla al petto. La mano destra va tenuta dietro alla palla, davanti al vostro volto, mentre quella sinistra va messa al lato. Alzando le braccia sopra la testa dovete poi ‘lanciare’ la palla verso il canestro, rilasciando la mano destra e tenendo ferma la sinistra. Il caricamento del tiro viene effettuato dalle gambe e va regolato in base alla vostra posizione intorno al canestro. Con il tempo potrete imparare a tirare in sospensione, ovvero eseguire un salto prima del tiro.

 

Come tenere la palla da basket con una mano

Per tenere la palla da basket con una mano dovete essere dei bei giganti e avere delle mani molto grandi. Se siete di bassa statura sarà praticamente impossibile per voi prendere il pallone da basket con una sola mano, ma questo non vuol dire che non potrete giocare. Tenere la palla in una mano sola serve esclusivamente ad eseguire alcune schiacciate a canestro o per eseguire qualche finta in posizione di post alto o basso.

Piuttosto che provare a tutti i costi ad afferrare il pallone con una mano sola, allenatevi nei fondamentali e nel tiro! 

 

 

Come far girare la palla da basket su un dito

Non proprio utile ai fini cestistici, ma sempre un gesto molto simpatico che gli Harlem Globe Trotters hanno reso praticamente un mestiere. Per fare girare la palla su un dito, dovrete tenerla sul palmo della mano destra, mentre con la sinistra date un colpo per farla ruotare. Non appena la palla inizierà la rotazione, dovrete chiudere la mano destra e alzare il dito indice.

La palla dovrebbe rimanere sulla punta del dito e girare su se stessa. Questa ‘tecnica’ richiede una certa pratica, ma non serve praticamente a niente in una partita, se non a farvi fischiare passi o un fallo tecnico. 

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...