10 piste per scendere con lo slittino

Ultimo aggiornamento: 31.10.20

 

Negli ultimi anni stanno prendendo sempre di più piede alcuni sport invernali e divertenti come la gara di slittino. Vediamo insieme quali sono le piste più prestigiose.

 

A partire dalla fine del XIX secolo, in Italia e in Europa si è verificato un incremento della costruzione di tracciati artificiali e naturali, adibiti per praticare attività sportive come le gare di slittino.

Quest’ultimo è un mezzo che può essere considerato un’alternativa al classico sci, al bob o allo skeleton, ed è speciale perché ha alle spalle tantissimi anni di storia, visto che le sue origini sono da rintracciare nei paesi scandinavi, dove vi è una forte esigenza di trasporto di persone e oggetti sulla neve.

Ma quando si parla di competizioni sulla slitta, sappiamo che si tratta di uno sport per tutti, poiché economico, divertente e molto semplice da praticare, in quanto basterà fare qualche seduta di allenamento per riuscire a comprendere ogni tecnica di movimento.

In ogni caso, che siate alle prime armi oppure atleti professionisti, in questo articolo troverete le principali piste nazionali e internazionali dove poter gareggiare con questo particolare mezzo: seguiteci con la lettura delle righe successive!

 

Val Gardena

Ci troviamo in Trentino Alto Adige, e più precisamente in un piccolo comune di poco più di 4000 abitanti: Ortisei, una località turistica e montana poco conosciuta e praticata dall’ambiente mondano, ma di sicuro interesse per quanti apprezzano paesaggi mozzafiato.

Grazie alla funicolare Rasciesa raggiungerete in poco tempo il rifugio Raschotz, situato a circa 2280 m, e da qui potrete noleggiare un mezzo, se non avete già acquistato lo slittino più venduto consigliato dagli atleti professionisti.

Arrivati in cima potrete scendere lungo una pista che corre per 7 km di distanza, fino a un punto di arrivo vicino a Ortisei.

Merano

Se siete appassionati di piccoli borghi e di panorami, allora organizzate un weekend a Merano, raggiungendo la pista di slittino del Piffinger Koepfl con l’ovovia che parte da Falzeben.

Il punto di partenza del tragitto si trova a 2000 m e percorre tutta la vallata in discesa, permettendovi di raggiungere di nuovo il paesino. Potreste anche optare per dirigervi a Talle, un altro borgo poco sopra Merano, utilizzando un bus navetta o noleggiando una quattro ruote: qui ci sono due piste con cui divertirvi lontani dal traffico, dallo smog e dal turismo di massa. 

 

Flassin

Due tracciati per slittino naturali, adatti per chi si vuole immergere ancora di più nell’ambiente montano, si trovano a Flassin, in Valle d’Aosta, e più precisamente a Saint-Oyen, Valle del Gran San Bernardo.

La lunghezza di entrambe le piste non supera i 1000 m, tuttavia vantano delle caratteristiche interessanti: una ha il fondo ghiacciato e omologato per le gare nazionali, l’altra è all’interno dello Snow Park, quindi con una superficie innevata.

In ogni caso, sono l’ideale per divertirsi con i più piccoli, poiché sono accessibili a tutti.

 

Sesto

Se vi state chiedendo quali sono le piste per scendere con lo slittino di difficoltà media, ecco che ve ne presentiamo una: Klammbachalm, a Sisto, in Alta Pusteria. La partenza è dal Passo Monte Croce, e da qui potrete seguire tutto il tragitto per almeno 6,5 km, correndo su un dislivello di 600 m, che potrebbe causare qualche difficoltà se non siete pratici con questo sport.

Un punto di debolezza di questa pista è che manca l’illuminazione, perciò è sconsigliato percorrerla di notte o quando tramonta il sole.

 

Plose 

Tra le piste da slittino da record si trova RudiRun, a Plose, con i suoi 10,5 km, grazie ai quali ha conquistato il podio dei tragitti da percorrere con la slitta più lunghi in Europa. In realtà, oltre questo sport, è possibile praticare anche trekking con le ciaspole, godendosi il panorama ai piedi delle Dolomiti e apprezzando l’aria fresca, divertendosi in compagnia.

 

Vipiteno

In Alto Adige, come potete intuire, le gare di velocità e l’utilizzo della slitta hanno una lunga tradizione, infatti, se guardiamo anche solo Valle Isarco, troveremo più di 40 piste dedicate a questo sport e tutt’ora in piena attività.

Per esempio, quella di Vipiteno si trova nella località di Monte Cavallo ed è una delle più prestigiose, perché vanta circa 10 km in discesa, classificandosi anche come tra le più sicure, poiché illuminata fino a mezzanotte e sempre ben innevata.

 

Madonna di Campiglio

Quante volte avete sentito nominare questa località situata ai piedi delle Dolomiti del Brenta?

In effetti, Madonna di Campiglio è una delle più apprezzate dai turisti nazionali e internazionali, tanto da essere stata investita del titolo di “Regina delle Nevi” in virtù del suo spirito sempre alla moda.

Grazie alla seggiovia potrete raggiungere il punto di partenza delle piste da sci e da slittino, situato a 2070 m di quota, sul Monte Spinale, quindi scendere velocemente per circa 3 km di divertimento.

Un luogo adatto davvero per tutti, dai grandi ai piccoli, dai principianti ai professionisti.

 

Folgaria 

Un’altra località che offre la possibilità di percorre slittinovie divertenti è il comprensorio sciistico situato a Folgaria-Lavarono, praticamente sull’Alpe Cimbra, in cui è possibile anche praticare attività sportive di ogni tipologia.

La pendenza dei tragitti a Costa e a Fondo Piccolo non è eccessiva, quindi potrete scendere con la slitta anche con i più piccoli, senza preoccuparvi troppo ma prestando sempre la dovuta attenzione.

 

Bergün (Svizzera)

Spostandoci all’estero ma rimanendo comunque vicini alla nostra penisola, si possono trovare piste divertenti e molto pratiche, come il tragitto svizzero che da Preda, in Engadina, scende giù tra curve e panorami mozzafiato, fino a raggiungere Bergün.

Tutto il tracciato percorre il Passo dell’Albula, segnato da una strada chiusa al traffico in inverno che può diventare una bella discesa con lo slittino lunga 5 km.

Poiché è illuminata anche di sera, offre anche un’esperienza adrenalinica unica.

Villach (Austria)

In conclusione, non volevamo lasciare fuori dalla classifica una delle piste più prestigiose, situate all’incrocio che segna l’incontro geografico tra l’Austria, la Slovenia e l’Italia, prendendo il nome di “monte dei tre confini”.

Siamo in Carinzia, in quello che viene definito da alcuni atleti come il paradiso di chi pratica sport sulla neve: Dreiländereck. Oltre le numerose piste artificiali che partono da questa stazione sciistica, si trova anche un tracciato praticamente naturale della lunghezza di 8 km, che scende regalando un’esperienza fantastica, anche in compagnia dei bambini.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments