Benefici del nuoto: 5 motivi per praticarlo

Ultimo aggiornamento: 01.03.21

 

Il nuoto è uno sport completo e salutare che inoltre può risultare stimolante e divertente. Vediamo quali sono i suoi benefici principali.

 

Di questi tempi dove l’Italia è divisa in ‘zone’ per contenere la diffusione del Covid-19 praticare sport è davvero un’impresa. Certo, si può fare la corsetta mattutina o serale o magari qualche esercizio aerobico in casa, ma nulla può sostituire una bella sessione in palestra, un allenamento con la propria squadra o una nuotata salutare. Con le piscine ancora chiuse però i nuotatori non possono fare molto, se non attendere una speriamo imminente riapertura coincidente con un calo dei contagi dovuto al recente arrivo dei vaccini.

Se state considerando di cominciare a praticare un po’ di sport non appena sarà possibile, potreste provare il nuoto. Nuotare è un’attività salutare, ottima per tenersi in forma e soprattutto per distendere le articolazioni. I primi tempi sono un po’ duri, in quanto dovrete imparare i vari stili e cominciare a fare fiato, magari frequentando un corso o avvalendovi di un insegnante privato nella piscina più comoda da raggiungere dalla vostra abitazione. I benefici della piscina e del nuoto sono molteplici, vediamo quali sono qui di seguito. 

 

Perdita di peso

Come tutti gli sport, anche il nuoto fa dimagrire, quindi se durante la quarantena avete preso un po’ di chili potrete dire loro addio con un po’ di pratica assidua di questa attività. Ovviamente i risultati variano in base al vostro impegno: se fate venti vasche leggere in stile rana e poi uscite dalla piscina, allora non potrete certo sperare che la bilancia vi sorrida dopo qualche giorno. Il nuoto infatti si può praticare a diversi livelli, in generale per perdere peso è necessario variare gli stili, includendo nelle varie sessioni molte vasche in stile libero. 

Tra i benefici del nuoto in stile libero troviamo anche la definizione muscolare, quindi è bene praticarlo e perfezionarlo, sebbene sia molto faticoso. Anche la rana fatta ad un buon ritmo e alternata con vasche in stile o a dorso può aiutarvi a buttare giù qualche chilo, l’importante è imparare bene la tecnica per variare gli stili senza trascurarli. Una volta arrivati a livelli avanzati potete anche cimentarvi nel delfino, lo stile più difficile e faticoso. 

Il nuoto va comunque affiancato ad una dieta equilibrata per ottenere più in fretta i risultati. A volte è difficile resistere alla tentazione di svaligiare il frigorifero dopo aver fatto un centinaio di vasche, ma bisogna comunque stare molto attenti a non vanificare lo sforzo fatto. 

 

Tonificazione muscolare

I muscoli con il nuoto si tonificano grazie allo sforzo fatto contro il peso dell’acqua e ai movimenti da eseguire nei vari stili. Il classico fisico da nuotatore è caratterizzato da muscoli longilinei, fianchi stretti e spalle larghe. Chiaro che per arrivare a quei risultati non vi basterà certo andare in piscina un paio di volte alla settimana, inoltre dovrete fare un allenamento progressivo in modo da riuscire ad aumentare il ritmo e il numero di vasche. Tenete comunque conto che gli atleti professionisti della disciplina abbinano al nuoto una costante attività in palestra per potenziare determinate fasce muscolari. 

Distensione muscolare

Il nuoto fa bene alle articolazioni, infatti è considerato uno sport terapeutico per chi ha dolori muscolari e articolari, specialmente quelli che coinvolgono la schiena e le gambe. Stili come il dorso e il libero possono aiutare a distendere la schiena, allungando le vertebre e alleviando così i dolori, un po’ meno la rana che invece tende ad affaticare i fianchi e la parte bassa della schiena. 

Molti fisioterapisti consigliano il nuoto a pazienti con dolori alle ginocchia derivanti da infortuni pregressi, in quanto il movimento delle gambe è fondamentale nel nuoto, inoltre gli arti possono lavorare senza caricare pesi e di conseguenza distendendosi senza alcun rischio di strappi o affaticamento. Dopo un allenamento in piscina vi sentirete rinvigoriti, come se vi avessero fatto un bel massaggio, non a caso molti appassionati nuotatori vanno in piscina durante la pausa pranzo da lavoro per distendere i muscoli e prepararsi al pomeriggio in ufficio. 

 

Fiato e respirazione 

Tra i benefici del nuoto bisogna considerare anche un netto aumento della propria capacità polmonare che si traduce in una resistenza maggiore. Se vi viene il fiatone dopo aver fatto le scale di casa o aver affrontato una salita a piedi, dopo qualche mese di nuoto non ve ne accorgerete neanche. La respirazione è fondamentale, infatti è una delle prime cose che vengono insegnate ai corsi. Certo, all’inizio dopo solo due vasche a stile libero sarete completamente spompati, ma non dovrete preoccuparvi in quanto basta praticare per aumentare la propria resistenza e ‘spezzare il fiato’. 

Familiarità con l’acqua

Il nuoto non solo torna utile per il fisico e la salute, ma può darvi quel senso di sicurezza in più quando andate al mare o al lago. D’altronde sapersi muovere in un elemento estraneo è sempre un vantaggio, così potrete godervi al meglio le vostre gite al largo quando magari prendete la barca o il pedalò con gli amici e i familiari. Con un buon salvagente per cani potrete nuotare anche con il vostro fedele amico a quattrozampe!

 

Facendo nuoto dopo quanto si vedono i primi risultati? 

Come abbiamo visto, i benefici dello sport in acqua sono molteplici, ma prima di concludere questo articolo spendiamo qualche parola sulla questa domanda. Il nuoto può dare ottimi risultati dopo due o tre mesi di pratica assidua, a patto però che si mantenga un regime alimentare corretto e si vada in piscina con una frequenza di due o possibilmente tre volte a settimana e fare vasche per un totale di almeno un chilometro (una cinquantina) per iniziare per poi passare a due chilometri (più o meno cento vasche). Se siete convinti, non vi resta che acquistare costume e occhialini da nuoto per prepararvi all’apertura delle piscine! 

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments