Balance board ed equilibrio. 6 consigli pratici.

Ultimo aggiornamento: 25.09.20

 

Una volta superato il primo impasse, è tempo di capire come migliorare e potenziare la centratura e l’equilibrio su questo supporto. Scopriamolo insieme attraverso cinque esercizi specifici.

 

Sollevarsi sulle punte

Un primo esercizio per il potenziamento e la gestione corretta dell’equilibrio consiste nel posizionarsi con i piedi ben stabili sulla balance board, appoggiando poi una mano alla parete così da mantenere al meglio e stabilmente la postura. Lentamente spostate il peso in avanti fino al punto di dover sollevare le punte dei piedi verso l’alto. Testa in posizione neutrale e spalle quanto più rilassate vi permettono di assecondare in maniera più fluidi tutto il movimento. 

Una volta raggiunta la posizione sulle punte, iniziare lentamente la discesa gestendo sempre in modo adeguato la posizione delle gambe e delle ginocchia. I muscoli interessati in questo esercizio sono principalmente quelli del polpaccio e il tendine d’Achille. 

Avanti e indietro

Una volta acquistata una balance board venduta on line, si può iniziare a divertirsi con questo esercizio, semplice e al tempo stesso ottimo per mettere alla prova il vostro equilibrio. Con i piedi posizionati nella zona esterna della balance board da una posizione di partenza neutrale si tende a spostare il peso in avanti fino al punto in cui il bordo stesso della tavola non andrà a toccare terra. 

Una volta fatto ciò arriva la parte divertente; in quel momento infatti sarà necessario portare indietro il peso così che il sia il bordo posteriore a toccare questa volta terra. Questo esercizio è uno stimolo efficace per la zona delle anche, che si vanno a potenziare e ad attivare durante tutta la sessione. La lentezza nel procedere e il controllo costante su tutto il movimento sono la chiave per portare a casa il risultato.

 

In equilibrio su di un piede

Altra sfida, con l’asticella della difficoltà che sale piano piano verso l’alto.

Da come dice il nome si parte con entrambi i piedi ben piantati sulla balance board. 

A quel punto, dalla posizione di partenza si solleva leggermente uno dei due piedi, così da restare con l’altro ben piantato sulla tavoletta. In questo esercizio il vostro equilibrio sarà veramente messo a dura prova. 

Vi suggeriamo di portare il piede sollevato con un movimento verticale, come a voler raccogliere al petto, evitando anche di incrociare con l’altra gamba a terra. Anche in questo caso, le prime prove possono avvenire grazie al supporto di una parete a cui appoggiarsi con una mano, così da rendere l’esecuzione meno acrobatica e instabile.

 

Side to side con un piede solo

Questo esercizio è essenzialmente una variante del movimento avanti e indietro. In questa occasione però la difficoltà aumenta visto che l’equilibrio da mantenere è affidato a un piede solo e l’oscillazione richiesta procede su una linea che va da destra a sinistra e viceversa. Nel momento in cui si va a inclinare il peso da un lato e dall’altro si deve mantenere la gamba sollevata vicino al corpo. 

L’obiettivo è quello di mantenere il piede sulla balance board in posizione centrale, cercando di far toccare terra alla parte laterale della tavoletta per poi ripetere la stessa operazione per il lato opposto. Il focus di questo esercizio sta nel potenziamento e nella sollecitazione dei muscoli dell’anca e della zona plantare.

 

Single round the clock

Altro esercizio interessante con cui potenziare muscoli e gestione dello spazio è rappresentato da quello che è chiamato il single round the clock. Si tratta nello specifico di un movimento che si realizza una volta aver sollevato uno dei due piedi sulla balance board. 

A questo punto si può procedere spostando con gradualità il piede sulla stessa, immaginandolo come la lancetta di un orologio che scorre sul quadrante molto lentamente.

Anche qui la questione si gioca tutta su un delicato equilibrio tra le parti con il peso del piede che si sposta sia in orizzontale sulla tavola per poi spingere verso il basso così da far quasi toccare terra al bordo della tavola per poi passare oltre. L’obiettivo è riuscire a compiere un giro completo a 360 gradi, così da testare al massimo equilibrio e gestione dei muscoli e del corpo nel corso della sessione. Come per altri tipi di esercizio anche qui la zona stimolata è quella delle anche. 

Affondi

L’ultimo esercizio tra quelli presenti mette sotto sforzo la zona del quadricipite e del muscolo grande gluteo. La posizione di partenza parte dall’utente in posizione eretta, spalle rilassate e braccia lungo i fianchi. Bisogna a questo punto piegare un poco il ginocchio ma senza spingersi troppo con il busto in avanti. Va mantenuto eretto e nella giusta posizione, senza piegare poi troppo la schiena in avanti e con lo sguardo a guardare dritto nella direzione in cui ci si piega. 

Di suo questo esercizio stimola molto l’equilibrio anche nella sua versione normale, considerando il movimento in avanti della gamba e la posizione delle braccia, poggiate sui fianchi. Con un piede sulla balance board la questione diventa ancora più sfidante e mette in gioco tutta la zona plantare del piede e della caviglia. 

Con questo set di esercizi siamo certi che potrete iniziare a sfruttare come si deve questo utilissimo attrezzo in cui la curva di apprendimento iniziale può risultare più faticosa agli inizi ma che sa regalare poi anche diverse soddisfazioni in un secondo momento, così da migliorarsi e alzare sempre più l’asticella della difficoltà.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments