Talenti e promesse del tennis di oggi

Ultimo aggiornamento: 05.07.20

 

Il mondo del tennis ha visto grandi giocatori e giocatrici entrare nell’albo dei Grandi. Quali sono le scommesse e le conferme tra i giovani che calcano oggi i campi da gioco?

 

Jannik Sinner 

Apriamo con un giovane talento italiano che a soli 19 anni è entrato di diritto tra le promesse non solo del tennis italiano ma anche internazionale. Al momento occupa il numero 68 della classifica Mondiale ATP. Il passato del giovane atleta lo vede ottenere ottimi risultati ma in uno sport che dista anni luce dal tennis. Stiamo parlando infatti dello sci a cui si dedica fino all’età di 13 anni. 

I primi risultati nel tennis cominciano a vedersi con il suo debutto nel circuito professionistico all’età di 14. Nel 2016 ottiene il suo primo successo da professionista, battendo il tennista croato Leo Kovacic. Nel 2018, al torneo Challenger 80 di Bergamo si aggiudica il suo primo titolo in una categoria Pro, diventando a tutti gli effetti il primo giocatore al mondo nato nel 2001. Un risultato questo che lo porta a raggiungere il posto 324 nella graduatoria ATP.

A 17 anni Jannik disputa e vince il suo primo incontro negli Internazionali d’Italia, battendo il tennista Steve Johnson, numero 59 della classifica ATP. Dotato di una buona struttura fisica e dei fondamentali da fondo campo potenti, Sinner ha stupito anche per una certa forma mentale e consapevolezza che raramente si riscontrano in giocatori così giovani.

Alexa Noel

Altro giovane talento, la tennista americana nata nel 2002, occupa il secondo posto di questa ideale classifica di promesse. Nel ranking under 18 occupa l’undicesima posizione, forte di un bel rovescio a due mani. 

Al momento il suo ranking nella classifica mondiale delle donne in singolo la vede al posto 811. Nel 2019 entra nel torneo di Wimbledon per poi essere fermata dall’ucraina Daria Snigur. A gennaio 2020 ha raccolto i primi frutti del suo allenamento e dedizione con la prima vittoria da professionista all’ITF Women’s Circuit a Cancun.

 

Cori Gauff

Altra giocatrice giovanissima, Cori Gauff ha puntato da subito a eguagliare il successo e i risultati di un mito come Serena Williams. Con i suoi 16 anni è la più giovane tennista ad occupare la top 100 della Women’s Tennis Association. Coco occupa la posizione numero 49 nel ranking mondiale in singolo, con la vittoria al torneo di Linz del 2015 alla bella età di quindici anni. 

Con i suoi 176 cm di altezza la Gauff ha già una struttura fisica e una risposta in campo che ha sorpreso molte rivali molto più grandi di lei, con un rovescio a due mani angolato e micidiale, a cui auguriamo di raggiungere i migliori traguardi. 

Duro lavoro, affiatamento e una famiglia a supporto. Questi gli ingredienti fondamentali che hanno permesso alla Gauff di raggiungere traguardi ritenuti quasi irraggiungibili per una ragazza così giovane. Il supporto paterno, da quanto racconta in una sua recente intervista al Guardian, le ha poi dato e le continua a fornire quella motivazione a fare sempre meglio, cercando in tutti i modi di realizzare i propri sogni.

 

Nick Kyrgios

Nato nel 1995, Kyrgios è un personaggio particolare nel panorama tennistico attuale. Imprevedibile nei colpi e con un ranking che lo vede in data marzo 2020 occupare la posizione numero 40 dell’ATP. Detiene al momento insieme al collega Lleyton Hewitt il record di aver battuto tre dei migliori giocatori al mondo di tennis come Nadal, Federer e Djokovic al primo incontro disputato. 

Kyrgios ha un servizio estremamente potente e una capacità esplosiva nel far partire i colpi che stupisce e affascina. A questo poi si aggiunge un carattere spesso esuberante, che lo porta sovente a oltrepassare certi limiti legati all’etichetta e al rispetto dell’avversario. 

Smussando o forse mantenendo anche questi lati l’australiano potrebbe trovare la giusta quadratura e raggiungere così la parte alta della classifica.

Borna Coric

Di origini croate, questo giocatore nato nel 1996 a Zagabria ha raccolto negli anni diversi risultati e vittorie, tanto da raggiungere il numero 13 nel ranking ATP. Rispetto a un giocatore come Kyorgios, molto coreografico e dal gioco frizzante e spesso sovramisura, Coric è come l’altro lato della medaglia. Sempre molto concentrato, umile e con una gran voglia di migliorare e fare meglio partita dopo partita. 

Lo si vede anche da certe percentuali raccolte, con due vittorie su quattro incontri disputati contro Rafael Nadal e cinque sfide contro Federer, di cui due vittoriose. La qualità e le doti del giocatore di talento ci sono tutte, basta solo impostare e dare un senso e maggiore coesione a questi successi, per poter portare a casa un risultato e scalare ancora di più le zone alte del ranking mondiale.

Da quello che si vede il croato potrebbe essere un’altra promessa e un possibile avversario per gli altri alla ricerca del titolo. Se anche voi siete appassionati, sul nostro sito è possibile recuperare una selezione delle migliori racchette da tennis vendute on line, un primo passo in direzione di questo splendido e sfidante sport.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments