contact
contact

8 consigli per giocare e vincere alla roulette 

Ultimo aggiornamento: 26.01.22

 

Prima di entrare nel merito dell’articolo una premessa, a nostro giudizio, è assolutamente necessaria. Metodi sicuri per arricchirsi giocando con la roulette – e in generale con qualsiasi altro gioco d’azzardo, dal poker alle scommesse sportive – non ce ne sono. Diffidate da quanti su internet vi propongono, magari a fronte di un pagamento, metodi infallibili per guadagnare montagne di euro. Detto questo, se amate di tanto in tanto puntare qualche euro al casino o su servizi online, allora vi consigliamo di dare un’occhiata ai nostri suggerimenti, che vi aiuteranno a gestire al meglio il vostro gruzzoletto e magari a portarvi a casa qualche vincita in più. 

 

Stabilire un budget

Quando si gioca d’azzardo o si scommette è piuttosto facile farsi ingolosire e lasciarsi prendere la mano, magari perché si sta vincendo o, al contrario, per cercare di recuperare le perdite. È fondamentale, alla roulette come per qualsiasi altro gioco, stabilire un limite economico che, in qualche modo, ci si può “permettere” di perdere. Avendo un capitale iniziale – alto o basso che sia – potrete gestirlo con relativa tranquillità, ben sapendo che, se capitasse di esaurirlo, vi dovrete fermare. Questo è un passaggio fondamentale, da avere sempre ben chiaro prima di approcciare il “tavolo verde”. Al termine della sessione di gioco, valutate la possibilità di ritirare le eventuali vincite, lasciando sul conto di gioco la puntata iniziale, così da cominciare a realizzare qualche profitto.

 

La tipologia di roulette

Nell’ampia scelta di roulette disponibili online, come per esempio NetBet roulette, se ne possono sostanzialmente individuare di due tipologie: quella europea e quella americana. Il nostro consiglio è di scegliere sempre quella europea, non tanto per un senso patriottico ma perché in quella americana, oltre allo “0” c’è anche il doppio zero “00”, il che riduce le possibilità di vittoria. Parlando di numeri, il margine di vittoria del banco nella roulette europea è di circa il 2,6%, percentuale che sostanzialmente raddoppia in quella americana. 

Conoscere quanto pagano le puntate

Prima di cominciare a giocare è bene avere chiaro quanto si guadagna qualora si azzecchi la puntata. Facciamo un rapido riepilogo:

• Numero secco (35 a 1, ovvero per un euro giocato se ne vincono 35)

• Due numeri, posizionando la fiche a cavallo tra i due (17 a 1)

• Tre numeri, posizionando la fiche alla fine della “street”, ovvero la riga di tre numeri (11 a 1)

• Quattro numeri, collocando la puntata nell’intersezione comune tra i quattro numeri (8 a 1)

• Sei numeri in linea (5 a 1)

• Colonna di dodici numeri (2 a 1)

• Dozzine (da 1 a 12, da 13 a 24…) (2 a 1)

• Rosso o nero (1 a 1)

• Pari o dispari (1 a 1)

• Alto o basso (1 a 1)

 

Giocare gratis

Numerosi siti online offrono la possibilità di giocare gratis (senza dunque vincere soldi veri) alla roulette. Non sottovalutate questa opzione perché così avrete la possibilità di impratichirvi con il gioco, provare qualcuna delle strategie che vi illustriamo nei prossimi punti e studiarne di vostre personali. Dopo la necessaria “gavetta” sarete pronti a passare alle roulette con puntate reali. 

 

Puntate meno rischiose

Magari sarà meno elettrizzante e divertente ma scegliere di non giocare i numeri ma solamente il “rosso o nero” oppure il “pari o dispari” aumenta le probabilità di realizzare una vincita. Certo il guadagno è solo 1:1 (per un euro giocato se ne vince un altro) ma è anche vero che le possibilità di azzeccare la giocata sono di poco inferiori al 50% (per la presenza dello “0”). Una prima giocata che si può tentare – per limitare al massimo i rischi – è quella di puntare sul “rosso” e sul “dispari”, così da coprire un buon quantitativo di numeri (alcuni dei quali vi permetteranno di ottenere anche una doppia vincita). 

 

Al raddoppio

Questa tipologia di giocata tende a dare i suoi frutti ma obbliga ad avere un discreto budget a disposizione per poter raddoppiare, quando necessario, la giocata. Sostanzialmente si tratta di puntare sul “rosso” o sul “nero” (ma si può fare anche con “pari” e “dispari”) e, quando si perde, raddoppiare la puntata finché non si vince. Facciamo un esempio pratico. Puntate 5 euro sul rosso. Se esce incassate la vincita di 10 euro, se invece esce il nero, al giro seguente puntate 10 euro sempre sul rosso. Se dovesse uscire ancora il nero, puntate 20 euro sul rosso e così via finché non uscirà il rosso (cosa che statisticamente succederà di sicuro). Questa strategia è nota come Martingale e ne esiste anche una variazione – con un esborso leggermente superiore – chiamata Grand Martingale. 

 Metodo delle colonne 

Per mettere in pratica questo metodo sono necessarie una certa pazienza e… un foglio di carta. Qui dovrete disegnare una tabella formata da nove colonne e quattro righe, contraddistinguendo le varie caselle con i numeri della roulette, ovvero da 1 a 36. A questo punto limitatevi a osservare l’andamento del gioco, spuntando sulla vostra tabella i numeri che escono. Non appena in una delle righe tre numeri su quattro saranno usciti, giocate i quattro numeri di quella riga, perché statisticamente ci sono più probabilità che uno di quelli esca. Il sistema funziona meglio sul lungo periodo, dunque, sempre a livello statistico, sono necessari almeno nove tentativi per sperare nella vittoria. 

 

Puntare sullo zero

Questo sistema mira a ottenere il guadagno di 35 volte la giocata che si ha puntando sullo zero (qualora esca). Ecco come minimizzare le perdite in attesa che la pallina si fermi sul “numero verde”. Effettuate una puntata sullo “0” e, contestualmente, raddoppiando, su due colonne di dodici numeri (su tre). Per esempio, giocate un euro sullo “0”, due euro sulla colonna di destra e due euro su quella di centro. In questo modo è possibile realizzare piccole vincite che andranno ad ammortizzare le perdite di quando non esce lo zero. Vi consigliamo di puntare colonne differenti a ogni giro di pallina perché è statisticamente più probabile che, uscito un numero di una determinata colonna, quello successivo farà parte di una delle altre due.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI