contact
contact

Come scegliere un completo da sci: consigli e informazioni importanti

Ultimo aggiornamento: 21.06.24

 

La scelta del completo da sci merita un’estrema attenzione ai dettagli e, soprattutto, deve rispondere perfettamente a tre requisiti base: impermeabilità, traspirabilità e vestibilità.

 

Sport e abbigliamento: le regole della vestibilità, traspirabilità e impermeabilità

Piacevole e appassionante, la pratica dello sci consente di vivere a tutto tondo l’ambiente montano, respirare l’aria salubre e fare sport a contatto diretto con la natura.

L’apprendimento dei rudimenti tecnici è fondamentale per affrontare la disciplina nella maniera più sicura e corretta, ma è altrettanto importante non farsi cogliere impreparati in tema di abbigliamento

Vestirsi correttamente è necessario per proteggere il corpo dal freddo, dal vento, dalla pioggia e dalle improvvise nevicate. Indossare l’adeguato abbigliamento da sci consente inoltre di fruire del massimo comfort, con un occhio di riguardo all’estetica, alla vestibilità e a una serie di indispensabili caratteristiche tecniche.

Districarsi fra le innumerevoli proposte d’abbigliamento, offerte dai brand di settore, può non essere facile, soprattutto se ci si lascia influenzare solo dal lato estetico, e dall’idea di indossare un outfit di tendenza.

Aspetto esteriore e, soprattutto, il budget di cui si dispone, forniscono un’indicazione di massima ma è importante soffermarsi su tre caratteristiche prioritarie, indispensabili per assicurarsi l’abbigliamento adeguato. Si tratta di tre requisiti base quali impermeabilità, traspirabilità e vestibilità, che non possono mancare nella scelta di un completo da sci. 

 

L’impermeabilità: indice standard e colonne d’acqua

Nella scelta di un capo come la giacca, gioca un ruolo fondamentale il livello di impermeabilità di cui gode l’indumento. L’indice di impermeabilità è presente sull’etichetta del capo ed è contraddistinto da un numero e dall’annotazione della dicitura ‘colonne d’acqua’.

Vero e proprio metro di misura dell’impermeabilità, la colonna d’acqua rivela il livello di pressione che l’acqua esercita su un materiale prima che il liquido si infiltri.

La colonna d’acqua si misura in millimetri e, se superiore a 1300, è garanzia di un capo impermeabile. Le tute da sci disponibili in commercio vantano mediamente un livello d’impermeabilità di 5000 mm, arrivando sino a 22mila per i capi più costosi e tecnici.

Una colonna d’acqua di 5000 mm assicura l’impermeabilità del capo in caso si debba sopportare il peso di una nevicata di circa due ore, la classica battaglia a palle di neve, o per proteggersi dalle cadute. I 5000 mm non sono sufficienti se la pioggia si fa insistente, oppure la neve cade copiosa e particolarmente bagnata. Nei casi estremi la sicurezza è garantita da un indice che si aggira intorno ai 10mila mm.

L’indice di traspirazione, per muoversi agevolmente senza trattenere il sudore

La pratica di un qualsiasi sport, e lo sforzo fisico prodotto, incentivano la sudorazione. Sudare durante l’attività fisica è quindi perfettamente normale, ma non è salutare trattenere l’umidità sulla pelle.

Ecco perché un buon completo da sci deve godere del massimo grado di traspirabilità, il cui indice mette in chiaro quanto vapore acqueo i pantaloni, ma soprattutto la giacca e l’abbigliamento intimo, sono in grado di eliminare in uno specifico lasso di tempo. Il rapporto fra quantità ed evaporazione si misura in g/m^2, e corrisponde alla quantità di vapore acqueo che un metro quadrato di tessuto riesce a eliminare in 24 ore.

Per garantirsi un eccellente grado di traspirazione il capo deve avere un indice che tocca quota 20mila. Si parte da un livello base di 4mila, ideale per i pantaloni, per arrivare a una quota media che si aggira attorno ai 10mila per le giacche.

 

La vestibilità per muoversi agevolmente ed essere comodi

Nel provare un completo da sci è importante non dimenticare che una volta indossato deve garantire al corpo di muoversi agevolmente, offrendo la massima comodità. Un bel capo se limita gesti, piegamenti, movenze e slancio nella pratica dello sci, non è adeguato. Ecco perché nello scegliere il completo da sci è necessario considerarne la vestibilità.

Solo indossandolo si possono intuire i limiti di un capo, e apprezzarne il taglio comodo che consente la massima libertà di movimento, nel pieno rispetto della conformazione del corpo.

La vestibilità di un completo da sci si può intuire già al primo sguardo, considerando la sagomatura di determinate aree quali quelle che si presentano attorno a spalle, busto, vita, gomiti e ginocchia.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI