Le migliori cyclette

 

Cyclette – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti del 2019

 

La ricerca della migliore cyclette non sempre è una questione scontata. Per questo, la nostra redazione ha pensato di raccogliere un buon numero di prodotti grazie a cui offrire uno spettro il più ampio possibile sulla categoria, includendo alcuni degli esemplari più venduti ma senza dimenticare offerte e tipologie adatte a chi ama i prezzi bassi. La tabella comparativa proposta qui di seguito fornisce invece uno schematico confronto tra tre prodotti, per una comparazione che evidenzi pregi e difetti di ogni singolo oggetto analizzato. Ultrasport – Trainer da Casa F-Bike 200B rientra tra le cyclette più vendute online, forte di una linea sinuosa e di una gestione dello spazio che punta al minimo ingombro. Boudech – Cross Trainer, è una piccola palestra portatile, in cui l’utente può gestire un allenamento classico oppure passare ad allenare muscoli differenti, incluse braccia e spalle.

 

Opinioni sulle migliori cyclette 

 

Se vi state chiedendo come scegliere una buona cyclette, la proposta di prodotti che abbiamo preparato si dimostra un primo passo verso una conoscenza approfondita così da poter scegliere la miglior cyclette del 2019 sapendo molto di più che l’essenziale di cui bisogna tener conto prima di un acquisto.

 

Prodotti raccomandati

 

Cyclette ellittica

 

Ultrasport – Trainer da Casa F-Bike 200B

 

Il punto forte del prodotto Ultrasport sta nella sua natura pieghevole. Grazie a un movimento dinamico e con uno sforzo minimo, l’utente è in grado di posizionare in un battibaleno il supporto a terra, dando inizio subito all’allenamento.

Chi la utilizza può scegliere tra otto diversi livelli di resistenza, così da variare nel tempo lo sforzo e l’intensità del lavoro, mettendo alla prova potenza e tenuta delle gambe e del sistema cardiovascolare.

Un piccolo computer nella parte frontale si occupa di tenere traccia di diversi parametri, dalle pulsazioni, passando per la velocità dell’andatura, alla distanza percorsa e al tempo complessivo. La base di appoggio è stabile al punto giusto mentre la struttura dei pedali è stata progettata per evitare che il piede scivoli o perda la presa nel corso dell’allenamento.

Il peso si assesta sui 17 chili, con una silenziosità soddisfacente che non disturba gli utenti durante le sessioni.

A chiudere il cerchio su questo prodotto, si aggiunge il buon rapporto qualità/prezzo, pensato per soddisfare e incuriosire il numero più ampio di persone con una delle cyclette più economiche attualmente sul mercato.

 

 

 

 

Boudech – Cross Trainer

 

La cyclette ellittica di Boudech allarga la mera definizione di bici, aggiungendo anche una variazione sul tema dell’allenamento. La nuova proposta si colloca tra gli strumenti ibridi con cui mettersi in forma, da un lato è ottima come cyclette per dimagrire, dall’altro consente di attivare e stimolare fasce muscolari differenti rispetto al solito lavoro su gambe, glutei e polpacci tipico di un allenamento su due ruote.

Il nome Cross Trainer in tal senso esprime al meglio la natura molteplice di un attrezzo con cui allenarsi, aggiungendo una buona varietà al tutto. Le ampie pedane si adattano a corporature e andature diverse, gestendo un movimento sia da seduti che in piedi. La struttura in acciaio verniciata propone robustezza con dei piedini d’appoggio che sostengono tutta la struttura senza rischio di cadute o di graffi sul pavimento.

Nella parte centrale è presente un display LCD con cui monitorare consumo calorico, tempistiche e distanza percorsa. Gli utenti che l’hanno acquistata si sono detti soddisfatti, specie per il tipo di movimento che non stressa in maniera eccessiva le articolazioni e la resistenza modificabile a piacimento in maniera manuale. Solo alcuni clienti l’hanno trovata leggermente più rumorosa rispetto alla media di altri oggetti dotati di resistenza magnetica.

 

 

 

Cyclette pieghevole

 

Ultrasport – F-Bike Work

 

Progettata come cyclette da camera, la proposta Ultrasport si caratterizza per una gestione dello spazio adatta a un ambiente domestico, senza nulla togliere alla qualità costruttiva e a una destinazione d’uso che punta a mantenere l’utente in forma con una spesa contenuta.  Particolarmente gradita è stata la scelta di avere una base di appoggio ampia su cui posizionare un libro o un tablet per distrarsi un poco nel corso dell’allenamento.

I livelli di resistenza dello sforzo sono otto, modificabili a piacere secondo le diverse esigenze e bisogni di chi vuole alzare l’asticella della difficoltà.

Nella parte laterale è presente un piccolo computer di bordo con un display dedicato. cinque sono le voci a disposizione con cui tenere traccia delle calorie consumate, con uno sguardo sempre attento sulla velocità di crociera, il tempo impiegato per percorrere un tracciato e i chilometri macinati.

Una volta concluso l’allenamento si richiude la cyclette su se stessa e i 18 chili di peso non creano difficoltà a chi ha necessità di spostarla da una parte all’altra di casa, variando così anche la postazione dedicata allo sport. I pedali antiscivolo aggiungono stabilità e continuità alla pedalata.

 

 

 

 

TechFit – Unisex Adulto

 

15 chili di peso per questa cyclette richiudibile, pensata per un’utenza più ampia possibile e con una conformazione adatta anche a quanti cercano una cyclette per anziani. Attraverso il display è possibile tenere traccia dei progressi nel corso della sessione. In particolare le voci considerate sono quelle legate alla velocità, il tempo impiegato, la distanza percorsa e le calorie.

I pedali e il volano interno consentono un movimento progressivo, senza rumori e attriti che possono arrecare disturbo agli altri occupanti della casa. La sella è regolabile in altezza, così come il manubrio su cui sono stati posizionati i sensori per il controllo delle pulsazioni.

La robustezza delle maniglie e l’ergonomia della cyclette nascono per offrire una comodità d’uso che si lega a una pedalata comoda e sfidante al punto giusto, con una scalabilità adatta a tutte le tipologie di sportivi, da quelli più costanti passando a chi predilige un allenamento a bassa intensità.

L’appunto mosso da alcuni clienti riguarda principalmente la scarsità di funzioni e certe limitazioni del display e del computer, aspetto su cui il produttore potrebbe apportare delle migliorie.

 

 

 

Cyclette da camera

 

SportPlus – da Casa Pieghevole

 

Siete alla ricerca di una cyclette con schienale? Bene, il marchio SportPlus sembra proprio aver pensato anche a voi. Il modello qui proposto si distingue infatti per la studiata ergonomia. A partire dalla forma a ondulata, tutto concorre a una comodità complessiva dell’allenamento che non stressi troppo i muscoli dorsali e la schiena.

Lo schienale è rimovibile, così da variare nel tempo il tipo di allenamento, con delle maniglie laterali utili a chi vuole esercitare i muscoli delle gambe mantenendo al massimo una posizione eretta. Il sistema frenante magnetico libera gli utenti da qualsiasi tipo di gestione e controllo interno, con una cinghia interna autotensionata e che scorre fluida e senza generare rumori nel corso della pedalata.

Nella parte frontale trovano posto due rotelle per il trasporto, ideali per chi di tanto in tanto ama cambiare la zona di allenamento. In quanto a materiali da più parti si conferma la bontà di un oggetto costruito e realizzato per durare a lungo, con un sistema di chiusura intuitivo e una resistenza massima fino a 100 chili di peso.

Il computer collocato al centro del manubrio dimostra la sua efficacia grazie a uno schermo ben leggibile a cui si aggiungono i sensori per la misurazione delle pulsazioni cardiache durante la sessione.

 

 

 

 

Finether – Magnetica

 

Chi è alla ricerca di una cyclette professionale potrebbe rimanere deluso dal modello Finether. Il marchio ha realizzato un oggetto di fascia media, così da soddisfare quanti desiderano risparmiare qualcosa sull’acquisto di una cyclette, senza per questo scadere in quanto a qualità.

Il sedile regolabile presenta nella parte posteriore lo spazio necessario per un poggiaschiena regolabile. Una versatilità che si ritrova anche nella gestione dell’altezza e nella regolazione dello sforzo.

Il sistema di controllo della tensione è di tipo magnetico e con un movimento semplice consente di aumentare o diminuire la resistenza sui pedali. In questo modo lo sforzo è commisurato alla scelta di chi si sta allenando. Essenziale ma con tutte le info del caso, così si presenta il computer di bordo grazie a cui poter visualizzare statistiche e dati importanti come la velocità, il tempo dedicato alla pedalate e le calorie consumate.

La presenza di ruote con cui poter trasportare l’oggetto ha convinto ulteriormente quanti erano incuriositi da un prezzo di partenza interessante e da una qualità commisurata al tipo di prodotto scelto. La scelta del posizionamento in avanti dei pedali non ha raccolto pareri positivi tra chi ha ricevuto l’oggetto in casa e ha dovuto adattare lo stile alla struttura della cyclette.

 

 

 

Cyclette Diadora

 

Diadora – Cyclette Smarty

 

Il modello Smarty si propone come una soluzione adatta a occupare poco spazio in casa grazie alla tipologia pieghevole, rientrando tra le cyclette Diadora che hanno raccolto un buon numero di pareri positivi tra le diverse opzioni presenti.

La gestione dello sforzo avviene lavorando su una resistenza magnetica che l’utente può regolare secondo necessità spostandosi su otto diversi livelli con una maggiore o un minore attività richiesta a chi si sta allenando. I sensori Hand Pulse collocati sul manubrio si occupano di tenere sotto osservazione le pulsazioni, mentre altre informazioni come la velocità di marcia, il tempo di percorrenza e le calorie bruciate, compaiono a schermo.

In tanti hanno gradito l’ergonomia di un prodotto progettato per fornire un supporto domestico adeguato a chi vuole mantenersi in forma anche tra le quattro pareti di casa.

I materiali di cui è costituita offrono leggerezza e robustezza, due doti che tornano utili a chi cerca un prodotto capace di assicurare una buona pratica sportiva nel tempo e con una praticità e comodità d’uso adatta a persone di tutte le età. Sono presenti poi delle ruote per il trasporto e una base in gomma rigida così da stabilizzare il mezzo e allenarsi in tutta sicurezza.

 

 

 

Cyclette orizzontale

 

Toorx – Cyclette BRX R Comfort

 

Se siete alla ricerca di un modello di cyclette orizzontale, la proposta Toorx è ciò che fa al caso vostro. Progettata per chi ama stare comodamente seduto mentre si dedica a pedalare e mettere in moto tutta la parte inferiore del corpo, la cyclette possiede una spalliera imbottita e due manopole grazie a cui posizionare le mani così da tenersi dritti, gestendo e regolando la posizione e la distanza rispetto ai pedali in modo pratico e con tutte le regolazioni del caso. Sui manubri collocati ai lati della base di appoggio sono inseriti i sensori per il controllo del battito cardiaco.

Nella parte centrale invece fa bella mostra uno schermo LCD con sette funzionalità, dalla velocità al consumo calorico, senza considerare poi il tempo impiegato durante la sessione e la capacità di monitorare diversi aspetti della performance. Le dimensioni sono un punto su cui diversi utenti hanno consigliato di fare attenzione.

La struttura orizzontale del prodotto infatti occupa uno spazio consistente di cui è bene essere consapevoli così da evitare spiacevoli sorprese una volta arrivato l’oggetto in casa. Il volano e il corpo centrale arrivano già montati e settati, con tutto l’occorrente per procedere a una sistemazione adeguata delle parti.

 

 

 

Mini cyclette

 

Ultrasport – MB 50 Mini Bike Home Trainer

 

Il massimo della portabilità con una efficacia e versatilità capace di tenere allenate gambe e braccia ovunque voi siate. Questa l’offerta interessante proposta dal marchio Ultrasport e pensata per chi ha necessità di un allenamento adeguato in contesti in cui per lo spazio o le necessità dell’utente non si può procedere differentemente.

Può essere definita una mini cyclette, pensata con una doppia struttura dotata di pedali che all’occorrenza possono servire anche come strumento con cui allenare e tenere in forma le braccia. L’oggetto è compatto al punto giusto, con una base che evita al supporto di scivolare e permette allo stesso tempo di allenarsi seduti sul divano o una volta collocato il prodotto alla giusta altezza.

Nella parte centrale è presente un mini computer di bordo con cui poter gestire al meglio distanza, consumo calorico e tempi della sessione in corso. Il peso si mantiene entro i 6 chili, con una versatilità d’uso che permette a un’ampia gamma di persone di beneficiare di un allenamento pratico, che mantiene in forma senza per questo dover acquistare un oggetto che va a occupare una parte della casa e che potrebbe creare delle difficoltà in chi cerca di fare economia, su tutti i fronti.

 

 

 

Cyclette per spinning

 

Boudech – Allenamento Aerobico Cyclette Fitness Cardio

 

L’utilizzo di una cyclette da spinning non è una prerogativa solo dei centri sportivi ma una reale possibilità anche per chi desidera allenarsi in casa. Con un volano di 18 chili e una struttura che evoca modelli professionali ci troviamo al cospetto di uno strumento adatto a chi vuole alzare la posta e il ritmo, sfruttando in questo modo tutte le opportunità per una bella corsa su due ruote tra le quattro pareti di casa. La sella soft race e il manubrio ergonomico lavorano in combinazione così da gestire al meglio lo sforzo e un allenamento prolungato ad alta intensità.

Il computer di bordo, rappresentato da uno schermo LCD per la visualizzazione dei progressi, mantiene sotto osservazione la qualità della prestazione, tracciando da una parte velocità, distanza e frequenza cardiaca dall’altra. Questo ultimo parametro viene verificato grazie ai sensori collocati sul manubrio, progettati per tenere traccia del battito nel corso di tutte le sessioni di allenamento.

Il peso massimo sopportabile dalla bici ben si adatta a un utente che raggiunge un massimo di 125 chili, con una struttura che pesa 45 chili, dotata di rotelle posizionate nella parte frontale con cui rendere gli spostamenti e il trasporto una questione pratica che non va a rubare troppo tempo allo sport.

 

 

 

Cyclette per anziani

 

Himaly – f-bike Mini Cyclette Pieghevole

 

Dimensioni contenute per una mini pedaliera progettata per chi desidera avere un buono spazio di allenamento sacrificando meno spazio possibile. La struttura dell’oggetto nasce per adattarsi sia alle braccia sia alle gambe, sfruttando un supporto mini con cui poter allenarsi ovunque si desidera, liberandosi dalla necessità di avere a disposizione solo un luogo idoneo a questo scopo.

Nella parte centrale si trova un display con cui poter gestire diverse funzionalità, prima fra tutte quella dedicata alle diverse rotazioni al minuto, compreso anche il tempo complessivo dedicato all’allenamento. Il peso raggiunge i tre chili, con una struttura simile a una lettera V rovesciata così da avere due punti d’appoggio stabili, senza rischio di scivolamento dei piedi o delle mani. Per chi ha deciso di acquistare l’oggetto è incluso al termine dell’articolo un link dedicato. In questa pagina sono presenti ulteriori pareri da parte di chi ha avuto occasione di toccare con mano la tipologia dell’oggetto, compresi pregi e difetti.

La versatilità è tra la doti essenziali del prodotto, con una comodità che permette di sfruttarlo quando si è al lavoro o nel momento in cui si decide di staccare un poco per dedicarsi a una bella pedalata.

 

 

 

 

Guida per comprare una cyclette

 

A quanti si chiedono cosa occorre per comprare una buona cyclette, la risposta che ci sentiamo di offrire è procedere a una conoscenza progressiva degli aspetti essenziali di cui tenere conto prima dell’acquisto. Nelle righe seguenti la nostra redazione ha deciso di inserire in paragrafi separati aspetti e consigli utili a questo scopo. Vediamoli insieme così da capire come procedere nel corso della selezione.

 

 

Ingombro e tipologia

Un primo punto su cui concentrare l’attenzione è quello legato alla scelta della cyclette. Esistono modelli estremamente compatti, capaci di essere collocati sotto una scrivania e che servono da piccola zona di allenamento in miniatura, sfruttabile anche da chi vuole tenere in forma anche le braccia.

Per quanti invece desiderano un prodotto più conforme agli standard classici, il modello di cyclette ripiegabile si dimostra una soluzione utile per gestire gli spazi in casa in maniera sensata, senza mettere in secondo piano una buona pratica con cui rassodare e potenziare gambe, cosce e glutei. Un’altra soluzione potrebbe essere quella che privilegia uno strumento ibrido, adatto sia a un tipo di allenamento da seduti sia a una pratica in piedi.

In questo caso è opportuno verificare che la pedana sia adatta a mantenere stabile l’utente, con un rivestimento antiscivolo e una praticità d’uso adatta a più persone possibile. Considerate anche l’ipotetica collocazione prima di procedere all’acquisto; meglio verificare con cura le misura riportate sulla scheda tecnica, piuttosto che ritrovarsi con qualche brutta sorpresa una volta aperta la confezione.

 

Display

Gran parte delle cyclette, arriva fornita anche di un sistema con cui procedere a modifiche e aggiustamenti nel corso della sessione di allenamento. Avere un buon display LCD, retroilluminato e dalle giuste dimensioni è un primo fattore da prendere assolutamente in considerazione. Il secondo punto però riguarda quali informazioni è possibile recuperare e la varietà di parametri gestibili.

Una dotazione base comprende il tempo dedicato all’allenamento e la velocità mantenuta nel corso della sessione. Il numero delle calorie e una selezione di programmi completano il quadro delle opzioni a cui l’utente può accedere, modificando di volta in volta lo sforzo e dunque l’intensità della seduta. In alcuni modelli tale regolazione è di tipo manuale, con la persona che alza o abbassa il livello e la durezza della pedalata attraverso una manopola presente sul corpo della cyclette.

In altre occasioni questa modifica può avvenire attraverso un cambio elettronico, gestibile attraverso un tastierino numerico o dei pulsanti dedicati. Lo stesso posizionamento del display dovrebbe privilegiare una collocazione a portata di mano e dall’accesso immediato, intuitiva nell’interfaccia e con una risposta rapida una volta ricercati i dati e le informazioni del caso.

 

Materiali

La scelta di un oggetto interamente realizzato in metallo non sempre costituisce il solo e unico indicatore di qualità per comprendere al meglio i pregi di una cyclette. A tal proposito un mix di alluminio e di plastica dura, contribuisce a creare un oggetto comodo da spostare e stabile quanto basta per non compromettere gli equilibri di chi si sta allenando. Disporre di una cyclette dotata di una base ampia, con un supporto antiscivolo gommato, migliora l’aderenza di tutto l’oggetto, facilitando gli esercizi senza mettere a rischio l’incolumità di chi si allena.

Verificate con attenzione che il peso massimo supportato non venga superato dalla stazza dell’utente finale, come che il sellino sia ampio a sufficienza e comodo anche per chi si dedica a lunghe sessioni senza rischio di affaticarsi su una superficie scomoda. Altro punto importante è come questi elementi funzionano tra loro. La praticità del montaggio e un buon manuale di istruzioni facilitano non poco il compito a chi si vede arrivare parzialmente montata la cyclette. Seguendo passo dopo passo quanto riportato sui fogli si riducono di molto le tempistiche mettendosi da subito alla prova sui pedali, così da testare la propria resistenza in un battibaleno.

 

 

Versatilità

Disporre di una cyclette comoda da utilizzare costituisce il primo passo per un allenamento in sicurezza, senza particolari interruzioni dovute a un meccanismo poco fluido o a un sellino che non vuole proprio saperne di restare in posizione.

A tal proposito vi suggeriamo dunque di verificare che il volano e la scorrevolezza dei pedali procedano in modo regolare, sia in avanti sia con il movimento all’indietro, particolarmente utile nei modelli ibridi in cui alla classica cyclette si aggiunge anche un movimento ellittico. La morbidezza poi delle manopole con cui reggersi, così come la bontà dei sensori progettati per il controllo delle pulsazioni non devono interferire in alcun modo con la qualità dell’allenamento.

Il sistema di regolazione dello sforzo e la frenata progressiva devono scalare senza che l’utente percepisca rumori fastidiosi, dimostrandosi un segno ulteriore della bontà costruttiva dell’oggetto.

 

 

 

Come utilizzare una cyclette

 

La cyclette ha da tempo ritrovato un suo posto in diverse case, evolvendosi insieme ai bisogni e agli spazi dedicati in casa, variando anche il tipo di allenamento con cui ci si può rimettere in forma. Di seguito abbiamo inserito alcuni consigli per un corretto utilizzo di questo strumento.

 

 

Stabilità e tenuta

Una volta provveduto al montaggio della cyclette, e prima di capire quante sessioni sono necessarie per rassodare, è opportuno controllare che la base che tiene ben piantato l’oggetto a terra sia stabile e che non presenti cedimenti nella struttura generale. In questo modo ci si potrà allenare senza difficoltà, mantenendo così una continuità nella sessione.

 

Controllo parametri

Per chi desidera tenere sotto osservazione il tipo di sforzo e i progressi raggiunti a fine allenamento, è possibile sfruttare questi dati grazie al computer di bordo presente sulla cyclette. Da qui si avrà una visione d’insieme su quanti chilometri avete percorso e il consumo calorico messo in atto nel corso della pedalata, per non menzionare la frequenza cardiaca.

 

Tipo di allenamento

Nei modelli con i classici pedali è possibile procedere gestendo e modificando la resistenza allo sforzo sul volano. In questo modo si accresce il livello di sfida, mantenendo comunque una buona andatura e senza nulla togliere all’attività di rassodamento e potenziamento di gambe e cosce.

 

Come allenarsi

Per prima cosa è bene indossare abiti comodi e un paio di scarpe che assicurano un buon appoggio durante tutta la prestazione.

Regolate nel migliore dei modi l’altezza del sellino, così da posizionarvi al meglio e trovare l’andatura adatta se vi state allenando da poco tempo. Meglio non strafare durante i primi allenamenti, considerando che i muscoli devono pian piano abituarsi allo sforzo e al movimento richiesto.

 

Trasporto

I benefici di una cyclette cominciano a vedersi già dopo qualche settimana in cui continuità e pratica procedono di pari passo.

Per chi vuole cambiare zona della casa, il consiglio che ci sentiamo di dare riguarda il controllo del peso complessivo della macchina e l’eventuale presenza di ruote così da facilitare il compito senza rischio di creare danni al pavimento.

 

 

Montaggio

Gran parte dei modelli arrivano con il corpo principale già impostato e regolato. All’utente spetta solo l’onere di collegare le diverse parti come il computer di bordo, il manubrio e la base a terra.

Avere a disposizione un manuale d’uso realizzato come si deve aiuta non poco l’utente, che può fare affidamento su immagini e testi che semplificano di molto la procedura così da poter mettersi subito ai pedali e cominciare a bruciare grassi e rimettere in moto i muscoli.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cos’è una cyclette?

Per chi non conosce questo oggetto, è bene precisare come la cyclette sia uno strumento con cui allenare gambe, cosce e tutta la zona inferiore del corpo. Dalla forma simile a una bicicletta, non ha però le due ruote anteriore e posteriore, sostituite in questo caso da una base stabile a cui a volte sono collocate un paio di rotelle adatte al trasporto.

 

Cyclette, come usarla?

Per prima cosa è importante selezionare il tipo di sforzo richiesto, così da avere una pedalata più o meno intensa e che dunque comporta uno sforzo e un lavoro maggiore da parte dell’utente. Una volta regolato anche il sellino e dopo essersi posizionati al meglio con le mani sul manubrio è possibile iniziare a pedalare, mettendo in moto così tutta la zona inferiore, rassodando e potenziando nel tempo le gambe.

 

Quali muscoli allena la cyclette?

Nei modelli classici il tipo di sforzo e di azione nasce con lo scopo principale di attivare i muscoli delle cosce e dei polpacci, generando un maggiore o minore sforzo a seconda della regolazione impostata dall’utente. Aumentando infatti la resistenza è necessario imprimere maggiore potenza alla pedalata, potendo anche sollevarsi per dare maggiore spinta al tutto.

Nei modelli ibridi, in cui sono incluse anche manopole ai lati del sellino e i tipici pedali di un’ellittica, vengono coinvolte anche le braccia e le spalle in tutto l’allenamento.

 

Quanta cyclette devi fare al giorno per dimagrire?

Un buon allenamento è un mix ragionato tra costanza e progressione della difficoltà. Per chi viene da un lungo periodo di inattività, iniziare con venti minuti di cyclette a una media velocità e con una buona fluidità dei pedali, può costituire una soluzione adeguata con cui risvegliare pian piano il corpo, senza stress inutili e con un avvicinamento che può servire anche da test per capire il vostro stato fisico.

 

Quante calorie si bruciano utilizzando una cyclette?

Per avere una stima precisa di quanto bruciato durante e dopo un allenamento, bisognerebbe munirsi di strumenti adeguati, pensati per venire incontro a questo tipo di sforzo e alla corporatura di chi si allena.

Si può comunque farsi un’idea monitorando anche il display presente nella parte centrale dello strumento, tenendo presente che quanto riportato si basa su una media generale che quindi si può avvicinare al valore reale.

 

A cosa servono il display LCD e il computer di bordo?

La presenza di uno strumento elettronico è entrata ormai a far parte di diritto della dotazione di una cyclette. La sua utilità sta nel fornire diverse informazioni e dettagli legati alla velocità della pedalata, alla distanza percorsa e alle tempistiche impiegate durante la sessione.

Interessante anche la funzionalità legata al controllo costante delle pulsazioni cardiache. Sfruttando dei sensori appositi posizionati sulle maniglie di appoggio, quando non una fascia cardio da indossare, è possibile osservare come l’intensità di una pedalata, incida sul battito cardiaco.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...