Quali sono gli sport più praticati in Italia: la classifica

Ultimo aggiornamento: 24.05.24

 

Gli sport praticati al mondo sono tantissimi, alcuni anche di nicchia, ma guardando al nostro Paese, quali sono quelli più popolari? Ecco la classifica con i dati ufficiali delle associazioni relative.

 

Il mondo dello sport è amato da tutti gli esseri umani poiché garantisce intrattenimento, sia quando lo si guarda sia quando lo si pratica, e soprattutto offre al nostro organismo un modo per tenersi sempre in forma. Ovvio che, dietro l’aspetto salutista dello sport, c’è anche un giro d’affari importante, basti guardare i compensi degli sportivi italiani più pagati per farsi un’idea di quanto un professionista possa guadagnare, soprattutto se si tratta di calciatori il cui richiamo mediatico è di un certo livello.

 

Italia sport e discipline 

Abbiamo deciso di stilare una classifica che possa indicare sommariamente quali siano gli sport più praticati nel nostro Paese. Informazione da cui si possono evidenziare le preferenze degli italiani per alcune attività specifiche a discapito di altre. D’altronde, ogni paese del mondo ha uno sport principale che ritiene di portata nazionale e, a seguire, una quantità di attività diverse che acquistano una certa popolarità tra le persone. Diamo dunque un’occhiata a quelli più praticati nel nostro Paese.

Il calcio

Non è un mistero che il calcio sia uno degli sport più seguiti in Italia, e questo genera naturalmente una gran quantità di associazioni che promuovono la ricerca di talenti calcistici. Secondo i dati del 2017, gli atleti tesserati a livello nazionale sono circa un milione, pari al 23,8% degli sportivi, una notevole percentuale che dimostra la grande popolarità del calcio e come questo possa essere annoverato di diritto tra gli sport italiani, anche se la versione che conosciamo oggigiorno risale al diciannovesimo secolo, quando le regole furono codificate in territorio inglese.

Tra gli sport Italia è quello che genera un indotto maggiore, contribuendo direttamente all’economia nazionale, a livello mondiale parliamo di un giro d’affari di oltre tre miliardi di euro.

Gli sportivi che lo praticano non sono gli unici a gravitare attorno al mondo del calcio, ma anche tutti i tecnici, arbitri, membri delle varie società calcistiche, insomma in Italia decine di migliaia di persone sono legate a questo sport e siamo sicuri che proprio tutti, in casa, abbiano almeno un paio di scarpette da calcio, da tirare fuori per la partita settimanale con i propri amici. Il calcio è infatti al primo posto tra gli sport più praticati al mondo, con appassionati in tutti i continenti.

 

Pallavolo

Se in antichità esistevano giochi con la palla simili alla pallavolo, questo sport è in realtà più recente e iniziò a diffondersi in tutto il mondo solo verso la fine del diciannovesimo secolo, arrivando in Europa durante la prima guerra mondiale proprio con le truppe americane stanziate nel nostro continente. Secondo i dati più recenti (risalenti al 2018) raccolti dalla FIPAV, la Federazione Italiana Pallavolo, che gestisce anche le varianti come il beach volley, si contano oltre due milioni di partecipanti e 410.000 tesserati nel nostro Paese. È inoltre uno sport molto popolare tra le donne, che rappresentano l’80% degli sportivi praticanti.

Tennis

L’origine del tennis non è chiarissima e non si riesce a stabilire un momento storico preciso in cui questo sport è nato, tuttavia sappiamo che nel lungo periodo medievale i vari paesi europei praticavano alcune attività simili al tennis odierno. In Francia era diffuso il jeu de paume, mentre in Italia la pallacorda, da cui poi gli inglesi crearono quello che chiamano ancora oggigiorno il lawn-tennis.

Analizzando il numero di tesserati nel nostro Paese, possiamo subito notare che il tennis odierno è uno degli sport più praticati in Italia: nel 2018 i tennisti mondiali erano circa 87 milioni di cui due milioni sul nostro territorio. Dal punto di vista del tesseramento, quindi per quanto concerne gli atleti professionisti, le cifre sono più modeste, parliamo di 370.000 tesserati circa. La rilevanza italiana nel mondo del tennis sta crescendo anno dopo anno e siamo il secondo paese al mondo per quantità di allenatori e il fatturato degli ultimi anni è raddoppiato rispetto a quello di inizio 2010.

 

Pallacanestro o Basket

La pallacanestro nasce negli Stati Uniti alla fine dell’800 quando il dottor James Naismith dovette trovare un allenamento alternativo da praticare durante l’inverno per i giocatori di football. Resosi conto delle potenzialità dell’invenzione iniziò a codificare delle regole di gioco e da lì il resto è storia. Il basketball, così chiamato oltreoceano, divenne estremamente popolare negli USA ed entrò a far parte delle Olimpiadi a partire da quelle di Berlino del 1936. Nel nostro Paese la Federazione Italiana Pallacanestro si istituì nel 1921, acquistando una notevole popolarità soprattutto nelle ultime decadi. La federazione conta oltre 300.000 tesserati ma sono molti di più quelli che praticano regolarmente questo sport in Italia e che lo seguono attivamente.

Atletica leggera

Potrebbe essere una sorpresa, tuttavia in Italia, tra tutti gli sport del mondo disponibili, molti scelgono ancora l’atletica leggera, tra le cui fila si contano almeno 230.000 tesserati. I risultati italiani si sono visti alle recenti Olimpiadi, dove gli atleti provenienti dal nostro Paese hanno conquistato ben 5 medaglie d’oro di grande importanza: Marcell Jacobs sui 100 metri e staffetta 4×100 metri; Gianmarco Tamberi nel salto in alto; Antonella Palmisano nella marcia da 20 km per le donne e Massimo Stano nella marcia da 20 chilometri per gli uomini.

Questi successi sono il risultato di investimenti e passione che siamo sicuri ispireranno molti altri atleti italiani a dedicarsi a questa disciplina che può, quindi, aumentare il numero di tesserati nei prossimi anni, divenendo uno sport o meglio, un insieme di discipline, molto seguito e praticato.

Questa era la classifica degli sport più praticati in Italia, se avete intenzione di praticarne uno, ricordate sempre di rivolgervi a professionisti e ottenere il benestare del vostro medico curante.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI