6 cose da sapere prima di acquistare una pistola softair

Ultimo aggiornamento: 07.10.22

 

Scegliere un’arma da softair non è così facile come si può pensare, infatti è molto importante valutare bene diversi parametri prima di acquistarne una

 

Prima di avventarvi sulla pistola softair più venduta e ricercata, è bene valutare diverse cose, al fine di acquistare la tipologia d’arma più adatta a soddisfare le vostre esigenze di gioco. In questo modo eviterete di sprecare denaro, comprando un oggetto che potrebbe non rispondere alle vostre aspettative.

Di seguito troverete qualche consiglio utile che vi aiuterà a valutare bene ogni aspetto di un’arma softair, così da permettervi di orientarvi sul modello giusto.

 

1. Costi e budget

Innanzitutto è fondamentale avere un’idea chiara di quanto siete disposti a spendere per un’arma da softair. Il mercato offre un’immensa gamma di modelli che abbracciano diverse fasce di prezzo.

Oltre al budget a disposizione è bene capire quanto siete coinvolti e attratti dal TTS (Tiro Tattico Sportivo), questo perché se siete dei principianti e desiderate soltanto provare, è inutile investire troppi soldi in un oggetto che potreste non utilizzare più in futuro.

Inoltre non avrebbe senso spendere centinaia di euro per una pistola professionale se siete dei novizi in campo. Pertanto, se state muovendo i primi passi in questa disciplina, vi suggeriamo di iniziare con una pistola economica e qualora il softair dovesse piacervi, col tempo potrete acquistare dei modelli migliori.

2. Tipo di gioco e ruoli

La scelta del modello d’arma da softair, dipende dal tipo di gioco che volete condurre e dal ruolo che intendete ricoprire nel vostro team. Un gruppo può dividersi in diverse unità d’attacco: assaltatore, cecchino, artigliere di supporto, fuoco di copertura.

Cercate di capire per quale di questi profili siete più portati e optate per l’arma più adatta da imbracciare. Chiaramente un assaltatore dovrà utilizzare un tipo d’arma corta, leggera e maneggevole, come per esempio un fucile d’assalto o una pistola.

Di contro, un cecchino che opera da lontano, necessiterà di un fucile di precisione pesante, adatto a coprire lunghe distanze. Gli artiglieri di supporto sicuramente saranno equipaggiati con mitragliatrici leggere (come l’M60) che sono in grado di sparare raffiche di colpi abbastanza potenti.

Per quanto riguarda il fuoco di copertura invece, potrete optare per qualsiasi tipo di fucile d’assalto, purché questo sia dotato di un caricatore molto capiente.

 

3. I modelli d’arma da softair

Come abbiamo visto, il tipo d’arma da softair deve essere selezionato in base alle proprie preferenze e al ruolo da ricoprire nella propria squadra. Tra i vari modelli presenti in commercio, ve ne suggeriamo alcuni tra i più noti e diffusi.

Per cominciare citiamo le serie M4 ed M16, che sono i fucili d’assalto più popolari nel softair. Queste armi, come tante altre, possono essere migliorate con l’aggiunta di mirini, impugnature speciali e altri accessori per ottenere una maggiore precisione di tiro.

Proseguiamo con l’MP5, una pistola mitragliatrice, ottima anch’essa per gli assalti e il fuoco di copertura. Se invece desiderate dei fucili d’assalto più compatti, potreste optare per l’AK-47 o l’AK-74. Andando avanti troviamo il G36, un fucile che offre la possibilità di montare diversi adattatori per caricatori grandi, in modo da non rimanere a corto di munizioni.

Altri tipi d’arma meno noti e meno utilizzati sono il G3, il P90, il SIG SG 550 e 552. Per quanto riguarda i fucili di precisione, la scelta non è di certo minore, infatti non si risparmiano modelli come: VSR-10, Mauser Karabiner 98k, Barrett M82 e tanti altri ancora.

Da non sottovalutare le pistole softair, molto utili come seconda arma e per affrontare gli scontri a breve distanza. Anche in questo caso in commercio è possibile trovare una vasta gamma di repliche fedeli alle pistole originali come: Colt, Beretta, Revolver, Smith & Wesson e così via.

 

4. La struttura delle armi da softair

Esistono due strutture principali che caratterizzano le armi da softair (come accade anche per le armi vere): regolare e bullpup. In pratica, a differenza di un’arma con struttura regolare, un modello bullpup ha il caricatore, l’otturatore e il sistema di scatto posizionati dietro il grilletto. Ciò permette di rendere l’arma più corta, a parità di lunghezza della canna.

Per tale motivo, un modello con questa struttura può essere tranquillamente usato per coprire sia piccole e sia grandi distanze. Se intendete giocare d’assalto, vi consigliamo di procurarvi un’arma a canna corta o pieghevole, mentre se volete giocare di strategia sul campo, vi suggeriamo di acquistare un modello più affidabile e preciso dotato di canna lunga.

5. Tipi di funzionamento e performance

Le armi da softair si dividono in tre tipologie di funzionamento con prestazioni differenti: a gas, a molla e AEG/AEP. Il primo tipo utilizza un gas ecologico o delle cartucce ad anidride carbonica. Il rinculo di questi modelli è abbastanza realistico, infatti durante ogni sparo sembra di maneggiare un’arma vera.

Le armi a molla non hanno bisogno di batterie o di ricariche a gas. A ogni colpo esploso, è necessario tirare indietro il congegno di ricarica, in quanto la molla è l’unico propellente e quindi l’unica spinta che ha il proiettile. Questo meccanismo è prevalentemente utilizzato nei fucili di precisione.

Infine troviamo le armi di tipo AEG/AEP, ovvero quei modelli che usano un apposito impianto di trasmissione per ricaricare la molla. Il meccanismo è alimentato da una batteria elettrica, che deve essere rigenerata o sostituita quando questa si esaurisce.

Le armi di questo tipo sono quelle più diffuse nel softair, perché risultano più efficienti e più semplici da usare. I modelli AEG (che sta per Arma Automatica Elettrica) sono anche i più indicati per i principianti, sia per affidabilità e sia per praticità d’utilizzo.

 

6. Raccomandazioni

Ricordate di indossare sempre le protezioni adeguate, come gli occhiali, le maschere, gli elmetti, i paraorecchie, ecc. Inoltre, quando non utilizzate l’arma, mettetela in modalità sicurezza, onde evitare di farvi male o di colpire accidentalmente qualcuno.

Prima di acquistare qualsiasi arma da softair, assicuratevi sempre che il prodotto sia legale e che rispetti tutte le norme di sicurezza del Paese.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI