Le 16 Migliori Scarpe da Running del 2022

Ultimo aggiornamento: 26.11.22

 

Scarpe da Running – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

La passione per il running è cresciuta in modo esponenziale negli ultimi anni e sono sempre più gli appassionati che si affidano a scarpe appositamente sviluppate per essere un supporto determinante durante la corsa. Avete bisogno di qualche suggerimento sui migliori modelli attualmente disponibili sul mercato? Qui di seguito vi presentiamo l’ultimo aggiornamento della nostra classifica dedicata alle migliori scarpe da running del 2022, a cominciare dalle Asics Gel-Cumulus 23, che competono nel settore delle calzature sportive con una buona ammortizzazione e un’elevata resistenza all’usura. Si difendono bene anche le Adidas Galaxy 5, qui declinate in versione femminile per soddisfare le esigenze delle runner alla ricerca di una scarpa ammortizzata di alta gamma che garantisca comfort e protezione dal primo all’ultimo chilometro.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 16 Migliori Scarpe da Running – Classifica 2022

 

La comparazione tra modelli e proposte ci sembra la scelta migliore per offrire un quadro esauriente e il più esplicativo possibile riguardo questa categoria di prodotti. Il gran numero di esemplari messi sotto la lente dalla nostra redazione include alcuni dei prodotti più venduti e quelli dal prezzo più economico, cercando così di mediare e conciliare esigenze e aspettative anche molto distanti tra loro.

 

 

Scarpe running uomo

 

1. Asics Gel-Cumulus 23, Scarpe da Corsa Uomo

 

A lungo attese dai suoi fedeli seguaci, le scarpe running uomo Asics Gel Cumulus 23 arrivano sul mercato con significativi miglioramenti rispetto alle versioni precedenti per restituire la scarpa ammortizzata per corridori neutri più leggera e reattiva di sempre.

La novità più rilevante la ritroviamo nel nuovo design della tomaia stampata in 3D che offre una vestibilità più personalizzata e confortevole sia per il piede maschile sia per quello femminile, avvolgendolo con uniformità senza creare fastidiose pressioni o irritazioni che potrebbero compromettere le performance durante la corsa.

Altro aspetto importante delle Asics Gel Cumulus 23 è la riprogettazione dell’intersuola che, grazie all’innovativa schiuma FlyteFoam, si comprime meglio e in modo più efficiente in fase di atterraggio per ridurre lo stress da impatto e restituire un’ammortizzazione più morbida e reattiva a ogni passo.

Sebbene in termini di materiali e drop mantengano praticamente lo stesso set-up già visto nelle sue sorelle pronatrici, vantano l’esclusiva suola in gomma Ahar Lite per garantire la massima trazione, stabilità e durata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running donna

 

2. Adidas Galaxy 5, Scarpe da Corsa Donna

 

Premiate dai nostri esperti come migliore scarpa da running donna per le atlete che vogliono macinare chilometri con il massimo comfort e supporto per il piede, le Adidas Galaxy 5 sono calzature da allenamento quotidiano che offrono la sicurezza e la fiducia necessarie per percorrere lunghe distanze, incorporando alcune delle migliori tecnologie sviluppate dal brand tedesco per garantire un’esperienza di corsa imbattibile.

Punto di riferimento per le runner con passo neutro, questa nuova edizione delle già fortunate Adidas Galaxy porta con sé importanti novità che riguardano principalmente la tomaia in mesh igienizzato, dove i progettisti hanno optato per un tessuto più leggero, elastico e traspirante rispetto alle versioni precedenti. 

Si rinnova anche la configurazione dell’intersuola che, grazie all’ammortizzazione Cloud Foam, permette di eseguire transizioni più fluide e reattive, garantendo protezione e assorbimento degli urti a ogni spinta e atterraggio.

Il modello non delude nemmeno dal punto di vista del grip e della trazione grazie alla presenza di una suola in gomma compatta con disegno multidirezionale del battistrada che migliora la stabilità e l’aderenza anche alle alte velocità e su superfici abrasive come l’asfalto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe da trail running

 

3. Speedcross 4, Scarpe da Trail Running Uomo

 

Chi affronta percorsi sterrati o molto accidentati necessita di un supporto adatto a questo tipo di scenario. Salomon ha creato perciò la tipologia Speedcross, pensando a come poter adeguare una scarpa a percorsi di montagna o dentro un bosco. Il grip della suola è la sua carta vincente, con una tenuta e dei tacchetti tecnici studiati per resistere al meglio in presenza di fango e su sentieri tecnici.

In quanto a versatilità si tratta di scarpe altamente impermeabili, con un sistema di chiusura Quicklace che punta a una rapidità e praticità nella gestione dei lacci capace di soddisfare un’ampia fetta di corridori. Il sistema Sensifit è pensato per una migliore adattabilità al tipo di piede, con un rivestimento interno che si adegua e avvolge senza stringere in modo eccessivo.

La membrana Gore-Tex e il sistema Contagrip isolano e proteggono il piede, creando poi nella zona inferiore un mix di tacchetti adatti a tutti gli scenari, con un supporto e una mescola della gomma che guarda alla sicurezza dell’utente durante tutta l’attività, sia che si tratti di una corsa su un percorso di montagna sia che si stia passeggiando senza fretta su un tracciato scosceso o dentro una fitta boscaglia.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running Hoka

 

4. Hoka One One Bondi 7 Textile Synthetic Formatori

 

Ideali per i corridori pesanti con un’impronta neutra, le scarpe da running Hoka One One Bondi 7 sono le più ammortizzanti e reattive dell’intera gamma del brand americano.

Nonostante la massiccia intersuola oversize, appositamente progettata per affrontare ogni tipo di distanza sia nelle sessioni di allenamento quotidiano sia durante le competizioni ad alta velocità, sono talmente leggere e comode che quasi ci si dimentica di averle ai piedi.

Tra le caratteristiche maggiormente apprezzate di queste scarpe segnaliamo anche l’innovativa piastra Meta-Rocker in fibra di carbonio che accentua l’efficacia dell’intersuola in schiuma EVA nell’assorbire gli urti, bilanciando l’iperpronazione per garantire una corsa più fluida e scattante.

Altro interessante aggiornamento rispetto alle versioni precedenti lo ritroviamo nella tomaia in tessuto mesh elasticizzato che favorisce la flessibilità e la traspirazione della scarpa, adattandosi alla forma naturale del piede e mantenendolo, allo stesso tempo, fresco e asciutto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe da running Asics

 

5. Asics Gel-Cumulus 18, Scarpe da Corsa Uomo

 

Il sistema Cushioning è il primo aspetto a balzare all’occhio di chi guarda a una scarpa da running con cui affrontare al meglio l’asfalto. Con 305 grammi di peso si dimostrano poi comode e avvolgenti, lasciando al piede tutta la libertà necessaria per un’esplosione di potenza e velocità, conservando al meglio il controllo. L’assenza di rinforzi laterali mira ad alleggerire la scarpa nella sua completezza, con una traspirabilità della zona esterna che si conserva tale per tutta la superficie del modello.

La tomaia impermeabile in Gore-Tex è una sicurezza in più, ideale per chi ama andare a correre sotto qualunque cielo e quando le condizioni del terreno si fanno più scivolose e bagnate.

Sia nella parte posteriore sia nella parte anteriore è presente un sistema di supporto che scarica il peso e lo ammortizza a dovere. Si tratta di scarpe studiate per chi affronta un chilometraggio medio-alto e preferisce un modello dalla buona adattabilità. Il sistema ComforDry mantiene l’interno asciutto, evitando la formazione di spiacevoli odori durante e dopo la corsa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running Saucony

 

6. Saucony Triumph ISO 3, Scarpe Running Uomo

 

Tra le scarpe da running Saucony più apprezzate sul mercato, il modello Triumph ISO 3 ha raddoppiato lo spessore nella zona del tallone, contribuendo così a una migliore ammortizzazione del piede e a una gestione dello sforzo più adattabile in base al contesto.

La suola Tri-Flex assorbe e distribuisce in maniera adeguata lo sforzo, contenendo i microtraumi tipici della corsa. Dai pareri raccolti si dimostra una scarpa adatta a chi pratica la corsa in modo continuativo, con canali di flessione che seguono le linee del piede e supportano nel migliore dei modi la corsa e l’andamento sul percorso. La gabbia contenitiva Isofit protegge e avvolge il piede, con un sistema di traspirazione che lo mantiene protetto e al caldo quanto basta.

Il sistema di ammortizzamento studiato da Saucony è chiamato Everun. La peculiarità sta tutta nella sua capacità di influenzare al meglio la risposta una volta che il piede tocca terra, incrementando il ritorno energetico dell’83%, una percentuale di cui tenere conto, specie per chi ama procedere ad allunghi e scatti. Alcuni utenti avrebbero gradito una maggiore protezione, specie nelle zone del tallone.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running Adidas

 

7. Adidas Lite Racer Rebold, Scarpe da Corsa

 

Il nostro prossimo consiglio su come scegliere una buona scarpa da running è dedicato ai corridori alla ricerca di un paio di sneakers in stile sportivo e dall’estetica casual, da utilizzare sia durante gli allenamenti sia nel quotidiano.

Leggere, comode e traspiranti, le Adidas Lite Racer Rebold si ispirano alle classiche scarpe da ginnastica del marchio tedesco, con un design minimalista e intramontabile dove spicca la tomaia in mesh traspirante senza cuciture, realizzata con materiali riciclati Prime Green ad alte prestazioni per ridurre l’impatto ambientale.

La struttura microforata garantisce la massima traspirazione e permette all’aria di circolare attorno al piede per mantenerlo fresco e asciutto tutto il giorno, mentre l’innovativa intersuola Cloud Foam fornisce un’ammortizzazione morbida ed elastica a ogni passo.

Chiude il cerchio su queste performanti scarpe running Adidas la nuova suola scolpita Lite Racer Rebold che regala una sensazione incredibile di stabilità e aderenza al suolo, rendendo la corsa ancora più dinamica ed esplosiva.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running Brooks

 

8. Brooks Launch 8, Scarpe da Corsa

 

Ai neofiti che vogliono iniziare a cimentarsi nella corsa e si stanno chiedendo dove acquistare la migliore scarpa da running per rapporto qualità/prezzo, consigliamo di rivolgere la loro attenzione ai prodotti dell’azienda americana Brooks, specializzata nella produzione di calzature, abbigliamento e attrezzature da running fin dal 1914.

Tra i suoi numerosi modelli venduti online spiccano in particolare le Launch 8, progettate per i corridori neutrali che desiderano una calzatura sportiva pratica, leggera e robusta per gli allenamenti quotidiani, raggiungendo un perfetto compromesso tra qualità, prezzo e prestazioni offerte.

Aggiornamento di una delle scarpe miste più popolari tra i runner statunitensi, continuano a sorprendere con una serie di elementi innovativi, pensati per garantire una reattività superiore e un ritorno di energia senza precedenti.

È il caso dell’esclusiva intersuola in schiuma DNA BioMoGo che offre un’ammortizzazione reattiva all’appoggio, assorbendo efficacemente gli urti e le vibrazioni per rendere meno traumatico l’impatto del piede con il suolo.

In questa ottava versione delle scarpe running Brooks Launch, i progettisti del brand americano hanno aggiunto anche un supporto supplementare nella zona del mesopiede per favorire la transizione da iperpronazione a barefoot running, riducendo lo stress metatarsale e gli infortuni che ne derivano.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe Nike running

 

9. Nike Revolution 6 Next Nature, Scarpe da Corsa

 

Se, invece, siete interessati all’acquisto di un paio di scarpe Nike running top di gamma, senza badare troppo al prezzo, potreste prendere in considerazione le nuove Revolution 6 Next Nature, un modello “ibrido” che combina le prestazioni di una scarpa da corsa su asfalto con le migliori caratteristiche di una scarpa da trail running su terreni irregolari.

Oltre a impostare il ritmo della corsa sulla comodità e la leggerezza, presentano un drop standard di 10 mm (145 nell’avampiede e 245 nel tallone) che migliora l’adattabilità alla specifica forma del piede, con l’aggiunta di rinforzi laterali per garantire maggiore stabilità e neutralità a ogni passo.

Evoluzione di uno dei modelli di punta di Nike, non temono paragoni nemmeno sul fronte del comfort grazie alla tomaia in tessuto Air Mesh traspirante con termosaldatura per eliminare le cuciture, che avvolge il piede in modo uniforme per migliorare il supporto e la flessibilità della scarpa sia al momento della spinta sia in fase d’appoggio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running Joma

 

10. Joma Hispalis XXI, Running Shoe

 

Passando alla categoria entry level, quindi caratterizzata da prezzi bassi, al decimo posto della nostra comparazione troviamo le scarpe running Joma Hispalis XXI, un modello più economico, ma di buona qualità, da destinare a un utilizzo amatoriale e non troppo impegnativo.

Disponibile in sei diverse combinazioni di colori per adattarsi ai gusti e allo stile di ogni runner, è una scarpa ammortizzante molto versatile e polivalente che integra alcune delle tecnologie più all’avanguardia del brand spagnolo con l’obiettivo di offrire un’esperienza di corsa più fluida e confortevole, a fronte di un peso decisamente più ridotto rispetto ai suoi predecessori.

Progettata per i corridori neutri sopra i 70 kg, eredita l’efficiente sistema di ammortizzazione Rebound della versione precedente, combinando tre schiume ad alta densità per assorbire al meglio gli urti e le sollecitazioni durante la corsa.

Per correggere le leggere pronazioni che si verificano quando il piede ruota verso l’interno nel momento in cui appoggia a terra, i progettisti Joma hanno aggiunto l’innovativa piastra Stabilis nell’intersuola per garantire una falcata più stabile ed efficiente.

Nella zona del tallone, invece, troviamo l’esclusivo stabilizzatore Heel Counter che, in combinazione con la nuova tecnologia Full Dual Pulsor, assicura transizioni ancora più leggere aggiungendo ulteriore stabilità a ogni passo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running Mizuno

 

11. Mizuno Wave Prodigy 3, Scarpe da Corsa

 

Terza versione delle consolidate Prodigy, le scarpe running Mizuno Wave Prodigy 3 sapranno regalare grandi soddisfazioni agli amanti della corsa di breve distanza e media velocità sull’asfalto o altre superfici urbane.

Pur offrendo le migliori prestazioni sulla strada, la particolare conformazione del battistrada permette di affrontare anche i percorsi sterrati o poco battuti all’insegna del comfort e della sicurezza, potendo contare sull’eccellente trazione della suola in gomma X10, specificamente progettata per offrire grande durata e resistenza all’usura.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, oltre all’innovativa tecnologia SmoothRide implementata nell’intersuola per rendere le transizioni più fluide e dinamiche, il modello si avvale della performante schiuma U4ciX brevettata da Mizuno, che aumenta la reattività del piede durante la falcata, mentre la piastra Wave offre una combinazione perfetta di ammortizzazione e stabilità per consentire alla scarpa di adattarsi a qualsiasi stile di corsa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running a4

 

12. Brooks Ravenna 8, Scarpe da Corsa Uomo

 

Le scarpe da running Brooks trovano in questo modello un ideale connubio tra leggerezza ed esplosività. Rientrano nel gruppo delle scarpe da running A2, con un rivestimento leggero e traspirante adatto alla bella stagione.

La rollbar posizionata nella parte inferiore della scarpa assicura da un lato stabilità e dall’altro consente un passaggio rapido del movimento dal tallone alla punta, con una reattività esaltante per chi ama procedere a scatti e a un incremento della falcata durante la corsa. Il bordo regolabile circonda al meglio il collo del piede, con una linguetta ben imbottita che non delude in quanto a protezione.

L’intersuola  BioMoGo DNA e la gomma respingente creano un effetto simile a un elastico, capace di rispondere al meglio alle sollecitazioni sottoposte dall’utente. Il design complessivo è stato rivisto, ampliando lo spazio a disposizione dell’avampiede, così da realizzare un movimento ampio e regolare, mantenendo in ogni momento il controllo della situazione e del ritmo di corsa. La calzata è regolare, un aspetto che non guasta e che permette di puntare con la massima precisione al numero corrispondente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running New Balance

 

13. New Balance FuelCell Propel RMX V1 Speed

 

La ricca gamma di scarpe running New Balance si rinnova con la nuova serie FuelCell, che deve il suo enorme successo alla generosa presenza di schiuma Fuel Cell (da cui appunto il nome), in grado di fornire fino al 60% di rimbalzo in più rispetto a qualsiasi altro composto utilizzato dal brand di Boston.

Nella suola, invece, troviamo la resistente mescola in gomma Ndurance che garantisce una presa ottimale su ogni tipo di superficie e un’elevata resistenza all’usura e alle abrasioni anche quando sottoposta a continui maltrattamenti o sollecitazioni.

Sebbene la Propel V1 Speed qui recensita sia la più “lenta” delle quattro versioni FuelCell, è indubbiamente la più comoda grazie all’intersuola ampia e anatomica che si adatta alla forma naturale del piede, e alla tomaia in rete traspirante che mantiene l’interno asciutto e ben areato anche quando fa particolarmente caldo.

Per quanto riguarda, infine, la sua reattività nella corsa, l’intersuola Fuelcell garantisce un’ammortizzazione efficiente dal momento dello stacco fino alla fase di atterraggio, recuperando velocemente la sua forma originale, senza deformarsi nemmeno dopo parecchi anni di utilizzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running Under Armour

 

14. Under Armour UA Charged Engage, Scarpe da Corsa

 

Rimanendo sempre nella stessa fascia di prezzo, un’altra scarpa da running che si è particolarmente distinta sotto il profilo prestazionale e costruttivo è la Under Armour Charged Engage, che unisce eccellenti doti di reattività a una maggiore flessibilità per far sentire l’atleta sempre a suo agio anche sulle lunghe distanze.

Oltre a garantire la stabilità di cui si ha bisogno durante i movimenti veloci e multidirezionali, dispone di una suola in schiuma stampata con battistrada antiscivolo dal design a rombi che offre una trazione ottimale anche sul bagnato e le superfici irregolari, mentre la tomaia in rete traspirante e flessibile garantisce la massima libertà di movimento e l’aerazione necessaria per potersi allenare intensamente e più a lungo.

Altra caratteristica molto apprezzata di queste scarpe running Under Armour è la presenza dell’intersuola Charged Cushioning che fornisce un’ammortizzazione dinamica e reattiva a ogni passo, senza però sacrificare la stabilità e il supporto di cui il piede ha bisogno per evitare pronazioni eccessive durante la corsa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running Diadora

 

15. Diadora Scarpa da Running Flamingo 5

 

Leggere e reattive per impressionare quei runner che puntano al comfort e alla flessibilità, le scarpe running Diadora Flamingo 5 esprimono tutta la loro adattabilità sia in allenamento sia nelle competizioni ad alta velocità.

Si tratta, infatti, di un modello molto versatile e polivalente, caratterizzato da un design minimal ma ben curato nei dettagli che non mancherà di deliziare gli appassionati del brand italiano.

Non a caso, l’obiettivo alla base della sua progettazione è quello di creare una scarpa mista in grado di offrire grande comfort e stabilità a tutti quei corridori che amano correre sull’asfalto, senza però disdegnare qualche capatina off-road per dare una marcia in più ai propri allenamenti quotidiani.

La tomaia in mesh e tessuto suprellsoft assicura una resistenza eccezionale all’usura e, allo stesso tempo, una traspirazione sempre al top, mentre il plantare in jersey di cotone e schiuma Eva espansa antishock garantisce un’eccellente ammortizzazione e un assorbimento ottimale degli impatti del piede con il suolo per correre a velocità medio-basse e per molti chilometri senza avvertire alcun fastidio.

Disponibili in numerose colorazioni per abbinarle facilmente a qualsiasi tipo di outfit sportivo, vantano anche un rapporto qualità/prezzo molto equilibrato che le rende la scelta d’elezione di quanti vogliono risparmiare ma senza rinunciare a prestazioni di un certo livello.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Scarpe running Gore-Tex

 

16. Salewa Ms Dropline Gore-Tex, Scarpe da Trail Running

 

L’ultimo modello che vi proponiamo sono le scarpe running Gore-Tex Salewa Ms Dropline, che consigliamo a tutti quei corridori che non temono di allenarsi con qualsiasi condizione atmosferica e su ogni tipo di trail.

Oltre a combinare i materiali e le tecnologie più avanzate del brand italiano, detengono il primato nel mondo delle calzature per l’outdoor e il trekking grazie alla presenza della suola Vibram realizzata in gomma vulcanizzata che garantisce un grip ottimale sia sulle superfici asciutte sia su quelle bagnate, offrendo stabilità e sicurezza anche sui percorsi più difficili e impegnativi.

Completa il quadro la membrana interna in Gore-Tex progettata per fornire impermeabilità, resistenza al vento e traspirabilità, impedendo all’acqua e al freddo di penetrare pur permettendo al sudore di fuoriuscire.

Ad agevolare il processo di traspirazione contribuisce anche la fodera interna in maglia leggera e flessibile che mantiene il piede asciutto e libero di muoversi durante tutta la corsa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare le scarpe da running

 

Le scarpe da running costituiscono un universo che si adatta nel tempo alle aspettative di chi svolge una pratica più o meno intensa. In questa breve guida cerchiamo di segnalare e condividere con voi quelle accortezze che possono fare la differenza e che aiutano a capire quale scarpa da running comprare. Scopriamo insieme gli aspetti e le note fondamentali utili prima dell’acquisto.

 

 

Struttura

La maggiore differenza tra il tipo di scarpa da running va ricercata nella composizione e nell’impostazione data dal marchio. Se in alcuni casi è opportuno puntare a un modello più scattante in altre occasioni la centralità dell’ammortizzazione e dell’effetto cushioning acquistano maggior rilievo, specie per chi affronta lunghi percorsi e si trova a dover gestire una superficie variabile, passando dall’asfalto allo sterrato senza soluzione di continuità.

Per questo motivo esiste una classificazione che procede dalla lettere A1 arrivando fino ad A4. La prima categoria definisce quel tipo di calzature in cui il piede ha un supporto minimo, con una crescita e una situazione di supporto nelle zone del tallone e della pianta che va aumentando e arricchendosi progressivamente.

Si parla in questo caso di scarpe con un supporto capace di distribuire al meglio tutti i micro traumi derivanti dalla corsa, con una risposta che varia da tipologia a tipologia, puntando su un effetto più esplosivo nelle scarpe studiate per chi ama scatti e allunghi o una maggiore protezione per chi alla velocità preferisce la resistenza e la comodità nelle lunghe distanze.

 

Come allacciare le scarpe da running

Alcune scarpe da running hanno raccolto i frutti della ricerca, modificando le linee e il design complessivo così da migliorare sempre di più ergonomia e risultati. Non è insolito imbattersi in calzature prive dei classici lacci, che hanno sostituito questi supporti con stringhe regolabili dall’utente per una calzata più o meno avvolgente ma che lasci comunque respirare il piede.

La questione della traspirazione è influenzata in maniera diretta dal tipo di tomaia scelta. Il tessuto in mesh consente di conservare una buona aerazione tra esterno e interno del piede, facilitando tutto ciò che può mantenerlo asciutto e protetto da eventuali agenti esterni.

Nei modelli pensati per il trail running, ovvero per un confronto su sentieri scoscesi in ambienti spesso molto variabili, l’opzione di un tessuto come il Gore-Tex si rivela spesso una scelta obbligata per garantire la giusta impermeabilità. Molto dipende anche dal profilo della scarpa e un confronto con i pareri di altri utenti può tornare spesso molto utile.

 

Rapporto qualità/prezzo

Se vi state avvicinando al mondo della corsa, è possibile iniziare con un tipo di scarpa adatta a chi sta muovendo i primi passi in tal senso. Mai come in questo caso spendere qualcosa in più può rivelarsi utile e azzeccato. Si riduce in questo modo la probabilità di incorrere in infortuni e traumi dovuti alla scelta di un modello di bassa qualità.

Chi invece pratica già da qualche tempo questa disciplina potrà indirizzarsi su scarpe più tecniche considerando anche gli effetti che una pronazione o una supinazione eccessiva possono avere in termini di dolori articolari e stile di corsa. Con queste due parole andiamo a indicare due atteggiamenti naturali del piede: nel primo caso si parla della tendenza fisiologica del piede a ruotare verso l’interno mentre con la seconda classificazione ci si riferisce all’esatto contrario.

In presenza di una postura che esagera uno di questi due naturali movimenti è bene confrontarsi con un professionista, magari effettuando anche delle prove con le scarpe per capire quale accorgimenti adottare. Le soluzioni passano dalla scelta di calzini specifici, passando poi per il tipo di scarpa più adatta allo scopo.

 

 

Forma e sostanza

Diversi marchi hanno scelto nel tempo di contribuire con diverse proposte aumentando così il parco a disposizione dell’utente in quanto a scelta delle scarpe. Colori e design minimal vanno sovente a braccetto con scarpe dai colori sgargianti, studiate non solo per esaltare e trasmettere un senso di energia e vivacità, ma con certe accortezze nella parte posteriore che semplificano l’individuazione del runner anche di notte. Alcuni modelli presentano una suola poco lavorata, dimostrandosi adatti anche a una passeggiata o un utilizzo nel quotidiano.

Altre tipologie invece sono il frutto di uno studio attento sul peso e la gestione del supporto migliore per il corridore esperto o che sta prendendo confidenza con la corsa. Selezionate tra marchi affidabili, che sono riusciti nel tempo a coniugare innovazione e comodità perché, non scordiamoci che, il primo punto a favore di una scarpa da running è il feeling che restituisce a chi la indossa.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come si caratterizza una scarpa da running?

In molti si chiedono quali sono i requisiti fondamentali per annoverare un tipo di calzatura nella categoria. Molte volte queste scarpe possiedono una forma differente rispetto alle classiche sportive, con una maggiore ondulazione dovuta a studi sul supporto e la corretta distribuzione del peso in punti strategici che passano dalla punta, alla pianta, fino alla zona del tallone. L’ammortizzazione è un aspetto centrale in questo caso, gestendo la risposta che la scarpa restituisce al piede e il feeling espresso correndo. Un altro elemento che può dare qualche indizio circa la tipologia risiede poi anche nel costo mediamente superiore al resto di certe scarpe sportive.

 

Scarpe da running neutre, cosa significa?

Si tratta fondamentalmente di una tipologia di scarpe adatte a tutte quelle persone che durante la corsa non tendono a esagerare il movimento naturale di pronazione e supinazione. Nel primo caso si verifica infatti una tendenza dell’atleta a ruotare verso l’interno il piede mentre nel secondo caso la situazione è esattamente l’opposto. Un’esagerazione di questi due aggiustamenti può creare nel tempo alcuni problemi. In assenza di questa attitudine sbagliata la scelta della scarpa da running ricade appunto su un modello di tipo neutro.

Per capire se durante la corsa si tende ad esagerare troppo l’uno o l’altro movimento è consigliabile una prova pratica, effettuabile in un negozio specializzato in articoli del genere.

 

Come lavare le scarpe da running

La possibilità di pulire una scarpa da running deve spesso fare i conti con certa delicatezza necessaria nella cura di una calzatura tecnica. Polvere e sporco tendono ad accumularsi naturalmente, specie per chi si dedica alla corsa all’aperto e in contesti ambientali variabili.

L’opzione della lavatrice dovrebbe essere l’ultima scelta, specialmente per il rischio di un’asciugatura che rovini nel tempo la tomaia esterna in cui sono realizzate le scarpe. Meglio munirsi di pazienza e di una spugna umida. Il lavaggio a mano può portare via più tempo ma si rivela la soluzione migliore per non traumatizzare eccessivamente il tessuto e le parti più delicate della scarpa. In quanto all’asciugatura poi è preferibile lasciare che il tessuto si asciughi naturalmente in un luogo ventilato o a temperatura ambiente.

 

Dove comprare le scarpe da running?

Chi desidera oltre alla varietà anche la giusta competenza, dovrebbe rivolgersi a negozi specializzati nella vendita di articoli sportivi di questo genere. Non stupisce vedere che nel tempo numerosi negozi propongono la vendita esclusiva della sole scarpe da running, con qualche altra proposta legata all’abbigliamento e alle migliori calzature adatte per la corsa. Il parere di un commesso esperto e magari anche corridore riduce di molto le opzioni, aiutando a focalizzare al meglio l’attenzione su ciò di cui si ha bisogno e sul tipo di corsa che si vuole affrontare.

In questo modo il grado di personalizzazione sarà maggiore. Per chi invece punta a un acquisto on line, il consiglio che ci sentiamo di dare è: fare ricerca, confrontando marchi e informazioni così da incrociare al meglio i dati; in più, i pareri di chi ha toccato con mano la scarpa possono accrescere il carico di informazioni a disposizione.

 

 

 

Come utilizzare le scarpe da running

 

In questa piccola guida abbiamo inserito suggerimenti e pratiche dettate dal buon senso comune. L’obiettivo è aiutare gli utenti a rispettare e sfruttare nel migliore dei modi le scarpe da running appena comprate.

 

 

A ognuno la sua scarpa

In base al tipo di attività sportiva che desiderate praticare e al grado di intensità del vostro allenamento potente indirizzarvi su quattro tipologie di calzature. La categorizzazione passa da A1 fino ad A4.

Al primo livello corrisponde un tipo di scarpa estremamente leggera  e con un supporto minimo nella zona del piede. Crescendo progressivamente di categoria si va verso una calzatura sempre più pesante e con il maggior grado di protezione in quanto ad ammortizzazione complessiva.

 

Chiusura e apertura

Alcuni modelli sono privi di lacci mentre altri consentono di chiudere e avvolgere al meglio il piede. L’importante in entrambi i casi è rispettare il collo del piede e la circolazione interna. Stringendo in modo eccessivo la scarpa si rischia di creare un fastidio eccessivo al piede, con dolori dovuti a una costrizione che non favorisce il corretto e normale passaggio del sangue.

Il piede deve essere protetto, avvolgendo al meglio la caviglia e tutta la struttura. Il segreto è trovare la giusta misura, chiudendo bene i lacci ma facendo attenzione a conservare la giusta mobilità articolare nel corso di tutta la sessione di allenamento.

 

Controllare il consumo della scarpa

In base al modello scelto è buona norma avere dei parametri di riferimento con cui capire quando è arrivato il momento di cambiare la scarpa da running. Alcune tipologie tendono a consumarsi più rapidamente di altre. È il caso delle scarpe da running A1 che andrebbero sostituite una volta raggiunti i 300 km.

Per gli altri modelli invece si va dai 500 massimi delle scarpe A2 fino ai 1.000 km delle scarpe da running A3/4. Qualora aveste dei dubbi vi suggeriamo di recarvi in un negozio specializzato così da poter confrontare insieme a un professionista lo stato delle vostre scarpe.

 

Manutenzione e limiti

Se vi state chiedendo quando è arrivato il momento di cambiare la scarpa da running. Vi suggeriamo in prima battuta di considerare il feeling e la sensazione che la scarpa riesce a trasmettervi. Alcuni segnali di un cedimento sono visibili esternamente, così come il consumo della suola inferiore è un ulteriore parametro da non sottovalutare. In caso di rotture e aperture sulla tomaia c’è poco da fare e conviene cominciare a cercare un valido sostituto per la vostra vecchia scarpa da running.

Eliminare invece la polvere in eccesso è possibile e auspicabile. Non lasciate trascorrere troppo tempo e muniti, di una pezzetta e olio di gomito, procedete a una attenta pulizia di tutte le zone in cui questa si è andata a infilare. Trascurare questo aspetto può portare al rischio che lo sporco penetri nella trama stessa della scarpa, con risultati spiacevoli.

 

 

Pronazione e supinazione

Si tratta di due movimenti naturali, grazie ai quali il corpo si adatta alla corsa. Nel primo caso si assiste a una rotazione del piede verso l’interno, mentre nel secondo il piede tende ad andare verso l’esterno in fase di bilanciamento.

Un eccesso in uno dei due può provocare nel tempo danni e dolori. Verificate quindi prima dell’acquisto se esiste questa tendenza, così da scegliere il paio di scarpe e le calzature maggiormente adatte al vostro stile di corsa.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Adidas Supernova Glide 8, Scarpe da Corsa Uomo

 

Studiata con in mente un supporto adeguato alla zona del tallone, la scarpa Adidas mantiene la sue funzione di calzatura da corsa di alta qualità. Il sistema di ammortizzazione Boost asseconda nel miglior modo possibile la corsa e il movimento dell’utente, con una gestione delle zone di carico pensata specialmente per chi cerca un supporto mediamente esplosivo.

Il marchio Continental si è occupato di garantire la qualità della suola, sfruttando poi il sistema Torsion per contribuire alla maggiore stabilità, con una distribuzione equilibrata tra la parte frontale e quella posteriore del piede. Il contro tallone è stato sagomato per semplificare l’inserimento del piede, con una cura e una premura per la comodità da lasciare sbalorditi quanti le hanno indossate.

La sensibilità trasmessa al piede e la capacità di “sentire” il terreno rimangono forti anche in questo modello, con un sistema che promette una tenuta di strada nel medio e lungo periodo veramente invidiabile. Il grip della scarpa si mantiene adeguato anche in presenza di terreno bagnato e su una superficie sterrata.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI