I 10 Migliori Cardiofrequenzimetri del 2022

Ultimo aggiornamento: 07.07.22

 

Cardiofrequenzimetro – Guida agli acquisti, Opinioni e Confronti

 

Puntare su uno strumento in grado di tenere traccia delle pulsazioni e del battito cardiaco consente di procedere a un allenamento performante e studiato per offrire il meglio in quanto a sicurezza e controllo di parametri di tale importanza. Tra i migliori cardiofrequenzimetri del 2022 spicca il CooSpo HW706, una fascia da braccio dotata di sensore ottico di precisione che rileva i bpm durante gli allenamenti e trasmette i dati raccolti al dispositivo mobile in uso (smartphone, tablet, orologi sportivi e attrezzi per il training) tramite una delle app di fitness compatibili. Se, oltre alla frequenza cardiaca, volete monitorare anche altri parametri relativi al workout, come il consumo calorico, la durata degli esercizi e la distanza percorsa, rimarrete molto soddisfatti dalle funzioni offerte dalla fascia cardiaca LivLov V9, realizzata con materiali impermeabili resistenti all’acqua e al sudore.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 10 Migliori Cardiofrequenzimetri – Classifica 2022

 

Il compito di trovare il miglior cardiofrequenzimetro ha spinto la nostra redazione ha cercare e raccogliere esempi differenti legati a questa tipologia di strumenti. Per chi vuole avere uno sguardo al tempo stesso sintetico e funzionale, abbiamo creato una tabella di comparazione.

Raccoglie tre prodotti con una serie di pregi e difetti. In poche righe l’utente può farsi un’idea dei punti di forza e delle debolezze dell’oggetto esaminato. Quanti invece vogliono approfondire la lettura, possono proseguire qui di seguito. Troveranno così una ricca comparazione tra dieci tipologie di cardiofrequenzimetro.

 

 

Cardiofrequenzimetro da polso

 

1. CooSpo HW706 Fascia Cardio da Braccio Bluetooth Ant+

 

I nostri consigli su come scegliere un buon cardiofrequenzimetro si aprono con uno dei modelli più venduti e apprezzati da atleti dilettanti e professionisti che vogliono tenere sotto controllo il battito e la frequenza cardiaca durante gli allenamenti.

Si tratta di una fascia cardio entry level con funzioni piuttosto basilari ma dotata di un sensore ottico estremamente preciso e affidabile, capace di rilevare i bpm in tempo reale e trasmettere i dati raccolti allo smartphone o altro dispositivo mobile dotato di bluetooth o connettività ANT+.

Inoltre, associando l’accessorio a una delle app di fitness compatibili, come Strava, Wahoo, Endomondo, CoospoRide e Nike Runclub, si potranno gestire e consultare i risultati delle rilevazioni sul proprio device per avere un quadro completo e sempre aggiornato della propria salute cardiovascolare.

Nonostante venga proposta a prezzi bassi e accessibili, l’azienda non ha lesinato sulla qualità dei materiali, che si sono dimostrati molto solidi e robusti per sopportare senza problemi anche le sollecitazioni più intense, potendo fare affidamento su un design impermeabile con certificazione IP67 che attesta la resistenza del dispositivo all’acqua e al sudore.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Pur essendo uno dei cardiofrequenzimetri più economici che si possano trovare in circolazione, vanta una qualità costruttiva di tutto rispetto e un sensore ottico in grado di misurare la frequenza cardiaca con elevata precisione.

Praticità: I dati delle misurazioni vengono inviati allo smartphone o al tablet e registrati sull’app di fitness associata per tenere traccia del ritmo cardiaco sia sotto sforzo sia in fase di riposo.

Impermeabile: La protezione IP67 impedisce al sudore e agli schizzi d’acqua di penetrare all’interno del dispositivo, che si mantiene stabile intorno al braccio durante l’esecuzione degli esercizi grazie al cinturino regolabile che garantisce il massimo comfort.

 

Contro

Sincronizzazione: Molti acquirenti hanno riscontrato non poche difficoltà nell’associare la fascia cardio ad alcune delle applicazioni compatibili.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. LIVLOV V9 Fascia Cardio da Braccio, Cardiofrequenzimetro Bluetooth ANT+

 

Se vi state chiedendo quale cardiofrequenzimetro comprare tra i tanti modelli venduti online, la fascia cardio da braccio LivLov V9 merita sicuramente la vostra attenzione.

Oltre a monitorare la frequenza cardiaca durante gli allenamenti, tiene traccia anche delle calorie bruciate, della durata degli esercizi e della distanza percorsa, avvalendosi delle tecnologie Bluetooth 4.0 e ANT+ per trasmettere i dati raccolti a smartphone, tablet, smartband e attrezzature per il fitness in tempo reale.

Una volta scaricata l’app compatibile sul proprio device e sincronizzato il cardiofrequenzimetro, si potrà consultare il grafico relativo alla propria salute cardiovascolare in ogni momento per adattare di volta in volta il workout ai parametri vitali rilevati.

Leggero e comodo da indossare, è provvisto di un cinturino in gomma morbida che si adatta alla forma del braccio e garantisce un grip ottimale anche in caso di training intensivi.

Completano il quadro una batteria al litio ricaricabile con autonomia fino a 20 ore e la certificazione di impermeabilità IP67 che attesta la resistenza del dispositivo alle immersioni in acqua fino a cinque metri di profondità.

 

Pro

Design: Una fascia cardio molto leggera e compatta, dotata di un cinturino in gomma regolabile e una batteria al litio che garantisce fino a venti ore di autonomia con una singola ricarica.

Connettività: Da questo punto di vista c’è poco di cui lamentarsi, visto che l’accessorio si collega senza difficoltà ai dispositivi Android e iOS tramite il Bluetooth o la connettività ANT+.

Waterproof: Grazie all’impiego di materiali impermeabili e molto resistenti, si rivela adatto anche agli sport acquatici, senza dare alcun problema nemmeno quando si corre all’aperto sotto la pioggia.

 

Contro

Velcro: Con il tempo la chiusura a strappo tende a rovinarsi e perdere di aderenza, rendendo la fascia meno stabile al braccio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cardiofrequenzimetro Polar

 

3. Polar Vantage M – M2 Smartwatch Multisport con GPS, Monitoraggio Frequenza Cardiaca

 

Il nuovo Vantage M2 è la versione rinnovata del già popolare e famoso smartwatch serie M dell’azienda sportiva finlandese Polar.

Rispetto al modello precedente, questo cardiofrequenzimetro da polso per cardiopatici e sportivi presenta poche ma sostanziali differenze. Tra queste, ricordiamo la maggiore ampiezza del display (più grande del 20%) e la possibilità di monitorare fino a 130 attività sportive diverse.

Migliorata anche la precisione dei sensori integrati (battito cardiaco, monitoraggio del sonno Nightly Recharge e accelerometro a 3 assi) per restituire dati più precisi e facilmente consultabili tramite l’app nativa Polar Flow o a qualsiasi altra applicazione fitness compatibile (Strava, Training by Runtastic, Adidas Running, Training Peaks, Nike + Run Club e tante altre).

Inoltre, grazie al programma FitSpark e a quello specifico per il running, l’orologio analizza giorno e notte i parametri biologici primari dell’atleta e suggerisce gli esercizi cardio e muscolari da eseguire durante il workout, basandosi sulle abitudini di allenamento e i progressi raggiunti dall’utilizzatore.

 

Pro

Prestazioni: Ogni singola componente di questa smartband è studiata per dare il meglio sia in termini di prestazioni sia sul fronte della capacità di monitoraggio della forma fisica, dalla precisione dei sensori integrati alla tenuta del GPS.

Funzioni: Oltre al cardiofrequenzimetro, a bordo troviamo un ottimo sistema di monitoraggio del sonno, il Nightly Recharge, e l’innovativo programma FitSpark di Polar che suggerisce gli esercizi da eseguire durante gli allenamenti in base alla forma fisica e ai progressi dell’atleta.

Autonomia: Presenta numerose migliorie rispetto alle versioni precedenti e convince soprattutto per la durata della batteria che, con un utilizzo moderato, riesce a garantire un’autonomia di ben 30 ore.

 

Contro

Visibilità: In ambienti chiusi e nelle ore serali il display si vede molto bene, ma all’aperto la luminosità è molto bassa, fino a diventare scarsa sotto la luce diretta del sole.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Polar Verity Sense H10, Sensore a Lettura Ottica della Frequenza Cardiaca

 

Polar H10 è un cardiofrequenzimetro con fascia toracica di nuova generazione che ha sostituito il modello H7 dell’azienda finlandese.

Come la versione precedente, dispone dei protocolli Bluetooth Smart e Ant+ a 5 GHz che permettono l’associazione del dispositivo anche con le attrezzature della palestra, come tapis roulant e cyclette.

Un’altra novità molto apprezzata del modello riguarda il design della fascia, che nella parte posteriore presenta una serie di gommini circolari che permettono una migliore presa al torace e agevolano, al contempo, la dissipazione del sudore attraverso il tessuto.

Inoltre, dal momento che il sensore ottico Verity Sense può essere immerso in acqua fino a 30 metri di profondità, risulta ideale anche per chi pratica il nuoto o altri sport acquatici e, grazie alla memoria interna, i dati raccolti verranno memorizzati e trasmessi sull’app gratuita Polar Beat per tenere traccia di tutti i parametri relativi all’esercizio fisico.

Per quanto riguarda l’autonomia, il modulo è alimentato da una pila a bottone di tipo CR2025 situata nella parte posteriore del dispositivo che, con un utilizzo moderato, permette di arrivare alle 400 ore di allenamento.

 

Pro

Adatto per gli sport acquatici: Il Polar H10 rileva la frequenza cardiaca in qualsiasi sport, nuoto compreso, perché impermeabile e resistente all’acqua fino a 5 ATM.

Durata: L’autonomia di questa fascia toracica permette di effettuare fino a quattrocento ore di allenamento grazie a una pila a bottone di tipo CR2025 posizionata nella parte posteriore del modulo.

Comoda: Il tessuto con cui è realizzata risulta molto morbido al tatto ed è provvisto di inserti in gomma sul retro che migliorano l’aderenza al torace, senza però compromettere la traspirabilità.

 

Contro

Indicatore batteria: Sia sul modulo sia sull’app Polar Beat manca un indicatore sullo stato della batteria.

Connettività: Per la trasmissione dei dati è necessario che il device collegato sia dotato di Bluetooth versione 4.0 o superiore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Orologio cardiofrequenzimetro

 

5. Suunto 3 Fitness Orologio Sportivo con Cardiofrequenzimetro da Polso

 

Il Suunto 3 Fitness è l’orologio sportivo più economico tra tutti i modelli attualmente prodotti dall’azienda finlandese, nonostante presenti ottime caratteristiche tecniche e prestazioni equiparabili a quelle dei prodotti più costosi.

Il display è il tradizionale LCD a colori retroilluminato con risoluzione di 218 x 218 pixel, ben leggibile anche sotto la luce solare diretta, mentre la batteria agli ioni di litio garantisce un’autonomia di circa sette giorni.

Si può utilizzare anche sotto la doccia o quando si pratica il nuoto in quanto dotato di un design completamente impermeabile che ne permette l’immersione fino a una profondità massima di 30 metri.

Gli sport monitorabili con questo fit band sono più di quindici e, oltre alla frequenza cardiaca, permette di tenere traccia anche delle calorie bruciate, dei passi, della durata degli esercizi e delle ore di sonno.

Un’altra funzionalità che ha raccolto pareri entusiastici è il cosiddetto allenamento guidato adattivo: sulla scorta dei dati raccolti durante l’ultima settimana di utilizzo, il dispositivo crea un programma di workout con esercizi personalizzati in base al livello (base, intermedio o avanzato) impostato dall’atleta.

 

Pro

Completo: Il monitoraggio costante delle prestazioni fisiche con conteggio di passi e calorie, unitamente al tracciamento del sonno, dello stress e del recupero, offre una panoramica completa della giornata, aiutando l’utente a mantenere un sano equilibrio tra attività e riposo.

Resistente: Progettato per resistere a urti, immersioni fino a 30 metri di profondità e temperature estreme, è l’alleato perfetto per atleti e sportivi che vogliano allenarsi in ogni condizione ambientale.

Allenamento adattivo: Oltre a monitorare fino a quindici discipline sportive diverse, è in grado di creare un programma di allenamento personalizzato in base ai parametri rilevati nei sette giorni precedenti e ai progressi perseguiti dall’atleta.

 

Contro

Regolazioni: Dal momento che il display non è touchscreen, la gestione delle varie impostazioni è affidata ai cinque pulsanti posti sui bordi della ghiera, creando un po’ di confusione negli utenti che si interfacciano per la prima volta con il sistema Suunto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Blackview X1 Smartwatch Fitness Impermeabile 5ATM Cardiofrequenzimetro

 

In un settore ad alta concorrenza come quello degli smartwatch, oltre alle prestazioni e alle caratteristiche tecniche, un aspetto da non trascurare è sicuramente l’estetica. Per questo fit band, l’azienda cinese Blackview ha deciso di puntare su uno stile ibrido capace di adattarsi a qualsiasi tipologia di uso.

Non a caso, ciò che contraddistingue l’X1 dai principali prodotti concorrenti è la solida struttura in acciaio spazzolato, caratterizzata da un’accattivante curvatura 3D e vetro Gorilla Glass di 3° Generazione, mentre il cinturino in TPU flessibile assicura il massimo comfort anche quando indossato tutto il giorno.

È alimentato da una batteria al litio da 260 mAh che, grazie alla sinergia con l’architettura hardware a basso assorbimento energetico, garantisce un’autonomia di 10 giorni (45 in modalità Standby) con un solo ciclo di carica.

Come la maggior parte degli smartband attualmente in commercio, anche il Blackview X1 è in grado di sincronizzarsi con tutti i dispositivi Android e iOS tramite la connettività Bluetooth 5.0, e grazie alla certificazione 5 ATM può essere immerso fino a 50 metri di profondità.

 

Pro

Precisione: Sul retro della cassa troviamo un sensore ottico per la rilevazione della frequenza cardiaca nell’arco della giornata e durante l’esecuzione dell’attività sportiva, che restituisce valori precisi e affidabili.

Batteria: Supporta più di nove modalità sportive ed è dotato di una batteria da 260 mAh in grado di offrire un’autonomia fino a dieci giorni.

Hardware: Di serie troviamo un processore Nordic nRF52832 con 512 KB di RAM e memoria interna da 64 MB che garantisce una buona user experience, a fronte di un ridotto assorbimento energetico.

 

Contro

Applicazione: Secondo i pareri degli utenti l’app “H Band” per interfacciare lo sportwatch allo smartphone non arriva alla sufficienza perché troppo scarna, poco intuitiva e approssimativa su alcuni parametri sportivi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cardiofrequenzimetro senza fascia

 

7. Fitbit Versa con Rilevazione del Battito Cardiaco

 

Chi cerca un cardiofrequenzimetro senza fascia, capace di tenere a lungo traccia non solo del battito ma di differenti attività, può guardare con curiosità alla proposta Fitbit. Il modello Versa permette di verificare in maniera costante il battito cardiaco, con una visualizzazione continua a schermo che segue l’utente ovunque vada.

La linea dell’oggetto premia le forme minimal, con un display ampio e uno spessore ridotto al minimo. Non per questo la resistenza del prodotto è messa in discussione. Impermeabile fino a 50 metri di profondità, si assesta su un’alta autonomia, così da non lasciare a metà le sorti di un allenamento e verificare sempre tempistiche importanti come la distanza e la velocità media.

Il sistema di sincronizzazione copre una vasta gamma di prodotti e smartphone, con un indice di compatibilità che consente connessioni multiple con numerosi strumenti. Per chi poi ama ascoltare musica durante una sessione, la memoria interna ha una capienza che raggiunge i 300 brani memorizzabili, creando così una playlist che vi accompagni durante una passeggiata o come stimolo per la corsa. Il GPS integrato e l’accelerometro aggiungono ulteriore precisione al tutto, con un costo finale del prodotto in linea con quanto offerto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. AGPTEK LW11 Smartwatch 1.3″ Full Touch, Impermeabile IP68, Cardiofrequenzimetro da Polso

 

Questo cardiofrequenzimetro da polso di fascia media ha tutto ciò che si può desiderare da un activity tracker: schermo a colori IPS full-touch da 1,3 pollici (con watchface personalizzabili anche con le foto preferite), cardio, pedometro, diverse modalità sport, notifiche e monitoraggio del sonno.

Tra le discipline sportive monitorabili, troviamo camminata, corsa, escursionismo, ciclismo, basket, aerobica e yoga. Come la maggior parte dei dispositivi in questa fascia di prezzo non ha il GPS integrato, ma sarà comunque possibile tracciare la propria posizione durante gli allenamenti associando il dispositivo allo smartphone tramite l’app FitCloudPro oppure utilizzando il contapassi per stimare la distanza percorsa.

Grazie al grado di protezione IP68 può resistere a immersioni temporanee, fino a una profondità di tre metri, ed è dotato di una batteria da 300 mAh che garantisce un’autonomia di 10 giorni.

Con una qualità costruttiva più che soddisfacente, lo consigliamo a chi desidera un valido aiutante smart durante le proprie giornate lavorative (il fit band è in grado di monitorare anche il nostro livello di stress) o sessioni di allenamento.

 

Pro

Precisione: In molti hanno riscontrato una lettura attenta e precisa dei dati raccolti durante le attività sportive, con uno schermo full-touch da 1,3 pollici ben visibile anche sotto la luce del sole.

Qualità/prezzo: I materiali sono di buona qualità e il prezzo conforme a quanto offerto.

Facile da usare: Disponibile in tre diverse varianti di colore, fa affidamento su un’applicazione di supporto, compatibile sia con Android sia con iOS, che rende l’esperienza d’uso dell’utente più semplice e intuitiva.

 

Contro

Non professionale: Nel complesso uno smartband completo pensato per il benessere generale, ma poco consigliato agli sportivi più accaniti (allo stesso prezzo ci sono dispositivi più indicati).

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cardiofrequenzimetro Garmin

 

9. Garmin Orologio GPS Forerunner 935 Bluetooth

 

Se non avete problemi di spesa, la proposta Garmin potrebbe solleticare la vostra curiosità, in modo da avere sotto l’aspetto di un orologio un dispositivo adatto a tenere traccia di diversi parametri e fruizioni.

La presenza di un collegamento Bluetooth e di un sistema Wi-Fi collegano al meglio l’oggetto con dispositivi esterni, realizzando una sincronizzazione rapida che non perde un colpo. Il merito va anche al GPS integrato che, con la tecnologia Glonass, mantiene il segnale chiaro e stabile.

Il cinturino è realizzato in silicone robusto, mentre la scocca in polimero, con una lente in vetro e una resistenza all’acqua che non teme schizzi d’acqua e nuotate in piscina. Chi ama poi i dettagli e i grafici non deve far altro che collegare il tutto su Garmin Connect, lasciando al telefono il compito di tenere sotto osservazione costante la frequenza cardiaca, grazie al triplo LED posizionato nella parte inferiore della scocca.

Il sistema Training Status monitora e regola il carico degli allenamenti e delle prestazioni, mentre con Training Load è possibile verificare il consumo di ossigeno post allenamento. Il cardiofrequenzimetro Garmin monitora e controlla anche il VO2, ovvero l’indice legato al volume massimo di ossigeno consumato, creando statistiche utili ai professionisti della corsa che possono così ottimizzare l’allenamento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cardiofrequenzimetro con fascia

 

10. Garmin Fascia per la frequenza cardiaca Dual Basic

 

I nostri suggerimenti su come e dove acquistare i migliori cardiofrequenzimetri si concludono con una fascia cardio piuttosto essenziale, ma progettata per chi cerca la massima precisione nella rilevazione della frequenza cardiaca durante gli allenamenti. Oltre a trasmettere i dati in tempo reale sul dispositivo collegato tramite Bluetooth o Ant+, è dotata di un modulo di monitoraggio rimovibile che permette di lavare la fascia comodamente, anche in lavatrice.

Grazie alla realizzazione in tessuto elastico e traspirante si adatta facilmente alla cassa toracica e non ha cuciture né zone rigide che potrebbero causare fastidio se la si indossa per molto tempo.

Installando l’app Garmin Connect sullo smartphone, tutti i dati relativi all’allenamento verranno automaticamente trasmessi al cellulare, così da tenere traccia dei propri progressi e monitorare costantemente la propria salute cardiovascolare.

Qualche perplessità in merito alla durata delle batterie, che in molti casi sono state sostituite già dopo qualche mese di utilizzo a dispetto dei 3-5 anni di autonomia dichiarati dal produttore.

 

Pro

Affidabile: Il design sobrio ed essenziale della fascia cardio Garmin Dual Basic non deve far pensare a un dispositivo di scarsa qualità. Al contrario, è uno dei cardiofrequenzimetri sportivi più affidabili e precisi in questo range di prezzo.

Comoda: Altamente resistente all’acqua e al sudore, si è rivelata molto confortevole da indossare grazie alla chiusura regolabile e alla realizzazione in tessuto elastico particolarmente morbido e piacevole a contatto con la pelle.

Lavabile: Rimuovendo il modulo sarà possibile lavare la fascia a mano o direttamente in lavatrice, senza pericolo che si rovini.

 

Contro

Autonomia: Secondo il produttore, con uso medio di un’ora al giorno, le batterie dovrebbero durare più di tre anni, ma in molti casi l’autonomia massima riscontrata non ha superato i sei mesi di utilizzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un cardiofrequenzimetro

 

La scelta di un buon cardiofrequenzimetro comporta la conoscenza di diversi aspetti, primo tra tutti le necessità dell’utente finale.

I bisogni di un agonista si differenziano molto da quelli di uno sportivo alle prime armi o di chi vuole avere anche questa funzionalità tra le tante disponibili su un fit tracker. Nelle righe che seguono abbiamo deciso dunque di fare il punto, evidenziando alcuni aspetti di cui è bene prendere nota prima dell’acquisto.

 

 

Con o senza fascia cardio

Alcuni utenti hanno la necessità di monitorare con il massimo grado di precisione le pulsazioni, sia per motivi di sicurezza sia per una completezza delle informazioni legate al tipo di allenamento. In tanti quindi cercano un cardiofrequenzimetro che includa nella confezione anche una fascia da posizionare intorno la vita. È bene precisare che in questo caso il costo medio dell’oggetto sale, così come la qualità e l’affidabilità delle informazioni raccolte.

Esistono tuttavia ottimi cardiofrequenzimetri che lavorano direttamente sul polso, sfruttando sensori la cui qualità e precisione varia da modello a modello. Se da una parte una lettura affidabile senza fascia cardio risulta un’opzione percorribile, è bene sottolineare come un cinturino che si fissa al meglio intorno il polso, così come un adeguato numero di sensori, migliorano notevolmente il risultato finale. La fascia cardio poi non sempre è così gradita a tutti, cingendo l’utente nella parte alta della vita, risulta scomoda a quanti amano sentirsi liberi durante una corsa.

 

Display

Un ulteriore aspetto su cui soffermarsi è quello dello schermo grazie a cui tenere sotto controllo dati e altre info. In alcune tipologie di cardiofrequenzimetro la linea essenziale incide anche sullo spazio a disposizione per la visualizzazione dei dati.

In questo caso, più che al numero dei dati o delle opzioni è opportuno soffermarsi sul come queste informazioni compaiono a schermo. In presenza di uno schermo touch è bene verificare la buona responsività, con una serie di parametri consultabili in modo pratico e con una visibilità ottimale, sia in piena luce sia durante un’uscita serale.

Alcuni modelli consentono di impostare programmi personalizzati, scegliendo anche il numero di ripetizioni, il consumo calorico e una soglia massima del picco dello sforzo. Anche in questo caso le necessità variano da utente a utente.

C’è chi privilegia un’interfaccia essenziale, che mantiene quanto promesso rispettando la natura stessa per cui nasce un cardiofrequenzimetro. Altri apprezzano un modello ibrido, in cui la parola d’ordine è multimedialità. In questo caso una connettività Bluetooth o un collegamento Wi-Fi sono tra le qualità essenziali su cui è bene essere esigenti.

 

Rapporto qualità/prezzo

Molti utenti hanno necessità di un oggetto che li accompagni non solo durante una corsa ma che resista anche a una nuotata in mare o a un tuffo in piscina. È bene a questo proposito verificare che l’indice di protezione riporti le seguenti indicazioni. IP67 e IP68 sono due sigle a cui è bene guardare con cura.

Dove la prima indica una protezione e isolamento completo del dispositivo da polvere e immersioni in acqua fino a un metro di profondità per un tempo massimo di trenta minuti, la seconda invece attesta la resistenza alla polvere e a immersioni durature in un liquido, con un profondità massima di tre metri. La presenza di un cinturino in gomma morbida o in silicone è ormai uno standard per questi oggetti.

L’elasticità e la robustezza dei due materiali consente una regolazione migliore, così da far traspirare il più possibile la pelle, specie per chi indossa tutto il giorno il cardiofrequenzimetro.

Trovare la giusta quadratura del cerchio in termini di realizzazione e risultati finali obbliga a diverse considerazioni da parte dell’utente finale. A tal proposito il parere di chi ha potuto toccare con mano l’oggetto aggiunge maggiore conoscenza e un punto di vista esterno interessante.

 

 

Dimensioni

Sembra scontato ma la comodità di indossare un cardiofrequenzimetro, specie se include questa opzione tra le altre tipiche di un orologio passa anche attraverso la grandezza complessiva dell’oggetto. Non tutti amano infatti avere al polso un oggetto troppo

appariscente, vuoi per evitare inutili attenzioni, vuoi perché in fin dei conti il peso c’è e si fa sentire, decisamente. La buona indossabilità deve quindi andare a braccetto con una linea e una ergonomia studiata per sportivi e non, così da soddisfare gli amanti della forma ma senza nulla togliere alla sostanza.

Tra i prodotti presentati nelle righe precedenti c’è una varietà di forme e dimensioni che crediamo possa venire incontro ai desideri e alle aspettative di un buon numero di clienti.

 

 

 

Domande frequenti

 

Che cosa è un cardiofrequenzimetro?

Per chiarire le idee a chi ha ancora dei dubbi in merito, possiamo definire il cardiofrequenzimetro uno strumento studiato per tenere traccia delle pulsazioni cardiache, trasmettendo su uno schermo in forma di numero o di tracciato grafico i dati raccolti in tempo reale.

 

Come funziona un cardiofrequenzimetro da polso?

Alcuni modelli lavorano sfruttando sensori posizionati sul cinturino o nella parte inferiore della cassa del tracker. Trovandosi a stretto contatto con la pelle riescono così a monitorare i battiti e a trasmetterli al cardiofrequenzimetro.

 

Quanto costa un cardiofrequenzimetro?

Dipende, il costo per i modelli dotati anche di una fascia cardio solitamente è più alto rispetto alle tipologie che funzionano semplicemente con sensori.

Anche nel secondo caso spesso il prezzo finale può raggiungere cifre considerevoli e ciò è dovuto all’aggiunta sullo strumento di un sistema di tracciatura GPS o di connessioni e funzionalità adatte ai professionisti del settore, specialmente sportivi agonisti.

 

Cosa misura un cardiofrequenzimetro?

Nei modelli base lo strumento si occupa di calcolare il battito cardiaco dell’utente, così da avere uno sguardo d’insieme sulla frequenza degli stessi.

In alcuni cardiofrequenzimetri si può impostare anche una soglia massima, superata la quale il dispositivo emette un segnale sonoro così da non creare problemi a chi deve tenere sotto osservazione questo valore. Altre tipologie permettono anche di avere un grafico che riassume i picchi durante tutta la sessione di allenamento.

 

Cardiofrequenzimetro, come usarlo?

Per prima cosa è bene che i sensori o la fascia cardio vengano collocati in maniera appropriata. Procedendo in questo modo si è sicuri di una lettura precisa di tutte le informazioni e dei dati raccolti. Alcuni produttori consigliano poi di lavare e asciugare per bene l’oggetto, lasciando così alla pelle del polso la possibilità di respirare e mantenere un’igiene adeguata.

 

Cardiofrequenzimetro, è utile?

Per chi ama tenere sotto controllo la qualità di una prestazione, durante una corsa o in presenza di un’attività come una maratona o una semplice passeggiata, il cardiofrequenzimetro si dimostra un utile alleato. La sua praticità sta tutta in una gestione e visualizzazione delle informazioni e dei valori in tempo reale, un aspetto di cui è importante tenere conto quando si inizia a praticare sport a una certa intensità e si vuole avere tutto sotto osservazione, così da monitorare progressi al termine di un allenamento e i piccoli miglioramenti per chi si rimette in moto dopo diverso tempo.

 

Come regolare un cardiofrequenzimetro?

In tutti i modelli è presente un’impostazione che consente di fissare una soglia massima e una minima di pulsazioni. Una volta compreso il valore della propria frequenza cardiaca al minimo e al massimo dello sforzo, si può impostare quella che comunemente viene definita target zone, ovvero un range entro cui rientrare nel corso dell’allenamento.

A tal proposito è bene un consulto medico e un elettrocardiogramma sotto sforzo, per una valutazione precisa e sicura.

 

 

 

Come utilizzare un cardiofrequenzimetro

 

Nelle righe che seguono abbiamo inserito alcuni consigli per una migliore conoscenza e utilizzo del cardiofrequenzimetro. In questo modo è possibile ottenere il meglio da questo strumento, approfittando anche delle altre funzionalità presenti sul dispositivo.

 

 

Collegamento alle APP come Runtastic

Per monitorare con un maggior grado di precisione, non solo il numero dei battiti ma anche il percorso effettuato è possibile sfruttare il collegamento GPS del proprio smartphone o quello presente sul cardiofrequenzimetro.

Il primo step per chi vuole affidarsi a una app come Runtastic è verificare la compatibilità del proprio telefono e procedere a scaricare la versione base, attivando poi il programma poco prima di iniziare l’allenamento.

 

Uso di tabelle per dimagrire con cardiofrequenzimetro

In tanti scelgono di sfruttare i benefici della corsa anche per perdere del peso. Le varianti e la tipologia di sforzo richiesto varia da soggetto a soggetto e affidarsi a una tabella ci sembra una soluzione troppo vaga per ottenere risultati veramente adeguati.

Meglio quindi consultare un preparatore atletico grazie a cui poter impostare un programma ad hoc, a cui volendo si può aggiungere un controllo della frequenza cardiaca grazie anche al cardiofrequenzimetro.

 

Utilizzo cardiofrequenzimetro bici

In alcuni modelli sono inclusi programmi di allenamento pre impostati, diversificati per il tipo di attività sportiva che si andrà a compiere. Per chi ama le due ruote è possibile verificare la tipologia di allenamento, consapevoli di come ogni atleta abbia una soglia massima e minima differente e obiettivi che riguardano il suo modo di intendere e praticare questa attività.

Il collegamento con un GPS, in combinazione con l’attivazione di un cardiofrequenzimetro di certo fornirà dati precisi su particolari tracciati e picchi di sforzo.

 

 

Impostazione dei battiti

Prima di iniziare a monitorare la frequenza, si può procedere alla gestione della frequenza cardiaca, selezionando una soglia minima e una massima del battito cardiaco. È importante procedere in questo modo, così da avere due parametri guida di riferimento, specificamente pensati per chi necessita di una segnalazione una volta toccata questa soglia, sia al ribasso sia al rialzo.

Per una corretta impostazione dei valori il nostro consiglio è un consulto con un medico sportivo e un esame dello stato di saluto del cuore, magari anche sotto sforzo ma in un contesto controllato e monitorato da professionisti.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI