I 7 Migliori Palloni da Calcio del 2022

Ultimo aggiornamento: 26.11.22

 

Pallona da Calcio – Guida all’acquisto, Opinioni e Confronti

 

Scegliere e selezionare il giusto pallone da calcio comporta la conoscenza di alcune informazioni preliminari riguardo il tipo di gioco che si andrà a praticare. Le offerte sul mercato fioccano da più parti e tra i palloni venduti online si trova il più economico così come quello utilizzato dai professionisti.

Puma Orbita, è un pallone che è stato progettato con una tecnica innovativa, non a caso è quello utilizzato nella partite ufficiali del campionato di serie A. Molto apprezzabile anche T1TAN Pallone da calcio misura 5, un modello versatile, adatto sia a giocatori dilettanti, sia a giocatori professionisti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 7 Migliori Palloni da Calcio – Classifica 2022

 

 

Pallone da calcio Serie A

 

1. Puma Orbita Serie A

 

Se state cercando il miglior pallone da calcio per allenarvi o per giocare delle divertenti partite con i vostri amici, date un’occhiata a questo interessante modello.

Si tratta della sfera di gioco scelta per il campionato di calcio di serie A 2022/23, dunque quella che è attualmente in uso nelle sfide che vedono impegnate le 20 compagini del torneo.

Il pallone, realizzato da un brand storico come Puma, è un piccolo concentrato di tecnologia e ricerca. Offre infatti una configurazione che ruota attorno a dodici pannelli a forma di stella, uniti tra di loro in modo da ridurre al minimo le cuciture.

Il risultato è un pallone che mantiene inalterata la sua forma e riduce al minimo l’assorbimento di acqua, qualora si giochi mentre piove.

La presenza della schiuma POE va vista nell’ottica di un incremento della sensibilità al tocco, una superiore robustezza e un rimbalzo più consistente.

Tutte queste innovative soluzioni e la licenza ufficiale del campionato di calcio di serie A, lo rendono un pallone piuttosto caro.

 

Pro

Tecnologia: La superficie è realizzata unendo dodici pannelli a forma di stella e riducendo al minimo le cuciture. Il risultato è una sfera indeformabile e robusta.

Schiuma: La presenza di questo materiale permette di interagire con il pallone di Puma con maggior sensibilità e precisione.

Design: Il design è molto accattivante e il pallone è quello che siamo abituati a vedere rotolare sui campi di Serie A.

 

Contro

Costo: L’elevata cifra tecnologica e il fatto che venga utilizzato dai campioni di serie A lo rendono davvero costoso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pallone da calcio misura 5

 

2. T1TAN Pallone da calcio misura 5

 

Siete alla ricerca di un pallone da calcio professionale? Date uno sguardo a Dragon Matchball di T1tan, un modello di alta qualità che potrebbe soddisfare le vostre esigenze di gioco.

Si tratta di una palla costruita con una tecnologia innovativa, che prevede otto pannelli in stile “Ninjaster”, che conferiscono alla sfera un design accattivante e dinamico.

Le varie parti sono incollate a macchina in maniera molto precisa, al fine di conferire al pallone un’altissima impermeabilità.

Il materiale che riveste la palla è poliestere goffrato in 3D molto resistente, inoltre la superficie è morbida e allo stesso tempo aderisce bene al tocco del piede, così potrete effettuare dei passaggi precisi e ben assestati. 

Il pallone è versatile e si adatta a qualsiasi terreno, inoltre è prefetto per ogni tipo di categoria di gioco, sia dilettantistica, sia professionale. Purtroppo il prezzo è abbastanza alto e questo potrebbe farvi desistere dall’acquistarlo.

 

Pro

Professionale: La qualità del pallone è professionale, infatti questo è stato fabbricato con una tecnologia innovativa, che prevede otto pannelli assemblati, che formano una sfera di alta qualità.

Tocco: La superficie della palla è morbida e aderente allo stesso tempo, al fine di agevolare i tiri in porta e i passaggi tra compagni di squadra.

Versatile: Il pallone si adatta a qualsiasi tipo di campo da gioco, inoltre può essere utilizzato sia per le categorie dilettanti, sia per quelle professionali.

 

Contro

Prezzo: Il prezzo non è affatto basso e ciò potrebbe farvi desistere dall’acquistare il prodotto. In commercio è possibile trovare palloni di altri brand della stessa qualità, ma a costi più convenienti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pallone da calcio Champions League

 

3. 2021-2022 Champions League Ball – Pallone da calcio

 

Questo pallone da calcio Champions League è stato creato per tutti gli appassionati di questo sport e per i giocatori che amano avere il pieno controllo della sfera durante una partita.

Si tratta di una palla regolare, realizzata con dimensioni precise e forma perfetta, insomma ha tutte le caratteristiche di un pallone professionale della Lega Europea.

La palla è rivestita in pelle PU molto resistente, che la rende impermeabile e antiestrusione, al fine di evitare deformazioni di qualsiasi tipo, anche dopo molto tempo di utilizzo.

Lo speciale legame termico sullo strato di schiuma, crea una superficie liscia di copertura, senza cuciture, per garantire delle prestazioni eccellenti anche quando le condizioni atmosferiche sono avverse.

La texture del rivestimento è progettata in modo da stabilizzare il pallone in aria quando questo viene tirato. Il design del modello è stellato, per richiamare il logo della UEFA Champions League.

Il rapporto qualità/prezzo è ottimo, tuttavia la scelta della colorazione è limitata a una sola versione.

 

Pro

Design: Il design del pallone è molto accattivante, infatti richiama il logo della UEFA Champions League, così potrete provare l’emozione dei grandi campioni.

Materiali: Il pallone è rivestito in pelle PU, che lo rende resistente, impermeabile e indeformabile, per offrire un’esperienza di gioco indimenticabile.

Texture: La texture del rivestimento è studiata appositamente per conferire maggiore stabilità alla sfera, specialmente quando questa viene tirata in aria.

 

Contro

Scelta del colore: Purtroppo Il modello è disponibile in una sola versione, pertanto non è possibile scegliere altre colorazioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pallone da calcio Adidas

 

4. Adidas UNIFO Lge XMS

 

Se non sapete dove acquistare una buona palla per le vostre partite tra amici, date uno sguardo a questo pallone da calcio Adidas. Siete dei nostalgici delle vittorie azzurre? Questo modello potrebbe soddisfare le vostre esigenze, dato che la grafica impressa sulla sfera rievoca il Campionato Europeo del 2020 vinto dalla nazionale italiana.

Adidas è un marchio leader nel settore di articoli sportivi e come modello di questo prodotto, si è ispirato proprio all’ultimo grande evento europeo che ci ha visto protagonisti sul campo.

Il design della palla è privo di cuciture, in quanto la struttura è termosaldata, per conferire maggiore uniformità alla sfera e maggiore stabilità quando questa viene tirata. La camera d’aria è realizzata in gomma butilica, che garantisce una tenuta ottimale.   

Il pallone si presenta in un’elegante confezione di cartone, così potrete regalarlo e fare un figurone. Il rapporto qualità/prezzo è molto buono, anche se si tratta di un pallone da allenamento e non professionale.

 

Pro

Design: La grafica del pallone è ispirata al Campionato Europeo del 2020, vinto dalla nazionale italiana. Una palla ideale per chi è nostalgico delle vittorie azzurre.

Cuciture: Il pallone è privo di cuciture perché la struttura è termosaldata, per conferire maggiore uniformità alla palla e una migliore stabilità sul campo di gioco.

Confezione: La palla viene venduta in una elegante confezione di cartone. A tal proposito potrebbe essere un’ottima idea regalo da fare a un amico appassionato di calcio.

 

Contro

Pallone da allenamento: Per quanto sia ben realizzato, si tratta pur sempre di un pallone da allenamento e non di un modello professionale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pallone da calcio Inter

 

5. Mondo Sport – Pallone da Calcio Cucito I M INTER – AMAZON Special Edition

 

Avete il cuore nerazzurro e vi piace emulare i vostri eroi sul campo di gioco? Allora questo pallone da calcio Inter di Mondo Sport potrebbe fare al caso vostro. Si tratta di una palla ben realizzata, decorata con una grafica che riporta lo stemma ufficiale dell’Inter Milano.

La camera d’aria in gomma sintetica e la valvola in butile trattengono bene l’aria ed evitano che il pallone si sgonfi anche dopo molto tempo.

Il rivestimento è in 100% TPU (Poliuretano Termoplastico), che conferisce alla palla una buona tenuta, consentendo di avere un ottimo controllo sul terreno di gioco. Facendo una comparazione con altri modelli venduti a prezzi bassi, questa palla, pure essendo abbastanza economica, vanta un’ottima qualità. Ovviamente se desiderate un pallone professionale, vi consigliamo di optare per una altro modello.

Il prodotto arriva sgonfio e nella confezione non è presente l’ago per gonfiarlo, pertanto dovrete rivolgervi a un gommista o a qualcun altro attrezzato per tale operazione.

 

Pro

Stemma Inter: Il pallone è personalizzato con lo stemma dell’Inter Milano, così potrete giocare con il pallone della vostra squadra del cuore, sempre che siate interisti.

Materiali: Il rivestimento è in 100% TPU (Poliuretano Termoplastico), che conferisce al pallone una buona tenuta e un buon controllo sul campo.

Prezzo: Nonostante si tratti di un pallone abbastanza economico, il livello qualitativo soddisfa, a differenza di altri modelli dello stesso prezzo, che però risultano scadenti.

 

Contro

Ago: Il pallone arriva sgonfio e nella confezione non è presente l’apposito ago per gonfiarlo. Pertanto sarete costretti a rivolgervi a un gommista o a qualcun altro che ha la giusta attrezzatura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pallone da calcio Juventus

 

6. Mondo Toys – Pallone da Calcio Cucito F.C. JUVENTUS PRO

 

Ecco un’altra proposta Mondo Toys, questa volta dedicata ai tifosi bianconeri, ovvero un bel pallone da calcio Juventus PRO. Si tratta di un prodotto ufficiale, ideale da regalare ai ragazzini che si stanno avvicinando per la prima volta al mondo del calcio.

La sfera è realizzata con rivestimento in 100% PVC Sponge, che conferisce la giusta morbidezza alla superficie del pallone. Le varie parti della palla sono cucite tra di loro in modo ottimale ed evitano l’assorbimento dell’acqua. In questo modo potrete giocare anche su campi da gioco bagnati. L’aderenza del pallone è buona e consente di avere un ottimo controllo sul terreno.

Se siete alla ricerca di un pallone da calcio professionale, dovete puntare su un altro modello. Il rapporto qualità/prezzo è buono e il costo del prodotto è basso e vantaggioso.

 

Pro

Grafica: La grafica del pallone riporta i colori della Juventus, quindi risulta un ottimo regalo da fare ai giovani tifosi bianconeri.

Aderenza: Il pallone ha una buona stabilità e ciò vi permette di controllarlo in maniera ottimale sul terreno di gioco.

Superficie: La superficie della palla è morbida ed è realizzata con delle cuciture ad ottima aderenza, che riducono al minimo l’assorbimento dell’acqua, in caso di campo bagnato.

 

Contro

Entry level: Si tratta di un pallone entry level adatto a giovani giocatori dilettanti. Se desiderate una palla di qualità professionale, non è questo il modello che fa per voi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pallone da calcio Milan

 

7. Mondo Sport -Pallone Da Calcio Cucito A.C. Milan

 

Nella nostra carrellata dedicata agli amanti del calcio, non poteva mancare una sfera ludica per i tifosi rossoneri. Si tratta di un pallone da calcio Milan prodotto da Mondo Sport; adatto a chi muove i primi passi su un campo da gioco, ovvero i bambini.

La palla è decorata con i colori dell’A.C. Milan, così i vostri ragazzi potranno emulare le gesta dei loro campioni. Il rivestimento del pallone è in 100% TPU (Poliuretano Termoplastico), che conferisce alla sfera un’ottima tenuta sul terreno. Le cuciture dei pannelli sono ad alta aderenza e riducono al minimo il rischio di assorbimento d’acqua su terreno bagnato.

L’unico neo riscontrato da chi ha acquistato e testato il prodotto, consiste nel fatto che le scritte e i colori tendono a graffiarsi e a rovinarsi dopo un po’ di utilizzi. Chiaramente trattandosi di un pallone entry level non bisogna aspettarsi delle prestazioni professionali.

Il rapporto qualità/prezzo è buono e il costo del prodotto è basso e accessibile a tutte le tasche.

 

Pro

Per giovani calciatori: Questo pallone è ideale sia per l’allenamento, sia per l’attività ricreativa di chi muove i primi passi verso il mondo del calcio.

Logo ufficiale: Il pallone è decorato con il logo ufficiale dell’A.C. Milan. Questo è un elemento in più di divertimento per chi è un vero tifoso rossonero.

Rivestimento morbido: La superficie della palla è morbida e grazie alla costruzione con cuciture ad alta aderenza, il rischio di assorbimento di acqua è minimo.

 

Contro

Grafica: Alcuni utenti che hanno testato il pallone, hanno dichiarato che le scritte e i colori tendono a graffiarsi dopo un po’ di utilizzi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un buon pallone da calcio?

 

In questa breve guida abbiamo segnato alcuni punti che possono indicare la via e le caratteristiche su cui puntare prima dell’acquisto di un pallone. Buona lettura e occhi aperti!

 

 

Design

Sembra strano ma capire come scegliere un buon pallone da calcio comporta un’attenzione che parte dal rivestimento interno dell’oggetto fino al cuore stesso, cioè alla camera d’aria. A seconda del tipo di competizione e dell’età dei giocatori sono presenti misure specifiche. Si va dalla prima denominata Skills il cui scopo è abituare il giocatore a coordinare gestione della sfera e gambe.

Ottima per i bambini più piccoli, possiede una conferenza massima variabile tra i 46 cm e i 51 cm. Man mano che si procede con l’età troviamo quella adatta per ragazzi fino agli otto anni (misura 3), per poi salire verso i dodici anni (misura 4) e raggiungere l’ultima fascia rappresentata dalla misura 5. Ottima dai tredici anni in su ha una circonferenza tra 68 cm e 70 cm. Non si tratta però solo di peso, anche il rimbalzo e il controllo del pallone formano una sessione importante del disegno del pallone.

Chi pratica attività calcistiche indoor lo sa bene, un pallone dal rimbalzo controllato migliora la gestione della sfera e l’esplosività di certe manovre, cosa assai più difficile se si parla di un pallone per una partita di calcio a 11. In quel contesto è opportuno avere una sfera robusta, con cuciture esterne e una linea capace di tenere testa a tiri potenti e a lanci lunghi con cambi improvvisi di fronte.

 

Materiali

Con l’avvento dei composti sintetici e la scoperta della gomma si è raggiunta una maggiore consapevolezza e conoscenza tecnica per la realizzazione dei palloni. Il cuoio viene scelto in occasione di edizioni deluxe o per commemorare eventi, conservando però intatti pregi e difetti e l’innegabile fascino che sa di passato e campetti in terra battuta.

La parte esterna dei palloni dei nostri giorni è composta prevalentemente in tessuto sintetico, con una predilezione per il poliuretano e come abbiamo accennato qualche riga più sopra per la gomma.

I motivi sono facilmente deducibili: la robustezza e l’elasticità reggono molto bene ai colpi e la sfera rischia molto meno di deformarsi. Importante è la tipologia di camera d’aria presente nel pallone. Se potete informatevi bene riguardo questo dettaglio, optando per una tipologia in butile ridotto.

La scelta di questo materiale si rivela vincente, conservando e preservando la sfericità del pallone più a lungo e isolando il rivestimento interno con minor rischio di forature. Controllate poi che il pallone presenti un foro per il gonfiaggio robusto e affidabile,  adatto alle normali pompe dedicate a questo scopo. Alcuni modelli presentano poi cuciture esterne doppie che infondono maggiore robustezza al tutto, mentre in quelli più hi-tech queste cuciture lasciano il posto a una struttura unica, con un’assenza completa di scanalatura e una sfera che risulta completamente liscia.

 

 

Destinazione d’uso

Come abbiamo anticipato qualche riga più in alto, i migliori palloni da calcio del 2022 possono avere caratteristiche e specifiche particolari, così che è quasi impossibile stilare una classifica universale su quale pallone da calcio comprare. È però fondamentale capire per chi e su quale campo si andrà a giocare. La scelta di un bel pallone di cuoio sarà l’idea geniale per un regalo a un tifoso, mentre puntare a un pallone robusto e con una camera d’aria resistente e affidabile, assicura giocate e divertimento per un lungo periodo.

I motivi e i colori di una squadra possono comparire come decorazioni nella zona del rivestimento esterno, oppure optare per colori sgargianti e tinte forti che donano un’aria elettrizzante alla palla e permettono di localizzarla facilmente in campo anche in un match serale. Comprendere al meglio le misure consente di scegliere il prodotto giusto e azzeccato a quel tipo di giocatore e chi guarda solo ai prezzi bassi prima o poi si imbatterà in qualche spiacevole sorpresa.

Riassumendo quindi possiamo dire che il miglior pallone da calcio è quello che serve al suo scopo: leggero, pesante, dal rimbalzo controllato o con cuciture e un tessuto testurizzato per un miglior controllo. Partire informati ridurrà il rischio di perdersi qualcosa per strada o portarsi a casa un oggetto che non fa per voi.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanto costa un pallone da calcio?

Se parliamo di modelli base il costo iniziale dei prodotti di taglia 1 e 3 può raggiungere anche i quindici euro. La domanda da farsi però è un’altra: a quel prezzo che tipo di pallone da calcio sto acquistando? Se volete puntare a un prodotto con cui far divertire dei ragazzi sotto casa di tanto in tanto o in occasione di un’uscita domenicale questa cifra potrebbe bastare.

Per chi invece cerca un pallone per un’intera stagione di partite di calcetto, il nostro consiglio è di investire magari anche il doppio, portandosi a casa un oggetto di qualità e dalla giusta robustezza.

 

Come costruire un pallone da calcio?

L’impresa non è delle più facili e al giorno d’oggi tale compito è affidato a processi industriali e a macchine altamente specializzate. Per quel che riguarda le cuciture esistono ancora situazioni in cui il pallone viene cucito a mano. Per chi desidera cimentarsi nella realizzazione si può creare un modello di carta.

Il pallone da calcio è infatti simile a un poliedro particolare, detto icosaedro troncato. Si compone di dodici pentagoni regolari e di trenta esagoni regolari. In rete esistono diversi modelli che si possono scaricare e con cui è possibile realizzare un oggetto simile, divertente anche solo da costruire e con un aspetto che ricorda il fratello maggiore.

 

Come gonfiare un pallone da calcio?

Una volta acquistato è probabile che il vostro pallone da calcio arrivi a casa sgonfio.

Per far fronte alla situazione e iniziare subito a sfruttare l’oggetto vi suggeriamo di controllare la pressione ideale proposta dal produttore. Si tratta di un valore espresso in bar con un range compreso solitamente tra 0,6 e 1,1. Risolta questa incognita è bene passare allo strumento necessario per il gonfiaggio.

La pompa e un ago saranno i vostri compagni ideali. controllate che l’ago venga ben posizionato nel suo alloggiamento e una volta appurata la cosa, potete infilare la punta all’interno del pallone. Procedete dunque al pieno gonfiaggio. Avere una pompa con un manometro semplifica il tutto, consentendo un controllo a vista del valore di riferimento.

 

Come pulire un pallone da calcio?

Per chi si dedica a partite su sterrati o campi in erba, è normale trovarsi a fine partita con il pallone che porta addosso i segni del match. In presenza di polvere è opportuno munirsi di una spugna e dell’acqua tiepida. Una volta lavato e rimosso tutto lo sporco si può procedere tranquillamente all’asciugatura del pallone.

Cercate di eliminare i residui che si posizionano in prossimità delle cuciture, un punto in cui la polvere tende ad annidarsi rovinando nel tempo il rivestimento interno. In caso di pioggia invece munitevi di un panno e asciugate con cura l’oggetto. Un pallone non dovrebbe mai essere lasciato umido a lungo, specialmente se realizzato in cuoio.

 

Quanti esagoni ha un pallone da calcio?

Esaminando dal punto di vista geometrico e matematico un pallone da calcio, si nota come l’oggetto presenti trentadue facce, composte rispettivamente da dodici pentagoni e da venti esagoni regolari. L’insieme di queste figure realizza quello che viene chiamato icosaedro troncato, ovvero un poliedro leggermente modificato, chiamato icosaedro troncato.

 

 

 

Come utilizzare un pallone da calcio

 

Una volta arrivato a casa e gonfiato, si può iniziare a sperimentare il piacere di tirare e giocare da soli o con gli amici. Per un uso appropriato abbiamo inserito qui di seguito alcuni consigli di massima, basati sul buon senso e che crediamo vi torneranno utili.

 

 

Rispetto dell’oggetto

Trattandosi di una sfera è fondamentale mantenere nel tempo la forma rotonda. Un pallone troppo gonfio o eccessivamente sgonfio rischia da una parte di rompersi improvvisamente oppure non rotolare e rendere ostiche le giocate.

Regolare la pressione secondo i valori di riferimento indicati è un primo passo che può allungare la vita del pallone. Stesso discorso anche per chi è solito sedersi con tutto il peso sulla sfera, rischiando di deformarla definitivamente e di non avere più un pallone con cui giocare a calcio, ma qualcosa che ricorda più un pallone da rugby, leggermente ovale.

La pulizia da polvere e sporco aiuta il tessuto esterno a mantenersi tale nel tempo, così come riporre il pallone al chiuso evitando di lasciarlo un tempo indeterminato alle intemperie o sotto il sole.

 

Conoscenza delle caratteristiche del pallone

Avere un’idea chiara riguardo la composizione del pallone e della tecnologia che lo caratterizza è un altro punto su cui ci preme soffermarci. Se avete scelto un pallone da calcio realizzato in butile avrete una camera d’aria maggiormente protetta e con una resistenza agli urti e alle deformazioni maggiore rispetto ai modelli classici.

Chi invece ha puntato a un pallone in cuoio deve sapere che questo materiale possiede un suo fascino particolare, legato al materiale di cui è costituito ma che tende a rovinarsi se non viene curato con le migliori intenzioni.

Mantenere pulita la sfera consente di gestire al meglio la palla durante una partita, con i colori ben visibili anche a lunga distanza. Sapere quante cuciture abbia un pallone da calcio può far felici gli amanti dei numeri, mentre capire la giusta pressione a cui gonfiare la sfera ha una ricaduta differente sul gioco in campo.

 

 

Investimento

Puntare su un pallone dal costo medio può essere la scelta migliore per chi cerca un oggetto con cui giocare al prato con gli amici e che possa fare la sua figura in un campo da gioco. Per questo motivo vi invitiamo a selezionare con cura la sfera, investendo magari qualcosa di più prima così da evitare spese ulteriori poi. Trovare il giusto equilibrio tra una sfera commemorativa o da esposizione e un pallone con cui vivere il piacere di una sfida tra amici.

Questo l’obiettivo a cui vi consigliamo di puntare e che vi consentirà di godere al massimo del vostro acquisto. In caso contrario non stupitevi se poi un pallone da qualche euro si sforma dopo un mese o se perde la sua tipica forma sferica. In questo senso investire su un prodotto dalla buona qualità, con un marchio affidabile e riconosciuto alle spalle ci sembra la migliore maniera per utilizzare il vostro tempo e il pallone che avete scelto tra le diverse proposte.

 

 

 

Il grande brand statunitense è arrivato anche sui campi di calcio del Campionato Italiano 2018/19 con una sfera tutta da scoprire.

 

Ogni anno la scelta del pallone ufficiale che accompagnerà il campionato di calcio, desta un misto di curiosità e interesse riguardo le ultime trovate che i produttori metteranno in campo.

 

Protagonista di questa stagione 2018/19 è il pallone prodotto da Nike e battezzato Merlin.

Il nome vuole richiamare ed evocare un’altra famosa sfera, lanciata però nel 2001/02 che portava il nome di Geo Merlin. Al tempo la tecnologia GEO 1 costituiva il fiore all’occhiello del prodotto, realizzato con un mix di gomma vulcanizzata presenti in alcuni inserti e una schiuma in polietilene a ricoprire il resto della palla, ottima in quanto a responsività e robustezza in campo. Con la proposta Nike Merlin entrano in campo ulteriori novità. Scopriamole insieme.

 

 

Controllo e gestione della sfera

Questi gli obiettivi che Nike ha voluto superare offrendo ai giocatori il meglio in quanto a tecnologia e studio dei materiali. Per prima cosa è bene precisare che i modelli sono due, con la differente colorazione studiata per la stagione invernale o in caso di scarsa visibilità.

Il nome della sfera in quel caso diventa Nike Merlin Hi-Vis e i colori che la caratterizzano sono un giallo acceso per la totalità della sfera, con inserti blu e di colore arancio. Una linea dunque che anche al solo livello estetico è molto curata, consentendo così ai giocatori di individuare in poco tempo il pallone in campo, capendo anche la rotazione assunta a seguito del lancio.

Una sigla che si nota sulla sfera riporta le lettere ACC. Dietro l’acronimo si nasconde una tecnologia nella creazione del pallone per cui viene garantito il massimo controllo possibile in ogni situazione. Tutto ciò si ottiene passando da una tecnica della cucitura dei pannelli a una termosaldatura degli stessi. A questo si aggiunge poi una riduzione nel numero degli stessi, passando da 12 a 4. Si aumenta in tal modo la superficie disponibile che si può calciare e si guadagna in controllo e precisione. L’attrito della palla si mantiene dunque in equilibrio costante sia su un terreno asciutto sia su un campo bagnato.

Sembra una questione da poco ma in un Paese come l’inghilterra capita spesso di scendere in campo sotto la pioggia e l’affidabilità di un buon pallone da calcio per un lancio o un tiro in porta diventa di vitale importanza. Alla gomma tradizionale che avvolge la camera d’aria si è preferito il lattice, ideale per mantenere la pressione interna stabile durante tutto il match.

 

 

Tecnologia e successo

I punti forti del pallone Nike hanno raggiunto i campi della Serie A, facendo anche altre apparizioni in Premier League e nella Liga spagnola. Nike da parte sua si conferma un partner importante e che segue da vicino le evoluzioni del mercato sia sul fronte delle sfera sia per quel che riguarda gli scarpini da indossare in campo. La praticità di un pallone capace di rendere al meglio e assicurare un controllo in ogni situazione di gioco, gestendo il passaggio o un dribbling con la stessa facilità d’esecuzione di un terreno nelle migliori condizioni.

La disponibilità poi di due versioni, con la variante ad alta visibilità, ben si adegua a scenari in cui vuoi per il clima o la giornata, gestire il pallone in campo, nei lanci a terra come per un passaggio dall’altra parte del campo. Rinunciare alle cuciture in virtù di un sistema di saldatura e giunzione a caldo delle parti che compongono tutta la sfera è solo uno tra i traguardi e le nuove linee guida nella costruzione dei palloni del futuro. Al momento il marchio statunitense si è aggiudicato la presenza della sfera Nike Merlin in tre dei maggiori campionati del mondo, chissà se andrà così anche per il 2022.

 

 

Un viaggio dai primi palloni in cuoio fino alle ultime novità in quanto a tecnologia, peso e controllo della sfera.

 

Non tutti i palloni sono uguali. Alcuni hanno fatto la storia del calcio, segnando il loro ingresso in campo in occasione di un mondiale o rivoluzionando i dettami in fatto di tecnica e composizione. Dalle sfere realizzate in cuoio fino ai palloni con camera d’aria in lattice dei nostri giorni di novità e modelli entrati nella memoria del calcio giocato ce ne sono veramente molti.

 

Al principio fu il cuoio

Prendiamo come riferimento il 1900, periodo in cui si scelse da cambiare la struttura stessa della sfera, optando per i pannelli di cuoio e la creazione di una camera d’aria con cui poter gonfiare il pallone, alleggerendo al contempo il peso dello stesso. La sistemazione delle strisce andava a creare una forma simile alla lettera T, motivo per cui molte persone chiamano “T shape” il progenitore delle sfere moderne.

 

 

Esteticamente molto elegante lo era un po’ meno quando si trattava di effettuare un lancio lungo o un tiro in porta durante una giornata di pioggia. La composizione e i materiali tendevano ad assorbire molto l’acqua, aumentando notevolmente il peso.

La sfera storica per il calcio italiano è il Federale 102, pallone ufficiale dei Mondiali che si tennero in Italia nel lontano 1934. Realizzato con 13 pezze di cuoio, si distinse rispetto ai palloni precedenti per la chiusura e la giuntura delle parti che lo componevano, ovvero lacci in cotone al posto di quelli molto più duri in pelle, una vera tragedia per i colpitori di testa del tempo. I Mondiali in un certo senso sono stati il banco di prova e il trampolino di lancio di quei palloni che hanno conquistato un posto nel podio delle eccellenze in materia di sfere da calcio.

 

La proposta Adidas e tutti gli altri

Fu proprio in concomitanza con la Coppa del mondo del Messico che il brand tedesco lanciò quello che ancora oggi resta forse il primo e più famoso pallone del calcio. Il modello Telstar si caratterizzava per i pentagoni di colore nero che si andavano ad alternare allo sfondo in bianco.

La scelta cromatica nasceva anche dall’esigenza di avere una sfera ben riconoscibile in campo, non tanto per i giocatori quanto per le telecamere chiamate a catturare e seguire le diverse fasi di gioco. Il nome poi era un omaggio al satellite che permise le prime telecomunicazioni. Il successo fu tale che il pallone venne poi utilizzato anche quattro anni dopo, facendo da apripista per l’arrivo di un altro grande pallone: il Tango.

 

 

Particolarmente interessante la sfera Mitre Ultimax che ha dalla sua anche il fatto di essere una delle prime palle realizzate in microfibra. Grande successo ha riscosso questo pallone nel campionato Inglese, con una presenza in Premier League fino agli anni ‘90.

Nel 1998 anche Nike lancia la sua sfera, dedicando il colore al team brasiliano con cui stipulò un contratto di partecipazione miliardario. Altro anno cruciale per quel che riguarda l’innovazione è il 2002. Protagonista sempre Adidas che rivoluzionò la linea della palla rispetto al mitico e inarrivabile Tango.

Per fare un omaggio ai Ppaesi ospitanti, ovvero il Giappone e la Corea del Sud, Adidas lasciò da parte la linea esagonale e i rombi, seguendo una forma simile alla shuriken. Non tutti apprezzarono molto la scelta della riduzione di peso, colpevole secondo un gruppo di detrattori di incidere sul gioco e le traiettorie. Non possiamo poi dimenticare la sfera che accompagnò al tempo la vittoria azzurra ai Mondiali di Germania.

Per l’occasione Adidas creò palloni personalizzati, recanti la data del match, le squadre sfidanti e lo stadio. Per la finale tra Italia e Francia campeggiava il nome dell’Olympiastadion di Berlino, e una versione dorata dei motivi per omaggiare lo scontro decisivo.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Nike Pallone Strike Stagione 2016 2017

 

Il modello Strike richiama alla memoria l’edizione 2016/17 e viene quin venduto nel formato pensato per chi gioca a calcetto. La misura 4 indica una circonferenza della sfera di 63,5 cm, con una decorazione esterna ad elevato contrasto cromatico. Il giallo, insieme al viola e al rosso si combina e non fa perdere neanche un minuto la sfera, un aspetto questo che alcuni tendono a sottovalutare e che poi crea problemi durante serate con scarsa illuminazione o poca visibilità in campo.

Il logo della serie A campeggia sulla sfera, confermando da un lato l’originalità e la partecipazione del brand Nike al successo di questo pallone. Per esigenze di trasporto l’oggetto arriva sgonfio ma una volta risolta la questione gonfiaggio si può iniziare a da subito a sperimentare la proposta Nike. Esternamente il pallone si lascia controllare senza difficoltà, una qualità non da poco se si considera l’importanza di certe manovre tipiche del calcetto.

L’assenza del rimbalzo controllato ha indispettito quanti puntano a un prodotto professionale e adatto anche a competizioni, mentre per quel che riguarda la tenuta e la resistenza nulla da dire, il pallone tiene bene anche dopo tiri potenti, conservando la sua forma originale a lungo e con nessuna tendenza evidente a deformarsi. Anche durante la pioggia la sfera mantiene un grip adeguato, senza scivolare pericolosamente e sfuggire così al controllo del giocatore di turno.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI