Le 7 Migliori Freccette del 2022

Ultimo aggiornamento: 26.11.22

 

Freccette – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

Che sia al pub o a casa di amici, avrete probabilmente provato almeno una volta il tiro con le freccette. Per molti è un vero e proprio sport, per tanti altri è semplicemente un hobby, ma se siete qui forse volete conoscere gli articoli migliori in commercio. Nei paragrafi successivi potrete leggere sia le caratteristiche da tenere in considerazione per l’acquisto, sia i prodotti più apprezzati, ma ora ne anticipiamo due che potrebbero fare al caso vostro. Red Dragon RDD191 è uno dei set più professionali in circolazione, mentre il bersaglio elettronico Ultrasport Bersaglio Elettronico, ha uno schermo LED e numerosi giochi incorporati.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 7 Migliori Freccette – Classifica 2022

 

Esistono tantissime attività da poter svolgere nel tempo libero ed essere sempre impegnati. Il tiro con le freccette è una di queste, ma sappiamo che per molti può essere un vero e proprio sport, oltre che un piacevole passatempo.

Perciò nelle prossime righe daremo i nostri pareri su un ampio bacino di articoli che possono fare al caso vostro.

 

 

Freccette professionali

 

1. Red Dragon Peter Wright Snakebite Rainbow Mamba Soft-Tip

 

Sapete chi è Peter “Snakebite” Wright? Si tratta di un famoso giocatore scozzese di dart.

Questo set di freccette professionali, nasce proprio dalla collaborazione tra il celebre agonista e l’azienda Red Dragon, produttrice di articoli di questo genere.

La confezione contiene tre freccette realizzate al 90% in tungsteno, tre alette e altrettante aste per eventuali cambi, facilmente effettuabili senza alcuna istruzione. La caratteristica che più risalta all’occhio non è soltanto il design, dotato di colori brillanti con venature psichedeliche, ma la qualità di lavorazione, che permette di avere un grip dieci volte maggiore.

Ciò nonostante, non è il prodotto più economico, complici sia la qualità dei materiali di realizzazione, sia la collaborazione con Peter Wright. Per questo motivo, se non siete giocatori professionisti o abituali, valutate bene prima di acquistarle.

D’altro canto, possono essere un buon regalo per amici o parenti che praticano il tiro con le freccette per sport o per hobby.

 

Pro

Qualità di lavorazione: Per merito di un’accurata lavorazione della lega metallica e quindi anche del tungsteno, queste freccette non sono solo facili da usare, ma hanno un grip migliore rispetto altri prodotti del genere.

Design: Siete interessati sia alla bellezza e sia alla funzionalità? Questa confezione di freccette Red Dragon fa al caso vostro, facendovi spiccare con i suoi colori brillanti e fluorescenti.

Smontabile: Ogni parte di queste freccette è facilmente smontabile e sostituibile con i ricambi presenti nella stessa confezione.

 

Contro

Prezzo: Sebbene la qualità sia invidiabile, il prezzo di questo set, composto da solo tre freccette, è alto. Questo in confronto agli standard di altri prodotti di questo genere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Freccette elettroniche

 

2. Ultrasport Bersaglio Elettronico Gioco di Freccette

 

Per ricreare un’atmosfera da pub a casa vostra o semplicemente per abbellire il muro della camera, appendere un tabellone per il tiro delle freccette è un classico senza tempo. Ultrasport è un’azienda specializzata in articoli sportivi e hobbistica, perciò ha pensato di realizzare una confezione di freccette elettroniche che comprendesse anche un bersaglio dotato di display a LED e sistema audio.

Buono anche il numero di giochi installati nel dispositivo, che sono oltre 271 e vanno dal classico “Cricket” a “501 Master Out 301 Single Out” e via discorrendo. Una soluzione con cui non vi annoierete mai. Tuttavia, bisognerà fare attenzione a non graffiare il display, perché a detta di alcuni utenti è particolarmente fragile.

Infine, il prezzo non è poi così tanto competitivo, anche se nella confezione sono presenti 12 freccette con cui divertirsi in compagnia e oltre 100 punte di riserva da cambiare, nel caso in cui si spezzino quelle originali.

 

Pro

Sistema elettronico: La particolarità di questo prodotto è il tabellone elettronico, che dispone sia di un display a LED con cui modificare le varie impostazioni e tenere il conto durante le vostre sfide, sia di un sistema audio.

Numero di freccette: Nella confezione ci sono ben 12 freccette adatte a mantenersi sul bersaglio e fino a 100 punte di riserva. In questo modo vi divertirete a organizzare feste o a sfidare i vostri amici senza difficoltà.

Giochi: Una cosa è certa, con questo articolo vi annoierete difficilmente, perché ci sono più di 200 giochi differenti con cui intrattenervi.

 

Contro

Costo: Un tasto dolente è il prezzo poco competitivo, con cui questo articolo è venduto sul mercato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Freccette Decathlon

 

3. Canaveral Freccette punta acciaio T120 x3

 

Il nostro prossimo consiglio su quali freccette comprare va a questo set proposto da Canaveral e distribuito in esclusiva dal gruppo Decathlon, che rientra tra i più venduti e apprezzati sul mercato per l’ottimo compromesso tra qualità, prestazioni offerte e prezzo.

Con un peso di circa 18 grammi ciascuno, questi dardi con punta in acciaio presentano un’asta in polietilene rinforzato e tondini in gomma che puntano a migliorare la stabilità e la precisione del tiro, fornendo al giocatore un ottimo equilibrio di base e una presa ergonomica piuttosto confortevole.

Altro punto forte di queste freccette Decathlon è rappresentato dall’impugnatura zigrinata che, oltre a fornire un ottimo grip al momento del lancio, permette di regolare la forza e la traiettoria del dardo in base alla distanza dal bersaglio, garantendo la leggerezza e la flessibilità necessarie per compensare eventuali imprecisioni o errori di tecnica dei tiratori alle prime armi.

L’unica pecca è che nella confezione ci sono solamente tre dardi, senza alcun pezzo di ricambio per aste, alette e punte qualora dovessero rompersi o usurarsi.

 

Pro

Precisione: Il perfetto bilanciamento della struttura e le zigrinature sull’asta permettono al tiratore di conferire maggiore potenza e precisione ai dardi lanciati, garantendo ottimi risultati anche a chi non ha ancora dimestichezza con questa disciplina.

Resistenti: Progettate con punta aerodinamica in acciaio scanalato e corpo in polietilene rinforzato, sono in grado di resistere agli urti e alle sollecitazioni delle lunghe sessioni di tiro al bersaglio.

Smontabili: Grazie alla costruzione in tre parti, alette e asta sono intercambiabili e facilmente sostituibili.

 

Contro

Ricambi: L’unico appunto è che, in comparazione ad altri modelli simili venduti online con un ricco parco accessori, le Canaveral T120 vengono proposte senza alcun pezzo di ricambio per rimpiazzare eventuali componenti spezzate o danneggiate.

 

 

 

 

 

Freccette Michael Smith

 

4. Unicorn Silver Star Michael Smith, Freccette

 

Gli amanti delle freccette da collezione, disegnate interamente da professionisti del settore, sicuramente apprezzeranno questo set nato dalla collaborazione di Unicorn Silver con Michael Smith, campione del mondo PDC Under 21 nel 2013 e detentore di otto titoli nel PDC Pro Tour.

Grazie all’eccellente grip e alla struttura realizzata all’80% in tungsteno, rientrano tra le migliori freccette in circolazione non solo sul fronte qualità costruttiva, ma anche dal punto di vista del design grazie alle affascinanti finiture grigio metallizzato e al logo dell’azienda che campeggia sulle alette.

Queste ultime, così come le punte in acciaio, sono facilmente smontabili per sostituirle in caso di usura o personalizzare le freccette Michael Smith in base alle abitudini e al proprio livello di esperienza.

La presa ergonomica fornita dall’impugnatura zigrinata migliora la stabilità e la precisione del tiro, permettendo di coprire anche lunghe distanze senza avere grosse ripercussioni sulla traiettoria.

Non si tratta del set più economico in circolazione, ma va comunque precisato che il prezzo alto è perfettamente in linea con la qualità costruttiva e l’affidabilità dell’azienda produttrice.

 

Pro

Design: La progettazione di queste freccette rispecchia la professionalità e l’esperienza di un professionista del calibro di Michael Smith, rivelandosi adatte a giocatori di ogni livello e stile di gioco.

Grip: Il ringed scanalato permette di avere una sensazione di presa migliore, senza pericolo che l’asta scivoli dalle mani rallentando il lancio.

Aerodinamiche: La realizzazione all’80% in tungsteno le rende più leggere e aerodinamiche per garantire una precisione di tiro impeccabile.

 

Contro

Costo: Come spesso accade, anche in questo caso vale l’assioma secondo cui la qualità si paga, ma bisogna anche dire che il set vale decisamente la spesa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Freccette Unicorn

 

5. Unicorn Silver Star 80% Tungsten Gary Anderson Soft Tip

 

Nel mercato dello sport agonistico, le freccette Unicorn rientrano tra i prodotti più venduti per i professionisti del settore dart. Questo modello è ispirato e progettato da Gary Anderson, praticante agonista di freccette.

Se avete un budget elevato, non potete lasciarvi sfuggire questo prodotto: con l’eccellente grip e la struttura all’80% in tungsteno, sono tra le migliori freccette in circolazione. La qualità è incontestabile, con un design elegante grigio metallizzato e il brand Unicorn presente sulle alette. Queste ultime sono inoltre modificabili, come anche i terminali.

Sappiate inoltre che non sono un prodotto economico e che, di questo modello, esistono due versioni: quelle da 16 gr e quelle da 20 gr, in cui la differenza è nella precisione del lancio.

Unicorn ha realizzato le Silver Star con un corpo di quasi 40 mm, che è probabilmente poco, se siete abituati a un’asta più lunga.

In ogni caso, questo particolare viene compensato dalla leggerezza e adattabilità.

 

Pro

Design: La progettazione di queste freccette rispecchia l’idea e l’esperienza di un professionista come Anderson. Per questo si classificano tra i prodotti più funzionali e adatti a tutti i livelli di esperienza.

Grip: Il sistema a tre permette di avere una sensazione di presa migliore, senza che l’asta vi scivoli dalle mani rallentando il lancio.

Qualità: Queste freccette sono realizzate all’ 80% in tungsteno, ciò le rende più leggere, aerodinamiche, facendo crescere la proporzione qualità/prezzo.

 

Contro

Costo: Per quanto siano formidabili, non si può dire che siano altrettanto economiche. In questo caso la qualità si paga, ma il prodotto vale la spesa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Freccette punta in plastica

 

6. Canaveral Freccette punta plastica S120 x3

 

La nostra comparativa prosegue con le Canaveral S120, ideali per i giocatori alle prime armi o di livello intermedio che vogliono perfezionare la tecnica e affinare le proprie abilità di gioco prima di passare a un set più professionale e costoso.

Più leggere e versatili rispetto ai modelli esaminati in precedenza, si tratta di freccette con punta in plastica particolarmente facili da utilizzare e poco costose in termini di manutenzione, quindi perfette per i principianti e gli appassionati senza velleità agonistiche.

Pur peccando in termini di resistenza e durabilità, si contraddistinguono per la particolare leggerezza della struttura (sui 16 grammi circa) e la presenza di alette aerodinamiche in PVC che riducono al minimo l’attrito dell’aria sulla traiettoria del dardo per fornire maggiore stabilità e precisione al tiro.

In virtù dei materiali con cui sono costruite, possono essere utilizzate in sicurezza da tutti, compresi bambini e ragazzi che vogliono avvicinarsi al mondo del tiro al bersaglio.

 

Pro

Pratiche: Le Canaveral S120 sono caratterizzate da una punta in plastica e una struttura piuttosto basilare che ne aumenta la facilità di utilizzo e riduce al minimo i costi di manutenzione.

Leggere: Il corpo in polietilene le rende molto leggere e consente una gestione ottimale della forza impressa al momento del lancio in modo da rendere la traiettoria più stabile e precisa.

Componenti intercambiabili: La struttura smontabile in tre parti permette di cambiare astina e alette a piacimento.

 

Contro

Fragilità: Le punte morbide, per quanto valide in termini di praticità e sicurezza, si spezzano con maggiore facilità, soprattutto se i dardi vengono lanciati con forza e su bersagli più duri.

 

 

 

 

 

Freccette punta intercambiabile

 

7. Canaveral Freccette punte intercambiabili S960

 

Se siete alla ricerca di un set di freccette con punta intercambiabile da sostituire facilmente all’occorrenza, vi consigliamo di dare un’occhiata alle Canaveral S960, ideate per giocare in gara, a casa o con gli amici sia con terminali in plastica (soft tip) sia con quelli in acciaio (steel tip) a seconda delle circostanze.

Utilizzabili anche con i bersagli Plastip ed elettronici, pesano meno di 18 grammi e presentano un diametro di 8,7 mm con impugnatura zigrinata per garantire a ogni tiratore un equilibrio e una precisione eccezionali.

Nonostante il set da soli tre dardi venga proposto a un prezzo leggermente più alto rispetto ai principali competitor, la qualità dei materiali e la resa costruttiva sono di alto livello, caratteristica che lo rende ideale soprattutto per i professionisti e i giocatori esperti che vogliono raggiungere i migliori risultati nelle competizioni.

La confezione contiene tre freccette realizzate al 90% in tungsteno, sei punte di plastica e tre in acciaio per eventuali cambi, facilmente effettuabili anche in mancanza di esperienza.

 

Pro

Professionali: Grazie all’accurata lavorazione della lega metallica con cui sono realizzate, queste freccette offrono un grip migliore rispetto ad altri prodotti appartenenti alla stessa fascia di mercato.

Smontabili: Tutte le componenti dei dardi sono facilmente smontabili e sostituibili con i ricambi presenti nella stessa confezione.

Versatili: Progettate per essere utilizzate nei tornei e nelle competizioni di ogni categoria, risultano compatibili anche con i bersagli Plastip ed elettronici.

 

Contro

Costo: L’unico tasto dolente è il prezzo piuttosto elevato a cui viene proposto il set contenente solamente tre freccette.

 

 

 

 

 

Accessori

 

Bersaglio per freccette

 

Unicorn Bersaglio per Freccette Bristle

 

Secondo alcuni utenti, i prodotti Unicorn sono tra i migliori che si possano trovare in circolazione, sebbene non siano a prezzi bassi. Se vi state chiedendo dove acquistare un bersaglio per freccette di ottima fattura, cliccando nel link in basso lo potrete trovare.

Per un prezzo concorrenziale, ne otterrete uno approvato dalla Professional Darts Corporation, ovvero l’organizzazione internazionale di tiro delle freccette.

Il cerchio è abbastanza ampio e di fatti è realizzato come un qualsiasi prodotto professionale in setole dure. Un piccolo difetto è quello dei cerchi e dei numeri, realizzati con uno spesso filo di ferro, che tende a smussare le punte delle freccette che lo colpiscono accidentalmente

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere le migliori freccette?

 

Dopo aver scoperto quali sono le migliori freccette del 2022, se vi state chiedendo quali possono essere le caratteristiche principali da valutare, (e quindi facilitarvi nella decisione su quale articolo comprare), leggete le prossime righe.

Probabilmente i grandi appassionati di tiro delle freccette sapranno quali peculiarità ricercare, ma sarà bene fare un ripasso.

 

 

La frequenza di utilizzo

Come ogni altro tipo di attività, che sia un hobby o uno sport vero e proprio, si deve tenere in considerazione la frequenza con cui si ha intenzione di praticarlo.

Scegliere le freccette giuste richiede del tempo, perché in commercio ogni mese viene messo un nuovo prodotto che potrebbe fare al caso vostro. Ad esempio, se siete soliti praticare il lancio delle freccette almeno una volta al giorno, vi consigliamo di cercare e acquistare un modello in tungsteno e con un buon grip.

Questo consente sia che non vi scivolino facilmente dalle mani e sia che il lancio sarà più facile, stancandovi di meno.

D’altro canto, se si tratta solo di un passatempo da svolgere una volta ogni tanto, delle freccette magnetiche sono la scelta migliore, che potranno essere usate sia da adulti, sia da bambini. Un ottimo acquisto da tirare fuori dal garage una volta ogni tanto, soprattutto se siete soliti cambiare spesso hobby.

 

Scegliere il bersaglio migliore

Capire come scegliere delle buone freccette non è tutto. Quando individuate quella che più si confà alle vostre necessità, vi servirà anche un buon bersaglio! In commercio esistono numerosi modelli, più o meno costosi e validi. Una caratteristica da tenere in considerazione è il tipo di freccetta che si intende utilizzare.

Ci sono quelle con una punta elettronica, che avranno bisogno necessariamente di un bersaglio di questo genere, mentre le freccette con la punta in metallo richiedono tabelloni in setole dure.

Tra le differenze che più spiccano, c’è la possibilità, in quelli elettronici, di impostare diversi giochi, per dare una svolta ai vostri pomeriggi o a qualche partita organizzata tra amici e parenti.

Sarà certamente necessario che acquistiate un prodotto quanto più completo possibile, ancora meglio se certificato da associazioni internazionali specializzate in questo sport, come la PDC o la WDF.

 

Il vostro obiettivo

Ma qual è il vero motivo per cui volete acquistare delle freccette? Magari avete un pub e volete abbellire e ricreare un muro in stile western, dove i vostri clienti possono passare del tempo tra una birra e l’altra.

Forse invece volete appendere un bersaglio sul muro o sulla porta della vostra camera e scacciare via i pensieri in questo modo. In entrambi i casi, dovrete prendere in considerazione per quale scopo desiderate acquistare le freccette.

Ogni pezzo è diverso dall’altro, ad esempio ci sono alcune a cui non possono essere cambiate a piacimento le alette, l’asta o la punta, mentre altre vi permettono una più libera personalizzazione.

Certo, se volete allenarvi per partecipare a qualche campionato, dovreste prima considerare se possono essere modificate e poi verificare loro caratteristiche specifiche. Un dardo realizzato in tungsteno o uno realizzato in alluminio sarà diverso in prestazioni, velocità e aderenza al bersaglio.

 

Prendetevi del tempo

Se è arrivato il momento di andare a comprarle, recatevi in un negozio che le vende e prendetevi tutto il tempo che vi serve per provare tutte quelle che più vi attirano. Ma non tenete in considerazione colori o grafiche delle alette, piuttosto date importanza a caratteristiche come la qualità di presa, la precisione e soprattutto la sensazione che provate nell’impugnarla.

Partite da una preselezione scegliendone una decina e dividendole per tipologie e caratteristiche simili. Poi iniziate a tirarle sui bersagli, e pian piano fate una seconda selezione, fino ad arrivare all’unica freccetta che vi soddisfa.

Sarà normale essere più rigidi durante le prove, per questo vi consigliamo, prima di acquistarla, di accertarvi che ogni componente sia dello stesso peso e catalogato come standard.

 

 

Alcune caratteristiche

Ogni componente di una freccetta viene progettato da macchine ad altissima precisione, che dispongono di strumenti con cui ogni azienda sceglie di personalizzare al meglio grip, punta, alette e corpo della freccetta.

È abbastanza evidente che il gioco del lancio delle freccette è basato su una serie di equilibri tra lo strumento e la mano del giocatore. Perciò esistono pesi e misure standard da rispettare, ma che vengono talvolta migliorate da aziende specializzate.

In lunghezza, il corpo di una freccetta può variare da un minimo di 3,5 cm a un massimo di 6 cm, mentre per il peso, esistono freccette in metallo di massimo 24 gr e freccette soft da appena 20 gr.

Per iniziare vi consigliamo le prime, diminuendo il peso man mano che le utilizzate.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come si lanciano le freccette?

Il gioco delle freccette è basato sulla calibrazione e l’equilibrio che si utilizza tra la propria mano, che lancia la freccetta, e il bersaglio. Per questo la curva della parabola di volo del dardo può essere più o meno alta, ma per allenarvi al meglio e capire come si lanciano le freccette, seguite questi semplici e piccoli passaggi.

Innanzitutto posizionatevi e non muovete le spalle. Durante la fase di caricamento del tiro (quindi quando iniziate a portare la mano indietro), il gomito deve rimanere nella stessa posizione iniziale, poiché dovrete muoverlo solamente durante l’accelerazione.

Le ultime fasi saranno quelle del rilascio e del lancio, in cui la mano e il polso dovranno rimanere fermi e non cadere. A differenza di quanto si possa pensare, la mano deve indicare il punto da colpire anche quando la freccetta è stata lanciata.

 

Come si gioca a freccette?

Molti, quando prendono per la prima volta una di loro in mano, si domandano: ma come si gioca a freccette? La risposta è che è un gioco semplice e complesso allo stesso tempo.

Oltre ai dardi, ci deve essere un bersaglio su cui sono disposti 20 segmenti, solitamente divisi da un filo di ferro. Il punto in cui colpirà la freccetta determinerà il punteggio che avete ottenuto.

In questo modo, se colpirete le parti bianche o nere, dovrete contare i numeri presenti sul bordo esterno, mentre se toccherete le parti verdi o rosse, questi numeri verranno raddoppiati.

Colpendo l’anello più interno, i numeri verranno triplicati, mentre se si colpisce la parte verde del centro o addirittura il centro rosso, chiamato in gergo “occhio del toro”, potete ottenere fino a 50 punti.

 

Come scegliere il peso delle freccette?

Dopo tanti anni e più precisamente da quando il gioco delle freccette è diventato più popolare, le aziende hanno scelto di standardizzare il peso e le dimensioni. In questo modo anche un principiante non deve impazzire nel capire come scegliere il peso delle freccette.

Ad esempio, prendete un attimo in considerazione le freccette steel, ovvero quelle con punte in ferro. Il peso di queste si aggira intorno ai 22 o 25 gr, perciò, anche se siete agli inizi, vi permettono di allenarvi fin da subito, ottenendo prestazioni migliori.

Certo, vi torneranno utili solo inizialmente, perché poi potrete passare tranquillamente a quelle leggere come le freccette soft, che pesano invece intorno ai 16/18 gr.

 

Quale asta di una freccetta scegliere?

Per ottenere con le vostre freccette un buon bilanciamento e degli ottimi tiri con poco sforzo e oscillazioni, scegliere un’asta vi sarà indispensabile. Queste ultime, sono chiamate anche shaft e da diversi anni vengono realizzate in diversi materiali come il nylon o l’alluminio, ma anche il tungsteno oppure il policarbonato.

La differenza tra tutti questi materiali è la caratteristica leggerezza che donano alla freccetta.

Il tungsteno, ad esempio, è famoso proprio per la percentuale contenuta, che le rende morbide nel tiro, leggere nel bilanciamento e soprattutto resistenti.

Se siete alla ricerca di qualcosa di intermedio con cui iniziare, optate per aste di questo materiale.

 

Quanto costano le freccette?

Un particolare importante nella scelta delle migliori freccette, secondo noi, è anche il prezzo.

Il loro costo può variare da poche decina di euro fino a più di 100 €, ma sappiate che i dardi migliori sono quelli di fascia intermedia.

I motivi che rendono una freccetta più o meno costosa sono sia la qualità dei materiali, con cui è prodotta, sia l’eventuale collaborazione delle aziende con professionisti del settore.

 

 

 

Come utilizzare una freccetta

 

Il gioco del tiro delle freccette è tanto facile quanto molto spesso sottovalutato. Ancora oggi, molti lo disdegnano, proprio come per le bocce, ma è ormai considerato un vero e proprio sport con tanto di campionati nazionali e mondiali e associazioni che tutelano la legalità del gioco e le sue regole.

Non è uno sport semplice come si possa pensare, pertanto ci vogliono diversi anni di esperienza per riuscire a fare centro al primo colpo…e certamente una buona dose di fortuna.

Nelle righe seguenti vedremo tutto quello che c’è da sapere nello specifico per utilizzare le freccette e praticare un hobby o uno sport tanto antico quanto divertente.

 

 

Regole di gioco

Da quando il tiro delle freccette è diventato uno sport, c’è stata la necessità di introdurre delle regole che ne disciplinano l’attività. In tempi antichi si era soliti tirare oggetti piuttosto che freccette. Poi, soprattutto durante il secolo scorso, sono stati introdotti i dardi con maggior frequenza, attirando l’interesse di un numero di gente sempre in aumento.

Oggi, sapere come si gioca a freccette non basta, serve conoscerne anche le regole per godersi il tempo di gioco. A tal proposito, dovete sapere che il tabellone o bersaglio deve essere necessariamente posizionato a 173 cm da terra e a 237 cm di distanza da voi.

Ogni punto ottenuto lanciando la freccetta verrà sottratto da una somma iniziale decisa in anticipo. Solitamente si opta per partire con 301 o 501 punti, ma ci sono campionati in cui si è visto gareggiare sfidanti con punti fino a 1001.

 

Le tecniche di lancio

L’esperienza è tutto e su questo non si transige, ma ci sono alcune tecniche di lancio che possono tornarvi utili per poter iniziare a prendere dimestichezza con le freccette. Soprattutto se sono le prime volte che testate questo gioco, vi sembrerà assurdo, ma iniziare a inquadrare semplicemente il bersaglio è già un primo passo che vi porta alla vittoria.

Inoltre, ricordate che durante il tiro, non dovete muovere nessun arto se non il braccio. La spalla dovrà restare ferma, come anche il polso, sebbene alcuni professionisti dicono che sia più funzionale generare una sorta di “effetto frusta” nella fase di lancio.

In verità, il segreto è nella pazienza e precisione. Non lasciatevi distrarre da nessuno, caricate tirando indietro il braccio e, avendo sempre bene in mente il punto da colpire e il bersaglio, lanciate portando l’arto in avanti e rilasciando il dardo, senza far cadere il braccio.

All’inizio sarà difficile, perché serve tanto allenamento, ma istruire il vostro corpo a utilizzare le giuste posizioni è importante anche per il futuro.

 

 

Alcuni piccoli accorgimenti

Oltre a capire come si lanciano le freccette, non tralasciate l’importanza delle dimensioni di queste ultime: anche il loro peso non è così scontato. In effetti, se siete agli inizi della pratica, conviene scegliere dei dardi più pesanti, in modo che, cambiando e diminuendo il peso, sarà sempre più semplice lanciarli.

Potete optare anche per delle alette aerodinamiche: testatene l’efficacia prima di acquistarle, perché la riuscita di un lancio non dipende solamente dalla vostra bravura, ma anche e soprattutto dai componenti di una freccetta.

 

 

Tutto sul campionato italiano e mondiale di freccette

 

Vi spieghiamo nel dettaglio il funzionamento dei campionati italiani e mondiali di freccette, analizzandone modalità di accesso e di vincita.

 

Non tutti sanno che lo sport delle freccette prevede competizioni e tornei di ogni livello. Chi ha appena iniziato, sarà inserito nelle gare provinciali prima e regionali poi, per poi arrivare all’obiettivo massimo che sono i campionati nazionali e mondiali.

Poiché sono diversi gli enti che si occupano delle regole e dell’organizzazione di questi eventi, vogliamo oggi spiegare nel dettaglio le modalità di accesso e la cadenza annuale di queste gare.

Analizzeremo in primo luogo la situazione italiana per poi procedere con quella mondiale.

 

Campionati italiani

L’ente che si occupa della legislazione e dell’organizzazione dei principali eventi nazionali è la F.I.G.F.- Federazione Italiana Gioco Freccette. Le sue origini sono trevigiane e risalgono al 1984, dall’ampliamento di un piccolo draft club, nato con l’intento di far conoscere questo sport davanti a un boccale di birra o a un calice di vino.

Questa organizzazione che, insieme ad altre, è riconosciuta dal CONI, si occupa ogni anno di organizzare diversi tornei di carattere nazionale: il Campionato Italiano di Doppio maschile e femminile, che si tiene a maggio, il Campionato Italiano Individuale maschile e femminile, anche lui in maggio, il Campionato Nazionale a Squadre e la Coppa Italia a Squadre.

Queste competizioni hanno luogo in diverse città d’Italia ogni anno e vedono protagonisti giocatori provenienti dalle società di ogni regione e di ogni provincia. Il loro accesso a queste gare è garantito in caso di vittoria di competizioni via via sempre più complesse, che si estendono da un carattere puramente locale e quello regionale e così via.

La vittoria di questi trofei, però, non garantisce la partecipazione a gare internazionali, perché questo ruolo è giocato soltanto dall’Italian Grand Master. Si tratta nuovamente di un evento annuale e, a differenza delle altre competizioni già viste, si svolge ogni anno al Palacavicchi di Pieve di Cento (Bologna), in novembre.

L’Italia entra a far parte del circuito internazionale solo dal 2009, sebbene in quell’anno tale manifestazione fosse di carattere solo dimostrativo. Dall’anno successivo, invece, ottiene il riconoscimento effettivo e da allora la vittoria dell’Italian Grand Master consente la partecipazione a uno dei due campionati mondiali indetti ogni anno.

L’evento prevede due tornei individuali: maschile e femminile.

 

Campionati mondiali

Per quanto riguarda la situazione mondiale, invece, dobbiamo distinguere due tipologie di competizioni, indette da due diversi organi che si occupano della gestione del gioco delle freccette a livello internazionale. I campionati sono quindi due, uno organizzato dalla Professional Darts Corporation (PDC) e uno dalla British Darts Organisation (BDO).

Inizialmente era presente solo quest’ultima associazione, che non aveva però la presa necessaria sui media e sulle varie reti informative per dare a questo sport la giusta visibilità. Fu allora che 16 giocatori, tra i più famosi al mondo, decisero di creare una nuova associazione: il World Darts Council (WDC).

Dopo alcuni anni di conflitti e controversie, riguardo alla compresenza di due enti pensati fondamentalmente per lo stesso scopo, la BDO riconobbe la WDC come organizzazione lecita e in questa occasione cambiò il nome in Professional Darts Corporation (PDC).

Ciò che rimane di questa storia è di fatto la presenza di due campionati mondiali, che hanno luogo ogni anno e che sono seguiti con la stessa attenzione da appassionati di freccette in tutti i paesi.

Il torneo PDC inizia a dicembre e si conclude a gennaio, proprio nei giorni in cui inizia il torneo BDO. Oggi, i giocatori possono scegliere liberamente quale dei due campionati svolgere, con l’unica specifica di non poter partecipare a entrambi nello stesso anno.

Rispetto alla BDO, la PDC ha la tendenza a voler “spettacolarizzare” i propri eventi; la volontà è quindi quella di rendere le partite dei veri e propri show, aggiungendo coriandoli, macchine del fumo e fuochi d’artificio.

L’obiettivo, spesso riuscito, è quello di attirare così anche coloro che non conoscono questo sport o che non ne sono appassionati. Poiché inoltre la finale si tiene quasi sempre durante la sera dell’ultimo giorno dell’anno, gli incontri sono proiettati su maxi schermi, rendendo l’evento una vera e propria festa, che vede protagonista l’interazione tra i conduttori e il pubblico.

I giocatori inoltre entrano sul palco con una canzone che li caratterizza in sottofondo e passano attraverso il pubblico con l’aiuto di guardie della sicurezza. La particolarità di questi giocatori è anche quella di avere ognuno ha un proprio soprannome, ideato in base a caratteristiche ironiche e aneddoti legati al gioco e non solo.

 

La World Darts Federation (WDF)

Tutto quanto appena descritto è regolamentato da un’organizzazione ancora maggiore, che è la World Darts Federation (WDF), membro di SportAccord. La sua fondazione risale al 1976 e per farne parte è necessario procedere con l’iscrizione, aperta alle federazioni nazionali riconosciute di tutto il mondo.

Il suo ruolo è quello di incoraggiare la diffusione di questo sport tra i vari organismi, con l’obiettivo di arrivare al riconoscimento delle freccette come uno dei principali sport a livello internazionale.

In effetti, la WDF è riconosciuta come membro effettivo del GAISF, ossia dell’organismo mondiale che riunisce tutti gli sport ed è quindi l’unico referente dello sport delle freccette a livello globale.

Anche la italiana F.I.G.F. è riconosciuta dalla World Darts Federation come unica Federazione in grado di rappresentare l’Italia nelle competizioni europee e mondiali e nei tornei internazionali.

Con questo articolo abbiamo voluto illustrare quelle che sono state le tappe storiche principali che hanno portato a ottenere una regolamentazione a livello mondiale, per quanto riguarda il gioco delle freccette.

Come tutti gli sport, infatti, è importante diffondere gli ideali e gli eventi principali, in modo che possa entrare a far parte delle occasioni da celebrare magari in compagnia. Se anche voi ne siete diventati appassionati, date un’occhiata alla lista delle freccette più vendute, per iniziare a esercitarvi e arrivare poi, chissà, a una delle competizioni che abbiamo descritto.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI