Cinque consigli per avere uno stile di vita sano e attivo

Ultimo aggiornamento: 23.10.21

 

Una corretta alimentazione e un sano stile di vita aiutano a mantenersi in salute e a prevenire numerose patologie. Ecco alcune semplici regole da rispettare per vivere bene a tutte le età.

 

Un corretto stile di vita è importante non solo per vivere a lungo e prevenire possibili malattie, ma anche per mantenersi in salute e avere una forma fisica smagliante. Tuttavia, a causa dei ritmi frenetici a cui siamo sottoposti quotidianamente, non sempre riusciamo a trovare il tempo necessario da dedicare a noi stessi.

Eppure, anche se spesso ce ne dimentichiamo, basta davvero poco per stare bene e sentirsi meglio. Sì, perché il benessere psicofisico non è una chimera né la ricerca del Santo Graal, ma un obiettivo che si può facilmente raggiungere adottando uno stile di vita sano, che preveda una dieta equilibrata e la pratica quotidiana di una regolare attività fisica. In questa breve guida troverete le principali linee guida e cinque semplici consigli per vivere sani e più a lungo a tutte le età.

 

Le regole per vivere bene

 

1. Mangiare sano e con gusto

La prima regola da rispettare per migliorare il proprio stile di vita è seguire un regime alimentare sano ed equilibrato. Una dieta ricca di frutta, verdura, legumi e cereali, oltre a prevenire la comparsa di diverse malattie (compresi i tumori e le patologie cardiovascolari), permette di mantenere il proprio peso nella norma, fornendo anche una quantità significativa di vitamine e minerali.

Per garantirsi un apporto adeguato di energia e nutrienti è importante anche variare spesso le proprie scelte alimentari e combinare opportunamente diversi alimenti. Oltre alla frutta e alla verdura, che devono essere sempre presenti a tavola, bisogna consumare anche:

♦ latte e derivati, che forniscono calcio in forma altamente disponibile e utilizzabile dall’organismo; 

♦ la carne e le uova, che sono ricchi di proteine di alta qualità; 

♦ il pesce e i prodotti ittici che, grazie all’elevato contenuto di omega 3 e acidi grassi a catena lunga, contribuiscono alla salute del cuore, del sistema nervoso e proteggono la pelle dall’invecchiamento.

Oltre a seguire queste semplici regole per una sana alimentazione è opportuno anche ridurre il consumo di sale, grassi da condimento (dando preferenza all’olio extravergine di oliva), bevande zuccherate e insaccati. Ogni tanto è possibile concedersi una frittura fatta con tutti i crismi del caso, ma senza esagerare per prevenire l’obesità e salvaguardare la salute del fegato.

 

2. Una corretta idratazione

Per avere uno stile di vita sano è importante anche consumare la giusta quantità di acqua al giorno in modo da aiutare l’organismo a funzionare bene. Oltre a permettere ai reni di lavorare meglio, una corretta idratazione influisce positivamente sulle nostre prestazioni cognitive e mnemoniche, fa bene al cuore perché contribuisce a regolare la pressione sanguigna, supporta il metabolismo, favorisce lo smaltimento delle tossine, mantiene la temperatura corporea nella norma e migliora l’elasticità e la tonicità di muscoli e articolazioni.

Per garantire all’organismo il giusto apporto idrico, gli esperti raccomandano di bere almeno due litri di acqua al giorno e di consumare cibi (come la frutta e le verdure fresche) ad alto contenuto di liquidi, vitamine e sali minerali.

 

3. Più movimento… più salute

Uno stile di vita attivo e l’esercizio fisico sono due ottimi alleati per mantenersi in buona salute e promuovere il proprio stato di forma. La sedentarietà, oltre a predisporre al sovrappeso e all’obesità, rappresenta il principale fattore di rischio per lo sviluppo di numerose patologie cardiovascolari come la cardiopatia coronarica, il diabete, l’ipertensione e l’ipercolesterolemia.

Inoltre è stato scientificamente provato come svolgere una regolare attività fisica contribuisca al benessere psicologico riducendo l’ansia, lo stress, la depressione e la tensione muscolare.

Sebbene gli stili di vita sani presuppongono almeno trenta minuti di esercizio al giorno, se non abbiamo la possibilità o il tempo di recarci in palestra è sufficiente andare a lavoro in bicicletta o a piedi (quando è possibile) oppure fare una passeggiata nel tempo libero.

Se, poi, abbiamo la possibilità di ritagliarci un’oretta due o tre volte la settimana da dedicare a un’attività fisica tanto meglio, magari scegliendo uno sport che ci piaccia e soprattutto adeguato al nostro stato di salute generale.

Inoltre, chi vuole allenarsi con un po’ di metodo o tenere sotto controllo la frequenza cardiaca per motivi di salute può utilizzare un cardiofrequenzimetro o un orologio che preveda questa funzione, così da tenere traccia delle pulsazioni e del battito cardiaco per affrontare gli esercizi più impegnativi all’insegna della sicurezza.

4. Dormire bene

Cominciare a fare movimento non è difficile, ma potrebbe diventarlo se non si dorme a sufficienza. Pertanto, il nostro quarto consiglio su come condurre una vita sana è farsi una bella dormita (della durata di almeno 7-8 ore a notte) per ricaricare le batterie e fornire al corpo il “carburante” di cui necessita per affrontare gli impegni quotidiani con la giusta carica di energia.

Dal buon riposo notturno, infatti, dipende gran parte dell’equilibrio psicofisico di una persona: migliora le capacità cognitive e cerebrali, permette all’organismo di riparare le cellule deteriorate ed eliminare le tossine accumulate durante la giornata, rafforza le difese immunitarie e contribuisce a ristabilire un giusto tono dell’umore.

Per migliorare la qualità del sonno sarebbe utile anche dedicare qualche ora alla settimana ad attività che permettano di staccare la spina e allentare lo stress accumulato. A tal proposito si rivela sicuramente rigenerante fare delle brevi passeggiate in un bosco o in riva al mare, oppure praticare qualche attività rilassante (tipo il pilates o lo yoga) basata sulla respirazione e sul rilassamento muscolare.

 

5. Eliminare le cattive abitudini

Oltre allo scarso riposo notturno, anche alcune cattive abitudini sono nemiche della salute e del vivere sano. Nonostante sia stato dimostrato che assumere una piccola quantità di alcol al giorno (specialmente di vino rosso) abbia un effetto positivo sul nostro sistema cardiovascolare, non bisogna dimenticare che si tratta pur sempre di una sostanza tossica per l’organismo e soprattutto per il fegato.

Inoltre, il consumo eccessivo di bevande alcoliche rappresenta un pericolo non solo per se stessi ma anche per gli altri, visto che è tra le principali cause di incidenti stradali e sul lavoro. Oltre a ciò, l’abuso di alcol aumenta il rischio di tumori alla bocca, all’esofago, al colon, al fegato e al seno, ed è responsabile di altre patologie gravi, tra cui la cirrosi epatica e la pancreatite.

Stesso discorso per il fumo, i cui danni maggiori si riscontrano a carico dei polmoni e del sistema cardiocircolatorio, provocando seri problemi soprattutto a livello respiratorio. Altre abitudini malsane che sarebbe meglio evitare per la promozione di stili di vita salutari sono: assumere troppa caffeina, saltare i pasti, mangiare troppo “cibo spazzatura”, affidarsi a rimedi estremi per perdere peso, abbandonarsi alla pigrizia e all’ozio.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI