Come si gioca a freccette: il regolamento

Ultimo aggiornamento: 14.08.22

 

Elenchiamo nel dettaglio le regole del gioco delle freccette, così come sono esposte dalla Federazione Italiana Gioco Freccette (F.I.G.F.)

 

Molti di voi si saranno trovati, almeno una volta, a tirare a freccette per gioco. In effetti si tratta di un passatempo presente in molti locali a cui però ci si approccia sempre in maniera distratta e leggera.

Trattandosi invece di uno sport regolamentato a tutti gli effetti, vogliamo oggi spiegare nel dettaglio quelle che sono le norme proposte dalla stessa F.I.G.F., così da avere un’idea più chiara della complessità del gioco. Inizieremo presentando i materiali e proseguendo poi con quelle che sono le procedure per iniziare, vincere e svolgere una vera e propria partita.

 

Il bersaglio

Per giocare a freccette serve innanzitutto un bersaglio: in commercio esistono modelli da gioco e del tutto informali, mentre le competizioni ufficiali richiedono regole ben precise per quanto riguarda le sue dimensioni, i suoi materiali e altro ancora.

Un bersaglio ufficiale si presenta di forma circolare e ha un diametro di 45 cm. La superficie è suddivisa in 20 spicchi, separati da una griglia metallica, e il materiale utilizzato è un particolare legno di origine africana.

Sul bordo sono presenti i numeri da uno a 20, senza un ordine numerico preciso; tali valori infatti riguardano il punteggio di ogni lancio, qualora la freccetta sia lanciata proprio in uno di questi.

A completare il cerchio ci sono poi due circonferenze concentriche di diametro minore di 45 cm, che vanno a realizzare due anelli, uno più esterno e uno più interno. Se la freccetta si ferma sull’anello più esterno, il valore di quel tiro varrà il doppio di quanto indicato nello spicchio in cui si è; se invece cade nell’anello più interno il valore del tiro sarà il triplo.

Ci sono poi due ulteriori possibilità di punteggio: il centro del bersaglio, che vale 50 punti, e un piccolo anello intorno a questo, che ne vale 25.

 

Il posizionamento

Una volta assicurati che il bersaglio rispetti tutte le caratteristiche sopra elencate, andrà posizionato in modo che il centro sia esattamente a 173 cm da terra e che la distanza di tiro invece sia di 237 cm dal bersaglio.

Il numero 20 deve essere posto in corrispondenza del punto più alto e, a segnare l’effettiva validità del tiro, è una barra posta ai piedi del giocatore. Tale barra sarà lunga circa 60 cm e qualora lo sfidante voglia effettuare un lancio non perfettamente allineato con il bersaglio, deve essere appurato che i suoi piedi non superino un suo ipotetico prolungamento.

 

Le freccette

Un altro degli strumenti necessari per questo gioco sono ovviamente le freccette. Se siete in procinto di acquistarne di nuove e non sapete da dove iniziare, provate cercando tra le freccette vendute online.

Dovrete accertarvi che rispettino le caratteristiche richieste dalla Federazione ossia: ogni freccetta non può essere più lunga di 30,5 cm e non può pesare più di 50 g. Avrà una punta ad ago di metallo ancorata a un corpo e sulla parte posteriore di quest’ultimo troverete uno stelo (o coda) con delle alette.

 

La suddivisione del gioco

Una volta che avrete tutto l’occorrente per giocare, potrete iniziare. Una partita di freccette ha delle regole che possono variare in base alla competizione di cui è parte o, nel caso di un torneo casalingo, in base a quelle che ritenete siano più adatte al contesto.

Il punteggio si calcola per differenza, a partire da uno stabilito come massimo, che può essere di 301, 501, 701 o 1001, e il valore da scalare è quello calcolato in base alla posizione della freccetta dopo il lancio, nella maniera già descritta.

Ogni partita è composta da un numero dispari di set e la vittoria avviene quando uno dei due giocatori vince il maggior numero di set: tre su cinque, cinque su sette e così via. Il tempo necessario per il completamento di una partita quindi è molto variabile e dipende dalle caratteristiche dei partecipanti e dal numero di leg.

Infatti, a sua volta, ogni set è vinto se il giocatore riesce a ottenere il maggior numero di leg su un numero dispari totale. Ancora una volta, a seconda della competizione, sarà necessario vincere tre su cinque leg, cinque su sette leg e così via.

Come concludere un leg? A partire dal punteggio scelto come massimo, il giocatore ha a disposizione tre freccette per ogni turno; conquisterà il suo leg se arriverà a esaurire tutti i punti facendo come ultimo tiro un doppio.

Qualora il tiro dovesse avere valore maggiore rispetto al numero dei punti rimasti, o qualora il punteggio finale fosse uno, il tiro non sarà considerato valido e non verranno tolti punti al giocatore.

Un lancio inoltre, è considerato non valido anche nel caso in cui la freccetta non rimanga ancorata al bersaglio, per il tempo totale che occorre al giocatore per completare i tre tiri.

Dettagli

La federazione si preoccupa di elencare con molta precisione anche le procedure necessarie per l’iscrizione a eventi e competizioni e focalizza l’attenzione sull’importanza di appartenere e di essere iscritti a un dart club tra quelli riconosciuti.

Il documento a cui si fa riferimento infatti, presenta numerosi punti inerenti anche al comportamento del giocatore o della squadra partecipanti, sottolineando l’importanza di rispettare un codice etico, che agisca nel rispetto degli altri concorrenti e del personale addetto allo svolgimento della gara.

Sul piano di gioco infatti ci sono sempre anche un arbitro e un contapunti, responsabili del corretto svolgersi della competizione. Particolare attenzione è rivolta anche al codice estetico: a ogni concorrente è richiesto di indossare la divisa della propria squadra, completando maglie e felpe con pantaloni o gonne dallo stile classico e in linea con le specifiche richieste dal regolamento.

Con queste poche e semplici regole è possibile realizzare veri e propri tornei, anche in famiglia, avendo cura di rispettare quelle che sono le prerogative in fatto di comportamento ed etica e ricordando sempre che, come ogni sport, l’importante è gioirne in compagnia!

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI