contact
contact

Abbigliamento sportivo: come deve essere e quali sono i tessuti più utilizzati

Ultimo aggiornamento: 02.03.24

 

Fare sport è una scelta fondamentale per la propria vita, perché equivale ad adottare uno stile maggiormente sano e finalizzato al benessere fisico e mentale. Basta selezionare una o più attività da pianificare e svolgere nell’arco di una settimana, in modo tale da riuscire a raggiungere gli obiettivi prefissati. 

Per praticare uno sport, tuttavia, è necessario un abbigliamento adatto per facilitare il movimento, rendendolo dinamico e genuinamente fluido. I livelli di funzionalità e di comfort devono assicurare standard elevati, ragion per cui è necessario selezionare passo dopo passo ciascun elemento utile alla causa. 

La scelta degli indumenti per fare sport – e questo vale sia per i singoli sia per le società che devono fornire ai propri atleti l’abbigliamento sportivo personalizzato con il logo – deve essere basata non solo sulle caratteristiche della disciplina svolta (in alcuni casi occorrono capi aderenti, in altri larghi) ma anche su altri fattori – vedi le condizioni climatiche o il fatto che la si pratichi in un luogo chiuso o all’aperto – che determinano quale sia la tipologia di tessuto più adeguata. 

Infatti, la bravura del singolo sta nell’analisi del terreno su cui si pratica uno sport specifico, ma anche e soprattutto nella valutazione dei materiali e della tipologia di abbigliamento sportivo. A tal proposito: ecco come deve essere l’abbigliamento sportivo e quali sono i tessuti più utilizzati

 

I tessuti più utilizzati per l’abbigliamento sportivo: ecco quali sono

I due materiali maggiormente utilizzati per la realizzazione dell’abbigliamento in generale, sono senza alcun dubbio il cotone e il poliestere. Entrambi comportano dei benefici ma il principale interrogativo è relativo a quale risulti essere il migliore. Solitamente si afferma che il cotone è il più conveniente in quanto è un tessuto morbido e assorbente; nonostante ciò, potrebbe non essere il materiale vincente per lo sport da praticare. A prescindere dall’attività prescelta, una delle esigenze prioritarie quando ci si allena riguarda la traspirazione della pelle, poiché alcune discipline alimentano più di altre la sudorazione. 

Dunque, per non farsi cogliere impreparati, è bene optare per una tipologia di abbigliamento sportivo sintetico. Certamente, gli indumenti in cotone sono di gran qualità ma impediscono al corpo di espellere le tossine in maniera efficace, e trattengono il sudore fino a diventare molto pesanti. Selezionando invece dei vestiti leggeri e traspiranti, si preserva di buon grado la salute del corpo, facendo sì che resti asciutta la pelle. Per lo sport, in ultima analisi, il poliestere e il nylon sono i tessuti maggiormente richiesti e utilizzati.

Le principali caratteristiche dell’abbigliamento sportivo

L’abbigliamento sportivo presenta caratteristiche ben precise e perciò bisogna lasciarsi guidare da fattori quali il design, la vestibilità e infine la qualità. Per scegliere degli indumenti ad hoc, si può optare per quei tessuti tecnici in grado di elevare gli standard di traspirazione della pelle, mantenendo asciutto il corpo. 

Infatti, ci sono maglie e pantaloni progettate ad hoc, dato che si avvalgono di tecnologie sartoriali in grado di disperdere il sudore attraverso delle micro perforazioni. Ma per approfondire l’argomento, è bene guardare più da vicino l’elasticità, perché è necessario avere tutta la libertà di movimento possibile durante l’allenamento; si consigliano dei capi d’abbigliamento adatti al proprio fisico. 

La leggerezza è collegata all’elasticità, in quanto ciascun tessuto non deve in alcun modo ostacolare la pratica dinamica dello sport selezionato. In aggiunta, l’abbigliamento sportivo deve risultare antiaderente e possibilmente deve avvalersi di un ottimo sistema di asciugatura rapida, altrimenti allenarsi risulta troppo pesante. 

A tal proposito, durante gli allenamenti più intensi alcuni tessuti sono la causa dell’attrito di specifiche zone del corpo. Per evitare fastidi del genere, è bene fare attenzione alla posizione delle cuciture, le quali non devono essere eccessivamente esposte, e le etichette dovrebbero essere stampate sul tessuto stesso invece che cucite a parte. 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI